Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
pedrag

E+G In Fermentazione...delucidazioni

Recommended Posts

Ciao a tutti, finalmente domenica dopo un annetto dall'inizio della passione di Homebrewing, mi sono dedicato alla mia prima E+G. Per semplificarmi le cose e farmi un idea generale ho preso un KIT e+g tutto compreso per produrre un american Bitter. Devo dire che il livello di soddisfazione anche nella parte lavorativa è aumentato di tanto. Se dovessi ritornare al KIT di prima (di cui ne ho fatti solo tre) smetterei di corsa. Detto questo, anticipo che probabilmente la passione andrà  aumentando fino ad arrivare come molti di voi alla All-grain. Premessa a parte alcune piccole delucidazioni.

 

Dopo aver sanificato tutto con il betadine, ho messo in infusione i grani in un pentola. il procedimento è quello imposto quindi lo tralascio.

1) Questo si chiama mashing (mash) ?

2) E serve per ottenere "materiale" fermentabile che a volte nel malto secco non si trova ?

(perdonate i termini tipo "materiale" ma voglio procedere a piccoli passi senza andare troppo nel dettaglio per ora, almeno da capire le linee guida generali.

3) l'ho lasciato, invece che i canonici 60 minuti, circa 72 posso avere compromesso qualcosa ?

4) Quando ho fatto il lavaggio delle trebbie, il mio "collega" vedendo che l'acqua l'avevo versata solo su un lato del sacchetto contenente i grani, ha reimmerso nel liquido tutto il sacchettino intingendolo e tirandolo via subito, abbiamo sbagliato?

5) Questa pentola mi pare di aver capito che se avesse un fondo spesso sarebbe meglio in quanto riuscirebbe a contenere più calore e quindi il grani lavorerebbero meglio, giusto ?

Passando alla bollitura del mosto.

A bollitura finita, abbiamo travasato nel fermentatore.

6) Abbiamo fatto il possibile per non splashare, ma sicuramente dato che le attrezzature non sono ancora le migliori, un po è successo. Mi spieghereste per favore quando questo è sconsigliato e perchè ? 

7) Per abbassare la temperatura del mosto, dopo aver abbattuto un po la temperatura nel lavandino, abbiamo aggiunto dell'acqua fredda nel fermentatore ed il mosto alla fine si è attestato intorno ai 25 gradi. Va bene o ci sono delle cose da tenere in considerazione?

L'acqua la prendiamo in montagna da una sorgente molto buona che si trova qui a ridosso dei nostri monti. So delle possibili infezioni, del tipo di acqua particolare, ma per ora è sempre andato tutto bene ed io voglio essere ottimista.

...ora non mi ricordo più le altre incertezze, ma mi sono scritto tutto per filo e per segno a casa, appena avrò modo di rileggere posterò nuove domande, per ora temo di avervi già  stressato abbastanza.

PS preciso che leggo un po di tutto, ma ogni volta che leggo mi salta all'orecchio qualcosa di nuovo ed il campo di interesse aumenta tanto con il risultato che vado un po alla cieca, così ho deciso di cementificare i miei primi piccoli passi. Credo che il motto di tutti sia, non voglio fare la birra tanto per...la voglio fare proprio buona! 

Grazie per l'attenzione buona giornata a tutti

Hola

Share this post


Link to post
Share on other sites

1) No, ma non so che grani hai usato.

Se hai usato solo grani speciali si chiama semplicemente infusione.

Il mash o in e+g io dicevo mini mash e quando si utilizza anche malto base, in quel caso si effettua un mash vero e proprio anche se in scala ridotta con prova iodio per controllare se gli amidi si son convertiti.

Nell'infusione questo non serve, infatti bastano un 30 minuti, senza arrivare a 60 come te.

2) Si e no, o meglio più che materiale fermentabile  il cui contributo in e+g e molto limitato, serve ad estrarre ed utilizzare le caratteristiche dei grani speciali, ovvero colore, sapore ed aromatiche.

3) No

4) Risciacquare e risciacquare....quello e pucciare....comunque nessun problema

5) No

6) Se hai fatto il possibile e ok, se splasha un po' non e sta tragedia, certo non e che bisogna farci le fontane...ma per un po' io non mi farei paranoie.

Ossidazione.

7) Non ho capito....ma se intendi la temperatura di inoculo e parliamo di lievito ale va bene.

Poi però va abbasata a temperatura d'esercizio.

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie conco.

Mi hai tolto un po di dubbi.

Per la temperatura a 25° quello che intendevo è se nel processo fatto da me, c'erano degli errori. Tradotto : aggiungere acqua fresca ad un mosto non freddo da dei problemi ?

Il lievito l'ho inserito intorno ai 22/23° e poi in camera di fermentazione a 22° con un delta di +o- 1°, quindi direi che ci sono. Ora devo migliorarmi solo un po nell'attrezzatura.

A presto

saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

No non da problemi, se non porta infezioni ovviamente.

In ag si bolle tutto e su quel lato si e più tranquilli.

Ma io quando facevo e+g aggiungendo acqua non ho mai avuto problemi.

Anche se la mia era o in bottiglia oppure quella del sindaco che ha un po' di cloro.

22° sei altino, perché poi con fermentazione può arrivare a 25°, poi dipende anche da lievito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azzarola...quindi mi consigli di abbassare di qualche grado. Stasera provvedo, mi son dovuto fare la camera di fermentazione perchè non avevo un locale adeguato e quindi magari tiro giù due gradi di termometro...anche se avendola fatta domenica ed essendo 23 litri da abbassare, tempo che si abbassa è quasi ora che imbottiglio. Comunque dopo il primo travaso, faccio la fermentazione in due tempi, la terrò sui 20...ora mi domando però, il termometro del fermentatore (adesivo su plastica) mi segna 22° forse sono a posto, o comunque non essendo sicuramente molto preciso meglio abbassare comunque...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se come penso usi us 05 anche a 22° non ti crea certo drammi.

Ma se puoi io starei lo stesso sui 20° sul termometro fermentatore. ;)

Poi ripeto con quel lievito anche a 22° non e un problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capito, insomma da lievito a lievito cambia, ovviamente per le caratteristiche dello stesso.

Stasera controllo la bustina che ho tenuto da parte tanto per farmene un idea, in ogni caso con qualche grado in meno lo si risolve. Poi immagino che ad ogni lievito una temperatura esatta consenta di lavorare nel migliore dei modi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una cosa sola sul punto 1) che non è il mash ma è l'infusione...non basta di 30 minuti?perchè un'ora?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda io l'ho lasciato 60 minuti (e più come detto) perchè sulle istruzioni del kit c'era scritto di fare così... le mie conoscenze si basano su quello che trovi scritto in questo post...quindi...ora ho imparato che se si tratta di grani speciali 30 bastano!  ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magari c'era un po' di pale....chi lo sa. :pardon:

Certo in quel caso avrebbero dovuto dirti di fare la prova dello iodio.

Mah...boh...chissà ... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto per onor di causa, ho provato a vedere se fossero presenti delle info in più sulla confezione ma nulla. un busta da 3 kg di malto secco, di cui 0,5 usati poi con la bollitura del luppolo, malti macinati senza specifiche (quelli in infusione per 60 min per l'appunto) e lievito...sulla bustina Windsor-libero da glutine-danstar- british style beer yeast

Share this post


Link to post
Share on other sites

... le mie conoscenze si basano su quello che trovi scritto in questo post...

Mi permetto di consigliarti di studiare e studiare.. Leggi libri, forum, guide online ecc ecc.. Impari un sacco di cose utili a fare una birra buona e ti eviti un mucchio di paranoie(capendo come funziona il tutto!)
Per il resto, buona birra! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
X conco, esattamente. Ho già  abbassato la temperatura come consigliatomi prima.
X Tyrion. Hai ragione, apprezzo il consiglio. Esempio ne è la mancata lettura della temperatura massima scritta sulla bustina del lievito. I dettagli fanno la differenza. E vabbeh...ma questo serva da esperienza. Lo sbaglio una volta non lo sbaglio più (Ipse dixit :D)!
Già  che ci siamo, vi chiedo. Volendo continuare in questa strada, mi sto documentando su quali siano gli strumenti migliori. Ovvero, credo di voler prendere uno scambiatore a piastre per il raffreddamento del mosto, e poi una cosa che mi interesserebbe sarebbe quella di avere la possibilità  di travasare in maniera più semplice. Leggo di pentole per il mash, pentole per la bollitura e quant'altro. Bene, rimanendo nei canonici 23 litri, e volendo fare e+g ancora per un po, voi da cosa mi consigliate di partire ?

Aggiungo

3 dubbi ancora.
1)Dopo che si filtrano i grani speciali, perché devo travasare in un ulteriore pentola? Se si usa una buona bag il filtraggio non dovrebbe essere perfetto e quindi non potrei sciogliere li il malto ed utilizzarla per la bollitura ?
2)L'e+g appena fatta, seguendo la guida alla lettera, ha comportato bollire a parte 2,5 kg di malto secco in almeno 8 litri di acqua. Questo passaggio non è citato in nessuna delle guide lette, immagino che si stato fatto "allungare" il meno possibile con acqua, dico una cosa sensata ?
3)Leggendo delle ricette vedo differenti tipi di malto, estratto liquido/secco con le rispettive quantità . Malto è inteso in grani, quindi quelli per infusione essendo grani speciali. Se ne ho due qualità  vanno gettati insieme ? Stessa domanda sull' estratto liquido o secco, vanno insieme ? Edited by pedrag

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve

ieri ho effettuato il primo travaso dopo 7 gg. Ho controllato l'OG, in partenza eravamo ad ricetta a 1,052, quindi ora dovrei assestarmi sui 1,013...la lettura però mi dice 1,021...deve lavorare ancora ovviamente...allego la foto per chiedervi se questa "densità " che si vede è causata dal dover ancora lavorare bene...ps poi se qualche anima pia mi toglie quei dubbi del post precedente  :D

Edited by pedrag

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai sgasato bene prima di misurare?comunque non è detto che dovevi già  essere a 1013,dipende da come lavora il lievito e a che temperatura..

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai sgasato bene prima di misurare?

Guarda abbi pazienza, ora mi pare proprio di non sapere una mazza...ma la cosa che dovevo sgasare non l'ho mai letta da nessuna parte, e sebbene mi manca esperienze, sto cercando di leggere tutto il possibile...non è che vado a muzzo.

Il lievito tuttavia, come indicato nei post superiori ha lavorato a temperatura mediamente di più alta di almeno 1,5°

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pedrag, perdonami non avevo letto tuoi ulteriori quesiti.

Allora prima di tutto il consiglio di Metiu e giusto.

Il campione che prelevi ha della co2, in parole povere e frizzante.

Se non lo sgasi per bene le bollicine potrebbe spingerti il densimetro verso l'alto sfalsando la lettura, per quello ti diceva di sgasare per bene. ;)

Ma nel caso hai solo una lettura non esatta nulla più.

Tuoi quesiti.

1) Si puoi fare tutto in una sola pentola, prima però acqua e grani per 30 minuti a 68-70°, poi aggiungi estratto.

2) Guarda non conosco i kit e+g.

Probabile che siano fatti per poter permettere anche a chi non ha pentoloni capienti di fare cotte con questo sistema.

In più calcola che le diluizioni sono importanti per ottenere gli ibu esatti.

Comunque certo che e citato, si chiama bollitura concentrata, ed in e+g si usa spesso proprio per poter ottenere più birra con pentoloni meno capienti del necessario.

3) Esistono i malti in grani, "base" e "speciali".

Poi gli estratti "secchi" e "liquidi".

Malti in grani speciali certo che puoi mettere tutto insieme.

Idem per estratti, quello secco e più rognosetto perché fa grumi, ma puoi metterli insieme.

Edited by conco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Conco.

Chiarissimo...ora che ho una visione d'insieme molto generale, posso cominciare a scervellarmi sui singoli dettagli. Io purtroppo sono quadrato e se non mi metto dei limiti entro i quali stare giro a vuoto.

Per ora buona cerveza a tutti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rieccomi. Buongiorno a tutti.

Oggi dopo 3 gg dal primo travaso volevo imbottigliare. La lettura rimane sempre sul 1,020 contro i 1,013 da ricetta (1,052 di partenza). Immagino ovviamente di dover aspettare ma...mi chiedo solo quale siano i tempi massimi di attesa e da cosa possa essere causata questa situazione. il lievito non ha lavorato bene ? Posso fare qualcosa ? Se la lascio troppi giorni nel fermentatore non rischia di prendere cattivi sapori ?

La sgasatura stavolta l'ho fatta, die volte (tra l'altro ha fatto veramente un botto di schiuma).

La temperatura della lettura è intorno ai 20° fatta con il densimetro solitamente in dotazione nei kit.

Saluti

Pedrag

Share this post


Link to post
Share on other sites

Calmo, aspetta un po', 3 giorni son nulla, fagli fare.

Ed in ogni caso fg non la decide certo un libretto di istruzioni. ;)

Piuttosto lasciala stare almeno per una settimanina chiusa e non continuare a misurare.

Tienila in temperatura di esercizio del lievito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti.

Oggi è trascorsa una settimana dal primo travaso, dovrei procedere ora all'ultimo travaso e seguente imbottigliamento.

L'FG finale è a 1.019 circa...sarebbe dovuta essere a 1.013. Cosa comporta questa cosa ? Direi che non essendosi schiodata di nulla, aspettare ulteriore tempo non credo serva a nulla. Dall'inizio della messa in fermentazione totale ad oggi sono due settimane esatte.

 

PS

L'ultima birra fatta con il kit presenta in alcune bottiglie è sgasata in altre no.

L'unica ipotesi da tenere in considerazione è che le bottiglie (quelle della Fisher o birre simili con il tappo incluso) abbiamo una tenuta non ottimale. Lo chiedo perché ne ho conservate molte ma se devo avere paura che non vadano bene le abbandono subito e scappo a prendere i tappi dato che l'imbottigliamento lo devo (voglio) fare oggi. che dite ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per le bottiglie col tappo automatico devi stare attento alla tenuta della guarnizione di gomma. Se è troppo vecchia o logora devi cambiarla altrimenti non tiene.

 

Per la FG non ti preoccupare, se è così da giorni puoi imbottigliare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, mi infilo in questo post per chiedere un chiarimento su una cosa: nel versare il mosto raffreddato dopo la luppolatura nel fermentatore non è un bene cercare di farlo splashare il più possibile? Non è l'unico momento in cui si deve ossigenare? Cioè tanto la cosa che si fa appena dopo è quella di mescolare, misurare la densità , aggiungere il lievito e mescolare ancora... Cioè si ossigena, non è tanto meglio ossigenare un po' direttamente con lo splashing? Senza contare che dopo la bollitura siamo a ossigeno praticamente livello 0.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×