Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Kelevra

Birra Torbida...filtrare?e Come?

Recommended Posts

Salve a tutti...avevo una questione da porvi..siamo alla ns prima all grain e nel fermentatore notavamo la presenza di molti residui in sospensione...visto che ancora non abbiamo un secondo fermentatore per fare un travaso volevo consigli per avere una birra più limpida.
Ho letto su vari siti l'utilizzo della colla di pesce per chiarificare, qualcuno ha esperienza? Quali sono le dosi x 50lt di mosto..
Altra opzione era di filtrare all'imbottigliamento magari con un colino o una garza, che ne pensate?
Se poi avete altre dritte..ringrazio..l'imbottigliamento è previsto per i primi di febbraio..ora è in dry hopping

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi hai fatto fermentare la birra sempre sullo stesso fermentatore senza mai travasare?

La soluzione che adotto io è questa: dopo una settimana di fermentazione travaso su un altro fermentatore e separo la birra dal fondo di proteine e residui di luppolo. Poi prima di imbottigliare abbasso la temperatura per 48 ore così da renderla più limpida e poi ritravaso per imbottigliare.

 

Oltre a essere funzionale ha anche uno scopo specifico: la birra che sta a contatto con il fondazzo, che ti sei portato nel fermentatore dopo la bollitura, può assumere dei gusti strani.

 

C'è da dire anche che se la tua birra sta ancora lavorando, è normale che ci siano dei lieviti in sospensione!

 

Quello che ti consiglio io è di prenderti un'altro fermentatore (sarebbe meglio non in plastica) e travasare. In assenza di questo puoi trasferire il mosto in una pentola mentre pulisci il fermentatore e poi lo rimetti. Così però esponi il mosto a possibili infezioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per i consigli ed è in progetto di comprare un'altro fermentatore per la prossima cotta, ma ora che fare?quello che abbiamo già  in dotazione è in inox quindi forse travasarlo in altra pentola e poi pulirlo non è un idea malvagia, ma filtrarlo prima di imbottigliare, per evitare pericolo infezioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avere due fermentatori è sempre un'ottima cosa.

Ti consiglio di acquistarne un altro per poter fare il travaso, ora come ora travasarlo in pentola ben sanificata va benissimo (attento a non ossidare la birra).

In ogni caso, i residui molto probabilmente sono agglomerati di lievito, e la cosa è più che normale.

 

Evita il ricorso a garze o altro perché rischi di infettare la birra: meglio una buona birra torbida che una infettata e limpida.. credo tu sia d'accordo.

 

Se la cosa proprio non ti va giù, correggerai la prossima ricetta, con travaso, un lievito ben flocculante e dell'Irish Moss, vedrai che la musica cambia.

 

Buona birra !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io utilizzerei garze sterili..sono un medico e direi che non mi mancano..però seguirò i consigli..meglio torbida che infetta..vista la poca esperienza cos'è l'Irish Moss e quando si dovrebbe utilizzare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'irish moss è un'alga secca, si idrata mezzora prima dell'uso, e si usa solo in fase di bollitura negli ultimi 15 minuti, fa addensare e precipitare proteine e residui di luppolo. Ora è inutile.

Il secondo fermentatore è vivamente consigliato non tanto per chiarificare, quanto per la separazione del liquido dal fondo di lieviti che si forma, che morendo rilascia sostanze non "buone" per il sapore.

Io al posto tuo non toccherei nulla, due giorni prima di imbottigliare lascerei il fermentatore alla temperatura più bassa possibile, e lascerei fare al freddo il lavoro di pulizia.

Travasi a parte, sono dell'idea che meno la birra fa giri e tocca cose esterne, e meglio è, sia per il rischio infezioni che per quello di ossidazione.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

evita di "filtrare"puoi solo ossidare la birra....le garze sterili usale per i tuoi pazienti ;)

pienamente d'accordo sul comprare un altro fermentatore e sul raffreddare la birra prima di imbottigliare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per i consigli :good: ...ora troveremo un modo per raffreddare un fermentatore da
50lt... :unknw:  :shok:

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 25/1/2014 at 11:50, Fata said:

Quindi hai fatto fermentare la birra sempre sullo stesso fermentatore senza mai travasare?

La soluzione che adotto io è questa: dopo una settimana di fermentazione travaso su un altro fermentatore e separo la birra dal fondo di proteine e residui di luppolo. Poi prima di imbottigliare abbasso la temperatura per 48 ore così da renderla più limpida e poi ritravaso per imbottigliare.

 

Oltre a essere funzionale ha anche uno scopo specifico: la birra che sta a contatto con il fondazzo, che ti sei portato nel fermentatore dopo la bollitura, può assumere dei gusti strani.

 

C'è da dire anche che se la tua birra sta ancora lavorando, è normale che ci siano dei lieviti in sospensione!

 

Quello che ti consiglio io è di prenderti un'altro fermentatore (sarebbe meglio non in plastica) e travasare. In assenza di questo puoi trasferire il mosto in una pentola mentre pulisci il fermentatore e poi lo rimetti. Così però esponi il mosto a possibili infezioni.

 

Scusate se rispolvero questo dilemma sepolto qualche anno fa :) ma ho trovato questa conversazione che parla del problema che mi affligge ad oggi :)

Quindi la mia domanda spontanea è... se dopo la fermentazione abbatto la temperatura, quindi travaso e imbottiglio, come mi devo comportare? Ossia, lascio tutto così e non avverrà una rifermentazione in bottiglia, oppure aggiungo sempre la dose di zucchero (che sia tutta insieme o per singola bottiglia) e spero che qualche lievito ancora presente e non morto si attivi per rifermentare in bottiglia?

Grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, xabaras88 said:

 

Scusate se rispolvero questo dilemma sepolto qualche anno fa :) ma ho trovato questa conversazione che parla del problema che mi affligge ad oggi :)

Quindi la mia domanda spontanea è... se dopo la fermentazione abbatto la temperatura, quindi travaso e imbottiglio, come mi devo comportare? Ossia, lascio tutto così e non avverrà una rifermentazione in bottiglia, oppure aggiungo sempre la dose di zucchero (che sia tutta insieme o per singola bottiglia) e spero che qualche lievito ancora presente e non morto si attivi per rifermentare in bottiglia?

Grazie :)

Metti la tua dose di zucchero e fermentazione avverrà ugualmente.

Ho lagherizzato più volte, anche più di un mese a 0-1°....e ha rifermentato tranquillamente.;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, conco said:

Metti la tua dose di zucchero e fermentazione avverrà ugualmente.

Ho lagherizzato più volte, anche più di un mese a 0-1°....e ha rifermentato tranquillamente.;)

Ma ci riferiamo a qualsiasi tipo di lievito\birra o solo alle lager?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche con lievito Ale mai avuto problemi, certo con Ale non sono mai arrivato ad un mese....ma un 15/20 gg li ho provati a fare.

Magari al massimo ci mette qualche giorno in più a rifermentare....ma io non ho mai avuti problemi.:unknw:

Lieviti sono delle vere e proprie piccole pesti.;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winterizzazione di 10-15 giorni, a 2-3 °C: eccome se rifermenta. Ho anche l'impressione che migliori.... Ripeto, impressione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Migliorare è relativo, sicuramente si puliscono molto, bisogna valutare di caso in caso

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours ago, EnzoR said:

Migliorare è relativo, sicuramente si puliscono molto, bisogna valutare di caso in caso

Quoto....volevo aggiungerlo a mio commento precedente....ma va beh, domanda era su rifermentazione.

Aggiungo a ciò che giustamente ha scritto il buon Enzo che si puliscono per quel che si possono pulire, ovvero magari si ha meno deposito in bottiglia.

Ma se ci sono problemi, come per esempio chill haze, winterizzare o lagerizzare non risolve assolutamente la cosa.

Come scrive Enzo...va di caso in caso.;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre che dal punto di vista visivo per me si puliscono anche dal punto di vista aromatico, diventano meno rustiche, più delicate tra molte virgolette, poi ovviamente se parti da una schifezza non puoi aspettarti miracoli

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×