Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
Mastrobottegar

Camera Di Fermentazione Xps E Lampadine

Recommended Posts

Salve,
sto costruendo una camera di fermentazione in polistirene espanso estruso (xps). Ho comprato 7 pannelli 60x125 cm da 6 cm di spessore per la "modica" cifra di 50€.
Progetto di fare un box a "sarcofago" dalle dimensioni interne: base 111.5cmx58.5cm e altezza 69xcm. Il box si apre dall'alto, rimuovendo il pannello superiore, appoggiato.
Per la regolazione della temperatura ho comprato un stc1000.
Per il riscaldamento penso di usare delle lampadine.
Vi interpello per un paio di dubbi.

Per collegare due coppie di pannelli testa-testa ho usato, se ho capito bene, un sigillante adesivo poliuretanico, di quelli che si mettono con la pistola. Però solo per questo ho consumato mezzo tubetto e sono ben al di sotto della metà  del lavoro, quindi molto probabilmente dovrò ricomprare un altro collante. L'ho messo ieri e ancora non ho provato la tenuta ma mettendolo non mi ha fatto una buon impressione.
C'è qualcuno che ci è già  passato, o ha esperienza nel campo che può consigliarmi una buona colla e economica per polistirene estruso?

In oltre per il riscaldamento l'idea originaria era di metterci un fohn, ma facendo due conti ho visto che così l'aria si scalderebbe troppo rapidamente (un fohn minuscolo da 500w scalderebbe un grado al secondo) e creerebbe problemi di regolazione della T per il ritardo di risposta della sonda del stc1000.
Quindi ho ripiegato sull'idea delle lampadine. Una potenza complessiva di 50w dovrebbe essere più che sufficiente (visto che ho grossolanamente stimato in 40w la dispersione termica invernale del box in condizioni di rigidità  climatica estrema). Vorrei metterne 2 e posizionarle in due estremi opposti del box per rendere il riscaldamento più uniforme possibile.
Il problema delle lampadine però è che non si limitano a riscaldare l'aria ma riscaldano anche per irraggiamento le superfici che gli stanno davanti. In astratto c'è il rischio che se metto la lampadina vicino al fermentatore, l'aria sta a 19 gradi mentre la superficie del fermy viene riscaldata per irraggiamento a 30°. Per risolvere questo problema pensavo di schermare le lampadine, ad esempio costruendo una specie di abat-jour con una lattina...
Idee in proposito?
(no guarda io messo una semplice lampadina e non ho mai avuto problemi... col fohn vai tranquillo... basta che pitturi la lampadina di nero... guardati come ha fatto quell'americano con il barattolo di vernice....che sei matto se fai un corto ti va a fuoco la casa.. ma chi te lo fa fare, facevi prima e spendevi meno a comprarti un frigo...)
Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altro problema delle lampadine è che fanno luce e se usi un fermentatore in plastica illumini la birra e non è che ai lieviti faccia molto piacere. Nessun problema ovviamente se usi recipienti in INOX. Perchè invece non prendi una bella resistenza da terrari da 50w e la disponi a mo' di serpentina su una parete, p.e. quella posteriore? La resa è maggiore (fanno solo calore e non luce) e le dimensioni maggiori ti garantiscono una maggiore uniformità  di temperatura. Il massimo poi è sempre la sonda montata all'interno del fermentatore che ti garantisce il mantenimento della temperatura del mosto e non di quella ambiente.

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uso i bidoni di plastica Mr Malt.
Alla resistenza ci avevo pensato ma non mi andava di spendere altri 30+ euro. Ma adesso con una nuova ricerca ho trovato questo cavo dalla Bulgaria decisamente più economico (7-8€ spedito) http://www.ebay.it/itm/Flexible-Heating-cable-Warming-wire-Heater-220V-40w-m-/270730730667?pt=UK_Home_Garden_Hearing_Cooling_Air&hash=item3f08cf1cab&_uhb=1 che oltre tutto semplificherebbe la costruzione dell'impianto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio che a prima vista mi sembra il cavo antigelo per i tubi dell'acqua esterni, non è la stessa cosa di una resistenza per terrari.

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

io uso una lampada da scrivania e faccio vedere alla lampadina il muro del frigo così la lampada non scalda direttamente il fermentatore ma il muro e poi la luce non è diretta al fermentatore ma parzialmente coperta. Poi uso una ventola per omogenizzare la temperatura. Non so se sono stato chiaro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io uso un phone da un paio d'anni, va da dio, si accende per 30 secondi ogni 30-40 minuti avendo 18 gradi dentro e 8-10 in ambiente. L'ho puntato verso la sonda del regolatore, in modo da velocizzare la risposta. La temperatura ha un piccolo picco iniziale che però si stabilizza subito, e l'inerzia termica del liquido rende tutto lineare. Avevo in mente di passare al cavo per terrari quando il phone si fosse rotto, ma il maledetto tiene duro :). Ovviamente è protetto da fusibile, perché se si inchioda la ventola la resistenza va su di temperatura e può essere pericoloso in una scatola di polistirolo ( anche se dentro l'ho foderata con linoleum ).

Il mio box l'ho fatto con materiale di recupero, barre di polistirolo da 1 metro per 20cm per 6cm. Le ho incollate una all'altra con semplice vinavil passato con pennello. Dentro ci stanno comodamente due damigiane da 54 litri. Dovrebbe andare bene anche con il tuo polistirene.

Io l'apertura l'ho fatta frontale, volevo evitare sollevamenti dei fermentatori visto che spesso uso il vetro.

Per quanto riguarda le lampadine, oltre al lievito che si infastidisce come dice saggiamente Vale, alcune frequenze della luce ti possono causare il colpo di luce, la reazione di alcune componenti del luppolo che generano un odore che i libri definiscono "di puzzola". Se decidi di usarle, devi schermare la luce nel miglior modo possibile, evitando però di chiudere troppo la lampadina, se non dissipa il calore che produce va su di temperatura e ha vita breve.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uso i bidoni di plastica Mr Malt.
Alla resistenza ci avevo pensato ma non mi andava di spendere altri 30+ euro. Ma adesso con una nuova ricerca ho trovato questo cavo dalla Bulgaria decisamente più economico (7-8€ spedito) http://www.ebay.it/itm/Flexible-Heating-cable-Warming-wire-Heater-220V-40w-m-/270730730667?pt=UK_Home_Garden_Hearing_Cooling_Air&hash=item3f08cf1cab&_uhb=1 che oltre tutto semplificherebbe la costruzione dell'impianto.



Peccato che il prezzo sia x 1 metro

Inviato dal mio Galaxy Nexus con Tapatalk 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio che a prima vista mi sembra il cavo antigelo per i tubi dell'acqua esterni, non è la stessa cosa di una resistenza per terrari.
 
Ciao,
 
Vale


Quale può essere la differenza? Che il massiccio involucro in silicone si scaldi troppo lentamente causando un ritardo del riscaldamento?

@ boe szyzlak
questo è il cavo da 1.5m e 60w già  cablato, 10€ spedito. http://www.ebay.it/itm/271138232218?var=570136914351&ssPageName=STRK:MEWAX:IT&_trksid=p3984.m1423.l2649

@fata. Si sei stato chiaro. Al momento vorrei cercare di mantenere le cose più semplici possibile ed evitare la ventola. In oltre il cavo dovrebbe occupare meno spazio della lampada. Ci sta questa soluzione troppo carina http://rvtravel.com/blog/lowtech/uploaded_images/Img_3354-735986.jpg. Il barattolo sfondato e soprelevato permette pure una buna circolazione naturale dell'aria.

@thor. Potenza del fohn? Dimensione complessiva del box? OK i due fermentatori da 54lt ma ci tieni pure le bottiglie, no?
Io la roba lho comprata perché lì per lì mi è venuta la fretta di costruire...ai problemi ci ho pensato dopo...Poi ho fatto apertura superiore perché mi sembrava la soluzione più semplice data la natura precaria di una struttura in solo polistirene.
Cmq ieri gli ho dato un'altra botta e sembra che alla fine la colla possa bastare. Bisogna ancora vedere se tiene però. Edited by Mastrobottegar

Share this post


Link to post
Share on other sites

La copertura del phone con le targhette l'ho eliminata per ottimizzare lo spazio, ma a memoria mi sembra che era sui 400-600 Watt. C'è una lampadina dentro che si accende con interruttore a pulsante, che uso solo per lavorare e per pulire.

Le dimensioni dello spazio utile interno sono 100 di larghezza, 46 di profondità , 88 in altezza. In esterno ci sono 6 cm in più per lato, tutto montato su un piedistallo metallico, e rivestito con mattonelle.

All'interno un perimetro in legno fa da battuta per il coperchio frontale, la chiusura è fatta con due perni tirati da molle ai lati che ruotando bloccano con delle lamine.

I gorgogliatori li tendo all'esterno collegandoli con di tubi, per avere a vista "la bollicina" senza dover aprire.

La temperatura la controllo in tre punti, con il regolatore, con un termometro meccanico a lancetta e con un termometro digitale da automobile con sonda a filo.

Diciamo che non è rifinito alla perfezione nei dettagli, qualche cavetto è ancora volante, ma il suo lavoro lo fa egregiamente.

Normalmente uso un fermentatore alla volta, e il resto dello spazio è riservato alle bottiglie che non porto in casa.

Se trovo un po' di tempo scatto qualche foto e te la posto. 

P.S.

Tra cavo riscaldante e phone, anch'io voto per il cavo, più sicuro e più pulito nell'erogare calore.

Edited by Thor

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ci hai lavorato parecchio, io ho preferito limitarmi ad usare il polistirene perché sennò veramente mi costava di meno comprare un frigo, senza considerare che quello lo puoi usare pure d'estate. In oltre non sono attrezzato per il bricolaggio.
Il volume complessivo è simile al mio.

Sarebbe bello avere un thread dedicato alle foto e alla descrizione dei lavori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appena ho un po' di tempo lo pubblico. C'ho speso un po' di ore, è vero, ma è stato nell'arco dei mesi, non me ne sono quasi accorto ( cosa fanno le passioni ;) ). All'inizio era solo una scatola bianca di polistirolo e vinavil, e a parte la colla il phone e il frigo, il resto è tutto materiale recuperato gratis. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esiste già  un thread a riguardo.
Si chiama LE FOTO DELLE NOSTRE ATTREZZATURE nella sezione auto costruzione.
Si inseriscono le foto ed una breve descrizione.
Inoltre si può inserire un link alla discussione dedicata alla descrizione completa e dettagliata.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fatto nella sezione apposita, grazie del promemoria Rico :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quale può essere la differenza? Che il massiccio involucro in silicone si scaldi troppo lentamente causando un ritardo del riscaldamento?

Se è quello che penso io (cavo antigelo per tubature) è fatto in modo da aumentare la potenza erogata in maniera inversamente proporzionale alla temperatura esterna, in pratica più gela e più lui riscalda. Si infila fra il tubo e la coibentazione esterna e si lascia sempre attaccato alla corrente e lui si regola da solo in base a quanto freddo fa, molto pratico in alta montagna. Purtroppo per noi non va bene perchè i lieviti lavorano a temperature più alte e la resa della resistenza sarebbe bassissima, meglio un cavo da terrari che eroga una potenza costante a prescindere dalla temperatura.

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto Vale, è un cavo usato per sbrinamento degli evaporatori dei condizionatori e antigelo per tubi idraulici. Dovrebbe iniziare a scaldare in automatico sotto ai 5 gradi, a temperature più alte non scalda nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarebbe bello avere un thread dedicato alle foto e alla descrizione dei lavori.

 
 

Esiste già  un thread a riguardo.
Si chiama LE FOTO DELLE NOSTRE ATTREZZATURE nella sezione auto costruzione.
Si inseriscono le foto ed una breve descrizione.
Inoltre si può inserire un link alla discussione dedicata alla descrizione completa e dettagliata.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk


Doh :fool:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arrivato ieri il cavo bulgaro da 60W. Per scaldare scalda, pure velocemente.

Adesso devo pensare ad una soluzione per metterlo dentro al cassone di polistirene. Non lo posso adagiare sul fondo perché con una prova su un'avanzo ho visto che tende a squagliare i pannelli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...