Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

So che qualcuno sul forum ha assemblato un fornellone con fiamma pilota. Come avete fatto?
Vorrei provarci anch'io, ma non avendo esperienza specifica, faccio fatica a capire come debba essere montata l'elettrovalvola.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi associo alla richiesta di carminator,anche io mancando di esperienza in queste cose ho poco chiaro il procedimento da fare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se cercate sul forum ci sono diversi post che già  ne parlano.

Generalmente si usa un raccordo ad Y per sdoppiare il tubo del gas, una uscita va collegata all'ingresso dell'elettrovalvola, dalla quale poi si riparte per alimentare il fornellone, l'altra uscita del raccordo a Y deve andare direttamente alla fiamma pilota, in modo che quando l'elettrovalvola chiude per spegnere il fornellone, la fiamma pilota resti accesa.

La fiamma pilota in genere ha un attacco a bi-cono per tubo di rame sottile, quindi serve un adattatore da portagomma-gas a tubo di rame. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao, , effettivamente ho letto più discussioni ma nn è facile capire per chi nonbha mai armeggiato con queste cose.
Grazie delle tue info, a tal proposito approfitto e ti chiedo altre cose, l'elettrovalvola come va collegata alla corrente?
da ciò che ho letto mi sembra di aver capito che la fiamma pilota garantisce maggiore sicurezza, ma mi sfugge come.

inviato via tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esistono diversi sistemi per pilotare l'elettrovalvola, mi sembra che quello che va di più sia il collegamento con un stc-1000, ma va bene qualunque controllore che, opportunamente configurato, gestisca le accensioni al posto tuo. Anche di questo puoi trovare molti esempi nel forum.

 

La fiamma pilota non da maggiore sicurezza. La fiamma pilota è una fiammella che resta sempre accesa, e serve solo per permettere la riaccensione del fornello quando l'elettrovalvola apre il gas verso il fornello.

Alcune fiamme pilota sono dotate di termocoppia, che non è altro che un interruttore elettrico fatto di un elemento sensibile al calore, posto vicino alla fiammella sempre accesa, che toglie corrente quando questa si spegne. Questo garantisce maggiore sicurezza. Collegato in serie ad un'altra elettrovalvola messa a monte di tutto, impedisce l'uscita di gas se la fiamma pilota non è accesa( infatti per accendere inizialmente la fiamma pilota serve un pulsante che bypassi questa sicurezza), e quindi evita di saturare l'ambiente di gas accidentalmente.

Io personalmente ho optato per un sensore che rileva GPL e monossido di carbonio in ambiente e mi avvisa, e tengo naso e occhi ben aperti mentre lavoro.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io ho fatto così con il fornellone convertito a metano, allora fornellone con rubinetto swmpre aperto al massimo, tubo metano collegato all'eletrrovalvola, raccordo a T da una parte parte il rubo che va al rubinetto a muro del metano, dall'altra parte il tubo di rame per la fiamma pilota. Ricordarsi di mettere l'elettrovalvola nel verso giusto, c'è una freccia.
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×