Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
MastroFra

Cella Frigo Autocostruita

Recommended Posts

Monaco sei un grande!!.. anch'io sono alle prese con la realizzazione di una cella frigo e sto facendo una fatica pazzesca a trovare il gruppo frigo...

ho contattato rivacold e frigosystem ma dicendo che non sono un frigorista mi hanno sconsigliato l'acquisto dicendomi di rivolgermi ad un frigorista. 

io non voglio un frigorista, sono malato di fai da te, quindi me la voglio fare da solo..

hihhihi..

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
La difficoltà  più grossa e' fare la svasatura ai tubi per raccordarci al gruppo. Molti le chiamano "cartelle" e sono simili a quelle che si fanno per i condizionatori. Ora cerco su youtube se ci sono video e lunedì torna dalle ferie il mio magazziniere di fiducia e vi do dire prezzi per gruppi frigo, svasatore e allarga tubi per cartelle. Non voglio guadagnarci nulla perché la mia intenzione e di aiutare come molti di voi hanno avuto la pazienza e la gentilezza di farlo con me. Questo e' lo spirito del forum. Io ho uno sconto del 50% sul materiale.. Guardiamo se riusciamo a tirar fuori qualcosa di buono :)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Raga... Ho iniziato a montare la casetta di legno e spero da mercoledì di finire. Poi apriamo una nuova discussione con tutte le info. La macchinetta per far le cartelle e' la più economica ed è quella che uso anch'io. Va benissimo. Vi faccio pure un filmato e lo mettiamo su youtube. Almeno vedete come farle. E' semplicissimo. Per il vuoto non serve nulla... Fate uscire il gas lasciando un raccordo un po' lento e contate fino a quattro... Cinque. L'aria esce tutta e considerato che la linea e' piccola va più che bene. L'unica raccomandazione che poi è pure l'abc del frigorista e' sapere che acqua o umidità  non vanno d'accordo con il freon. Dunque fino al momento di far le cartelle sui tubi di rame lasciare del nastro isolante all'estremità  o meglio ancora schiacciarli con le pinze. Scusate se sono un po' assente ma pur di domenica ho finito ora di lavorare... Cmq vi leggo e se posso rispondo subito.
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao monaco
grazie mille per la tua disponibilità . :D
il freon rischia di esplodere se brasso dove tengo la cella?
ammoniaca e fluorocarburi ad alte concentrazioni sono pericolosi.
magari è stupida come domanda... :wacko:

Inviato dal mio GT-S7500

Share this post


Link to post
Share on other sites
No non ci sono problemi. Pensa che hanno celle pure i fornai e d'estate tra il caldo e il calore del forno ci sono anche 50 gradi. La fiamma diretta su una bombola può esplode per l'aumento della pressione ma questo vale per tutti i contenitori di liquidi o gas in pressione. Cmq se trovi una scheda di sicurezza del freon ti togli tutti i dubbi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io ho contattato la Nuovaà—à—à—à—

Ho chiesto la potenza in W di questi due prodotti:

unita' condensatrice ne2121z a -10° da 496w 211euro

unita' condensatrice ne2130z a-10° da 660w 224euro

Le unità  sono prive di Gas R134, quindi va fatta la ricarica. Edited by fastready

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma... non avete pensato a coibentare qualcosa (ripostiglio, garage, sottoscala, armadio...) e raffreddare con un condizionatore, magari di recupero???

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si sta parlando di raggiungere temperature vicino allo zero. Con un condizionatore puoi raggiungere minimo 16 gradi e con una spessa oraria di corrente elettrica maggiore. Con un gruppo frigo puoi raffredare singoli fermentatori come avviene nel vino e prima di imbottigliare puoi raggiungere una temperatura di zero gradi per evitare il lievito in sospensione. Puoi fare tranquillamente la lagherizzazione oppure impostando a temperatura cantina mantenete 8/12 gradi pure estate. Logico che la coibentazione incide molto sulla resa e sulle potenze impiegate. Scusate se non ho ancora messo alcuni progetti "fai da te" ma nel weekend apro una nuova discussione e iniziamo a parlarne portando esempi e immagini e soprattutto valutare le varie soluzioni con i prezzi. Per la ricarica non è un problema.. In base al tipo di gruppo riesco a dirvi il peso e le varie bombole usa e getta da usare. La vera regolazione poi si fa con la valvola. L'importante che il gruppo deve essere a valvola termostatica e non a capillare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

16 gradi? Intendi che sostituendo il termostato e soprattutto impiegandolo per raffreddare una scatola coibentata molto più piccola di un appartamento, non porterebbe al disotto di quella temperatura?

Visto che parlate di fai da te con componenti che costano centinaia di euro, penso che si possa prendere in esame anche quest'ipotesi magari risparmiando.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente ci arriva a quella temperatura, ma a 4°C? volessi fare un krash cooling di 3 giorni a 4°C devo fare in modo che il gruppo refrigerante abbia un delta T° costante per avere un'efficienza elevata e minor tempo per il raggiungimento della temperatura desiderata.

I motori frigogeni a freon permettono di risparmiare tempo e forse soldi a lungo tempo.

per 16 gradi sicuramente basta e avanza un condizionatore, per i 4 gradi deve sempre mantenere un delta T costante e quelle apparecchiature, a naso, perdono efficienza e non sono state progettate per temperature così basse.

Ripeto che questo è un mio parere e non ho mai usato un condizionatore se non per la casa a Torino. Quello di casa mia ha due condizionatori autonomi collegati alla stesso condensatore ed è gigantesco.

 

Qua si valuta tutto... rest_i_know, bisognerebbe capire il costo in energia elettrica...

i condizionatori grossi vanno ad olio, quelli piccoli sono con celle di peltier?

 

Per la scatola i prepannelli che si utilizzano per coibentare soffitti dei capannoni vanno bene, si possono forare per passare il tubo in rame che sarà  l'evaporatore....

 

Ma sicuramente con Monaco riapriremo una nuova discussione e proporremo insieme a lui anche soluzioni per costruire l'armadio coibentato oltre alla scelta del gruppo frigogeno idoneo.

 

Ciao ragazzi buona domenica a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se è a capillare bisogna regolare bene il gas sia in quantità  che sulle pressioni di lavoro.
Apro una nuova discussione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante questo Topic quindi se smonto un frigo poi in qualche modo posso rimontarlo

devo solo ricaricare il gas che inevitabilmente si perde levando la piasta interna da quella esterna esatto ?

 

Serve necessariamente per la sucessiva ricarica una pompa per il vuoto tipo questa ?

 

http://www.ebay.it/itm/3S-KIT-CARICA-E-VUOTO-POMPA-70-LT-MANOMETRO-RICARICHE-GAS-R410A-R407C-R22-R134A-/190758588018?pt=Accessori_e_Ricambi_per_Climatizzatori&hash=item2c6a190e72

 

Quale è la procedura esatta per smontare un frigo e rimontaro in un unità  autocostruita ?

 

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...