Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
gbert64

Pulizia Scambiatore A Piastre

77 posts in this topic

Salve amici,
Possedendo uno scambiatore a 36 piastre non smontabile ed avendolo già  utilizzato per circa 6 cotte, mi stava balenando nella crapa l'idea di fare una pulizia più accurata con acido peracetico. Qualcuno ha già  provato? Dritte sulla procedura?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con l'acido peracetico non mi risulta che ottieni nulla a livello di incrostazioni. Oltretutto gli scambiatori sono saldobrasati al rame e sul rame bisognerebbe evitare gli acidi perchè lo corrodono. Meglio un bel lavaggio con soda e acqua bollente, seguito ovviamente da un risciacquo maniacale per eliminare ogni residuo di soda. :good:

Io personalmente uso il Removil, un detergente/disincrostante a base di soda.

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto il post di vale. Un passaggio (molto veloce) però appena dopo soda con paracetico lo farei. Ti aiuta a neutralizzare l'alacalinità  della soda e rimuove eventuali ossidi che si sono formati.

Occhio però a non lasciarlo agire per troppo tempo se no corrodi e facci passare molta acqua dopo.

 

Se vuoi farti un idea dell'effetto dell'acido sul rame:

 

http://www.pctuner.net/forum/tuner-waterblock/119184-pulizia-del-rame-acido-muriatico-vs-aceto-bianco-vs-sidol.html

 

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie a entrambi, interessante l'articolo sulla pulizia del rame. Anche io uso il removil, continuerò con quello allora, magari con acqua a 80° e in ricircolo per un quarto d'ora, poi abbondante sciacquata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a entrambi, interessante l'articolo sulla pulizia del rame. Anche io uso il removil, continuerò con quello allora, magari con acqua a 80° e in ricircolo per un quarto d'ora, poi abbondante sciacquata.

 

Meglio sicuramente degli acidi, il rame lucido è bello a vedersi, ma per scopi alimentari è meglio che resti passivato dai suoi ossidi ;)

Per controllare che il risciacquo sia efficace, quando si usano detergenti basici/acidi, basta controllare il pH in ingresso e uscita

valori uguali -> risciacquo completo :good:

 

PS

Ieri ho letto della tua cotta "travaglio" di ieri. Sicuramente ne uscirà  una birra ottima, ogni bicchiere sarà   un ricordo.

Come si suol dire "Ogni scarrafone è bello a mamma sojia :P "

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ottima idea quella della misirazione del ph! La farò sicuramente!

Per la cotta di ieri, alla fine neanche tanto tribolata, tutto si è concluso nel migliore dei modi, solo un paio di sollevamenti di mosto non pianificati e, appunto, l'impossibilità  di lavare lo scambiatore come di consueto. L'ho fatto bollire in acqua per un bel po'

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se metti il peracetico nello scambiatore ti esce acqua blu/verde, perciò direi proprio di evitarlo :D

Inviato dal mio GT-I9001 con Tapatalk 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante il discorso del lavaggio con qualcosa di alcalino ... a sto punto anche un bel mix di acqua + ammoniaca dovrebbe andar bene ...

Personalmente mai usato nulla del genere però, conservo il tutto pieno di acqua (prossimamente mi sa che passo all'alcol etilico puro) e prima dell'utilizzo faccio bollire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Buona anche l'idea di tenerlo pieno di alcol etilico (dovrebbe ammorbidire tutte le incrostazioni) e poi svuotarlo e lavarlo prima dell'utilizzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

io come già  scritto altre volte lo conservo pieno di grappa (da discount, diluita al 50%) però anche quella esce leggermente verdastra..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me la grappa diluita al 50% è troppo poco! sei intorno al 25% vol. Io ho usato lo scorso mese per la prima volta l'alcol etilico al 95% e dopo 15 giorni è uscito limpido come quando l'ho versato, tanto che lo messo in un contenitore e riutilizzato. Certo 12 euro non è poco ma se si riesce a riutilizzarlo si ammortizza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho appena preso il Pacetti da 40 piastre. Per pulizia intendete solo il canale dove passa il mosto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io ho usato lo scorso mese per la prima volta l'alcol etilico al 95% e dopo 15 giorni è uscito limpido come quando l'ho versato, tanto che lo messo in un contenitore e riutilizzato.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'alcool che tenete dentro il canale del mosto durante il non utilizzo dello scambiatore...poi lo riutilizzate o lo cambiate ogni volta?

 

no perchè costa come l'oro tra le altre cose  :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pure io ho lo scambiatore a 40 piastre.

Ho deciso di utilizzare il metodo dell'alcool, mi sembra molto valido per evitare infezioni. Domani mattina affronterà  la sua prima cotta e l'ho riempito oggi pomeriggio. Fino ad ora ha raffreddato solo una volta l'acqua che ho usato per i test di evaporazione. 

A cotta conclusa lo risciacquerò ben bene e o riempirò di nuovo con l'alcool. Ma poi voi come fate, ce lo lasciate fino alla cotta successiva o solo, come qualcuno ha accennato, 15 giorni? 

Per la prossima volta mi armerò pure di Removil! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se volete stare sicuri al 100% cuocete lo scambiatore per 30-40 minuti nella pentola a pressione, a 120°C lo sterilizzate meglio che con qualunque prodotto chimico. Oltretutto quelli compatti che usiamo noi hanno proprio la misura giusta per la pentola a pressione casalinga, sembrano fatti apposta. :good:

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la lavo e risciacquo bene e poi la riempio di alcol buongusto fino alla cotta successiva. Ovviamente chiudo entrata ed uscita per non farlo evaporare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la lavo e risciacquo bene e poi la riempio di alcol buongusto fino alla cotta successiva. Ovviamente chiudo entrata ed uscita per non farlo evaporare

 Conclusa la mia prima cotta ieri ho fatto proprio così. Pulito subito con acqua calda, asciugato il più possible col compressore e infine alcool. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo il metodo alcool, non saprei per quale errore mi sono ritrovato lo scambiatore pieno di luppolo e irishmoss, in pratica per circa 15 gg ogni sera lo vuotavo e con un colino eliminavo le schifezze incrostate.

Sabato ho l'usato e non sembrano esserci stati problemi, cmq a giorni rifarò un controllo e cmq lo lascierò pieno di alcool per un bel pezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo il metodo alcool, non saprei per quale errore mi sono ritrovato lo scambiatore pieno di luppolo e irishmoss, in pratica per circa 15 gg ogni sera lo vuotavo e con un colino eliminavo le schifezze incrostate.

Sabato ho l'usato e non sembrano esserci stati problemi, cmq a giorni rifarò un controllo e cmq lo lascierò pieno di alcool per un bel pezzo.

ah, ecco perchè l'alttra volta volevi prestarmelo... :D

Edited by velleitario

Share this post


Link to post
Share on other sites

non l'avrei fatto........se ci potevano essere anche dei soliti minimi problemi!!! 8)

1 person likes this

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si contiene soda ma a mio parere è troppo blando per le incrostazioni pesanti.

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now