Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
mysobry

Micro Malteria Casalinga Diy Per Maltazione Orzo Domestica

118 posts in this topic

l298 non dovrebbe avere problemi a 24v ed è protetto da sovracorrenti per cui strano che te lo sei fumato..verifica quanti A succhia tuo stepper (o resistenza sulla fase) e cerca un controller adeguato.

Magari ti rispondo su forum arduino ☺

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il progetto procede a rilento e sto aspettando puleggia e cinghia dentata and hoc pe prvare la trazione

 

nel frattempo ho iniziato qualche esperimento manuale di maltaggio (o maltazione che di si voglia) con un po' di orzo fornitomi da produttore locale..tanto per capire di piu' del processo

 

IMG_20140302_233423.jpg

 

stay tuned

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

bene...facci sapere come procede la maltazione...forse non converrebbe stendere i grani in "largo" piuttosto che stratificare su una vaschetta?...per evitare che si secchino magari basta tenere il fondo umido con straccio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grande davide!!..
Anch'io ho usato il tuo stesso metodo: una vaschetta bella larga e bassa.. Per non farlo asciugare ho lasciato un po' di acqua sul fondo e rivoltavo molto spesso i grani..
Stasera inizio a maltare altri 10 kg, cosi' poi avro' una quantita' decente per fare una cotta..
Il prossimo weekend molto probabilmente andro' a torino, ti faccio sapere appena confermo..
Continua cosi', ciao...


Sent from my iPhone using Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche update

 

le rootlets si sono sviluppate rapidamente 24-48 ore dopo lo steeping

 

IMG_20140307_081105.jpg

 

IMG_20140307_081208.jpg

 

IMG_20140307_081038.jpg

 

a distanza di 7 giorni dall'immersione ho cercato di capire lo sviluppo dell'acrospira e capire il gradi di modificazione ma per quello che capisco raggiunge a malapena la meta' della lunghezza del chicco.

 

IMG_20140309_093526.jpg

 

provo ad aspettare ancora un po' prima di passare all'essicazione

 

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se per arcospira intendi il coleoptile e se ricordo bene devi inteerrompere tutto in questo momento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho fatto qualche progresso sulla malteria per consentire la rotazione del tamburo

 

ho acquistato due cinghie dentate da 15mm passo 2,5 e una puleggia da inserire sull'asse dello stepper motor.

 

IMG_20140316_104150.jpg

 

Una delle due cinghie l'ho usata per trasformare la puleggia del cestello lavatrice, che e' liscia, in una puleggia dentata tagliandola e incollandola sopra

 

IMG_20140316_103731.jpg

 

IMG_20140316_105358.jpg

 

Il risultato e' abbastanza efficace e in questo modo la trasmissione del moto dal motore al tamburo e' assicurata

 

IMG_20140316_115827.jpg

 

 

Ho fatto infine un rapido test per capire se la coppia del motore passo passo e' sufficiente assemblando un Arduino Uno e un circuto H-bridge basto su L298 per il controllo del motore

 

Caricato uno sketch di test e questo e' il risultato !

 

http://youtu.be/awmj4AM9UFo

 

sembra funzionare !

 

purtroppo il mio motore assorbe piu' di 2A per fase per cui dopo poco L298 si surriscalda e va in protezione. Ora cerco un driver piu' potente ma direi la strada e' buona

 

stay tuned

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

La trasformazione della puleggia da liscia a dentata è a dir poco geniale!

Hai tutta la mia ammirazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao

 

fatto qualche progresso ancora...acquistato uno stepper dirver come si deve di qualli usati nelle CNC con corrente elevata (3,5A)

 

http://forum.hobbycomponents.com/viewtopic.php?f=39&t=1371

 

ha un sacco di funzioni e facilmente interfacciabile con arduino

pilota senza problemi il lo stepper unipolare e la coppia e' piu' che sufficiente (vediamo a pieno carico)

 

ecco il video, anche rumore diminuito anche se vorrei inserire dei slilent block sui supporti

 

http://youtu.be/IW_C9lQ7NW8 

 

ora non resta che provare elettrovalvola carico e scarico e sensore temperatura

e poi mettere tutto insieme (la parte piu' complicata)

 

stay tuned

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

ce ne sono di più semplici da realizzare nel web? perchè questa è favolosa ma mi mette i brividi a pensare di costruirla!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sinceramente su web di sistemi semi automatici non ne ho visti..
Ci si arrangia con vaschette, essiccatori, forni etc..nulla di sbagliato ma mia idea era di avere all in One con un po' di automazione con arduino..
Per ora procedo a pezzi
Poi metto tutto insieme

Stay tuned

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senti posso sapere dove abiti che cerco casa di fianco a te? sul portone hai scritto qui Macgyver mi fa una pippa?

 

Complimenti per tutto è un po di mesi che seguo le tue costruzioni :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao mysobry, e' da un po' che non ci aggiorni piu' con i progressi della micromalteria.. Come procede??

Io alla fine ho fatto una prova di birrificazione con 20kg di malto fatto da me, in maniere "manuale"... Visto l'alto scarto, l'orzo non era bellissimo, son rimasto con pochi chili e non te li ho piu' spediti...

Il nuovo orzo quest'anno procede alla grande, spero di fare un bel raccolto cosi' te lo posso mandare per fare dei test..

 

 

Sent from my iPhone using Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao

 

hai ragione e' un po' che sono latitante...in realta' perche' non ci sono grandi aggiornamenti e il progetto langue. Troppe cose in parallelo e troppo poco tempo, confido nell'inverno tanto orzo non va a male

 

Sulla coltivazione dell'orzo invece sono un po' demoralizzato. Se segui il thread "il vero all grain" avrai visto le mie vicissitudini: da un mese a questa parte comparso infestante malefico..la zizzania o loglio...in questo ultimo periodo ha preso sopravvento e sta soffocando tutto

 

Nel week end mi attrezzo per provare a mietere il campo...non ho altra opzione che manuale e il tutto complicato dalla separazione dell'infestante. 

 

Affilo la vecchia falce , i armo di proverbiale pazienza, pintone di birra, antizanzare e provo

Se non avete piu' mie notizie sapete perche'  :sorry:

 

Una domanda visto che leggo che tuo campo va alla grande...hai fatto trattamenti e diserbo ?

 

Grazie

Davide

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

no niente diserbanti!!..

preferisco un approccio all'agricoltura di tipo biodinamico, quindi non utilizzo nessun tipo di sostanze chimiche.

Lo scorso anno abbiamo seminato in primavere e l'orzo aveva un sacco di erba, che ha ridotto la produzione ma non e' stata un grandissimo problema a livello pratico.

Quest'anno abbiamo seminato a fine ottobre ed il campo e' ottimo, non c'e' traccia di erbe infestanti.

Di loglio  non ce n'e' molto, solo qualche pianta qua e la che non crea problemi.

Strano che il tuo sia cosi' pieno di zizzania, peccato!!..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Falciato un po' di orzo...anzi un po di erba con qualche traccia di orzo..dalla legionella alla zizzania

Sono andato all'antica di falce e falcetto.. Tanta fatica ma sono un po demoralizzato, non so come separare e trebbiare

 

Immagine inviata

 

Per ora l'ho steso su in telo alga alla rinfusa

 

Immagine inviata

 

 

Non so se mietere il resto. 😖😖

 

 

 

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me dovevi falciare con il falcetto e fare i piccoli covoni, cercando ti togliere il grosso delle "erbacce" senza stare ad impazzire... poi lo riponi a seccare e quando sara' ora di "sgranare" lo selezioni ancora un po'...

se il loglio e' dii piu' dell'orzo allora non saprei nemmeno io che fare.... separarlo sarebbe un'impresa ardua...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho provato con falcetto (ho visto un po di video su youtube di mietitori di in tempo) ma con tutta sta erba più alta non riuscivo a fare una manciata di orzo per fare poi una fascina..ho desistito e passato alla falce tagliando tutto

 

Immagine inviata

 

 

 

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao sono nuovo e solo ora o letto il tuo progetto per maltare orzo
mi interessa perché già  malto da solo con metodo molto primitivo il mio orzo e sinceramente le birre che ho prodotto non a niente da invidiare alle altre prodotte con malti già  pronti 
Mi piacerebbe sapere i risultati del tuo progetto che credo sia molto interessante.
Ti saluto aspettando un tuo messaggio

Filiberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cmq ragazzi se volete evitare l'erba bisogna dare il diserbante perché l'erba abbatte la produzione in maniera spaventosa. Quest'anno mio padre è incazzato nero che abbiamo lavorato per nulla per mettere il grano visto che c'era sotto un tappeto d'erba che nn ha fatto produrre più di 15 quintali, una scemenza considerato il campo quanto era grande.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

IMG_20140316_105358.jpg

 

stay tuned

Davide

 

Umm sto acrocco non mi piace :(

 

Vedi che esistono la pulegge con calettatore conico o cieche dove poi fai il foro e metti in asse un grano che ferma il tutto senza dover tornire nulla

Io mi sono travato bewne con la serie HTD Passo 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se qualcuno è ancora interessato al tema e sta sperimentando segnalo questo libro...in preordine

 

Malt: A Practical Guide from Field to Brewhouse

 

Immagine inviata

 

Viste le altre pubblicazioni della serie non mi aspetto un manuale di tecnologia alimentare ma qualcosa alla portata di hobbisti e artigiani

 

Enjoy

Davide

 

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sai per caso se è uscito in versione digitale? Perché lo vorrei leggere, penso siano ben fatti alla fine, ci sono anche altri libri che parlano dei malti e della loro produzione, se li trovo te li posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ci sto provando con un grosso frigorifero da ristorante, già  ben ripulito da griglia e motore, che ha la particolarità  di avere il vano freezer al di sotto del frigorifero, quindi posso produrre un moto convettivo ad aria forzata che va dal basso verso l'alto.

La mia intenzione progettuale era di sostituire i ripiani del frigo con dei cestelli da riempire di orzo, aggiungere uno spioncino da porta blindata, illuminazione interna e un termometro a pozzetto.

L'unica cosa che non so scegliere è l'elemento riscaldante, ho bisogno di un range di temperature che va da +40° a +120°, da qualche parte si parlava di scaldini per il bagno da 2 Kw, ma sinceramente non saprei dire che temperature può produrre un aggeggio del genere, che comunque costa poco, mentre un più professionale riscaldante tangenziale come quello acquistato da Davide va dai 60 ai 130 euro.

 

Inutile dirvi che io volevo spendere 60 euro in tutto ihiihihhhihh....

 

Cosa mi consigliate? c'è qualcosa di efficiente e poco costoso che vi viene in mente?

 

https://www.dropbox.com/s/1aopfazr42c24dc/2014-11-15%2019.50.27.jpg?dl=0

 

P.S.: io mi malto l'orzo..su un vecchio tavolo, che ho dotato di opportune paratie perimetriche e foglio di plastica, che mi permette di creare uno strato di orzo di 8x100x180 cm, con possibilità  di rigirare periodicamente i chicchi, l'orzo malta, e lo fa bene, ma il vero problema nasce dopo la maltazione, periodo in cui le muffe arrivano con le mitragliatrici, piccolo particolare che vi invito a prendere in considerazione.

 

P.P.S.: I miei complimenti Davide per il lavoro certosino. Geniale.

Edited by Nothingface

Share this post


Link to post
Share on other sites

ordinato anche io il libro...già  a luglio e doveva arrivare ad agosto poi hanno spostato tutto di mesi...cmq se è bello e utile come altri nn vedo l'ora di leggerlo (altri erano scritti sia x hb che professionisti).

ma tornando al tema maltazione quindi non hai ancora provato la macchina? mi sono un po perso nel post

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now