Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
elpablo707

Ricetta 1 Malto 1 Luppolo - Consigli

Recommended Posts

Allora credo che la soluzione migliore sia rabboccare qualche litro pre-boil...

Comunque sul fondo ho misurato circa mezzo litro di schifezze, e credo che un altro mezzo litro l'ho risucchiato per sbaglio...

 

Stavolta ho usato un rapporto di 6l/kg e ho cercato di mantenermi il più possibile sui 67-68 gradi monostep (ho fatto anche 15 minuti di protein step a 52) ma anche mescolando quasi continuamente e stando ben attento, la temperatura oscillava fra i 65 e i 70 gradi, colpa della pentola di alluminio, della ancora ignota inerzia termica, e del freddo (sono stato costretto a brassare fuori casa -.-) dopo 90 min di saccarificazione lo iodio era positivo ed ho filtrato...

Tenendo conto di quello che hai detto dovrei aspettarmi una fg bassissima!

Se così sarà  la prossima volta, oltre a migliorare l'impianto e la coibentazione potrei anche pensare di abbassare il rapporto l/kg a 5 litri x kg e cercare di mantenermi sui 69 gradi fissi...

Comunque il primo passo sarà  coibentare la pentola

Edited by Stuombo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora credo che la soluzione migliore sia rabboccare qualche litro pre-boil...

Comunque sul fondo ho misurato circa mezzo litro di schifezze, e credo che un altro mezzo litro l'ho risucchiato per sbaglio...

 

Stavolta ho usato un rapporto di 6l/kg e ho cercato di mantenermi il più possibile sui 67-68 gradi monostep (ho fatto anche 15 minuti di protein step a 52) ma anche mescolando quasi continuamente e stando ben attento, la temperatura oscillava fra i 65 e i 70 gradi, colpa della pentola di alluminio, della ancora ignota inerzia termica, e del freddo (sono stato costretto a brassare fuori casa -.-) dopo 90 min di saccarificazione lo iodio era positivo ed ho filtrato...

Tenendo conto di quello che hai detto dovrei aspettarmi una fg bassissima!

Se così sarà  la prossima volta, oltre a migliorare l'impianto e la coibentazione potrei anche pensare di abbassare il rapporto l/kg a 5 litri x kg e cercare di mantenermi sui 69 gradi fissi...

Comunque il primo passo sarà  coibentare la pentola

@herbart hai invertito, per distrazione credo, la funzione delle alpha e delle beta amilasi nel tuo post, sono le beta che producono il maltosio.

 

@stuombo tra rapporto di diluizione eccessivo, protein rest, rampa per arrivare alla temperatura di primo step, oscillazione temperatura di mash, e 90 minuti di saccarificazione, secondo me otterrai una birra attenuatissima quasi da definire acquosa, perché niente nel tuo mash ha prodotto destrine non fermentescibili.

Herbart é stato ottimista!

 

Anche se scendessi a 5 l/kg, mantenendo questo stile di mash, la situazione non cambia di sicuro.

 

Ti consiglio di informarti meglio su mash da biabisti, o eventulmente cambiare tecnica di mash.

Edited by trappist_forever
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

I problemi di attenuazione li risolvi tenendo un po più alta la temperatura di mash..

Ricordo che agli inizi non me ne accorsi, poi testando il termometro notai che aveva ben 2°C di errore(quindi io leggevo 67, in realtà  erano 69)..

Mantenendo quelle temperature riesco ad avere attenuazioni sensate(cose tipo da OG 1050 a FG 1012)..
Non avrai un mash perfetto, ma farai tranquillamente la tua birra, senza finire nel watery.. :)

 

P.s. anche se io a 7 l/kg non ci sono mai arrivato credo..

 

Come non detto: sono arrivato anche a 8 l/kg in una bitter.. Ma fu la cotta in cui mi accorsi che il termometro era sballato di due gradi..

Mash monostep a 70°C(il termometro segnava 68°) e attenuazione ridicola: 1038-1016

Ricordo che era un po torbida..

Mentre la bitter dopo, sempre con lo stesso mash(ma con termometro corretto, quindi saccarificazione a 68°C), era più limpida.. Non cristallina, anche perchè non la volevo così! Ma limpida.. La grande differenza tra l'una e l'altra era il grist, grani scuri nella prima, no grani scuri nella seconda..

Attenuazione: 1037-1009

 

Questa è la mia semplice esperienza.. Non un mash perfetto, ma fattibile(anche perchè sennò non avrebbero inventato il BIAB).. :)

 

P.s. Entrambe le volte ho fatto 90min di saccarificazione

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites

I problemi di attenuazione li risolvi tenendo un po più alta la temperatura di mash..

Ricordo che agli inizi non me ne accorsi, poi testando il termometro notai che aveva ben 2°C di errore(quindi io leggevo 67, in realtà  erano 69)..

Ciao tyrion, un'altro problema dei mash acquosi é proprio questo labilità¡ della temperatura di step.

Se fai un monostep a temperatura bassa 67° C rischi un'attenuazione da paura e birra acquosa, se ti scappa a 70°C e non é raro distruggi le beta amilasi e al contrario ottieni attenuazione ridicola e amidi non convertiti nella birra.

Quindi non ti resta che giocare su 2 temperature possibili 68 e 69°C, ma tu sai benissimo quanto non siano preparati e attrezzati molti biabisti per mantenere una temperatura costante in un range così stretto.

Tu con la tua esperienza oramai ci riesci, ma i nuovi biabisti?

Però poi la birra incredibilmente é sempre ottima una favola, la migliore mai assaggiata.

Secondo me il biab va bene (oddio va bene é una parola forte) per le birre con alta attenuazione tipo le chiare australiane o americane, ma non capisco come si possa ottenere una birra di diverso stile, ben bilanciata nel corpo, con un mash acquoso monostep e senza controllo adeguato della temperatura.

Con un mash cosi acquoso non farei mai un monostep, ma sempre due step, con tempi non lunghi per il primo, e saccarificazione finale a 72°C.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

altro appunto (non mi infilo nel biab perchè non lo conosco e non lo pratico) non fare starter con i secchi piuttosto usa due o più bustine a seconda di og, litri e data di produzione

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so quanto sia difficile da controllare il mash facendo all grain classico, quindi non mi esprimo..

Ovvio che se si lavora con OG basse bisogna tenere mash un po alti, ma lì si torna sulla questione di "sapere cosa si sta facendo".. Sai come funziona(se t'informi prima) e adegui le ricette che trovi in giro al BIAB, se le copi pedestremente, paghi pegno..
Il mash ha tanti problemi riguardo alla qualità  del mosto, ma su attenuazione io ho avuto problemi solo una volta(quella in cui il termometro era starato), per il resto ho sempre ottenuto l'attenuazione cercata(punto più, punto meno.. Ma lì intervengono altri fattori come: conoscere il lievito, sapere come comporre il grist, sapere di quanto varia l'attenuazione a seconda della temperatura di saccarificazione.. Tutte cose che s'imparano piano piano, cotta dopo cotta)..

Sicuramente i difetti del mash diluito esistono, ma non sono così drammatici.. :)

 

Ops, mi accorgo ora che siamo nettamente OT.. Credevo fosse la discussione sul barley wine! XD

Edited by Tyrion132

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè abbiamo appurato che la mia prima cotta biab è andata una schifezza, diciamo che è stato più un esperimento che altro. Per la prossima mi piacerebbe provare il "metodo trappist" ma ho paura di non riuscire a districarmi fra infusioni e regolazioni di ph...

Mi chiedevo se funzionerebbe una cosa del genere (della serie viva la semplicità  e viva l'ignoranza):

Supponendo di voler usare 8 chili di grani per 25 litri finiti ad og 1070:

Opto per la tipica diluizione 3 l/kg quindi: 8x3=24 l

Metto in pentola 24 litri, porto il ph ad un valore decente che rimarrà  uguale per tutti gli step e inizio il mash, classico, con protein rest, beta amilasi fino a saccarificazione avvenuta o quasi, alfa amilasi e mash out. Il tutto naturalmente cercando di non far svolazzare la temperatura...

Arrivati in fase di mash out ci ritroviamo in pentola un volume di circa 31-32 litri di mosto. Togliendo circa 10 litri assorbiti dai grani e 2 litri evaporati e/o persi per varie ragioni (sto improvvisando) rimangono 20 litri. Diciamo che preboil mi servono circa 34 litri per ottenerne 25 post boil (sempre improvvisando), mancano quindi all'appello 14 litri.

 

Questi 14 litri si potrebbero aggiungere appena prima di alzare la sacca in modo da sciacquare sommariamente le trebbie? In questo modo si raggiunge la quantità  di acqua giusta preboil, si effettua anche un leggero lavaggio delle trebbie e soprattutto il mash non risente dell'eccessiva diluizione.

Quante idiozie ho detto?

 

Naturalmente l'acqua sarà  a 78 gradi e col ph adeguato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si può fare benissimo, io facevo così tanto tempo fa, prima di scoprire, che il mash era più stabile evitando le rampe con l'acqua calda, variando i rapporti di diluizione ed il ph.

In questo modo fai un mash tradizionale, poi allunghi fino ai litri preboil e filtri, funziona sicuramente meglio di un mash classico biab.

 

P.S. dopo l'ultimo step che vuoi fare diluisci e lascia qualche minuto uniformare la temperatura poi togli tutto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un altra piccola domanda: volendo provare a fare decozione andrebbe bene una diluizione di 2 l/kg o ci sono controindicazioni ???

(Lo chiedo solo perchè in questo modo potrei sfruttare una pentola da 6 litri e i fornelli di casa per portare ad ebollizione i grani, non è che voglio fare lo sperimetatore a tutti i costi, forse sarà³ un pochino taccagno, ma a me piace sfruttare le cose che già  ho ;))

Edited by Stuombo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×