Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Recommended Posts

Un noto negozio Inglese lo vende, tra l'altro le spese di spedizione sono pari a quelle di un acquisto in Italia :D ... qualcuno lo ha mai provato? E' così miracoloso?

[img]http://www.themaltmiller.co.uk/images/uploads/Star%20San.JPG[/img]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non riesco a leggere bene l'etichetta, ma il secondo ingrediente, presente al 50%, è acido fosforico. Il primo sembra acido dodecilbenzen sulfonico...ma non ci scommetterei! ;)
Cosi a "naso" direi che generano tensioattivi/polifosfati in ambiente acido.
Magari con il link si riesce a leggere la scheda tecnica e capire meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come pensavo, dalla descrizione è esattamente così.
Ho letto in fretta quindi potrei aver saltato qualche pezzo :D

Comunque è uno schiumogeno (tensioattivo) acido, lasciando l'ambiente acido limita la formazione di calcare sulle superfici (evitabile comunque sciacquando con acqua distillata).
Non è adatto all'uso su "soft metal", penso intenda alluminio,rame, ecc.
Non dovrebbe creare problemi alla plastica.
Necessita di risciacquo prima dell'uso.
Sembra una specie di detergente-conservante durante i periodi di inutilizzo (tipo oli detergenti nelle armi).
"Just prior to start-up rinse with
potable water and follow state and local Health Department regulations covering start up
sanitation."
Traducendo "alla brutta" sembra che non sia propriamente un sanificante...

Share this post


Link to post
Share on other sites
La questione é o non é un sanificante é sempre un po´ nebulosa in quanto dipende molto dalla legislazione. Neanche sulle istruzioni/etichetta del chemipro OXI trovi scritto che é un sanificante ma semplicemente "THE no-rinse, environmentally friendly cleaner for all light duty cleaning in just one treatment! ", tuttavia molti (compreso io) lo usano come sanificante senza problemi.

Per quanto riguarda la questione del risciaquo nella scheda viene menzionato di eseguirlo, ma allo stesso tempo le concetrazioni menzionate sono piຠdel doppio rispetto a quelle che vengono suggerite su molti forum/negozi di homebrewing online. Nella scheda si fa riferimento a 2 oz per 4 gal che fa circa 3.7 ml/l, mentre sembra abbastanza appurato che 1 oz per 5 gal (1,5 ml/l) sia efficace e non abbia bisogno di risciaquo.

Come per lo iodio penso che la questione no-rinse dipenda dalle concentrazioni utilizzate.

Effettivamente sembrerebbe che produca anche schiuma e un "velo" di liquido sulle superfici. Ma come dicono in america "Do not fear the foam". Comunque al di sopra di un pH 3.5 (quindi quando viene eventualmente in contatto con la birra) sembrerebbe che si inattivi e i fosfati possono essere assorbiti e utilizzati come fonte di fosforo per i lieviti.

Data la popolarità¡ di questo sanificante negli Stati Uniti e visto che qui in Finlandia il mio negozio di fiducia lo aveva disponibile ho deciso di comprarlo e vedere se é piຠo meno scomodo del chemipro OXI.

Se masticate un po´di inglese in questa discussione [url]http://www.homebrewtalk.com/f11/charlie-talley-five-star-chemicals-notes-brewcasts-58928/[/url] viene riportata un podcast con un intervista (e un riassunto) con un rapresentate della FIVE-STAR dove viene spiegato come funziona e come usarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Thermobug ha scritto:

La questione é o non é un sanificante é sempre un po´ nebulosa in quanto dipende molto dalla legislazione.
Su questo sono d'accordo, bisognerebbe sapere cosa ne pensa la legge. Per esempio in Italia l'ipoclorito è un sanificante (almeno in alcuni campi dell'industria alimentare) in altri paesi lo è anche lo iodio (in Italia non so, non mi sono mai informato)


Come per lo iodio penso che la questione no-rinse dipenda dalle concentrazioni utilizzate.
Se la scheda tecnica mi dice tot quantità  e sciacqua io mi fido, non mi pongo neanche il problema :)

Effettivamente sembrerebbe che produca anche schiuma e un "velo" di liquido sulle superfici. Ma come dicono in america "Do not fear the foam". Comunque al di sopra di un pH 3.5 (quindi quando viene eventualmente in contatto con la birra) sembrerebbe che si inattivi e i fosfati possono essere assorbiti e utilizzati come fonte di fosforo per i lieviti.
Schiuma la produce senza ombra di dubbio, è uno schiumogeno, sugli effetti che le sue caratteristiche possono avere sulla birra non mi esprimo, o meglio non so se i lieviti riescono a riassorbire fosfati e dodecilbenzen.... ;)

Data la popolarità¡ di questo sanificante negli Stati Uniti e visto che qui in Finlandia il mio negozio di fiducia lo aveva disponibile ho deciso di comprarlo e vedere se é piຠo meno scomodo del chemipro OXI.

Se masticate un po´di inglese in questa discussione [url]http://www.homebrewtalk.com/f11/charlie-talley-five-star-chemicals-notes-brewcasts-58928/[/url] viene riportata un podcast con un intervista (e un riassunto) con un rapresentate della FIVE-STAR dove viene spiegato come funziona e come usarlo.
[/quote]

Appena ho tempo mi leggo-ascolto hbt, è sempre utile!

PS Occhio a quello che dicono gli americani, frequento forum-chat anche su altri argomenti e beh come dire non sono sempre affidabili... Tanto per fare un esempio sugli aromi (dolci, bevande e confetteria) in media usano concentrazioni da 3 a 10 volte superiori a quelle italiane-europee

Share this post


Link to post
Share on other sites
a me pare più un prodotto per la pulizia "grossa", lo trovo un po' eccessivo come sanitizzante anche perchè contiene tensoattivi e secondo me il risciacquo è obbligatorio. un conto sono i residui di iodio, acido paracetico o pure fosforico o cloridrico o candeggina, che in piccole quantità  sono molecole biologiche presenti nelle cellule, un conto è un residuo di sapone che, anche se poco, vorrei evitare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sul manuale del buon John Palmer lessi che è un sanitizzante molto efficace, per di più no rinse per certe concentrazioni.
Dal basso delle mie conoscenze di chimica, considero gli ammerigani un po troppo progressivi nell'uso di tali prodotti.
La serenità  nel coltivare una passione, è fondamentale. Vivere con l'ansia che si "inquini", seppur in modo blando, un prodotto fatto in casa, mi fa storcere un po il naso, ma non sono il solo...
Con ciò non escludo che possa davvero essere No rinse a certe concentrazioni.
Di sicuro è utilizzabile come sanitizzante, stando a quello che dicono sui manuali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brouwland sta iniziando a importare i prodotti Five Star in Europa...

 

Ciao,

 

Vale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...