Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
luca333

Soda caustica/ Candeggina

Recommended Posts

Ciao

 

io credo che ognuno abbia diritto di pensarla come vuole senza danneggiare gli altri.

 

Nin vedo perchè dovrebbero bannarmi non ho offeso nessuno: io la candeggina e/o la soda caustica non la userei neanche sotto tortura.

Pittosto preferisco la soluzione dei birrifici dell'acido peracetico.

Poi ognino faccia cio' che meglio crede.

 

Ciao a tutti

Mimmo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Penso che rest i know stesse scherzando :p
I birrifici fanno esattamente lo stesso procedimento:
Soda caustica/acido nitrico/ acido peracetico, è per questo che ho iniziato a sanificare così, perciò se bevi le birre di qualsiasi micro italiano...

Inviato dal mio GT-I9001 con Tapatalk 2

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti

 

ammetto la mia ignornza in materia e chiedo scusa se ho irritato qualcuno, non era nelle mie intenzioni.

Forse con i dovuti accorgimenti (diluizioni e modi di tratamento) è possibile utilizzare ache questi prodott,i la cosa mi spaventa parecchio comunque

 

Ciao

 

Mimmo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti

 

ammetto la mia ignornza in materia e chiedo scusa se ho irritato qualcuno, non era nelle mie intenzioni.

Forse con i dovuti accorgimenti (diluizioni e modi di tratamento) è possibile utilizzare ache questi prodott,i la cosa mi spaventa parecchio comunque

 

Ciao

 

Mimmo

 

Mimmo, ma scusa de che?

Ognuno e libero di fare come crede suvvia, non scherziamo! ;)

Io oramai se leggo topic su sanificazione ho paura ad entrare e dire la mia...ihihih...scherzo eh.

Quoto ciò che ha scritto più su Gaetano69.

Io uso candeggina diluita, ma solo perché mi trovo bene (io), costa poco, la trovo al super di fianco a casa ed infine io non ho tutta sta attrezzatura, pompe, scambiatori e tubi vari da sanificare...si tratta per me del fermentatore della paletta per ossigenare e del tubo travaso...stop.

Per cui faccio così.

Poi si può usare tutto...con cognizione di causa in particolar modo per sostanze chimiche pericolose...lo e anche la candeggina lo so benissimo.

Poi per me può bastare anche acqua calda e pulizia maniacale...finché sono in ordine ed indenni le attrezzature.

Insomma...lo scopo comune alla fine e uno...le strade diverse...l'importante e tentare di arrivare (sempre) alla meta senza infezioni...tutto li.

Ognuno ha i suoi metodi.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì veramente,la sanitizzazione oramai è diventato un caso di Stato....ha senso scannarsi per stabilire qual è il metodo giusto,quello sbagliato,il migliore o il peggiore?

cmq giusto per dire la mia,io pulisco dopo ogni fermentazione o travaso e poi sanitizzo prima di usare i fermentatori con chemipro oxi (anch'io all'inizio per i primi kit ho usato il metabisolfito perchè era dentro insieme ai fermentatori e le istruzioni dei kit dicevano quello,poi ho letto sul forum e mi sono orientato sul chemipro oxi,nonostante non penso di aver avuto infezioni nemmeno con il metabi).

poi per il resto..volemose bbene dai! 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

d'accordo su tutto!! soprattutto sullo scannarsi no, volemose bbene sì... però credo che il discorso sanitizzazione sia piuttosto importante.

E' vero che può essere affrontato più o meno drasticamente a livello homebrewing, personalmente però vi assicuro che io un paio di esperienze di infezioni le ho avute e dover buttare tutto il frutto di parecchie ore di lavoro mi spinge ad affrontare il tema in maniera probabilmente più attenta di altri (alcuni forse direbbero "maniacale".. :)) ciò non toglie che si può anche evitare di impazzire per replicare ciò che fanno i professionisti, per loro è una questione fondamentale!

 

Detto questo, ognuno può fare ciò che crede meglio, siamo qui solo per discuterne e confrontarci, senza dover stabilire cosa è meglio o peggio, giusto o sbagliato, ma parlarne e ascoltare le opinioni altrui credo possa essere utile a tutti, no?

 

Concludo riproponendo la mia domanda di stamane: col silicone, secondo la vostra esperienza, come vanno soda e acido?

 

grazie mille a tutti !!

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote name="conco" post="177099" timestamp="1383406612"]
Io uso candeggina diluita, ma solo perché mi trovo bene (io), costa poco, la trovo al super di fianco a casa ed infine io non ho tutta sta attrezzatura, pompe, scambiatori e tubi vari da sanificare...si tratta per me del fermentatore della paletta per ossigenare e del tubo travaso...stop.
Per cui faccio così.
[/quote ]

Scusa la mia è pura curiosità  ma allora che tipo di impianto hai? per caso usi il braumeister?

Inviato via etere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Concludo riproponendo la mia domanda di stamane: col silicone, secondo la vostra esperienza, come vanno soda e acido?

 

Il silicone è un polimero inorganico quindi puoi sanitizzarlo con la soda caustica (quella comunemente usata per sturare gli scarichi intasati, per capirci) o con l'acido... aspetta: quello muriatico, giusto? Sì, va benissimo anche per quello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa la mia è pura curiosità  ma allora che tipo di impianto hai? per caso usi il braumeister?
 

 

Io ho l'unico...l'inimitabile...l'incommensurabile...impianto...conco! 8)

L'impianto sono io!

E sono assolutamente insanificabile....nemmeno il plutonio può nulla contro di me! 8)

Con 2 pentole 2 caraffe 1 paletta e 1tubo...faccio birra. :crazy:

La pompa di ricircolo...sono io....mi pompo in gola le mie birre mentre brasso!

A parte un po' di co2 prodotta da me stesso sono ad impatto zero! :rofl:

Un saluto dal mio impianto!

 

P.s ma l'acido muriatico....ma davvero? :80:

Non sta scherzando rest?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Leggete questo file, é molto interessante
https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=acqua%20ossigenata%20130%20volumi%20propriet%C3%A0%20sterilizzati%20&source=web&cd=4&cad=rja&ved=0CDcQFjAD&url=http%3A%2F%2Fwww.ausl.mo.it%2Fdsp%2Fflex%2Fcm%2Fpages%2FServeAttachment.php%2FL%2FIT%2FD%2FD.1cc6620337a43d4aa09c%2FP%2FBLOB%253AID%253D4&ei=8Xp2UsCOEYTx4QSdh4GQDA&usg=AFQjCNFeq6MPduN7kaXSh_bQjE4BxNoYCw&sig2=QjTVpcXdj6KTLx-MML7Jcg&bvm=bv.55819444,d.bGE

Inviato dal mio GT-P5110 con Tapatalk 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho ancora letto l'articolo, ma l'acido peracetico che si utilizza in birrificio è in relatà  composto da 50% di acido peracetico e 50% di acqua ossigenata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho l'unico...l'inimitabile...l'incommensurabile...impianto...conco! 8)

L'impianto sono io!

E sono assolutamente insanificabile....nemmeno il plutonio può nulla contro di me! 8)

Con 2 pentole 2 caraffe 1 paletta e 1tubo...faccio birra. :crazy:

La pompa di ricircolo...sono io....mi pompo in gola le mie birre mentre brasso!

A parte un po' di co2 prodotta da me stesso sono ad impatto zero! :rofl:

Un saluto dal mio impianto!

 

P.s ma l'acido muriatico....ma davvero? :80:

Non sta scherzando rest?

:rofl:  ma per quanto riguarda la gasatura, che metodo usi con quell'impianto?

Guarda che io sanitizzo solo con acido cloridrico e raggi cosmici!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggete questo file, é molto interessante
...

Ottimo, qui è tutto spiegato. Grazie!

 

Succo del nocciolo: quando i miei suoceri lavoravano le carni, dovevano lavare banco, strumenti e laboratorio con detergente a norma dopodichè sanificare con prodotti appositi; ora che sono in pensione, quando cucinano la carne non fanno più niente del genere.

Mi sembra che ci siamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho un amico che lavora in una mensa scolastica e anche loro hanno il problema sanitificazione.
Essendo una struttura pubblica è stata nominata una ditta che ha fornito consulenza per la questione e alla fine sono state redatte le linee guida da seguire per il procedimento.
Gli è stato "imposto" di usare candeggina in concentrazioni precise e acqua calda.
Quando lo risento mi faccio dire esattamente  concentrazioni, temperatura dell'acqua e quanto altro.

Questione Starsan: qualcuno lo usa o ha trovato un modo di farselo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggete questo file, é molto interessante
 

 

Documento decisamente interessante e approfondito.

Grazie mille.

 

In sintesi dice che la soda è un ottimo mezzo di pulizia soprattutto per residui lipidici (grasso) e proteici. Non specifica purtroppo la concentrazione ottimale, e sinceramente io stesso vado a occhio (e sicuramente esagero).

Inoltre descrive come sia buona cosa sciacquare le superfici passandole con un abrasivo (nel caso dei fermentatori di plastica deve essere una spugnetta non abrasiva o una spazzola a setole morbide per evitare di creare graffi in cui i contaminanti si possano annidare) preima del trattamento con soda. Acqua che deve avere temperatura superiore ai 45°C per sciogliere grassi e proteine, ma inferiore ai 60°C per evitare di cuocerle e rendere la pulizia più difficoltosa.

Ricordo inoltre che la soda va lasciata a contatto perchè abbia un effetto disincrostante (almeno 15-20 minuti e più secondo il tipo di sporco). Anche se sarebbe meglio evitare direttamente la formazione di incrostazioni....

 

Per quel che riguarda la candeggina, ho fatto due calcoli secondo le indicazioni date dal documento.

considerando una concentrazione di cloro attivo del 3% nella candeggina commerciale (di solito è 3-5%) e supponendo di volerla usare ad una concentrazione di 200ppm (il doc parla di 100-200ppm per la disinfezione), sono necessari 66ml di candeggina (mezzo bicchiere) in 10l di acqua.

Per quanto riguarda i tempi di contatto a questa concentrazione, sono sufficienti 1-2 minuti per uccidere le forme vegetative di quasi tutti i microorganismi, e dopo 20 min di contatto sono state fatte fuori anche le spore di Aspergillus (la muffa che cresce nel frigo, per intenderci).

Per l'eliminazione del cloro residuo (e quindi dell'odore di candeggina) parla addirittura di "lasciar asciugare la superficie". io una sciacquata con acqua calda e poi con acqua e metabisolfito gliela darei comunque, che l'odore del cloro nella birra non ce lo voglio proprio....

 

buona birra

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Bello semplice ma esaustivo! :good:

 

In sintesi dice che la soda è un ottimo mezzo di pulizia soprattutto per residui lipidici (grasso) e proteici. Non specifica purtroppo la concentrazione ottimale, e sinceramente io stesso vado a occhio (e sicuramente esagero).

 

 

1-2 % (max 5%) a 60°C

 

Però consiglia giustamente di sciogliere in 1/10 di acqua fredda e poi portare a volume con 9/10 di acqua calda  ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
grazie mille. mi era sfuggito.

quindi per i profani:
1%=10grammi/litro
di conseguenza 5%=50grammi/litro

occhio che la soda scalda sciogliendosi.

Inviato dal mio GT-I9100 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cao

 

grazie gaetano69

 

Ora ho le idee più chiare.

Per usare sanificanti del tipo soda caustica e/o candeggina è meglio sapere in che dosi usarli e come fare per eliminare tracce che poi sarebbe nocive se eventualmente ingerite

 

Credo che sia sottinteso ma bisogna sanitizzare anche le superfici dove laviamo e sanitizziamo.

Io purtroppo lo faccio tra un lavandino e una vasca da bagno in un vecchio bagno di servizio lasciato un po andare ma che avevo ripulito e lavato per bene con candeggina.

 

Invece per maneggiarli occhiali e guanti di che tipo?

 

Grazie

 

Mimmo

Edited by grandeschiuma

Share this post


Link to post
Share on other sites
occhiali protettivi qualsiasi di plastica,ma se porti quelli da vista potrebbero bastare già  quelli.
guanti in gomma da cucina, in lattice o nitrile da laboratorio...quelli che preferisci purchè impermeabili. la soda è pericolosa ma non è acido solforico.... in caso di contatto con la pelle acqua corrente e via. non entrare in paranoia....

buone birre

Inviato dal mio GT-I9100 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho l'unico...l'inimitabile...l'incommensurabile...impianto...conco! 8)

L'impianto sono io!

E sono assolutamente insanificabile....nemmeno il plutonio può nulla contro di me! 8)

Con 2 pentole 2 caraffe 1 paletta e 1tubo...faccio birra. :crazy:

La pompa di ricircolo...sono io....mi pompo in gola le mie birre mentre brasso!

A parte un po' di co2 prodotta da me stesso sono ad impatto zero! :rofl:

Un saluto dal mio impianto!

 

P.s ma l'acido muriatico....ma davvero? :80:

Non sta scherzando rest?

 

 

Interessante, ma speravo in qualcosa di più moderno   :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante, ma speravo in qualcosa di più moderno   :lol:

 

:rofl: ...che ci vuoi fare...anche con attrezzi decrepiti a volte si riescono ad ottenere ottimi risultati. ;)

Tutto sta nel saperli usare! :crazy:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho dato una letta veloce quà  e là  al documento postato da nico93, interessante e comprensibile! :good:

 

comunque mi chiedevo, dopo aver utilizzato la soda + acido per annullarla (citrico ad esempio) e qualche risciacquo, se ho ben capito anche dall'iter più volte descritto da riko serve sempre comunque un'ultima passata con un sanificante, nel caso dei birrifici il peracetico.

 

Vista però la difficoltà  nel reperirlo in piccole quantità , ed avendo letto anche in quel documento che se non conservato bene si rischia di fargli perdere efficacia, secondo voi qual è la miglior alternativa, possibilmente da lasciar sgocciolare senza risciacquo?

 

 

pensavo al Chemipro Oxi, ma ad esempio è interessante vedere come secondo quel documento soda caustica e sanificanti che liberano ossigeno impiegherebbero quasi 2 ore per uccidere tutto il cerevisie contro 1 minuto del peracetico e 2,5 della candeggina!! alla faccia!

 

la candeggina quindi mi pare si confermi sempre un ottima arma ma anche in soluzione con concentrazione minima, credo sarebbe sempre da risciacquare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×