Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
rico kaboom

La MiniGuida per i BIABisti

Recommended Posts

Ciao ragazzi, rianimo questa discussione perché sto per passare in biab e volevo un chiarimento.

Per rimediare hai problemi dovuti dalla alta diluzione dei grani si consiglia un mash tra i 5.2-5.4. Per la beta amilasi nessun problema, anzi è proprio quello il range; ma per l alfa amilasi? bisogna usare un range di PH più alto, o aumentare la temperatura di ammostamento fino a 74 o c'è qualche altro modo per favorire al meglio le alfa amilasi?

Amo le birre con FG alta, per questo il biab mi ha sempre spaventato, ma ora per il cambio di appartamento devo per forza passare in biab.

Aspetto vostri consigli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, CeT_LoLLo said:

Ciao ragazzi, rianimo questa discussione perché sto per passare in biab e volevo un chiarimento.

Per rimediare hai problemi dovuti dalla alta diluzione dei grani si consiglia un mash tra i 5.2-5.4. Per la beta amilasi nessun problema, anzi è proprio quello il range; ma per l alfa amilasi? bisogna usare un range di PH più alto, o aumentare la temperatura di ammostamento fino a 74 o c'è qualche altro modo per favorire al meglio le alfa amilasi?

Amo le birre con FG alta, per questo il biab mi ha sempre spaventato, ma ora per il cambio di appartamento devo per forza passare in biab.

Aspetto vostri consigli.

Il range ottimale per le alfa amilasi è 5,5-5,6 di ph dunque qualcosa in più del ph ottimale delle beta amilasi e sopratutto delle proteasi, hai due strade:

1) aggiungi una base in mash dopo lo step beta amilase che ti alza di pochissimo il ph dell'impasto (molti so che usano bicarbonato...ma attenzione)

2) diluisci ancora di più il tuo mash con acqua calda (più basica) fino ad ottenere il ph voluto....devi procedere per tentativi, ma in linea di massima più immetti acqua dura, alcalina, ricca di carbonati (CaCO3) più si alza il ph del mash con poca acqua da aggiungere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi avendo i bicarbonato nella acqua a 385 con poca acqua dovrei riuscire a far salire abbastanza il PH. 

Grazie mille del consiglio, adesso farò un Po di cotte per abituarmi al nuovo impianto, poi voglio passare al metodo trappist. Grazie del consiglio e anche della altra guida

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono imbattuto in questo thread ma non capisco come si possano avere 23 L con quella densità e con soli 5100 gr di malto... in BiaB avendo un efficienza massimo del 70/75% non credo che si possa..

mi sfugge qualcosa ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'efficienza lui l'ha impostata a 75%..

Comunque, io con quel quantitativo arriverei a 1060.. Forse un paio di punti in meno quando facevo biab.. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

in BIAB ?? ... io sto rovinato allora..... ieri proprio ho fatto questa ricetta.... 31litri di acqua... 20 litri nel fermentatore con OG 1054

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda che un 75% di efficienza è più che accettabile..
L'importante è che sia costante, non che sia alta(non ci cambia nulla usare mezzo kg di malto in più o in meno)..

 

p.s. controlla il ph.. Macina bene, le glumelle devono essere integre, ma chissene frega se sfarini..

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo al momento mi affido al rivenditore dove prendo il malto per la macinazione. i

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

1 hour ago, gianry said:

mi sono imbattuto in questo thread ma non capisco come si possano avere 23 L con quella densità e con soli 5100 gr di malto... in BiaB avendo un efficienza massimo del 70/75% non credo che si possa..

mi sfugge qualcosa ?

 

 

Direi che hai trovato cosa ti sfugge..

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho rivisto i numeri ma se metto 31 litri d'acqua non avro' mai 21 litri nel fermentatore ... anche con efficienza del 75%

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao,

ho letto tutte e 5 le pagine con estremo interesse e vorrei cimentarmi in questa nuova tecnica....

Una domandina al volo:

avendo una pentola da circa 30 lt scarsi mi domandavo: posso diminuire magari a 20 lt in mash per poi fare comunque uno sparge di qualche litro ?

Sto facendo una prova con solo acqua e la mia pentola per capire, simulando tempi e temperature quanta evaporazione calcolare. Se calcolo i lt evaporati precisi in mash e reintegro con i lt persi+ i lt che perdo dopo con la bollitura potrei raggiungere i lt precisi desiderati a fine bollitura.

ci sarebbero controindicazioni?

Poi naturalmente.... compro una pentola da 50 lt :-) :)

 

Grazie mille!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

la formula per effettuare i calcoli che ho trovato dovrebbe essere la seguente :

Volume cotta =
coaguli +
contrazione +
perdite evaporazione +
perdite assorbimento +
volume iniziale

per calcolare le singole perdite :

assorbimento grani = Volume Iniziale - Volume Preboil
indice di assorbimento  l/Kg = Litri persi / Kg totali di grani (utile in caso di utilizzo di software)
contrazione = ( 1- Vol pre-raffreddamento/Vol post raffreddamento)
perdite evaporazione = Volume Preboil - Volume Post Boil

 

Anche io lascio qualche litro per fare un mini sparge anche se il concetto di BIAB prevede tutta l'acqua in mash in quanto si preferisce un elevato rapporto acqua/grani per una resa maggiore.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

sto seguendo la guida e ci sono delle cose che mi sfuggono.

  1. l'ho chiesto anche in un altro topic, come faccio a capire come vanno macinati i grani(intendo la grandezza)?
  2. poco sopra o letto di amilasi e beta amilasi ma nella guida che ho letto non trovo nulla al riguardo
  3. ho inoltre letto cifre differenti al riguardo dell'assorbimento di acqua dei grani, quindi per calcolare quanta acqua mettere all'inizio non so come fare.
  4. ho letto che bisogna strizzare bene la bag ma allora perchè bisogna calcolare i litri rimasti nella pentola a fine cotta?
  5. è sbagliato utilizzare acqua imbottigliata anzichè del rubinetto? immagino che la durezza incida sul gusto

grazie :)

Edited by SGResu

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao, provo a rispnderti punto per punto

1) in linea generale i grani devono essere macinata abbastanza fine da esser tutti rotti, ma senza fare farine e con le glumelle ancora intatte. Nello specifico nel biab si può "sfarinare" un pochetto, ma senza esagerare
2) questa ricetta prevede un cosiddetto "single step"; in pratica si fa una sosta sola andando a bilanciare il lavore della beta e delle alfa. Si solito quando si fa single step si opera tra i 65 ( se si vuol far lavorare più le beta, quindi avere un mosto con zuccheri più semplici e di conseguenza più secchezza e alcool nella birra finita ) e i 68 ( se si vuol far lavorare di più le alfa, quindi avere un mosto con zuccheri più complessi e di conseguenza più corpo nella birra finita)
3-4) L'assorbimento d'acqua dei grani è comunque da tenere in considerazione per stimare i litri finali che si vogliono avere. Per quanto strizzi i grani assorbono qualcosa. La formula che ha messo riko nel primo thread è perfetta; chiaramente le prime volte i dati con l'assorbimento e il trub che ti lasci in pentola sono delle stime; passando il tempo, e tenendo bene traccia dei propri dati si riesce ad avere una previsione dei litri finita molto precisi. Nelle prime cotte prendere OG e litri finali è un miraggio; con la giusta conoscenza che man mano ti fai dei processi e del tuo impianto poi ci si arriva con una buona approssimazione
5) no, non è sbagliato (personalmente non l'ho mai fatto ma in molti lo fanno ); a livello di regole generale se la tua acqua da rubinetto e buona da bere la puoi usare per birrificare. Considera inoltre che la durezza dell'acqua non è sempre una cosa negativa; prendendo i due estremi ad esempio nella riproduzione delle ale inglesi si dovrebbero usare acque dure ricche in solfati e carbonati; al contrario una pils boema richiederebbe acque molto leggere. Se posso dirti la mia lascia perdere la chimica dell'acqua agli inizi e se le tua acqua è buona usa quella evitandoti la spesa dell'acqua in bottiglia

 

modificato per aggiungere: per vedere la macinatura puoi guardare la versione pdf di questa stessa guida che trovi sul sito di areabirra
http://www.areabirra.it/italian/articolo_tecniche_homebrewing.php?idnews=49&titolo=Mini_Guida_BIAB_(Brewing_In_a_Bag)

 

Edited by T.Rex
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se usi acqua del rubinetto ti consiglio di lasciarla un paio di giorni nella pentola, per far evaporare il cloro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao e grazie per le risposte,

fin'ora ho sempre usato acqua imbottigliata e penso di continuare cosi'.

per quanto riguarda i grandi, mi sembra di capire dalla foto nella guida che alla fine si devono spezzare, forse per rendere accessibile l'interno. è corretto? dalla foto vedo del bianco ma i chicchi sono riconosciubile e quasi intatti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×