Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  

Recommended Posts

Secondo voi questo scambiatore a piastre può essere una valida alternativa alla classica serpentina di rame?
Dall'inserzione leggo che ci sono a varie piastre, da 14, 30 o addirittura 40 piastre.

[url]http://cgi.ebay.it/Scambiatore-di-Calore-Zilmet-a-14-piastre_W0QQitemZ370013794818QQihZ024QQcategoryZ303QQtcZphotoQQcmdZViewItem[/url]

Share this post


Link to post
Share on other sites
bhe, so che molti lo usano, diciamo che i tempi di raffreddamento sono simili al controflusso.
Per le piastre dipende da quata birra puoi fare con il tuo impianto (credo che a 14 piastre vada bene, sui siti che vendono materiale HB mi pare che abbiano quelle da 14).

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Messaggio di bugobirraio

Secondo voi questo scambiatore a piastre può essere una valida alternativa alla classica serpentina di rame?
Dall'inserzione leggo che ci sono a varie piastre, da 14, 30 o addirittura 40 piastre.

[url]http://cgi.ebay.it/Scambiatore-di-Calore-Zilmet-a-14-piastre_W0QQitemZ370013794818QQihZ024QQcategoryZ303QQtcZphotoQQcmdZViewItem[/url]
[/quote]
Se lo prendi dai tedeschi spendi meno:
[url]http://search.ebay.it/platten_W0QQ_trksidZm37QQfromZR40[/url]
Ciao
Matteo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quando lo volevo comprare io mi avevano consigliato uno a 14 piastre, il prezzo era di 75 euro con spese di spedizione comprese(l'avevo cercato su ebay), direi che questo ti conviene, io alla fine ho optato per costrurimi la serpentina. che lavoraccio però!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao, ho la serpentina in rame ma proprio non mi piace come metodo, allora stavo pensando allo scambiatore a piastre.
Sui siti di homebrewing lo vendono a 80€ circa, ma mi scoccia spendere così tanto... stavo guardando questo ma non conosco il tedesco:

http://cgi.ebay.it/Edelstahl-Waermetauscher-20-Plattenwaermetauscher-Solar_W0QQitemZ140322100043QQcmdZViewItemQQptZL%C3%BCftungs_Klimatechnik?hash=item20abd9534b&_trksid=p3286.c0.m14&_trkparms=72%3A1385|66%3A2|65%3A12|39%3A1|240%3A1318|301%3A0|293%3A1|294%3A50

Qualcuno mi saprebbe dire se va bene ? Mi sapreste anche dire se, come quello venduto sui siti di homebrewing, anche questo non richiede una pompa ma funziona a caduta ?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Rutto ha scritto:

Ciao, ho la serpentina in rame ma proprio non mi piace come metodo, allora stavo pensando allo scambiatore a piastre.

[/quote]

per carità ...ogniuno ha i suoi gusti e si trova piu o meno comodo anche in abse a come fa le cose...

però me lo volete spiegare cosa ci trovate di brutto nella serpentina? :D
voglio dire... non è sanificare, si lava velocemente, su quantità  di 25-30 litri funzuna praticamente uguale....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gli scambiatori a piastre che solitamente s'impiegano per la refrigerazione del mosto di birra, sono ispezionabili. I tipi riportati nei link sono del tipo saldato, più economico rispetto agli ispezionabili. La differenza sta nel fatti che nel tipo ispezionabile le piastre non sono saldate l'una all'altra, ma vengono presate l'una contro l'altra da un telaio dotato di tiranti.

Questa soluzione oltre a consentire l'aggiunta di piastre per aumentarne la capacità  e dare la possibilità  di cmbiare le guarnizioni, rende immediatamente evidente una possibile perdita. Quando questa avviene e con gli anni avviene, il mosto e l'acqua di refrigerazione si mischiano, solo che con il tipo saldato non ce ne se accorge.

Da qui la preferenza verso il tipo ispezionabile, parecchio più caro del tipo saldato. Gli scambiatori a piastre per loro costruzione, comportano solitamente una notevole perdita di carico. Ciò è dovuto al fatto che le scanalature dove scorre il mosto sono minuscole, se da una parte ciò consente di massimizare i valori di scambio termico, dall'altra richiede una pompa per sopperire appunto all'inevitabile perdita di carico.

Gli scambiatori a piastre per birra, possono essere mono o bi stadio, dove nel primo stadio viene impiegata acqua di rete e nel secondo stadio si utilizza acqua o soluzione glicolata proveniente dal refrigeratore dell'impianto, per un ulteriore abbattimento.

Producendo a bassa ed utuilizzando lieviti vivi si usa refrigerare il mosto anche a 5°C, un abbattimento cioè di circa 90°C. Il numero delle piastre da la capacità  dello scambiatore. Nel progettare un impianto si calcola che il mosto debba impiegare circa 1 ora per l'abbatimento della temperatura, ecco che avremo scambiatori da 100, 200, 300, ecc, litri/ora. Aggiungendo o eliminando il numero delle piastre sarà  possibile variarne la capacità . CIAO.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie Cervisa, sei stato davvero chiarissimo.

Ho capito che sarebbe il massimo trovare uno scambiatore di tipo ispezionabile perchè è più facile da manutenere ed è anche 'espandibile' in caso varino le necessità  di raffreddamento ma come dici tu i costi sono molto alti.
Si tratta di trovare una soluzione più calibrata sulle mie esigenze amatoriali... per quanto quelle di tipo saldato siano meno buone sono anche più alla portata delle mie tasche e, forse, per un uso amatoriale possono fare il loro dovere, cosa dici ?

HellFireSam, come dicevi giustamente ognuno ha i suoi gusti, non dico che vorrei lo scambiatore a piastre perchè funziona meglio, non ho nessuna competenza per poterlo affermare.
Mi sono autocostruito una serpentina ma avevo saldato male i giunti per farle fare la curvatura e al primo tentativo di inserirla nel pentolone della cotta mi sono rimasti in mano i tubi... colpa mia chiaramente, ora cercherò di fare un lavoro di saldatura migliore e più robusto. Inoltre ritengo la pulizia, che faccio con aceto e sale, un filo troppo laboriosa per i miei gusti.
Insomma dopo l'ultima cotta (o meglio tentatativo di cotta) mi sono trovato ad analizzare ciò che funzionava bene e ciò che funzionava male del mio processo e della mia attrezzatura ed ho ritenuto che non mi piaceva la procedura di raffreddamento.
Non mi piace l'idea di immergere la serpentina nel mosto (è solo una questione psicologica probabilmente) e non mi piace vedere quel rame che si ossida facilmente...
Lo scambiatore a piastre mi ispira di più, mi sembra più compatto e facile da pulire, magari sbaglio ma vorrei per lo meno provare.

Intanto metto a posto la serpentina e poi un domani magari la converto in controflusso :)

Grazie a tutti per i vostri consigli !

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il giusto compromesso lo potresti trovare in una serpentina d'acciaio, più facile da pulire e non da problemi da ossidazione. Esistono serpentine a forma cilindrica in acciaio già  pronte o è possibile impiegare quelle usate nei refrigeratori degli impianti di spillatura. Se ti interessa ed hai difficoltà  nel reperirle contattami pure. CIAO.

Share this post


Link to post
Share on other sites
si bhè... ok l'acciaio... però intanto il rame è antibatterico di natura e l'acciaio no... si lava meglio questo è vero...
e soprattutto ...perchè aceto e SALE ??? chi ti ha consigliato di mettere coloruri su rame?????
la pulizia con acqua e aceto va fatte ogni tanto... ogni 3-4 cotte... le altre volte basta e avanza una sciacquata con acqua ;)

ma mai sale!!! mai....

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]HellFireSam ha scritto:

si bhè... ok l'acciaio... però intanto il rame è antibatterico di natura e l'acciaio no... si lava meglio questo è vero...
e soprattutto ...perchè aceto e SALE ??? chi ti ha consigliato di mettere coloruri su rame?????
la pulizia con acqua e aceto va fatte ogni tanto... ogni 3-4 cotte... le altre volte basta e avanza una sciacquata con acqua ;)

ma mai sale!!! mai....
[/quote]
ohibò! per quanto ne so, tradizionalmente il rame si pulisce con aceto e sale... [B)]

in genere, il giorno prima di una cotta metto la serpentina in acqua bollente con aceto e un pò di sale (... e poi la mangio in insalata :D - pessima battuta, ok).

ci sono delle controindicazioni? la chimica non è il mio campo, HFS, perchè sale mai?

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]ab62 ha scritto:

[quote]HellFireSam ha scritto:
<br />si bhè... ok l'acciaio... però intanto il rame è antibatterico di natura e l'acciaio no... si lava meglio questo è vero...
e soprattutto ...perchè aceto e SALE ??? chi ti ha consigliato di mettere coloruri su rame?????
la pulizia con acqua e aceto va fatte ogni tanto... ogni 3-4 cotte... le altre volte basta e avanza una sciacquata con acqua ;)

ma mai sale!!! mai....
[/quote]
ohibò! per quanto ne so, tradizionalmente il rame si pulisce con aceto e sale... [B)]

in genere, il giorno prima di una cotta metto la serpentina in acqua bollente con aceto e un pò di sale (... e poi la mangio in insalata :D - pessima battuta, ok).

ci sono delle controindicazioni? la chimica non è il mio campo, HFS, perchè sale mai?
[/quote]

senza farvi un corso di corrosione vi posso garantire che mettere i cloruri su un metallo, e lasciarli a contatto epr lungo tempo non è mai una buona idea...verò è che se risciacqui bene non ci sono rpoblemi...ma per il rame è inutile mettere il sale! l'acidità  che ti da l'aceto è piu che sufficiente per portare il "metallo nudo" e rimuovere l'ossido...basta lasciare in ammollo per 10 min la serpentina in acqua e aceto bianco e ti esce splendente...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti, riprendo questa discussione per non aprirne una nuova.
Ho comprato uno scambiatore da 20 piastre dalla Germania su Ebay, 32€ + 10€ di spese di spedizione e mi è arrivato ieri mattina, ho poi comprato per circa 1€ l'uno 4 prese da rubinetto da giardinaggio delle due misure corrette, queste per intenderci:
[img]http://www.claber.com/ut/ut_immagini/prodotti/big/91002.jpg[/img]

[b]Senza[/b] usare gli innesti rapidi da giardinaggio (per non comprarli e risparmiarE) ho infilato i tubi direttamente nel beccuccio delle prese e li ho stretti con delle fascette anche se non sarebbe stato necessario perchè entravano perfettamente a pressione.

Quindi ieri sera ho testato il mio sistema bollendo un po' d'acqua e facendola raffreddare nello scambiatore a piastre, il risultato è stato eccellente: se si regola correttamente il flusso del mosto questo esce già  a 20° gradi circa.

Se invece apro al massimo il rubinetto del mosto questo passa troppo velocemente nello scambiatore e non si riesce a raffreddare completamente uscendo ad una temperatura intorno ai 28° ma basta aprire poco il rubinetto ed il risultato è perfetto.
Diciamo che forse consiglierei di comprare uno scambiatore con ancora più piastre, diciamo 30 o 40, quello che vendono i fornitori da homebrewing da 14 piastre mi sembra forse un po' troppo sottodimensionato.

Insomma sono estremamente soddisfatto dell'acquisto. Metodo pulito ed ordinato e risultato ottimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ben fatto! a dir la verità  io anche con flusso lento e scambiatore a 30 piastre proprio a 20° non ci arrivo, soprattutto di questi tempi

non ho capito, quindi questi innesti rapidi di cui hai postato la foto non hai avuto necessità  di usarli?

se è così meglio perchè non li vedo molto "alimentari" ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Strano che con un 30 piastre non riesci ad abbattere la temperatura in modo adeguato...

Gli adattatori da rubinetto che ho messo in foto si, li ho usati. Li ho avvitati alle uscite filettate dello scambiatore, quello che non ho usato sono gli attacchi rapidi che si aggancerebbero a questi.

Si, probabilmente non sono molto alimentari ma li vendono anche in ottone (credo sia ottone), solo che li avevano finiti ed ho iniziato a prendere questi, poi li sostituirò con quelli in ottone.

Ovvero questi altri:
[url]http://tbn3.google.com/images?q=tbn:IKYv4J1p93xkUM[/url]

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]Rutto ha scritto:

Ciao a tutti, riprendo questa discussione per non aprirne una nuova.
Ho comprato uno scambiatore da 20 piastre dalla Germania su Ebay, 32€ + 10€ di spese di spedizione e mi è arrivato ieri mattina,
[/quote]

Da chi lo hai preso su ebay? metteresti l'indirizzo ebay dle venditore ? :)

p.s. Cerevisia ti ho mandato un pm

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo è il venditore dal quale l'ho comprato:
[url]http://stores.ebay.it/alexdepot[/url]

Io non l'ho comprato tramite compra subito bensì tramite asta e ti consiglio di provare a fare lo stesso perchè il 20 piastre in compra subito lo mette a 49€ + 10€ di spedizione mentre io con l'asta me lo sono aggiudicato a 39€ + 10€ di spendizione (rettifico, prima avevo scritto 32€).

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'efficenza di scambio termico varia oltre che per il numero di piastre, per l'ampiezza delle stesse (superficie di scambio termico), per la temperatura dell'acqua (chiaramente diversa in differenti zone), velocità  del passaggio in controccorente (periodo di scambio termico) e in minima parte anche dalla temperatura ambiente (trascurabile in questo caso).

ps. per D4rKl4Y Visto grazie ti ho risposto via e-mail. (scusa ma se questo è il tuo nik m'immagino la password, scherzo CIAO)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×