Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
dekard

Alternative Per Raffreddamento Mosto

Recommended Posts

Mi sto spaccando la testa per trovare un metodo alternativo per raffreddare il mosto nel minor tempo possibile e senza il dover immergere la serpentina ogni volta, o peggio ancora prendere tutta la pentola e metterla in H20.

La prima idea, sarebbe quella della serpentina fissa all'interno della pentola. Per il raffreddamento pensavo di usare l'acqua creando un circuito isolato con radiatore e ventole per raffreddare l'acqua, senza dover per forza usare quella del rubinetto.
Praticamente una soluzione tipo water station per raffreddare i pc. Con sensore di temperatura mosto ed acqua all'interno del circuito.
[img]http://www.ybris-cooling.it/images/radiatori/35185_0.jpg[/img]
La soluzione mi convince in parte. L'unica mio cruccio è riuscire ad abbassare la temperatura da 30° in giù con un sistema ad aria, non so quanto sia fattibile in tempi relativamente brevi.

La seconda sarebbe quella di togliere totalmente la serpentina e far passare il mosto direttamente all'interno del radiatore, sempre raffreddandolo ad aria.
Mi domando solo: essendo leggermente più viscoso dell'acqua, non vorrei che la pompa facesse fatica o che si intasasse il tutto.

Consigli?
Grazie a tutti in anticipo!
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao...a me l'idea convince poco..nel senso..hai un doppio scambio...mosto acqua e acqua aria...almeno che il radiatore non sia grande..ti ci vorrà  anche più tempo della serpentina collegata al rubinetto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
sono d'accordo...il raffreddamento ad aria è troppo poco efficiente...
posso chiederti perchè la serpentina non ti soddisfa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Piano, come prima ipotesi, la serpentina non l'ho scartata, anzi! Diciamo che non vorrei dover essere legato al discorso rubinetto. L'idea è quella di costruire, tutto l'occorrente per AG in un unico piano (forse carrello con ruote). Da qui nasce la volontà  di non dover per forza attaccare la serpentina all'impianto idrico, bensì fare un circuito a se stante per il raffreddamento della serpentina, senza necessariamente essere attaccato al rubinetto. Questo, implicherebbe anche un minor rischio di contaminazioni, in quanto la serpentina non andrebbe immersa in momento ben preciso, ma sarebbe sempre in immersione nel mosto.
In pratica una situazione simile a questa: [url]http://mysobry.org/wordpress/?p=805[/url]

Spero di essermi spiegato! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io anche dove sto preparando l'impianto, non ho acqua e comunque mi scoccia usare tutta quell'acqua anche recuperandola per lavare.

Io ho pensato di fare una serpentina in controflusso ma l'acqua del circuito di raffreddamento non arriva dal rubinetto, ma è chiuso (tipo quelle delle auto) con un radiatore per PC all'uscita dalla pompa.
o in alternativa, pompando l'acqua da una ghirba e facendola uscire in un altra.
Più tardi posto uno schema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Appunto, questa è la soluzione che ho descritto nel primo post. Mi chiedevo se era possibile usare il radiatore del pc, per farci passare subito il mosto. In modo tale da evitare anche la serpentina. I radiatori per pc, hanno una buon scambio termico. Come dice, l'unico mio cruccio e che il mosto vada ad intasare il radiatore...... In quel caso so' caz....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mah.. secondo me no..
I rischi che si intasi sono alti ed in ogni caso è difficile da pulire, con l'ulteriore rischio di infettare le produzioni successive.
Inoltre i radiatori sono in alluminio e non acciaio (almeno quelli che conosco io) quidndi anche dal punto di vista alimentare sono ideali.
a questo punto prenditi uno scambiatore a piastre, in fondo funziona come un radiatore.

a meno che non vuoi fare un raffreddamento manuale, devi freddare il mosto con qualche cosa..

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]dekard ha scritto:

Appunto, questa è la soluzione che ho descritto nel primo post. Mi chiedevo se era possibile usare il radiatore del pc, per farci passare subito il mosto. In modo tale da evitare anche la serpentina. I radiatori per pc, hanno una buon scambio termico. Come dice, l'unico mio cruccio e che il mosto vada ad intasare il radiatore...... In quel caso so' caz....
[/quote]

Senza considerare l'intasamento è un problema di potenza, da quella dipende il tempo di raffreddamento.

Se hai 2 ore a disposizione per raffreddare va bene, tendenzialmente, qualsiasi cosa, se invece devi far scendere la temperatura da 80 a 20 °C in 10 min NO

Analiticamente se l'energia (E - kW) dipende dalla Portata (P - m³/h), da caolore specifico a pressione costate (cp - per semplificare per l'acqua si adotta 0.86 kWh/m³ °C) e dalla differenza di temperatura (dT - °C), cioè:
[b]E = P x cp x dT[/b]

Quindi il problema: "Se devo raffreddare 30 lt di mosto da 80 a 20 °C in 10 min, supponendo di avere a disposizione un circuito chiuso raffreddato ad aria ed uno che lo scambiatore di calore di dimensioni adeguate, quale potenza deve avere il raffreddatore"

SI RISOLVE NEL MODO SEGUENTE
Premessa, l'aria a disposizione deve avere una temperatura di almeno 5 °C inferiore ai 20 °C richiesti dal problema, se non la soluzione è impossibile.
Per raffreddare 30 lt di mosto in 10 min (cioè 180 lt/h) servono:
180 lt/h x 0,86 Wh/lt x (80 °C - 20 °C) = 9.288 W
quindi, visto che il cp dell'aria è 0,33 kW/m³ °C e supponendo che l'efficienza dello scambio aria/acqua sia attorno al 90% mi occorre far girare nel radiatore aria (supponendo di buttarla fuori a 50 °C dai 15 di partenza) per circa 900 m³/h (impensabile per radiatore di un PC)

In ogni caso tutto si può fare, dipende tutto da quali sono i termini del problema e le risorse a disposizione, l'acqua del rbinetto per il raffreddamento del mosto è a mio avviso la soluzione energeticamente più valida, mediamente hai a disposizione dal rubinetto 19 lt/min di acqua a 15 °C, PERFETTO DIREI, poi entra in gioco l'efficienza dello scambia, maggiore in uno scambiatore a piastre che in un serpentino di rame.


Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi piace, specialmente l'ultimo post di Lord, mi avete smontato tutto il mio bel castello.... :D
Ma al circuito chiuso non rinuncio manco morto!
Sto pensando di utilizzare uno scambiatore a piastre, sempre in abbinamento con il radiatore per il raffreddamento del circuito liquido....
Devo capire prima a quanto riesco a portare l'acqua di raffreddamento.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]dekard ha scritto:

Mi piace, specialmente l'ultimo post di Lord, mi avete smontato tutto il mio bel castello.... :D
Ma al circuito chiuso non rinuncio manco morto!
Sto pensando di utilizzare uno scambiatore a piastre, sempre in abbinamento con il radiatore per il raffreddamento del circuito liquido....
Devo capire prima a quanto riesco a portare l'acqua di raffreddamento.....
[/quote]

Dovresti usare un refrigeratore d'acqua, molto più efficace visto che può raffreddare l'acqua fino a 5 °C, però considera che comunque tu raffreddi in un circuito chiuso ti serve sempre una pompa per far circolare l'acqua

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao...penso che derelord inteda un piccolo (e neanche tanto) circuito frigo ...o al massimo una mini torre evaporativa (termine che indentifica un impianto che raffredda l'acqua con l'aria e che va bene d'inverno mentre d'estate picche !)... non voglio deprimerti...ma come spiegato benissimo da derelord se vuoi raffreddare il mosto in tempi brevi con l'aria..o hai un gran radiatore ed un gran ventilatore (e ambiente relativamente freddo) o nisba...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie per la spiegazione, non è che mi deprimo, anzi! Mi fate risparmiare tempo e soldi buttati. Solo che devo trovare fuori un sistema per raffreddare stò benedetto mosto, senza dover per forza utilizzare un rubinetto sempre aperto!
Mi stò quasi convincendo a utilizzare uno scambiatore a celle di peltier, solo che non so' manco da che parte cominciare!
[:I]

Share this post


Link to post
Share on other sites
con le celle di peltier risparmi acqua, ma di contro consumi una cifra di corrente..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il problema è sempre il solito, l'energia da impiegarsi è sempre la stessa, nel caso dell'applicazione birra, credo che la meno costosa rimanga l'acqua di acquedotto ... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
[quote]DereLord ha scritto:

Il problema è sempre il solito, l'energia da impiegarsi è sempre la stessa, nel caso dell'applicazione birra, credo che la meno costosa rimanga l'acqua di acquedotto ... :D
[/quote]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Noi Domenica abbiamo fatto una cotta pubblica avendo a disposizione 5 ore, una presa di corrente, 40 litri d'acqua in una pentola ed un tavolo.

Ce l'abbiamo fatta usando BIAB e no-chill, alla grande! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...