Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Search the Community

Showing results for tags 'riutilizzo'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Per iniziare o per socializzare...
    • Ciao! io sono...
    • Risorse utili
    • Discussioni Off-Topic
  • Homebrewing: l'arte della birra fatta in casa
    • attrezzature, strumenti, materie, sanitizzazione
    • Autocostruzione
    • Luppolo: Varietà, Coltivazione e Cura.
    • Homebrewing con kit e malti preconfezionati.
    • Homebrewing con il metodo E+G
    • Homebrewing All Grain
    • Hombrewing All Grain col metodo BIAB
    • Post-imbottigliamento
    • Altri fermentati (Sidro, Idromele, Sake ecc)
    • Wild e Sour Ale
    • Ricette per homebrewing
  • Qui si parla di birra!
    • stili di birra e degustazione
    • curiosità dal mondo della birra
    • Dove la trovo???
    • Manifestazioni a tema
    • Viaggi alla scoperta della Birra
  • Collezionismo e Mercatino
    • collezionismo birrario
    • Compro Vendo Cerco
    • Area Feedback
  • Birra in cucina
    • Ricette a base di birra

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Biografia


Interessi


Occupazione


Location


Interessi

Found 1 result

  1. Ah.. quella fessura... Le fessure spesso ci fanno sudare, sbraitare, surriscaldare e stancare, questa volta è anche peggio. Sappiamo che è sconsigliabile utilizzare i più comuni fusti inox per l'olio come fermentatori a causa proprio di questa benedetta ed irraggiungibile fessura che si trova all'attaccatura del disco del fondo con le pareti, in quanto per comodità di produzione le aziende produttrici non saldano le due parti in acciaio tra di loro ma ne ripiegano le estremità su se stesse, di fatto creando un sigillo, ma anche un ricettacolo di malattie orribili, sporcizia e miasmi mortali, pericoli incombenti su di noi ma soprattutto sulla nostra beneamata. Mi sono informato in giro per ore, fino a raggiungere un buon compromesso per fare in modo di utilizzare questi comunissimi fusti per olio, buttati nelle cantine delle nonne, venduti su internet a poco prezzo e spesso in gruppi, come degli eccellenti fermentatori in acciaio inox. Premetto che il seguente metodo è "per andare sul sicuro" perciò molteplici operazioni richiederanno una giornata e più di attesa prima di passare al livello successivo con conseguente rompimento di maroni. Proprio per eliminare tutto il possibile schifo presente nella suddetta fessura, prima di trasformarla da così \| a così _j Occorrente: -Volontà -Volontà -Tempo -Detersivo -Spugna -2 flaconi da 1 kg di soda caustica -2 flaconi da 1 L di aceto -silicone particolare che spiego di seguito e pistola -acqua corrente -vaporella Passi da eseguire: - lavaggio profondo con spugna e detersivo - 12 h con un fondo di 20 cm di acqua satura di soda caustica, per 2-3 volte per dissolvere contenuti organici (vengono fuori parecchie schifezze se contenevano olio in precedenza). Attenzione a non corrodersi le mani e ai fumi. - 12 h acqua ed aceto - una ventina di passate nella fessura incriminata con vaporella, utilizzando l'ugello più stretto, si dirige il getto di vapore nella fessura lentamente, continuare finchè l'acqua risultante non è più " colorata" - attendere che si asciughi completamente - applicazione di silicone neutro per celle frigorifere/camere sterili, nel mio caso SOUDAL SILIRUB CLEANROOM 5€(silicone idoneo al contatto con alimenti), riempiendo la fessura, intervalli di un'ora tra una passata e l'altra, questa è la parte più difficile perchè bisogna attaccarsi una torcia al braccio con lo scotch, per aggiustare il cordone di silicone finchè non è liscio e a form di U (utilizzare acqua e sapone su un dito/straccio) - attendere 24 h poi riempire d'acqua il neofermentatore per schiacciare bene, con l'aiuto della pressione, il cordone di silicone - attendere 24 h con l'cqua dentro - collaudo con acqua bollente (facoltativo) - far riposare per qualche giorno - ovviamente guarnizioni nuove in gomma e foro da 12mm per gorgogliatore sul tappo, foro da 1/2" e rubinetteria, termometro adesivo. So che è abbastanza impiccioso, ma così per poco più di 10 euro (5€ di silicone al ferramenta e 5€ tra barattoli di soda e di aceto) e un po di olio di gomito si può rendere idonei tutti i vecchi e comunissimi fusti dell'olio della nonna o comprati per tre soldi ai mercatini. Trascrivo cosa c'è scritto sul flacone di silicone: Silicone neutro elastico per applicazioni dove si richiedono particolari condizioni igieniche e di pulizia. Celle di refrigerazione, cucine, camere sterili ecc. Non nocivo per contatto con alimenti ed acqua potabile, prodotti igienici e farmaceutici. Buona adesione su molti materiali da costruzione e plastiche. Alcune superfici possono richiedere l'utilizzo di un primer. Consultare sempre le schede tecniche. Le superfici devono essere asciutte e prive di grasso o polvere. Resiste a temperature comprese tra -50°C e +120°C. Perfetto no? P.S.: Se il fermentatore è nuovo o mai usato pulire a fondo e fare solo il trattamento con la soda caustica prima di sciacquare, mettere il silicone e fare collaudi. P.P.S.: il silicone è facile da pulire con la vaporella e la spugna, lato non abrasivo. Spero di essere d'aiuto agli squattrinati come me. Saluti. SOUDAL CLEANROOM.pdf
×
×
  • Create New...