Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

the dragonlord

Utenti Registrati
  • Content count

    973
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by the dragonlord

  1. questo in effetti ha certamente senso Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  2. Inizo un nuovo topic per illustrarvi il mio progetto per il controllo simultaneo di due camere di fermentazione mediante Arduino...per il momento mi sto ancora approvvigionando degli ultimi componenti ma ho già "disegnato" la videata principale dove verranno visualizzate le rilevazioni. Le caratteristiche saranno: - Controllo temperatura mediante due sonde DS18B20 - Possibilità di gestire una o due camere di fermentazione. Per ciascuna camera sarà possibile: - Definire un SET POINT - Definire una zona morta - Definire un'isteresi - Abilitare o meno il riscaldamento/raffreddamento - Definire un intervallo di sicurezza per inneschi successivi del raffreddamento (salva compressore) - Vari ed eventuali Posterò di volta in volta il progresso con immagini & video Andrea
  3. tranquillo no problem... non ho idea di come fare, non so se si possa Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  4. grazie ma forse sarebbe stato il caso che tu avessi aperto un tuo topic, che dici? ora tutti posteranno qui richieste varie per il tuo sistema... non è gelosia, il mio non potrà mai competere col tuo da quello che vedo, però io volevo che questo thread fosse un condividere il mio progetto... Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  5. bah, un grafico con dei tempi nell'ordine delle settimane lo vedo più una cosa estetica che funzionale... il secondo step di sviluppo sarà comunque un data logging su SD e vedrò... Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  6. wow Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  7. insieme Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  8. ma quante volte posti lo stesso annuncio?? Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  9. se fai ina IPA o APA forse no, se fai una belgian IPA sì Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  10. Io sinceramente non la berrei....cioè forse il massimo che rischi è un robusto cagotto non di più, però potendo evitare.....
  11. AAAAAHHHHH... chiedo scusa, non avevo letto la parola rame! allora ritiro tutto... Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  12. esatto Inviato dal mio Samsung Galaxy S7 Edge utilizzando Tapatalk
  13. attento che il Crystal non è adatto alle alte temperature, dopo i 60 gradi diventa quasi liquido lui stesso Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
  14. Come ti hanno già detto il metabisolfito non serve a nulla. Io personalmente col mio controflusso inox dopo l'utilizzo faccio circolare una soluzione di acqua e soda caustica all'1,5% (molto circa) ad 80 gradi...praticamente io inizio la PULIZIA (attenzione NON sanificazione) dell'impianto scaldando 12-15 litri di soluzione acqua-soda ad 80 gradi. Pulisco il tino di mash, faccio circolare nel tino di boil (così pulisco pure la pompa), pulisco il tino di boil e dopo "scarico" attraverso il controflusso. A questo punto risciacquo il tutto con acqua FREDDA (con la stessa sequenza di prima) e lascio tutto lì, non mi preoccupo sinceramente di svuotare il controflusso. Quando faccio la cotta e sanifico l'impianto con la stessa sequenza passo 15 litri di soluzione di acqua e acido peracetico all' 1% (anche qui molto circa), poi risciacquo con acqua fredda. Al momento di raffreddare, poi, faccio partire il mosto ma NON il raffreddamento, quando dall'estremità del controflusso esce non più di mezzo bicchiere di mosto bollente, chiudo il rubinetto della pentola, attacco il raffreddamento e parto...molto più semplice da fare che non da spiegare.... In ogni caso non conoscendo la differenza di "potenza" fra citrico e peracentico faccio fatica a dirti la percentuale della soluzione ma così, a "naso", non supereri il 2% ah, dimenticavo, non penso sia mai una buona idea risciacquare con acqua bollente dopo un lavaggio acido per via dei vapori che potrebbero scaturire, certo gli acidi che usiamo sono acidi deboli, però meglio non rischiare....anche perchè il lavoro di sanificazione l'ha già fatto l'acido, qui lo si deve "solo" eliminare Andrea
  15. Ma per il forum lo è Così saprai anche qual'è la mia convinzione politica. commento extra grammaticale è che un minimo spazio fra il fondo del "tino" ed il falso fondo ci vuole, non puoi eliminarlo.
  16. Io ce l'ho e mi trovo benissimo, tutto un altro mondo rispetto alla solar project
  17. perché non hai nessun malto che richieda tale step e, soprattutto, non hai cereali non maltati... per quanto poco è sempre un rischio farlo se non lo fai bene, per cui se non ce n'è bisogno.... per lo zucchero correct! Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
  18. io con quel grist salterei piè pari il protein rest...personalmente non metterei nemmeno lo zucchero candito chiaro ma andrei diretto solo con lo scuro (tanto di sicuro lo zucchero candito che compri non ti altera il colore della birra sensibilmente), anzi, forse bilancerei la "perdita" della quota parte dello zucchero chiaro aumentando la percentuale di pils se il tuo impianto ti permette di farlo...solo opinione personale eh, nulla di "vero"
  19. yes, in flaconi da 500ml Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
  20. ovviamente ho sbagliato... intendevo rifrattometro Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
  21. Attenzione che il densimetro andrebbe tarato con acqua distillata non "semplicemente" demineralizzata
  22. Noooo, perchè dici questo? Se la bombola è chiusa quali problemi potrebbero esserci? Le bombole semivuote diventano pericolose nel momento in cui vi sono delle perdite che portano a fiamma "libera" la quale in virtù della pressione di uscita più bassa può arrivare all'interno della bombola con conseguente, beh, ecco....., ma stiamo parlando di casi EXTRA limite di bombole usate MALE. Io ho l'impianto TOTALMENTE a gas e quando non uso la bombola chiudo il suo rubinetto principale, chiudo il regolatore ad esso collegato e, per scrupolo inutile, lascio che il gas residuo presente nei tubi si consumi lasciando il fuoco acceso...così facendo il pericolo è totalmente assente in quanto i rubinetti di tenuta delle bombole sono più che certificati per la massima tenuta. Ovviamente se invece parliamo del rischio di perdite durante la cotta, beh, allora lì è un altro paio di maniche e dipende direttamente dalla perizia con la quale sono stati fatti i collegamenti, derivazioni ecc. io per dirti sono MOLTO "paranoico" a riguardo e quando faccio la cotta non lascio NEMMENO per un secondo l'impianto incustodito e rimango SEMPRE in prossimità dei fornelloni in modo tale da potermi accorgere subitaneamente di ogni minima perdita e di intervenire all'istante. Come ho già consigliato più volte anche ad altre persone, se non ti senti sicuro nel realizzare un "impianto" a gas, lascia perdere, resta sull'elettrico CERTIFICATO riducendo in caso il litraggio. Quanto detto relativamente alla sicurezza per il gas va inteso specularmente per l'elettrico, riducendo il litraggio puoi usare sistemi "ready" quali Braumeister, grain father ecc. che non necessitano di modifiche. Con il litraggio che tu indichi sei di molto al di fuori della sfera cui operano questi impianti. Se prendi un impianto per 50 litri la potenza dell'impianto domestico (3KW) non ti basta.... Andrea
  23. Come mai vendi il phmetro? Non ti ci trovi?
  24. Ciao, io faccio cotte di 56-60 litri a seconda del tipo di birra, per cui per ciascuna devo creare degli starter, da lieviti liquidi ovviamente, che superano sempre i 6 litri. Fin ora ho effettuato starter da 3 step su beuta da 5litri, al termine del secondo step, raffreddo, getto il "liquido in più", metto la quantità di mosto per il terzo step e via, il tutto agitato da agitatore (...) magnetico...mi succede però fin troppo spesso di andare in underpitching nonostante i calcoli che faccio per le dimensioni dello starter stesso siano già di partenza sovradimensionati abbondantemente...il mio problema, molto probabilmente, è la pausa tra secondo e terzo step con relativo espianto del mosto che per quanto freddo (lo lascio a 4 gradi per 24 ore) secondo me contiene comunque delle bestioline in sospensione....avevo pensato di attrezzarmi con una beuta da 10 litri ma oltre a non trovarla, avrei poi il problema dell'agitatore assolutamente sottodimensionato per tale volume e quindi praticamente inutile. Quindi qua arrivano le domande per gli esperti....che contenitore RIUTILIZZABILE potrei usare al posto della beuta? Oltre a questo, se io ossigenassi il mosto ad ogni step potrei sopperire alla funzione principale dell'agitatore? Ovvio poi mancherebbe la funzione secondaria dell'agitatore che è quella del favorire l'accesso alle sostanze nutritive del mosto da parte dei lieviti....Cioè se per ipotesi io usassi un mini fermentatore di quelli di birramia o un secchio chiuso e facessi gli step ossigenando ogni volta e magari lasciassi gli step in "azione" tipo 36-48 ore invece che 24 otterrei più o meno qualcosa di accettabile? Usando il tool di BrewersFriend non sembra esserci speranza (senza agitazione) ma non so se loro contemplino o meno la possibilità dell'ossigenazione ad ogni starter successivo....Visti i prezzi dei lieviti liquidi non posso pensare di prendere ogni volta 2 o 3 fiale (ah, io uso i WhiteLabs) e fare comunque uno starter... Suggestions? Grazie Andrea
  25. Mah, sinceramente facendo un po' di conti con BrewersFriend i conti non mi tornano mica con questo metodo....sicuramente sbaglio io...ti faccio un esempio sull'ultima birra che ho fatto: Necessitavo di 934 Miliardi di cellule e tenendo conto della viabilità della fiala partivo da una stima di 52 miliardi. Con uno starter di 1,5 litri ottengo 180 miliardi (col metodo White-Stir plate) a questo punto supponendo (molto teoricamente) una suddivisione a 60 miliardi, con un ulteriore starter a 1,5 litri arrivo a 198 miliardi che moltiplicato per 3 mi da 594 Miliardi che è poco più della metà di quello che mi serve.... Col metodo di Dani (se l'ho capito), invece i calcoli sarebbero (sempre più o meno), immaginando le stesse condizioni: due starter da 0,5 lt, arrivo a 143 Miliardi. Secondo step, aggiungo 1 litro e arrivo a 327 miliardi. Terzo step, aggiungo 2 litri e arrivo a 722 Miliardi, unendo poi i due starter sono abbondantemente in overpitching. Sbaglio qualcosa? Andrea