Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

manneken pis

Utenti Registrati
  • Content Count

    88
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by manneken pis

  1. secondo "how to brew" di john palmer: lo spessore utile minimo è forse di 10cm, ma uno spessore da 20 a 45 cm è preferibile :)
  2. beh intanto la questione è se vuoi fare una ale o una lager. se non hai in mente niente di riconducibile a uno stile particolare puoi provare comunque i Safale o Saflager. alcuni sono rimasti un po' delusi perchè l'attenuazione sembra non essere perfetta, ma che io sappia sono fra i lieviti più neutri in circolazione, e alla fine il loro lavoro lo fanno.
  3. in teoria credo aumenti il rischio di infezione e la possibilità di ossidare il mosto. calcola che comunque almeno nella prima fase della fermentazione si produce talmente tanta co2 che l'aria viene spinta fuori (ovviamente se il fermentatore è tipo mezzo vuoto ma comunque chiuso).
  4. [:0] Un attimo un attimo, quindi il crystal dite che è definitivamente fuori luogo? contavo di fare una bitter tendente all'IPA, e sinceramente pensavo di usarlo, anche se poco.. quindi.. maris otter sic et simpliciter?
  5. la prima dubbel che ho tentato di fare mi sono liberamente ispirato a una ricetta trovata su birramia. che prevede di usare ben 1kg (signore e signori un-kilo) di malto biscuit. dico liberamente perchè pur non avendolo mai usato mi pareva proprio tanto, quindi l'ho diminuito un po'. ciò nonostante la birra che ne è uscita sembra proprio opera del mulino bianco dei bei tempi. con successive modifiche sono arrivato a diminuirlo fortemente (ora ne uso meno della metà ), anche perchè poi a mio avviso andrebbe bilanciato con i sentori resinosi/liqueriziosi dello special B. lascio questo 3d a futura memoria, e a monito per chi ama le birre tipo fetta biscottata :D, perchè ok le birra da colazione, ma una dubbel mi sembra decisamente troppo pesante di prima mattina :D.
  6. io ho sempre fatto con un normale barattolo. di solito metto il fondo nel barattolo sterilizzato (preferisco usare il vapore), lo tappo, poi lo lascio in frigo qualche ora. quando la parte solida si è depositata per bene lo apro, butto la parte liquida cercando di non versare il lievito, e lo riempio con dell'acqua (che se proprio sei un preciso dovebbe essere preventivamente bollita e raffreddata, ma ammetto che non l'ho mai fatto [:I]). poi ricaccio tutto in frigo, aspetto che si depositi e ripeto il procedimento finchè, a forza di lavare, la parte liquida che rimane sopra il lievito diventa perfettamente trasparente. finora non ho mai avuto problemi. qualche mese regge sicuro, e se proprio vuoi tenerlo controllato ogni tanto fai uno starter così a ca**o, vedi se fermenta, lo fai giocare un po', e lo rimetti in frigo come fosse la prima volta. in linea teorica per vedere se è ancora in vita potresti anche solo metterci un po' di acqua e zucchero. per le esplosioni.. di solito ho sempre raccattato il lievito dal travaso prima di imbottigliare, quando ormai non ha più zuccheri da fermentare= 0 produzione di gas= 0 rischi di esplosione. il lavaggio credo sia per eliminare l'alcool che può bruciare il lievito, ma per quel poco che costa, penso sia meglio farlo comunque. ma sicuro c'è chi ne sa più di me. :)
  7. :D io anziche usare una serpentina da terrario/acquario ho adoperato un boiler. comunque richiede qualche sbattimento in più perchè bisogna montare anche una pompa e fare i buchi per i tubi dove passa l'acqua calda, ma credo che possa dare qualche vantaggio in termini di "dolcezza" del riscaldamento. i tubi sono collegati ad una piastra con montato su un dissipatore da pc superincazzato, in attesa di (rullo di tamburi) il radiatore di un vecchio scooter. francamente non ho mai amato nè pesci nè rettili, quindi non so niente di questi cavi riscaldanti che avete usato più o meno tutti, ma l'idea del riscaldamento ad acqua mi aggrada non poco. (ok, lo confesso, è che il boiler ce lo avevo già in casa [8D] anzi adesso che ci penso.. a parte il termostato ho usato solo materiale d'accatto!). [url]http://imageshack.us/photo/my-images/40/foto0042u.jpg/[/url] [url]http://imageshack.us/photo/my-images/689/foto0040ys.jpg/[/url] [url]http://imageshack.us/photo/my-images/84/foto0039k.jpg/[/url]
  8. per fortuna io ero sveglio, perchè se mi fossi svegliato così.. non credo riuscirei più a dormire. la prima (quella delle 4) è stata davvero impressionante. mai sentito niente così. io sto a tipo 30 km da sant'agostino ma per fortuna qui non ci sono stati grossi danni. formaggio a parte. però alcuni miei amici qua in zona stanno ancora dormendo in macchina. speriamo ci si rimette presto in piedi !
  9. bah che io sappia quest'impasto è il cereal mash, e si fa con i grani non maltati e non gelatinizzati (tipo il farro o il mais) o con il frumento per chi fa la wit senza usare fiocchi. anzi, figurati che nella wit alcuni non lo fanno neppure perchè si dice che il frumento gelatinizzi attorno alla sessantina di gradi, cioè la normale temperatura per saccarificare. comunque non si scappa, nella weiss ci vuole il malto di frumento, e i fiocchi non sono maltati..
  10. se comunque intendevi usare fiocchi solo in parte, in aggiunta (e non in alternativa) al malto, credo proprio che siano già gelatinizzati. io li uso (come la maggior parte di chi non vuole sbattersi a fare il celeal mash) nelle bière blanche belghe, senza particolari problemi.
  11. non l'ho mai fatta, ma per quel che ne so, se vuoi fare una weiss non ti servono i fiocchi (che non sono maltati) (e che comunque non andrebbero gelatinizzati). ti serve il malto di frumento, e credo che con questo si possa seguire un mashing normalissimo. chiedo comunque conferme.
  12. comunque a occhio credo sarebbe meglio scongelarlo tenendolo sottovuoto o comunque evitare di metterlo in bollitura ancora congelato, no? scusa lo scrupolo, ma le cose congelate non so, mi mettono un po' di apprensione. comunque grazie per la risposta!
  13. passato un mese il mio idromele fermenta ancora.. tu cosa hai fatto allo fine? tanto per avere un'idea, che lievito avevi usato?
  14. salve fortunatamente non ho mai avuto, finora, grosse eccedenze di luppolo dopo ogni cotta, diciamo che provavo a prenderne la quantità giusta di volta in volta. ora invece avrei la necessità di prenderne un po' di più, e nel caso ne avanzasse mi chiedevo come fosse meglio conservarlo. ho notato che hobbybrew ha una sezione per calcolare l'invecchiamento del luppolo e la prima cosa che mi salta all'occhio è che tenendolo a temperatura ambiente si hanno perdite in alfa acidi (e suppongo anche in aroma) piuttosto consistenti, che comunque si riducono di molto portando la temperatura sotto lo zero. sarà che non mi ero mai posto il problema, ma l'idea di mettere il luppolo nel freezer a prima vista mi dà di strano (non chiedetemi perchè :D) voi avete notato qualche differenza ? usate qualche accorgimento in particolare (per dire, anche solo nello scongelamento)?
  15. secondo me il cereal mash è fortemente consigliabile. anche per il frumento, nonostante qualcuno la pensi diversamente. sarà superstizione :)
  16. costui è un folle. o forse un genio. che poi è la stessa cosa. :D
  17. che io sappia la fermentazione dell'idromele è lunga e lenta non ho mai usato un mostimetro del genere ma ci sono altri indici più "empirici" tipo guardare se fa ancora schiuma, se ci sono "moti convettivi" nel mosto, o a che livello è il sedimento sul fondo del fermentatore. comunque in tutto la fermentazione dura almeno un mese e mezzo o due mesi. per quel che ne so. molto dipende poi da quanto miele hai usato e quale lievito hai scelto. in genere raggiunta una certa gradazione la fermentazione si stoppa anche se il mosto è ancora pieno di zuccheri.
  18. forse è un po' eccessivo, resta un mucchio d'aria nel fermentatore. anch'io ne faccio 5 litri per volta e ho risolto con una di quelle damigianine di vino da 5 litri che si trovano un po' dappertutto.. il vino in genere è talmente scadente che ti viene a costare meno di 10 euri o giù di lì, così visto che la fermentazione è abbastanza lunga ti tieni il fermentatore grande libero nel caso ti venga voglia di farci altro.
  19. grazie mille, è esattamente quello che cercavo. alla fine li ho pitchati tutti e due, ma probabilmente il mio povero chimay sarà sopraffatto dal trappist (che farebbe fermentare anche i sassi) :D
  20. salve a tutti, mi accingo a fare una cotta a caso per liberarmi di un po' di rimasugli, ma orientativamente dovebbe uscirmi una specie di strong ale/dubbel. dato che intendo fare una cotta piccina picciò da 10L circa voglio cogliere l'occasione per usare il lievito recuperato da 4-5 bottiglie di chimay rossa che oggi ho aggiunto allo starter (anche quello piccino picciò, circa mezzo L) e già s'è già formata una bella schiuma. il problema è che non avendo idea del numero di cellule iniziali e finali nello starter sono preocupato per il tasso di inoculo, che potrebbe essere un po' basso. per questo credo che aggiungerò ( ad occhio, magari [}:)] ) un po' di wyeast trappist hg che ho recuperato dall'ultima cotta. cosa potrebbe succedermi? un lievito prevarrà sull'altro o riusciranno a convivere? si pesteranno i piedi e combineranno qualche schifezza? accetto consigli e suggestioni da chi di lieviti ne capisce più di me (e sicuramente è buona parte della popolazione mondiale) [xx(]
  21. a me invece qualche problema me l'ha dato ci metto molto più tempo rispetto alle ricette di solo malto e dire che anche io uso il falso fondo. l'unica cosa utile è secondo me è badare a mantenere la temperatura del mosto abbastanza alta per averlo il più fluido possibile. per il resto.. pazienza.
  22. mi accingo in questi giorni a fare la mia prima Dubbel, e mi sto chiedendo secondo voi a quanti volumi di CO2 mi conviene puntare.. su alcuni siti specie americani (penso fosse brewtalk) si consigliava grosso modo da i 2 ai 4. d'accordo, una dubbel non può essere piatta, ma 4 volumi mi sembrano francamente eccessivi.. strano come il priming (che è così determinante per il risultato finale) a volte venga così bellamente trascurato.. grazie
  23. beh 15 min di protein rest vanno bene, anche perchè il frumento è maltato e per il resto ci sono solo 500 g di farro che non sono poi decisivi.. per la schiuma potresti provare ad aumentare un po' lo zucchero nel priming, quelli di birramia stanno un po' bassi a mio modo di vedere, ma così facendo ti dovrebbe venire anche molto più frizzante. per il luppolo 21g di styrian per l'amaro mi sembrano un po' pochi, se il tuo problema è l'amaro nella birra proverei ad aumentarlo un po' o a farlo bollire più a lungo.
  24. eh si, almeno stando a quanto dice il grande Michael Jackson (il beer hunter, ovviamente). se mastichi un po' di inglese ( o se sai leggere l'olandese :) ) dà un occhio a questo: [url]http://youtu.be/cCZEqHkeQts[/url] la parte che dico è a 2 minuti e 10 secondi, ma credo che tutto il video (o meglio, tutti i suoi video) siano una specie di bibbia per gli amanti della birra.. [:0]
  25. sei un tipo un po' criptico.. che birra è? beh, per il luppolo bisogna capire se vuoi far sentire di più l'amaro o se vuoi sentire di più l'aroma. di regola l'amaro è persistente (più a lungo fai bollire il luppolo, più l'amaro aumenterà ) mentre l'aroma è evanescente (più a lungo fai bollire il luppolo, più l'aroma svanisce). quindi, se il tuo problema è l'aroma, dipende un po' dalla quantità di luppolo che aggiungi, e un po' dai tempi che usi. in molte ricette il luppolo da aroma si aggiunge negli ultimi 15 minuti, in altre negli ultimi 5. magari potresti anche provare a fare un dry hopping, ma io personalmente non l'ho mai fatto, quindi non saprei che risultati dà di preciso. per la schiuma, se il problema non è il priming e la carbonatazione, che io sappia la tenuta si può migliorare aggiungendo piccole quantità di frumento (se non lo usi già ) o facendo semplicemente più attenzione alla fase di proteolisi, che con i cereali non maltati può essere problematica. non conosco la tua ricetta, ma se usi cereali crudi (e non i fiocchi) è vivamente consigliabile un cereal mash per non sottoporre il malto a pause di proteolisi troppo lunghe (i malti sono sempre modificati e hanno bisogno di meno tempo per la proteolisi). spero di essere stato utile per quanto vago. ciao
×
×
  • Create New...