Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

T.Rex

Utenti Registrati
  • Content count

    1.610
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

T.Rex last won the day on April 29 2014

T.Rex had the most liked content!

Community Reputation

240 Eccellente

About T.Rex

  • Rank
    Senior Member
  • Birthday 15/09/1980

Profile Information

  • Sesso
  • Location
    Drezzo (CO)
  1. come già detto una rauch necessiterebbe di un lievito a bassa ( tra quelli che ho provato ti direi meglio il w34-70 dell's-23 ) se parliamo di lievito da alta onestamente non vedrei ne il nottingham ne il k-97, forse meglio un us-05 il nottingham personalmente lo capisco poco; se ti scappa alto fa puzzette, e in un paio di occasioni mi ha fatto delle ripartenze in bottiglia... forse sono io che non lo capisco come lievito, ma nelle 4-5 occasioni che l'ho usato non mi ha mai soddisfatto il k-97 in teoria dovrebbe essere pulito; in teoria... forse facendolo lavorare molto basso... sulla kolsh che ho in fermentazione a 18 gradi ha attenuato molto bene ma mi ha dato un po' troppa frutta ( per l'amor di dio, anche caruccio come taglio, frutta gialla, mi da l'idea di una albicocca un po'acerba tanto che mi stava venendo l'idea infame di provarlo su una bitter... ma su una kolsh la manda fuori stile ) ma se hai solo questi due a casa, meglio il k-97 tenendolo basso con le due bustine
  2. a suo tempo avevo giochicchiato con entrambi anche io alla fine in caso di dubbi mi sono sempre affidato a mr. malty, senza aver avuto problemi le stime brewers friend mi son sempre sembrate un po' over
  3. ecco ricordavo di averlo visto ma non ricordavo dove con il 50 bollendo a 2,2kw mi ha fatto 4,5l su bolliture da 60; dato preso su due cotte dato che la bocca dovrebbe essere dello stesso raggio a parità di potenza non dovrebbero esserci grandi delta sull'evaporazione tra i due modelli
  4. klarstein, arsegan, hopcat, ace, brewmonk, esy grain... 'sta pentola c'ha tanti di quei nomi non ricordo dove, ma avevo anche trovato un excel con l'elenco dei nomi con la quale questa stessa pentola viene brandizzata nei vari shop europei
  5. il becchime sullo stile scelto beh ci vuole, ovvio che mi spiace se lasciamo le galine di Guglielmo IV e del conco a panza vuota mi lascia tanto perplesso un grist così complicato ( oltre agli 80 grammi di carapils che come impatto su una ricetta così mi lasciano duppi... l'accoppiate pils+pale boh... ) e soprattutto mi lasciano ancor più perplesso i 7 luppoli diversi ( credo che la birra su cui ho usato più luppoli diversi son arrivato a 4... ma solo perchè in amaro avevo due styrian diversi da finire ) se l'obbiettivo e quello di fare una cotta che tutti gli hb possano farsi ( magari senza doversi fare ordini adhoc per prendere il farro o come un paio d'anni fa il mosto d'uva per fare una iga ) credo si dovrebbe optare per delle ricette più "easy"
  6. solo una domanda con non da nessun segno di fermentazione intendi non gorgoglia oppure hai verificato che la densità è ancora a gravità iniziale? comunque a volte alcuni lieviti hanno dei lag time di 36-48 ore.
  7. ciao, provo a rispnderti punto per punto 1) in linea generale i grani devono essere macinata abbastanza fine da esser tutti rotti, ma senza fare farine e con le glumelle ancora intatte. Nello specifico nel biab si può "sfarinare" un pochetto, ma senza esagerare 2) questa ricetta prevede un cosiddetto "single step"; in pratica si fa una sosta sola andando a bilanciare il lavore della beta e delle alfa. Si solito quando si fa single step si opera tra i 65 ( se si vuol far lavorare più le beta, quindi avere un mosto con zuccheri più semplici e di conseguenza più secchezza e alcool nella birra finita ) e i 68 ( se si vuol far lavorare di più le alfa, quindi avere un mosto con zuccheri più complessi e di conseguenza più corpo nella birra finita) 3-4) L'assorbimento d'acqua dei grani è comunque da tenere in considerazione per stimare i litri finali che si vogliono avere. Per quanto strizzi i grani assorbono qualcosa. La formula che ha messo riko nel primo thread è perfetta; chiaramente le prime volte i dati con l'assorbimento e il trub che ti lasci in pentola sono delle stime; passando il tempo, e tenendo bene traccia dei propri dati si riesce ad avere una previsione dei litri finita molto precisi. Nelle prime cotte prendere OG e litri finali è un miraggio; con la giusta conoscenza che man mano ti fai dei processi e del tuo impianto poi ci si arriva con una buona approssimazione 5) no, non è sbagliato (personalmente non l'ho mai fatto ma in molti lo fanno ); a livello di regole generale se la tua acqua da rubinetto e buona da bere la puoi usare per birrificare. Considera inoltre che la durezza dell'acqua non è sempre una cosa negativa; prendendo i due estremi ad esempio nella riproduzione delle ale inglesi si dovrebbero usare acque dure ricche in solfati e carbonati; al contrario una pils boema richiederebbe acque molto leggere. Se posso dirti la mia lascia perdere la chimica dell'acqua agli inizi e se le tua acqua è buona usa quella evitandoti la spesa dell'acqua in bottiglia modificato per aggiungere: per vedere la macinatura puoi guardare la versione pdf di questa stessa guida che trovi sul sito di areabirra http://www.areabirra.it/italian/articolo_tecniche_homebrewing.php?idnews=49&titolo=Mini_Guida_BIAB_(Brewing_In_a_Bag)
  8. più che meno è solo un po' più lento; comunque da analisi fatte sembra che anche a bassa temperatura per un 3-4 giorni hai la stessa estrazioni che ad ambiente
  9. io di solito vado da amazon prendendo in considerazioni solo quelli che specificano "adatti per cotture sottovuoto"
  10. lato s04 su una bw mi aveva fatto 1.085 --> 1.018 ( tanto che mi erano girati perchè avrei preferito 1.025 ) poi si sa che è un lievito che non amo, posso però dire che l'unica volta ( tra 4-5 che l'ho usato ) che mi ha dato delle soddisfazioni è stato su questa birra poi beh era in ag e con pochissimi speciali ( anche perchè un bw dovrebbe avere pochi caramelli in ricetta ); ovviamente andando di estratti diventa un po' più grama lavorarci sopra
  11. sulla scelta dei luppoli credo renda meglio con luppolidal buon taglio aromatico ( non lo userei su un magnum, su un target o su un warrior ad esempio ) personalmente le rese migliori le ho viste con i tedeschi ( hallertau e spalter ) e con gli inglesi (ekg e challenger sopratutto). Per l'amor di dio... rende bene anche su americani e pacifici ma sugli europei è ancora meglio
  12. attenzione a non confondere mash hopping con first wort hopping il luppolo in mash hopping lo si mette a mash in e si toglie a mash out insieme ai grani; è una gittata sapore/aroma ( come aromi simile a una gettata a 20 ) e richiede un uso molto abbondante di luppolo per avere risultati significativi. Si narra che nelle vere saison che dovrebbero essere no boil anche quelle poche ibu di amaro si mettono in mash il luppolo in first wot hop si mette a mash out e si toglie a fine bollitura; è una gittata da amaro con le caratteristiche di cui parlavamo prima alcuni sconsigliano l'fwh su bolliture lunghe; personalmente l'ho usato anche in bolliture a 90 minuti e non ho riscontrato problemi. Forse su una 120 non lo userei
  13. pensa che danni in mash out
  14. verrebbe da chiederti se non ti si scotta il "mestolone"
  15. l'amaro da fwh può essere stimato come gittata da amaro della lunghezza della bollitura + un fattore del 10-20%. Sule caratteristica dell'amaro concordo e confermo, resta morbido e più "leagato". Come tecnica la uso su buona parte delle mie birre perchè non riesco a sopportare gli amari brutali che sverniciano