Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

didinho

Utenti Registrati
  • Content Count

    1.662
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    51

Everything posted by didinho

  1. Io ho fatto ieri notte 16 litri di lager per starterizzate il w34\70 in vista di una pils
  2. Si, poi si sale gli ultimi 2-3 giorni per aumentare l'efficienza della fermentazione e fare una spinta al lievito a mangiarsi gli ultimi zuccheri rimasti
  3. che come profilo del lievito non è elegantissimo, spara banana e fenolico: su birre scorrevoli, scivola bene, ma se il corpo comincia a essere un po' troppo importante, si aggiunge il dolce e la birra risulta pesante dopo il terzo-quarto sorso comunque si, farei protein rest, e poi step a 64°
  4. secondo me mentre imbottigliavi, quello che hai sentito all'assaggio era il diacetile: aroma di butterscotch o popcorn al burro e zucchero. poi in bottiglia è svanito
  5. io abbasserei la temperatura di mash, a 64° circa, per cercare di avere un mosto più fermentabile e una FG più bassa: 1017 con l'aroma del T-58 rischia di essere un po' poco scorrevole in gola...
  6. Mi sembra uno spreco usare un liquido.. Vai di us-05
  7. Prova a fare una neipa alla zucca!
  8. volevo solo dire che comunque vada, anche con giorni e giorni di studio sulle modalità e quantità delle spezie, nonostante lo sbattimento dello sparge gommoso a causa degli zuccheri complessi della zucca, comunque il risultato finale assomiglierà ad una birra allungata col minestrone di verdure.
  9. è vero, sto forum è una fucina di idee: l'accrocchio io ce l'ho già, è ora di istruire le figlie a macinare il malto
  10. A febbraio scadono le licenze del forum, e si chiude la baracca
  11. beh, fai un mash alto, a 68°-69 e vedi che l'attenuazione si riduce. ma aumenta il rischio di avere un dolcione che non scende nella gola...
  12. Io andrei di us-05, a 16 gradi esterni fermenta abbastanza neutro, e puoi far risaltare il malto
  13. Va travasata prima di lagerizzare
  14. Io su calcoliamobirra ho settato le tinseth come ibu. Sulla ricetta vabbeh. Luppolo a 90' lo evito perché dicono che puoi estrarre sentori vegetali, e il northern brewer che oggi é disponibile per homebrewing é un luppolaccio da evitare come la peste.
  15. dunque, OG 1047, 5% di malti speciali, mash a 64° per 50 minuti e poi a 72° dopo18 giorni di fermentazione i profumi sono ok, fruttato moderato tipo buccia di mela. una busta per 19 litri, attenuazione 76% spero sia tutto merito del windsor e non di qualche infezione latente che resiste al trattamento di soda seguito a candeggina...
  16. puoi avere il 15% di malti scuri, tranquillamente. per l'astringenza, è data dai tannini: i grani torrefatti ne hanno. i grani: il ph basico e la temperatura superiore a 80°C fanno estrarre i tannini nel mosto: con mash acidificato (occhio che i grani scuri abbassano il PH), e acqua di sparge acidificata e a temperatura giusta (io faccio sparge a 75°C in questi casi per sicurezza), non dovresti estrarre tannini, quindi niente astringenza
  17. idem. una cosa che ho trovato più utile è l'uso dei grani neri a fine mash: lasciano meno note torrefatte (se non servono, per esempio dunkel o black IPA) contribuendo però al colore
  18. ma forse, al posto di due pentole da 150€ l'una, non è meglio un all-in-one da 300 circa? tipo Klarstein mundshenk o simili
  19. quasi quasi me lo compro un passaporto falso australiano, e tanti saluti a tutti.
  20. le fresh hop sono come il vino novello. arrivano puntuali ogni anno, tutti le cercano, tutti le vogliono. e fanno cacare.
  21. Difficile... A volte lo special B da gusto di liquirizia, ma é casuale, varia a seconda dei produttori e dei lotti, e non é un malto ideale per dry stout, più per foreign o RIS, quindi birre più complesse.
  22. il luppolaccio era il Northern Brewer, grezzo e ruvido, ma se usato in amaro dovrebbe essere un pochino più morbido, l'ho usato parecchio in questi mesi e quindi lo conosco abbastanza bene da identificarne il profilo e capire cosa c'è in più nella birra, dato dal lievito. e in più c'è parecchio, altro che profilo pulito: gli esteri tipo arancia e frutta gialla li ho trovati, medio-bassi, accettabili; ma c'è anche un pelo di solvente e di fenoli amari (tipo lievito belga secco fuori controllo, ma molto più bassi). tutti off-flavor che si notano in una birra neutra e in un teku, ma probabilmente se fate una IPA ignorante da grigliata estiva, con una carrettata di luppolo, vengono sovrastati tranquillamente. ho fatto anche una prova di essicamento, in forno ventilato a 50°C per un'oretta e ho lasciato lì tutto, tra 2-3 giorni controllerò il risultato, questo autunno proverò a vedere se dopo essicamento il lievito riparte, se cambia profilo o meno, se viene contaminato.
  23. sporco. e se qualcuno si chiede come lo so, racconterò un episodio di fine anni novanta, avvenuto in un liceo della verde Brianza. era il primo anno, una delle prime partite del torneo di calcetto di istituto, e ci trovammo ad affrontare una squadra di terza, situazione difficilissima, visto soltanto la differenza fisica tra quattordicienni e sedici-diciassettenni: mi toccò marcare il loro attaccante, alto circa quanto me, ma con almeno una decina di kg di muscoli in più. entrò in campo spavado, dopo aver limonato duro con la sua ragazza, e io non so come, riuscii a non fargli toccare un pallone. anzi, uno lo toccò e lo imbustò, ma poi in rimonta vincemmo 2-1. partita epica, mi ricordo che stavo attaccato alle caviglie del giocatore come Paolo Montero, e mi ricordo anche un intervento parecchio duro, in cui lo feci volare per terra malamente. dopo il trionfo, eravamo negli spogliatoi a urlare e festeggiare come coglioni. entrò nel nostro spogliatoio l'attaccante a fronteggiarmi, urlandomi di tutto, e mi prese per il collo urlando: "te la faccio ingoiare questa calza!" per fortuna i compagni delle due squadre e il prof. di fisica vennero a dividerci. sono ancora tutto intero, ma il gusto del calzino me lo ricordo ancora benissimo
  24. principalmente arriva dall'estrazione dei tannini dalle trebbie. i tannini si estraggono a temperature superiori a 80°C, e con ph basici, è più facile estrarli dai malti scuri. se correggi il ph in mash e non alzi troppo la temperature dell'acqua di sparge dovresti essere a posto. se non basta, puoi acidificare il ph dell'acqua di sparge e tenerla sui 75°C di temperatura (io faccio così per le stout). basse OG e sparge abbondanti aumentano il rischio di astringenza luppolo: le birre con tonnellate di luppolo in aroma o dryhop possono avere astringenza. io per esempio non ho mai beccato una session ipa che non avesse almeno un pizzico di astringenza tipo calzino ciucciato. per evitare, in questo caso basta abolire le session ipa, che sono il male assoluto, e luppolare con moderazione, che se sei buono a fare birra, riesci a far sentire il luppolo anche senza metterne una tonnellata
×
×
  • Create New...