Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Italianduke

Utenti Registrati
  • Content Count

    31
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About Italianduke

  • Rank
    Member
  • Birthday 21/07/1985

Contact Methods

  • Interessi
    Array
  1. Grazie per la risposta, con le prossime birre potrei quindi utilizzare il chemipro oxi :) Avrei però la necessità di conoscere se il bisolfito scade oppure no. Stasera posso imbottigliare e vorrei dare una spruzzatina di bisolfito alle bottiglie, però mi rimane solo quello della confezione mezza aperta di 2 anni fa...
  2. Grazie per la risposta. Dovrò ripulire anche se l'imbottigliamento avverrà domani? Altra domanda, il bisolfito scade? Ho mezza confezione avanzata da una sanitizzazione di un paio d'anni fa, potrei usarla o rischio che non sia efficace o peggio sia dannosa? Grazie ancora per il supporto :)
  3. Oggi avevo preventivato di imbottigliare una Lager fermentata in un kit. Per tutto il pomeriggio infatti non aveva gorgogliato e la densità finale era di 1006 (densità della birra sulle istruzioni da 1004 a 1006), quando ad un tratto ha ricominciato a gorgogliare con un certo ritmo (un gorgoglio ogni tot minuti). Ho così deciso di aspettare che la fermentazione si completi del tutto e di misurare la densità finale di giorno in giorno finché non sarà stabile.   Il problema è che oggi ho già sanitizzato le bottiglie con il bisolfito.   La mia domanda è: la sanitizzazione sarà valida fino a quando imbottiglierò o dovrò sanitizzare tutto di nuovo? Le bottiglie si trovano in cucina.   Sono consapevole che tecnicamente il bisolfito non sanifichi un granché, ma per ora ho già fatto 3 birre sanitizzando in questo modo ed è andato sempre tutto bene senza nessuna contaminazione, quindi per favore evitiamo discorsi del tipo "il bisolfito non serve a niente, blablabla" Grazie dell'attenzione :)
  4. [quote]DarthVader ha scritto: [quote]Italianduke ha scritto: [quote]Messaggio di bobby con il caldo si rispolverano le varie griglie e pietre varie. voi conoscete qualche sito che spiega come fare una grigliata più che seria?? se avete anche consigli scrivete senza esitare;) [/quote] Da queste parti il caldo ha deciso di non farsi vedere, in compenso piove quasi ininterrottamente da inizio giugno Forse era meglio se rispolveravo il bbq ad aprile durante l'ondata anomala di calore :D [/quote] io ti invidio, qui alle 3 del pomeriggio oggi c'erano 39° al sole [/quote] Fidati che non sono belli 20 giorni di pioggia a Giugno.. Una via di mezzo fra i tuoi 39 gradi e la mia frescura sarebbe oro :D
  5. [quote]pandaaa ha scritto: [quote]nuts72 ha scritto: tra parentesi se non gorgoglia non vuol dire che la fermentazione sia finita..... magari il CO2 trova il modo di uscire dal tino (gorgogliatore non ben inserito o coperchio del tino di fermentazione non chiuso bene), in tal caso qualche giorno in più d'attesa non fà male.... poi se la densità ti rimane stabile per 2-3 giorni puoi procedere all'imbottigliamento ciao [/quote] quoto:) i fermentatori di mr malt ovviamente non sono ermetici [/quote] Basta chiudere con decisione il coperchio, stringendo fra le gambe il fermentatore o facendosi aiutare da qualcuno... Di tutte le cotte che ho fatto nel fermentatore mr malt tutte hanno fermentato nei tempi del gorgoglio, una volta finito si era raggiunta la FG desiderata, poi misurata col densimetro... Comunque consiglierei anche di cambiare bottiglie, quelle da 0,5L con tappo meccanico sono perfette imho ( se invece sono quelle che esplodono, aia ! )
  6. [quote]Messaggio di bobby con il caldo si rispolverano le varie griglie e pietre varie. voi conoscete qualche sito che spiega come fare una grigliata più che seria?? se avete anche consigli scrivete senza esitare;) [/quote] Da queste parti il caldo ha deciso di non farsi vedere, in compenso piove quasi ininterrottamente da inizio giugno Forse era meglio se rispolveravo il bbq ad aprile durante l'ondata anomala di calore :D
  7. A che temperatura ha fermentato ? Comunque sono temperature troppo elevate...
  8. [quote]conco ha scritto: Ahahahah....ma se non si riesce nemmeno a costruire dei termovalorizzatori in campania....e forse nemmeno quello costruito funziona più....ahahahah....e volete costriuire delle centrali atomiche...ahahahah......e come dare una moto ad un bambino che va sulla bici con le rotelle...ahahahah....si stampa dopo 5 metri....matematico...:D:D:D:D Poi se proprio si facessero che siano distribuite su tutto il paese da nord a sud....isole comprese...:D Per costruirle ci vorebbe l'esercito a difesa del sito......e forse non basterebbe...;)...sai che casini...[8D] [/quote] Purtroppo l'ignoranza della gente è bestiale... Rifiutarsi con tutte le forze di far costruire un termovalorizzatore e poi nuotare nell'immondizia è una delle cose più ridicole che abbia mai visto
  9. [quote]GeCofreE ha scritto: secondo me dovremmo investire in energie più sicure... l'italia è il 5° anni di fila che si becca una multa dalla UE perchè è troppo indietro rispetto agli altri stati in merito alle energie alternative...in germania hanno un numero 30 volte superiore di centrali ad energia solare...e li il sole batte meno e per meno tempo che da noi. la francia ha 20 volte le centrali eoliche che abbiamo noi...e da noi ci son zone in cui il vento soffia sempre e ne trarremo anche più vantaggio... il nucleare è contro natura....prima di arrivare a quello dovremmo almeno aver sfruttato quello che la natura ci da gratuitamente...se poi non basta valutiamo anche altro.... e comunque, se in giappone succedono queste catastrofi figuriamoci in italia, dove siam "alla buona" [/quote] Guarda che la Francia produce più del 70% del suo fabbisogno energetico con lle centrali nucleari, mentre la Germania arriva tranquillamente al 10%, eppure la Germania è uno dei paesi che bruciano più carbone di tutti pur di poter essere semi-indipendente dal punto di vista energetico... non dimentichiamoci che il carbone è uno dei combustibili più in inquinante che ci sia L'Italia arriva al 20 % del proprio fabbisogno tramite il rinnovabile, che è un dato molto importante ( anche se ben il 15% arriva dall'idroelettrico ). La parte del "nucleare non è naturale" scusami tanto ma era meglio evitare di scriverla... Da dove pensi che arrivi l'energia solare ? Arriva dalle reazioni NUCLEARI presenti all'interno del sole... certo si parla di fusione al posto di fissione, ma sono 60 anni che l'uomo ha dominato l'atomo, sono 60 anni che mezzo mondo lo utilizza per produrre elettricità , sono 60 anni che l'Italia vanta fra i migliori tecnici che lavorano un pò ovunque, capisco la paura di mafia e governo corrotti, ma siamo pur sempre la settima potenza economica mondiale e abbiamo fame d'energia...
  10. Visto che non si può modificare il post ovviamente intendevo votare No
  11. Un birrificio agricolo potrà vantare su una pressione fiscale favorevole, ma il bacino d'utenza è estremamente ristretto rispetto ad un birrificio artigianale cittadino... Il mio sogno del cassetto sarebbe proprio di aprirne uno agricolo visto che possiedo vari terreni coltivabili, ma non posso minimamente pensare di avere un'attività redditizia visto che la zona conta poco meno di 5000 abitanti ed una decina di bar...
  12. [quote]velleitario ha scritto: [quote]Italianduke ha scritto: Una statistica interessante, avere l'unanimità su una questione come il nucleare vuol dire essere preda di una campagna di propaganda imponente... [/quote] uno che decide di andare a votare ad un referendum abrogativo va per abrogare. 98% non vuol dire che il 98% dei sardi aventi diritto di voto è favorevole all'abrogazione della legge. Ma vuol dire che il 98% di quelli che si sono recati a votare (60%) erano a favore dell'abrogazione. [/quote] A me sembra che andare a votare ad un referendum sia lo stesso un dovere civico ed essendo contrari all'abrograzione si debba votare Si. Non a caso molte persone che hanno dichiarato di non andare a votare per evitare che si raggiunga il quorum sono state denigrate per essere scorrette e antidemocratiche..
  13. [quote]TNT650R ha scritto: ma secondo voi la corsa all'uranio, quando il petrolio non sarà piu disponibile, non produrrà guerre??chi ha miniere di uranio(in italia non ne abbiamo) lo regalerà ? non sarà solo un passaggio di testimone?che poi passaggio...boh mi hanno insegnato che i soldi vanno sempre nella stessa direzione! @italianduke il tuo discorso regge tranne che per: [quote]Italianduke ha scritto: ...ma molti sapranno che per far incendiare il reattore è stata necessaria una quantità concatenata di eventi assurda e irripetibile. .......24 anni dopo la storia non si ripete per nulla, nonostante i media, gli allarmisti e gli ambientalisti amino allacciare i due eventi. Si stiamo di fronte ad un incidente dovuto ad uno Tsunami alto 10 metri che nessuno si aspettava ( massimo 6 metri ) ed è giustissimo rivedere certi piani di sicurezza affinchè si sia coperti su tutti i fronti di rischio, anche quelli più improbabili. Ma no, non stiamo di fronte ad una seconda Chernobyl, i Giapponesi stanno contenendo al meglio la fuoriuscita radioattiva e nonostante si siano avendo dei problemi con l'acqua marina è una situazione che si risolverà con 0 morti dovuti alle radiazioni ed una bonifica completa dell'area. Eppure il terremoto era di una forza inaudita, così come lo tsunami, eppure tutte le altre centrali nucleari hanno retto e si sono spente automaticamente durante la scossa; centrali nucleari di 40 anni fa, ricordiamolo. [/quote] ldove ho evidenziato in rosso, se noti. non hai fatto altro che ripetere il concetto che i DISASTRI nucleari di cernobyl e fukushima sono stati causati [b]da una serie di eventi [/b]che vanno ben oltre a quello che l'UOMO aveva considerato possibile..però guarda caso sono successi...ed è stato questo il motivo che mi ha convinto piu di ogni altra cosa che il nucleare non è controllabile, è stato proprio lo spegnimento del sistema di raffreddamento(effettuato mediante motori a scoppio e anche qui il petrolio servirebbe ancora..)causato dallo tsunami che nessuno mai aveva previsto potesse arrivare così in alto a creare il disastro alla centrale in giappone... poi ricordo è successo in giappone non in un paese di pezzenti.. quello che ho evidenziato in blu, è al limite del ridicolo, peccato che non c'è nulla da ridere visto il disastro immondo che sta succedendo e che guarda caso studio aperto e tutte le televisioni, a te tanto care, stanno tacendo... pensi che stiano tacendo perchè i giapponesi hanno risolto tutto?tu sai cosa vuol dire scaricare in ambiente quell'acqua?ne hai una vaga idea?sei pronto a scommettere su quel numero ZERO riferito ai morti?sei pronto a riparlarne tra 10anni con statistiche ospedaliere su tumori leucemie e malformazioni dei bambini che nasceranno nei prossimi anni?sei pronto a scommettere che quel mare è distrutto?e tutto il suo ecosistema?per migliaia di km2?sai la legge di azione e reazione... hai una vaga idea di cosa succede a cernobyl ancora oggi?sei sicuro che una diga che crolla e spazza via 300 persone o anche 400 o anche 1000 persone sia un problema maggiore? poi io sono il primo a dire che il solare e i pannelli solari sono una fregatura e uno specchietto per le allodole...tra 20anni voglio vedere che ce ne facciamo dei pannelli quando li dovremo smaltire...ma il nucleare non è la soluzione al petrolio ma solo il passaggio di testimone..il nucleare non è uno sviluppo.. [/quote] L'uomo sarà sempre in balia della natura, ci saranno sempre eventi che spiazzeranno ogni possibile previsione e anche errori umani, ma questo non vuol dire che bisogna accantonare un metodo di produzione energetica che ha provato di essere più che valido.. Chernobyl ha avuto il suo pesantissimo impatto sulla vita di migliaia di persone e su un'ampia zona di terreno, ma seppur gravi i danni comparati all'inquinamento atmosferico prodotti dalla combustione di combustibili fossili, lasciamelo dire, è infinitesimale... Sai quante persone muoino ogni anno a causa dell'inquinamento ? Sai quante persone si beccano tumori,sai quanti ecosistemi finiscono a puttane ? Hai ragione, la fissione nucleare non è un'alternativa valida al petrolio, ma è l'unico metodo ( assieme all'idroelettrico ) che concretamente riesce a produrre più di 1GW di potenza da una centrale, per tutto il resto bisogna bruciare petrolio/carbone/gas. Per ogni GW prodotto in modo diverso dalla combustione di quella merda è un +1 per l'ambiente.. La soluzione vera al problema energetico sarà la fusione nucleare, ma questo è un ambito sperimentale che necessiterà di decenni di studi..Fino ad allora sarebbe ottimale cercare di consumare meno petrolio/gas/carbone possibile ed io ci vedo nella fissione un'ottima opzione...
  14. Una statistica interessante, avere l'unanimità su una questione come il nucleare vuol dire essere preda di una campagna di propaganda imponente...
  15. Ho letto con attenzione i vari post in questo topic in quanto sono molto interessato alla questione nucleare e devo dire che tutti hanno espresso opinioni rispettabili con dati oggettivi ed un pensiero che trascende il semplice isterismo di massa dovuto alla crisi Giapponese. Per questo devo dire che indipendentemente dal Si o No il vostro voto sarà un voto "meritato" . Il problema però sta nei milioni di Italiani la cui massima fonte d'informazione è Studio Aperto, che non conosce minimamente la situazione energetica Italiana, che per loro utilizzare il nuculare ( come dice Homer Simpson ) equivale a distruggere il mondo e che senza nessuna nozione di base millantano un piano energetico basato sul fotovoltaico ed eolico. Questa gente è in netta maggioranza su ogni tipologia di votante minimamente informato ( che sia pro o contro ) e trovo ABERRANTE che abbia il potere di fare e disfare progetti tenici e di assoluta importanza come quello energetico. Nonostante sia stato solo un neonato durante il referendum dell' 87 crescendo e con l'utilizzo di internet ho avuto la possibilità di reperire informazioni sul disastro di Chernobyl da verie fonti e per quanto sia stato devastante arrivare al referendum è stato un colpo al cuore per la politica energetica Italiana. Non voglio allargarmi sulla situazione Ucraina, ma molti sapranno che per far incendiare il reattore è stata necessaria una quantità concatenata di eventi assurda e irripetibile. Però è bastato l'allarmismo per far si che l'Italia abbandonasse il nucleare, nonostante mezza Europa continuasse imperterrita nei suoi piani e come se la radioattività in caso di disastro rispettasse i confini nazionali. 24 anni dopo la storia non si ripete per nulla, nonostante i media, gli allarmisti e gli ambientalisti amino allacciare i due eventi. Si stiamo di fronte ad un incidente dovuto ad uno Tsunami alto 10 metri che nessuno si aspettava ( massimo 6 metri ) ed è giustissimo rivedere certi piani di sicurezza affinchè si sia coperti su tutti i fronti di rischio, anche quelli più improbabili. Ma no, non stiamo di fronte ad una seconda Chernobyl, i Giapponesi stanno contenendo al meglio la fuoriuscita radioattiva e nonostante si siano avendo dei problemi con l'acqua marina è una situazione che si risolverà con 0 morti dovuti alle radiazioni ed una bonifica completa dell'area. Eppure il terremoto era di una forza inaudita, così come lo tsunami, eppure tutte le altre centrali nucleari hanno retto e si sono spente automaticamente durante la scossa; centrali nucleari di 40 anni fa, ricordiamolo. Il nucleare è un ottimo mezzo di produzione elettrica che da decenni sta dando i suoi frutti nei più disparati paesi del mondo, tutte le nazioni del G8 utilizzano il nucleare, tranne l'Italia, tutte le nazioni del G20 utilizzano il nucleare, tranne l'Italia. ( con Turchia e Indonesia che per il momento stanno in fase di pianificazione ) Le percentuali variano dal 3% del fabbisogno energetico dell'Olanda al 70% della Francia. L'Italia con il ritorno al nucleare arriverebbe a coprire il 3%, che sembra un numerino insignificante ma si tratta pur sempre di 17GW di potenza per una decina di centrali sparse sul territorio Italiano, ad un prezzo di 20 miliardi di Euro. Molti storciano il naso di fronte a questi costi e questa piccola percentuale, ma poi non sanno che per arrivare all'equivalente di 17GW prodotti dal nucleare con il fotovoltaico ci vorrebbero circa 212 centrali solari da 0,08GW , con la copertura di 0,8km² di area l'una ad un costo di 60 miliardi di euro totale. Questa stima è presa dalla centrale solare più potente d'Italia e la seconda più potente del mondo ( 0,08GW di potenza, 0,8km² di area utilizzata, costo 300 milioni di euro ). L'unico modo per rientrare nei costi di una centrale centralizzata che produca in media sui 1,5GW di potenza è quello a carbone/petrolio/gas, ma il carbone/petrolio/gas sono inquinanti e l'Italia ne è già piena, infatti abbiamo una sovrapacità produttiva per quanto riguarda gli impianti, ma poi dobbiamo importare le materie prime. La stessa cosa si farebbe con l'uranio, ma le quanità , i costi, e le tempistiche sono del tutto differenti. Con poche tonnellate di uranio si può mandare avanti una centrale per anni, con poche "tonnellate" di petrolio/carbone/gas non vai avanti neanche per un giorno. E fidatevi preferirei avere sottocasa una centrale nucleare che una a petrolio. Destino vuole che io abiti in una zona estremamente montuosa e che il rinnovabile possa essere utile con la produzione di percentuali importanti: sto parlando ovivamente dell'idroelettrico; L'Italia produce il 15% del suo fabbisogno con l'idroelettrico, eppure nessuno parla dei disastri compiuti ad intere vallate e bacini idrografici per poter arrivare a questo. Interi ecosistemi fatti morire con la cementificazione. Ma va bene così, si tratta di rinnovabile e rinnovabile è bene no ? E chissenefrega se in Giappone sono morte centinaia di persone a causa del crollo di una diga durante il terremoto che ha cancellato dalle cartine il loro paese. Quelle persone non sono morte avvelenate da radiazioni, sono morte per un incidente che può capitare. Spero capiate il mio sarcasmo, come i media e l'allarmismo possano plagiare le opinioni della massa e di come il resto non venga minimamente trattato lasciandolo nel dimenticatoio. Per il momento solare ed eolico sono sulla bocca di tutti ma quasi nessuno ne sa niente, l'importante è pronunciare le paroline magiche " nucleare = morte, ce la vuoi una centrale sottocasa ? Basta inquinare il mondo, si alle rinnovabili ! " Per evitare fraintendimenti io sono favorevolissimo al rinnovabile, sarcasmo sull'idroelettrico apparte è un ottimo modo per produrre energia elettrica, mentre il solare può diventare un'ottima fonte di integrazione domestica. Riusissimo veramente a mettere dei pannelli fotovoltaici/solari su ogni tetto d'Italia riusciremmo a rendere semi-indipendente almeno il privato, ma di sicuro non l'Italia intera come alcuni millantano. Al momento è un'utopia, però è giusto che i nuovi standard di costruzione edile contemplino la possibilità di inserire questi pannelli. Per l'eolico invece l'Italia non è per nulla adatta, siamo il paese più bello del mondo e non è così ventoso come si pensa. Se decine di km di pale possono essere auspicabili in Olanda o Danimarca, magari in mezzo al gelido mare del Nord è tutt'altro discorso vederli nel nostro territorio... Un deturpamento ambientale senza precedenti... Fioccano le teorie per massimizzare l'efficenza mettendole sulle montagne, che non abbastanza martoriate dall'idroelettrico dovrebbero sobbarcarsi pure queste pale... il tutto per una produzione del tutto insignificante, no, non ne vale la pensa secondo me. Per quanto riguarda biomasse e geotermico sono abbastanza ignorante, ma benvenga l'utilizzo del teleriscaldamento bruciando i rifiuti ( nonostante si abbia dell'inquinamento atmosferico ) Mi accorgo d'aver scritto un poema e ci sta ancora tanto che vorrei scrivere, mi piacerebbe poter parlare dello stoccaggio delle scorie e quello che da sempre affligge l'Italia : le collusioni con la mafia con gli appalti regalati che potrebbe essere il vero problema del nucleare in Italia, e su questo non so che dire, siamo si un paese di banane, ma siamo anche la settima economia del mondo... Aspetto pareri
×
×
  • Create New...