Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

cicquetto

Utenti Registrati
  • Content Count

    426
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

cicquetto last won the day on July 13

cicquetto had the most liked content!

Community Reputation

47 Eccellente

About cicquetto

  • Rank
    Senior Member
  • Birthday 05/04/1981

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. il ph devi correggerlo in fase di mash l'acqua puoi aggiungerla nel fermentatore post bollitura, vai di acqua in bottiglia tipo sant'anna, influirà pochissimo sul ph
  2. starsan nel dosaggio consigliato. lavaggio basico + lavaggio acido e mi sono trovato sempre bene
  3. con quel lievito succede sempre. io riempio le bottiglie con acqua e candeggina per 12 ore e poi le ripasso con una soluzione acida.
  4. ci siamo passati tutti quando una birra non rifermenta o non è bevibile è sempre un dramma perché pensi a tutto il tempo che hai impiegato per poter stappate quella bottiglia (e secondarie ma non di molto le spese affrontate) quando a fine imbottigliamento trovi una infezione nel fermentatore è ancora peggio e non è da meno quando durante la cotta va tutto storto e ti trovi alle 2 di notte a urtare e rovesciare un fermentatore chiuso male. dopo anni di lavoro, 70 cotte sulle spalle, una capitale che per decenza preferisco non stimare speso in questo hobby sono arrivato a metodologie e a un impianto che mi assicura da qualche anno risultati molto soddisfacenti. ho trovato quei 5/6 capisaldi della mia procedura che funzionano e da 2 anni non sento il bisogno di aggiornare il mio impianto. una birra azzeccata passa per tutta una serie di procedure, misurazioni, tarature, ...ecc... che riesci ad apprezzare con il tempo o con molto studio teorico e conoscenza del proprio impianto. le prime 10 cotte servono solo a capirci qualcosa la mia birra preferita è la blanche, uno stile davvero rognoso, l'avrò prodotta almeno 20 volte e nonostante un ottimo livello raggiunto ancora credo di poterla perfezionare ulteriormente la mia rauch è soddisfacente e se vuoi vediamo i dettagli per aiutarti a produrne una come la mia.
  5. è l'alta gradazione alcolica a uccidere l'alcol, la lagherizzazione invece lo sedimenta sul fondo. se hai fermentato in contenitori trasparenti avrai notato la stratificazione di colore con il tempo con la parte in alto molto più limpida. quella parte potrebbe non avere lievito sufficiente per rifermentare. una cotta di drystout con lievito particolarmente flocculante imbottigliata con notevole ritardo (mesi) non mi rifermentò in bottiglia. non aggiungerei il lievito direttamente al priming ma solo successivamente in bottiglia prima di tappare.
  6. il lievito per rifermentazione è da utilizzare insieme allo zucchero non in alternativa. io aggiungo con un contagocce una spruzzatina prelevata da una bicchierino di lievito reidratato. il timore è che potrebbe faticare a rifermentare o impiegarci molto tempo.
  7. con il W34/70 puoi spingerti anche a 46/47L, con il wlp400 e W3860 limitati a 35L, questi diciamo che sono i massimi e minimi della tua produzione. io il protein rest ormai lo salto sempre, più rogne che pro. a -10min di bollitura valuta di aggiungere nutrimento per lievito. aggiungi acido per avere un ph ottimale del mash e impara a usare un foglio di calcolo per stimarlo. io uso EZ water calculator ed è attendibile valuta l'aggiunta di lievito per rifermentazione, se lagherizzi solo 2 settimane potrebbe non servirti.
  8. spettacolo! si riesce a individuare se c'è qualche batterio che ha contaminato?
  9. faccio prevalentemente blanche, il wlp400 per me resta il riferimento ma per farlo rendere al meglio necessita di tante attenzioni che si imparano con tante sperimentazioni. l'ultima cotta l'ho divisa in 50L wlp400 e 10L lallemand wit. il lallemand non ha sofferto minimamente il problema dell'emissione di composti dello zolfo in fermentazione e mancava anche di tutte quelle componenti aromatiche dei primi giorni tipiche del w400, al test dell'imbottigliamento però erano molto simili, tanto che fino a lì lo sbattimento del lievito liquido non ne valeva la pena. la wlp400 ha rifermentato ed è fantastica, adesso stappo una lallemand e ti dico.
  10. ma perchè saldare un manicotto quando è così semplice applicargli una valvola fai il buco e se poi dovesse servirti solo come pentola ci metti un tappabuchi
  11. io pure rifermento in bottiglia, la pistola serve solo a minimizzare il contatto con l'ossigeno non hai motivo di essere preoccupata per la tua rauch
  12. 21mm andrà bene il diametro dipende anche dalla guarnizione di tenuta che usi ma con 21 dovresti essere sempre coperto
  13. wb-06 non è un lievito da wit per me è un pessimo lievito anche da weiss usa un 10% di fiocchi di avena la prossima volta controlla se la conversione è completa con il test dello iodio
  14. maturata 2 mesi, l'ultima bottiglia a 6 mesi era ancora ottima la rauch è una birra che si mantiene bene già di suo, io poi imbottiglio con la pistola a co2
  15. basta che cerchi resistenza adesiva e te ne escono quante ne vuoi. la appiccichi alla pentola e la comandi con un termostato, meglio ancora un pid. piazzi la sonda immersa a metà del mash e misceli ogni tanto con il cucchiaio di legno con quei litri puoi gestire tutto per gravità la pompa oltre al costo rischi che si inceppa, che fa depressione nel mash e intasi il filtro, crea flussi preferenziali che avranno temperature diverse alla fine spenderesti di più senza reali vantaggi
×
×
  • Create New...