Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

big ale

Utenti Registrati
  • Content Count

    42
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by big ale

  1. Grazie Tyrion 132, Thor e Vale per le dritte, la bustina di S05 me la tengo per una prossima cotta e non rischio inutilmente di contaminare la mia Hop Bomb. Buone cotte natalizie a tutti
  2. Grazie per le dritte ma allora lo scopo di chi aggiunge lievito per forzare la carbonazione qual'è?
  3. Ciao a tutti i colleghi e amici hb , dopo aver fatto due travasi a distanza di 10 e 5 gg e un abbattimento a 3 gradi per 5gg vorrei sapere se è necessario aggiungere lievito prima di imbottigliare. Non vorrei che l'abbattimento di cinque gg abbia ridotto o annullato il lievito presente nel mosto iniziale e che non sia sufficiente a rifermentare lo zucchero aggiunto nel priming. CHE NE PENSATE?? Siccome non l'ho mai fatto volevo qualche consiglio su eventuale quantità da aggiungere ....ah proposito il lievito che ho utilizzato è S05 e ha già attenuato dell'82%
  4. Vale, Il tuo consiglio è stato utilissimo. Poi, leggendo qua e là ho scoperto che il Trappist HG è un lievito molto resistente e addirittura sembra che abbia superato il trauma del freddo (una decina di ore a 3°). Di solito entra in modalità di sopravvivenza e poi non riparte se non con difficoltà (secondo la lett. belga) Invecei la Temperaturà è risalita da 20 a 22 senza aiuti, indice di fermentazione . Oggi controllo quanti punti ha mangiato in 24 ore e deciderò. Speriamo che gli aromi non ne risentano troppo.....
  5. Grazie del Consiglio Vale, ma secondo te non conviene "pulire" il mosto travasandolo sul secondo fermentatore (comunque lo dovevo fare per eliminare il lievito vecchio) e sfruttando la poca ossigenzione dovuta al travaso far ripartire il lievito nuovo più fresco ??
  6. Ciao, lancio questo sos .... per errore ho abbassato la temperatura del fermentatore (dove stavano fermentando DA TRE GIORNI 23 litri di "ormai probabile"TRIPLE) chiuso all'interno di un pozzetto, appena me ne sono accorto ho staccato tutto e ho misurato la densità : risultato 1040 (partendo da 1085). Adesso suppongo di aver traumatizzato il mio prezioso Trappist High Gravity che aveva fatto il 70% del suo lavoro trasformando 45 punti di OG ma l'obbiettivo era di arrivare a 1020-1015. COSA FARE?? 1- TRAVASARE vigorosamente e inoculare T58 reidradato a temperatura di 21° 2-RAVVIVARE IL VECCHIO LIEVITO ossigenando di nuovo in maniera blanda 3 -ASPETTARE PER vedere se alla T di fermentazione il vecchio lievito riprende (ANCHE SE 23 litri con una busta di Trappist erano pur tanti) 4 eventualmente aggiungere T58 senza travasare e senza ossigenare COSA MI CONSIGLIATE ?? Per evitare di ossidare soprattutto
  7. per le foto con un po di paz le posto. Il prezzo non trattabile è 300 euro escluse spese trasporto.
  8. vendo impianto a caduta completo : 3 pentole acciaio con rubinetti inox, mashtun motorizzato e coibentato con filtro bazooka, struttura portante con rotelle bloccanti scambiatore più fornelli visibile Castel Gandolfo (roma) facilmente trasportabile in macchina
  9. in pm il messaggio è vuoto .. sinonimo di aggratis?
  10. SE IL PREZZO è BUONO VENGO A PRENDERLO DIRETTAMENTE
  11. mi sono convinto! grazie a tutti. Vado con l'S05 (meno esteri)e vediamo se regge.
  12. beh forse è vero gli altri hanno però il vantaggio di essere più attenuanti e resistenti all'alccol che si crea durante la fermentazione
  13. grazie ma l'S05 non esalta i luppoli (per APA)?
  14. Ho in mano 5 litri di mosto giovane di vino san giovese. Vorrei rischiarmela e provare a fare un barley con mosto di vino (30%). Senza entrare nel dettaglio della ricetta che ancora non ho pensato prevedo un ibu bassissimo per non interferire con il gusto vinoso e un volume di alcool di 8°, uso di malti caramelli (7-10%) a contrastare i tannini presenti nel mosto. Mashing a 69° per dare un corpo importante. Lievito pensavo a un T58 o 33 della fermentis DOMANDE 1-QUANDO AGGIUNGERE IL MOSTO (IO PENSAVO A FINE BOLLITURA) 2-IL 30 % è TROPPO 3-QUALI RISCHI SI CORRONO sono graditi tutti i consigli o dritte
  15. io ho usato caffè macinato nel mashing e caffè concentrato in bollitura. Risultato : birra dignitosa ma con prevalenza di caffè che può ridurre la beverinità . Quindi la vedo una idea per una birra alcolica corposa e da meditazione per chiudere il palato. Poi se proprio vogliamo dirla tutta una birra con malti tostati non ha bisogno di aromi o gusto di caffè: sono già presenti!
  16. se hai tempo spazio, passione, costanza e qualche socio in gamba potresti partecipare ai concorsi in giro per l'Italia e "metterti alla prova" per poi partire con convinzione ...il mio sogno invece è un brewpub
  17. io parto sabato pomeriggio dai Castelli salvo complicazioni
  18. Grazie io penso di esagerare con 2-300gr per 20 lt
  19. Dopo aver assaggiato la Cioklat del birrificio americano Southern Tier( praticamente una cioccolata di 11 gradi) ho chiesto ad un mastro cioccolatiere come ottenere un risultato simile.Lo stesso mi ha suggerito l'utilizzo di Semicacao (Fave di cacao decorticate) in bollitura. L'obiettivo è di ottenere un aroma simile al Nesquik oltre che un gusto simile ad una cioccolata fredda). Da quello che ho capito il semicacao è la base del cioccolato fondente. Qualcuno si è mai avventurato in questa ricetta e ha mai fatto bollire, ( per quanti minuti) il cioccolato o altri surrogati? In fase di mashing mi sembra poco utile anzi pericoloso e in dry hopping dubito di ottenere risultati anche se magari 5 litri me li posso rischiare
  20. Abbozzo una ricetta in stile bitter malti PALE 93% CRISTAL 5% CHOCOLAT 2% Luppoli PILGRIM da Amaro FUGGLE da aroma STYRIAN G: in Dry Hoppping lievito BRITISH ALE unica sosta 66°
  21. Ciao, per chi vuole assistere-partecipare ad una cotta all grain "on the road" domenica 15 Maggio dalle 9 alle 14 in via Mario Calò a Ciampino (RM) c'è il Mercato della Terra organizzato da Slow Food per promuovere prodotti locali. L'occasione per chi vuole passare dalle tecniche da estratto alla tecnica "tutte grane".
  22. Io ho avuto la fortuna di assaggiare la NOT JUST ANOTHER WIT e non si capisce se stai bevendo una APA o una WIT. Birra bilanciata dove la speziatura non si sente lasciando spazio all'agrumato del Cascade. Fra gli ingredienti vi sono quattro luppoli, Frumento, Fiocchi d'avena e malto Amber e Pale. Penso che sia una birra riuscita. Avercene..
  23. proprio sabato ho provato a farla assieme ad altri amici, modificando una ricetta in rete. 6 malti e fiocchi di avena più luppoli Northern Brewer e Cascade. Fermentazione a 18° in corso. Speriamo bene..Oltre ad essere una birra di riferimento per il suo stile ha anche un etichetta che non stanca mai. Da averne sempra una scorta per l'inverno. Se c'è qualcuno che ha provato a farla possiamo confrontare le ricette
×
×
  • Create New...