Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Johnblue

Utenti Registrati
  • Content Count

    172
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Johnblue

  1. Premetto che non sono un esperto di lager, ma credo che quello che descrivi possa essere considerato il classico processo di invecchiamento di una birra non destinata solitamente a questo trattamento. I sentori di luppolo col tempo si vanno generalmente attenuando perdendo in freschezza a favore di gusti polverosi che danno chiaramente la sensazione di 'vecchio'. In ogni caso comunque le qualità delle birre descrivono una parabola e sebbene le lager siano abbastanza stabili la loro condizione raggiunge un livello massimo e poi inizia a calare Se poi qualche esperto di 'basse' volesse dare il suo contributo.. [:278]
  2. Decisamente B. A mio parere non devi preoccuparti, i dosaggi sono minimali, per norma tecnica (UNI 8065) il quantitativo massimo dosabile nell'acqua sanitaria non può superare le 5 ppm, inoltre a temperature superiori ai 70°C almeno che non si disponga di un prodotto specifico per alte temperature (e non è il tuo caso credo) si produce irreversibilmente fosfato di calcio, insolubile.
  3. Volendo puoi creare la tua attrezzatura per birrificare con meno di 10 euro, ovviamente se hai voglia di sbatterti per produrlo. puoi trovare due secchi da 30 l presso panetterie o laboratori di pasticceria, ora una volta comprati due rubinetti e un metro di tubo crystal alimentare e uno scovolino e sei a posto.
  4. I semi della carruba vengono usati nell'industria dolciaria come succedanei del cacao, ma non so dirti se ci potrà essere l'estrazione di questo tipo di sentori. Io fossi in te proverei a macinarli grossolanamente per facilitare la cosa, chiaramente deve trattarsi di una tipologia di birra dove tale gusto si armonizza col resto. Tienici informati
  5. @Manuel: I fusti di cui parli sono vuoti e nuovi? Nel qual caso puoi farmi avere qualche foto e un'indicazione di prezzo?
  6. Il ghiaccio secco lavora alla temperatura di -77°C (se non ricordo male) e quindi è senza dubbio un buon metodo per raffreddare velocemente, ma mi sento di aggiungere almeno un paio di inconvenienti legati a questo prodotto. - La CO2 sublima notevolmente a contatto con la pentola calda creando atmosfere da film horror. - Generalmente si richiedono ordini minimi di prodotto 15/20 Kg. - Questi 15-20 Kg li fanno pagare oro (70-80euro). Se sei intenzionato a provarci ti consiglio, circa allo stesso prezzo di acquistare una bombola di CO2, non importa per uso alimentare se la usi esternamente alla pentola e una pastigliatrie di ghiaccio secco con la quale potrai produrre un quantitativo di prodotto adeguato alle tue esigenze e a prezzo decisamente inferiore.
  7. Potrei essere interessato, hai la possibilità di postare qualche foto?
  8. C'è una discussione presente sul forum su quest'argomento, sarà molto più esauriente di quanto io ti possa dire: [url]http://forum.areabirra.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2345[/url] Comunque qualcuno ci ha provato, questo è il link con le modifiche, valutane la fattibilità . [url]http://www.birrabirra.altervista.org/forum/viewtopic.php?f=8&t=116[/url] Altimenti puoi usarlo come mash tun o pentola per la bollitura una volta aperto.
  9. [quote]sc.1976 ha scritto: nessuno in toscana? [/quote] Io si... purtroppo... Già tornato... :(
  10. Le infezioni non sono così difficili da prendere, pensa all'aria che hai chiuso nel fermentatore insieme al mosto ad esempio, non era certamente sterile e quindi per sua natura carica di batteri, muffe o lieviti. Quando aggiungiamo il lievito creiamo una popolazione predominante che si impone su eventuali altre in fase di organizzazione, ma allungando troppo i tempi di inoculo si corre il rischio di permettere a queste di crescere a sufficienza da poter creare problemi al prodotto. In conclusione comunque direi che è sempre buona regola inoculare il lievito in tempi brevi, perchè magari va bene lo stesso, ma perchè rischiare per niente?
  11. Ti sei esposto al rischio di infezione. Il lievito fermenterà ugualmente e se non sono presenti infezioni otterrai un prodotto con decisi aromi fruttati dal momento che ha lavorato al limite superiore del range di temperatura.
  12. Hobbybrew gira tranquillamente su linux basta avere java, se non ricordo male. Io diminuirei il volume di acqua per il mash e aumenterei quello per lo sparge. I dati purtroppo sono incompleti e non è facile dare una risposta precisa. L'OG dipende dall'efficienza che ottieni solitamente diciamo così a braccio che con un dato intorno al 70-75% dovresti ottenere circa 17 litri finali di mosto a 1065-1070. Per l'EBU manca il contenuto di AA del luppolo.
  13. Offerta come da titolo post. Il problema di questo fusto è la tenuta delll'attacco a baionetta visto che non si tratta del classico tubo filettato. Se chi lo acquista riesce a farlo funzionare ben venga, altrimenti, visto il prezzo, può essere ottimamente utilizzato per creare un tun.
  14. Mi è già capitato un paio di volte, ed in entrambi casi non era accopagnato da difetti evidenti della birra quindi almeno per quello posso dirti di stare tranquillo. Non saprei dire con certezza di cosa si tratti forse accumuli di lieviti, farine o misti che generalmente non tendono a sparire col tempo, mentre il lievito sospeso nella birra alla lunga precipita.
  15. [quote]se qualcuno capita dalle mie parti gli posso lasciare una bottiglia così che mi dice come gli sembra :D [/quote] Ottimo, sono giusto in provincia di Ancona per lavoro la prossima settimana. :D Avresti qualche posto da consigliarmi in zona Castelfidardo? [:p]
  16. [quote] secondo mè la data di imbottigliamento dice molto poco, può darsi che la birra sia stata invecchiata in silos magari con qualche tecnica per accellerarne la maturazione. Dalla mia piccola esperienza posso affermare che, lasciando la birra del secondo travaso nel fermentatore per 1 mese, per poi imbottigliare facendo il priming, dopo 15 giorni dopo il priming si avrà una birra effettivamente invecchiata di un mese e mezzo. Possiedo fermentatori a perfetta tenuta ermetica, quelli a bocca larga, per tanto la birra durante la "maturazione" e a contatto con la sola anidride carbonica con una pressione leggermente superiore a quella esterna, constatato col gorgogliatore [V] [/quote] Non credo, ma tutto è possibile, non ho mai visto cantine così cospicue tali da giustificare un comportamento del genere.
  17. [quote]Manuel ha scritto: Premesso che sono d'accordo con tutto quello che dite, vorrei farvi una domanda particolare che mi gira per la testa da qualche mese. Ma come fanno i birrifici ad avere birra sempre pronta per la vendita?Iniziano mesi prima la produzione in modo da lasciar tempo alle varie birre di maturare? Che i tini a loro disposizione permettano un processo più veloce perchè se la birra viene maturata tutta insieme lo fa meglio e più velocemente? Secondo me la terza ipotesi, altrimenti non si spiega come possa fare una persona che apre un birrificio a partire con la vendita dopo che le birre prodotte hanno maturato per "qualche mese" senza incassare nulla. E i birrifici belgi che sfornano tutte birre con OG alta? [/quote] Se controlli le date di imbottigliamento di alcuni prodotti in vendita ti capiterà di trovare birre che non hanno più di un mese di maturazione, tempo trascorso perlopiù stoccate in qualche magazzino in attesa di essere messe sugli scaffali. Business is business [8D]
  18. Si tutte alla coop (anche se non le ho prese tutte lì) e a prezzi onesti soprattutto. Così per informazione posso dirvi che all'Ipercoop di Lastra a Signa hanno una buona fornitura, anche se non so se in pianta stabile. Vi posso assicurare che merita una visita anche se non è proprio dietro l'angolo. [:p]
  19. [quote]scherzo ovviamente, dai mi offrirai una tua birra ;) [/quote] Mmm... non so se ti conviene.. [:33] In ogni caso suppongo che la potenza nominale del fornello possa essere mantenuta a prescindere dal combustibile utilizzando un ugello con il foro adeguato per l'alimentazione alternativa.
  20. Ops.. Ok si tratta dell'ultima tabella, avevo visto solo le prime 2. [B)]
  21. In realtà dire 4 volte non ha senso perchè si stanno prendendo in considerazione unità di misura diverse essendo il GPL liquido e il metano gassoso.
  22. Secondo me i grandi birrifici "appaltano" i problemi di purezza del ceppo usato ai produttori di lieviti. Esistono "banche dei lieviti" che conservano i ceppi originali, ma da questo a dire come si possa fare per mantenere puro il ceppo..
  23. Ok ora lo visualizzo. Per evitare lo schiacciamento del bazooka (qualora dovessi tornare ad usarlo) potresti provare a inserire al suo interno una spirale di filo in acciaio inox, dovrebbe esserci una discussione in merito sul forum. Comunque facci sapere quale dei due metodi ti darà il miglior risultato operativo. [8D]
  24. Parlando da non esperto posso dire che la frequenza di mutazione dei leviti non è poi così alta, quindi necessitano un cerrto numero di generazioni (diverse decine almeno), prima di portare ad una popolazione mutata di una certa consistenza, inoltre la mutazione non necessariamente genera una modifica in negativo delle caratteristiche del prodotto originario. Per quanto riguarda l'infezione da parte di altri microrganismi che potrebbero generare questo fenomeno, direi che anche questa è da escludere, principamente per due motivi: 1) Durante le fermentazioni "infette" l'infezione sarebbe palese, sia visivamente che all'olfatto. 2) I candidati principali di queste infezioni sono le muffe, visto la loro affinità con le condizioni di mantenimento dei lieviti stessi e anche in questo caso l'infezione non passerebbe inosservata. Quindi secondo me nelle metodiche di produzione nelle quali ci troviamo ad operare, non possiamo prescindere se il cambiamento del prodotto possa essere imputato alla mutazione del lievito o all'impossibilita da parte dei mezzi HB di controllare e riprodurre condizioni standard in tutte le cotte. Diverso discorso per i grandi birrifici, ma questa è un'altra storia.
  25. No non lo vedo nemmeno io. Al di la dell'aspetto economico, un bazooka ti avrebbe creato meno problemi di realizzazione e utilizzo.
×
×
  • Create New...