Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

John Priming

Utenti Registrati
  • Content Count

    1.109
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by John Priming

  1. Se (e dico se...) qualcuno mi conferma che non v'è correlazione (o che trattasi di fattore trascurabile), annuncio vobis magnum gaudium habemus victorem bestiarii!!
  2. Ciao bella gente, nessuno saprebbe spiegarmi la correlazione tra livello di Co2 e capacità di assunzione di alcool da parte del fisico? ...sembrerebbe (ma a me sembra un po' una vaccata) che all'aumentare della quantità di anidride carbonica nel liquido bevuto aumenti di conseguenza la velocità con cui l'alcool viene assorbito. Grasssie!!
  3. Ok, adesso vi racconto questa. Premetto: fa parte di quella categoria che se sei lì ad assistere, ti spanzi dal ridere come un cinghiale. Ma quando la racconti, hai come l'impressione di non riuscire a rendere la dinamica comica... vabbé, io ci provo. Eviterò troppi dettagli, per scongiurare possibili riconoscimenti con conseguente gogna. Serata di degustazione. Vengono proposte alcune birre birre di diversa nazionalità e di stile eterogeneo (della serie... facciamo un po' un'ammucchiata...), ma di buona qualità . Il tipo che le serve è un grande esperto di vini, un po' meno di birre, ma una persona squisita perché umile. Premetto che odio profondamente l'enofighettismo, generato da una superbia e da una saccenza che inevitabilmente portano allo snobismo. Comunque sia, tra le varie birre c'è la Gran Cru di Rodenbach, che personalmente apprezzo. Dopo averci parlato assieme, il tipo gentile si assenta un secondo, e al posto suo arriva una tipa sulla cinquantina. Di quelle piccolette e magroline, col fare un po' nervoso, un po' scazzato. Il suo viso ipertruccato emerge dal nodo che il lungo scialle di seta le forma attorno al collo. Segue vestito da sera e tacco 10. Io, ero in pantaloncini Salewa e infradito. Attorno al tavolo s'era formato un gruppo di 10 persone con bicchiere in mano, in attesa venisse versata la Gran Cru. Lei assume un'espressione che non mi piace. Sopracciglio sinistro arcuato, fare concentrato e severo. Apre la bottiglia. Versa un po' di birra sul suo bicchiere da degustazione (ahia..) da una distanza di almeno mezzo metro, creando uno schiumone infinito stile bava di rottweiler idrofobo. Comincia a far roteare il bicchiere alzandolo sopra la testa, girando su se stessa a destra e a sinistra, traguardando il bicchiere alla luce di diverse fonti luminose. Sguardo sempre più assorto. I secondi passano, e tutti la guardiamo un po' perplessi. C'è chi si preoccupa, chi aggrotta le ciglia, chi cerca di leggerne l'espressione, operazione che il trucco pesante rende comunque vana. Dopo 15-20 secondi di vigorosa e ostinata roteazione del calice, si ferma. E' il momento dell'assaggio. La gente trattiene il respiro, come ad un calcio di rigore in finale. Annusa. Annusa di nuovo. Lo sguardo è severo. Assaggia. Passa la birra in tutti gli angoli reconditi del cavo orale, ascessi ed otturazioni comprese. Capo chino, aspira grufolando in maniera disgustosa; ma si sa, fa parte dei sacri gesti della degustazione che solo i più esperti possono fare senza paura di sfigurare. Lo sguardo è ancora più serio, mi ricorda la mia maestra quando alle elementari mi aveva pizzicato a scrivere con la penna sul muro a fianco del mio banco. Sputa. Sputa di nuovo. L'attaccante sta per tirare il rigore. La tipa scuote la testa, il volto è teso e preoccupato come quello del primario che deve sciogliere la prognosi. I più disperano, ma tutti in religioso silenzio aspettiamo il responso finale. "No. E' acida." Due secondi di silenzio, non sapevo se credere a quello che avevo sentito. E poi la diga si squarcia, gli argini rompono, e comincio a ridere come non mi capitava da tempo. Avevo appena assistito ad una scena epocale, che solo un Albanese nella forma migliore sarebbe riuscito a replicare. [url]http://www.youtube.com/watch?v=ktshRtn668U[/url]
  4. Padre, perdonali perché non sanno quello che fanno....
  5. Ieri sera, in un bel localino messicano. Arriva la cameriera, che mi propone una Isaac di Baladin. Me la dipinge come fosse uno chateau d'yquem... ma alla domanda sullo stile (a trabocchetto, sapevo che è una blanche), mi dice che è "tipo una pils". Siccome - penso io - una birra del genere con il cibo messicano non c'azzecca molto, chiedo cos'hanno alla spina. E riattacca: addesso mi dice che hanno una pils scura, belga, con malti tostati. Dallo sguardo di mia moglie capisco che è meglio lasciar stare... e me la faccio portare. Mi arriva una kwack. Alla faccia della pils!
  6. Bravo il nostro governo Monti: adesso sappiamo che alla lobby delle banche e delle assicurazioni non piace la birra. Si sa: il vino screma di più.
  7. Wintering. Con le temperature dei giorni scorsi, ti trovi la birra limpida come l'acqua.
  8. Ai supermercati Tosano di Cassola. Che si trovano davanti a Birraviva ([url]http://www.birraviva.com/[/url]), il mio beershop di fiducia (straconsigliatissimo). Se Dino (il gestore) viene a sapere che prendo birre nell'ipermercato davanti alla sua bottega, e che pure mi piacciono, mi affoga nella Fink Brau.
  9. Sul fronte birra sono sempre attivo... ci mancherebbe!! Rico, se l'hai assaggiata che ne pensi?
  10. Ci sono stili che più di altri hanno subito la devastazione che la produzione massificata porta con sé. L'esempio più eclatante sono le pilsener (e le pils): uno stile che correttamente interpretato è da sogno erotico con polluzione notturna, ma che viene comunemente svilito da (sotto)marchi che, sotto il suo nome, propongono deprimenti bevande al (lontano) gusto di birra. Altro stile che ha subito lo stesso destino è il mexican lager: a questa parola solitamente il pensiero va a Corona, Modelo e simili aberrazioni... fino ad oggi. Da beer-hunter quale sono, provo di tutto, facendomi del male nel 99% dei casi. Oggi, per caso, ho acquistato una bottiglietta di "Bohemia Clà sica". Sono rimasto davvero soddisfatto: un corpo leggero, gusto maltato e leggermente caramellato, profumo scarso ma la luppolatura, delicata, si sente comunque al gusto. Se volete una buona mexican lager, ve la consiglio davvero. P.S: ho visto che su ratebeer ha ricevuto voti abbastanza bassi... ma chissenefrega, a me è piaciuta lo stesso. P.P.S.: mi spiace se è da un pezzo che non scrivo sul forum. Vi seguo comunque, ma un po' ho poco tempo, e un po' ad ogni domanda seguono delle risposte senz'altro migliori di quelle che il mio modesto contributo potrebbe apportare. In ogni caso, un saluto. Anzi: un abrazo.
  11. Se posso dire la mia, al di là dei colori dei siti di birramia e del sig. malto i problemi sono altri... Per me, i principali sono questi: 1. scarso approvvigionamento di lieviti liquidi da entrambi. Con gli ultimi 2 ordini da mr.malt, il lievito risultava disponibile sul sito, salvo poi, effettuato l'acquisto, ricevere comunicazione telefonica con la quale mi si diceva che sarebbe arrivati a giorni... per poi aspettare più di una settimana. 2. non viene indicato l'AA di ciascun luppolo, ma solo un range generico con riferimento a ciascuna qualità . Ogni volta devo telefonare per sapere il livello esatto. 3. manca l'indicazione dell'anno di raccolto del luppolo. Una cosa è fare una pils con un saaz del 2009, un'altra con quello del 2011. Questi, francamente, sono i problemi che ho riscontrato e che più mi hanno dato noia...
  12. Diciamo che se il gioco d'azzardo è la tassa sugli imbecilli, questa è l'accisa...
  13. Sotto al filtro inevitabilmente cadono dei grani, e se non li mescoli si bruciano.
  14. Se riesci a mescolare anche nella parte sottostante il fondo filtrante, buona la seconda. Altrimenti, la prima soluzione è inevitabile...
  15. Ma un comodo, tradizionale, economico, semplice stracollaudato, controllabile, sicuro fornellone no?
  16. [quote]adelghis ha scritto: quali birre artiiganali mi consiglieresti? [/quote] Italiane a prezzi accettabili? ...mi metti in difficoltà . Di 32 che citi, mi viene in mente la curmì, di cui vado matto... ma non ha un costo proprio popolare... Ho di recente provato la stray dog di toccalmatto, sugli 8€ la bottiglia da 75, e non era per niente male... Su domusbirrae.com hanno delle belle occasioni di birra del borgo, che ti consiglio di provare.
  17. [quote]pistillone ha scritto: allora quanto costa fare la birra ? metti sui 2 euro il litro ? ok. poi che ci devi aggiungere ? tasse + iva , bottiglia e tutto il resto e arrivi a 3,5 - 4,4 euro per una 0,75 e siamo ancora nello spaccio centrale. poi ci aggiungi il ricarico del negozio che sarà almeno il 40% e te la trovi a 7-8 euro e se è un pub va da 200 al 300% ecco spiegato i 12 euro a bottiglia. è matematica purtroppo in Italia si parte da un costo molto alto del prodotto. [/quote] Sinceramente che fare la birra possa costare 1 invece che 100 non importa. Il punto è un altro: 11 euro allo spaccio del produttore è tanto, e porta il consumatore ad orientarsi su altri prodotti, con prezzi pari alla metà e con ben altro pedigree. Se poi ci aggiungi che nell'artigianale italiano non è raro rimanere delusi... Comunque sia, son sempre i soliti discorsi... sinceramente, di acquistare per 11 euro una birra sconosciuta che non si presenta neppure dichiarando lo stile, non se ne parla.
  18. Magari qui c'è qualcuno di più ferrato di me.... ma da quel che ne capisco il richiamo al metodo classico è fuorviante, in quanto questo implica un affinamento di almeno 18 mesi nel quale i lieviti vanno in autolisi; mentre il birrificio in questione si limita ad operare una sboccatura per eliminare il fondo di lieviti. Cosa ben diversa...
  19. [quote]TNT650R ha scritto: [quote]Chris ha scritto: Il prezzo non lo decide chi vende, ma chi compra. Se loro riescono a venderle a tanto, buon per loro! [/quote] è quello che dicevo.... [/quote] Fossimo in un forum di marketing, non farebbe una grinza.
  20. [quote]velleitario ha scritto: prima di giudicare però andrebbero assaggiate. [/quote] Questo è vero... ma se non conosci il prodotto i casi son due: 1. o qualcuno di cui ti fidi te lo consiglia; 2. o vai al buio, cercando di farti un'idea da come il prodotto viene presentato. Visto che rientriamo nella seconda ipotesi... beh, bottiglia trasparente, assenza di indicazione dello stile, descrizione un po' generica, utilizzo di un "metodo classico" che poi - in realtà - è solo una sboccatura.... se poi ci aggiungi un costo non proprio popolare, e il fatto che non è raro rimanere delusi da certe esperienze con l'artigianale italiano, un po' di perplessità è giustificata...
  21. [quote]DarthVader ha scritto: le birre italiane da 75 grossomodo questo costano da 9 a 12, tranne alcune eccezioni in entrabi i sensi [/quote] Già ... che tristezza... neppure li valessero, tutti quei soldi...
  22. Aspetta gennaio e falla fermentare a 10°. Leggi qui: [url]http://forum.areabirra.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=4657[/url] Parti da kit e non da all grain.
  23. [quote]Uiua ha scritto: Il Leuconostoc mesenteroides è un batterio del terreno (quindi anche vegetali) che come strategia per preponderare rispetto agl'altri competitori ha quella di secernere mucopolisaccaridi con lo scopo di preservarsi lo zucchero per loro e cibarsene in un secondo momento. E' un batterio che lavora a temperature comprese tra i 12 e i 27 gradi...non è tossico ne patogeno, ne alterante. Produce per lo più acido lattico e solo in piccola parte anche CO2 e acido acetico. E' lui il principale responsabile del solo sgradito effetto visivo... se la si vuol pensare cosi... responsabile appiccicante degl'affettati sigillati in plastica ma graditissimo per l'effetto filante dello yogurt muller. Bye Bye The Biologist ;) [/quote] Wow...
  24. Fermo restando che i suggerimenti di TNT sono corretti, più leggo la vostra ricetta e più me ne convinco della bontà . Eventualmente, potete aggiungere un po' di vienna, o di malto di grano, potete anche cambiare il lievito con un forbidden fruit... ma secondo me rimane un buon esperimento. Una birra semplice ed equilibrata.
  25. Se volete essere più aderenti allo stile invertite il citra con lo styrian... se invece volete sperimentare, ottimo, ma ricordate di postare il risultato una volta che avete assaggiato la birra... anch'io son curioso!! In ogni caso, 20 grammi a 0 min. non mi sembra esagerato...
×
×
  • Create New...