Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

vinsanto

Utenti Registrati
  • Content Count

    18
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About vinsanto

  • Rank
    Junior Member

Contact Methods

  • Occupazione
    Array
  1. Bravo, veramente un bell'impianto, a parte il bazooka. La stuttura portante mi sembra ben fatta e robusta a sufficienza. Anch'io sto studiando qualcosa di simile per semplificare il travaso del mosto che attualmente devo trasferire da un locale ad un altro con tutti i problemi che ne derivano. Magari l'impanto lo monterò su ruote per poterlo riporre in garage quando non lo utilizzo. Domande: Per mandare il mosto nel fermentatore usi una pompa dato che lo scarico mi sembra basso per mettere sotto il fermentatore? Dove hai acquistato le pentole da 70 litri e quanto le hai pagate? Grazie, paolo
  2. [quote]velleitario ha scritto: credo che la ricetta di vinsanto sia questa, magari poi lui ce lo conferma: [url]http://www.hobbybirra.info/view_ricetta.asp?id_ricetta_HB=545&ME_ID=47[/url] 3° posto Una birra in Versilia 2008 [/quote] Esatto, è questa. Però nelle ultime cotte ho cambiato il lievito. Siccome per comodità la faccio in successione a una pilsner , uso il wlp802 che uso per quella e devo dire che mi sembra più pulita sia al naso che in bocca. Poi, dato che le basse fermentazioni le faccio in inverno senza l'uso del frigo, se mi capita di farla in una stagione intermedia uso , come avevo detto nel post precedente, il S.Francisco lager wlp810 ad una temperatura fino a 16°C Poi ho cambiato il luppolo da amaro utilizzando al posto del saaz l'hallertau hersbrucker nella misura di 60 gr. per 46 litri di birra e un'ora di bollitura. Poi ho leggermete ridotto il priming perchè a me le birre piacciono poco gasate, giusto o sbagliato che sia. Buon anno a tutti e un saluto a Alberto e speriamo di ritrovarsi presto
  3. [quote]velleitario ha scritto: vinsanto mi ha quasi convinto, prima o poi ci proverò anch'io :D [/quote] Se ami le birre fumé la devi provare e non la lascerai più.
  4. Anch'io se non sono in ritardo ti do le mie impressioni. La birra alle castagne normalmente la faccio un paio di volte l'anno con risultati soddisfacenti perchè piace a me e a chi la beve con me. L'ho anche presentata ad un concorso ed è arrivata in finale. Di norma la faccio a bassa, immediatamente dietro una pilsner sul lievito czech wlp802 a 10/12°C oppure in stagione intermedia uso un S.Francisco lager vlp810 a 15°C, peraltro senza grandi differenze. In pratica è la ricetta che si trova sul sito di Birramia rivisitata e corretta in quanto uso castagne essiccate al fuoco che trovo in Casentino. Su una cotta di 50 litri metto mezzo chilo di castagne macinate direttamente nel mash e altro mezzo chilo le faccio bollire in un paio di litri di acqua per un ora e le metto nel mash, acqua compresa. Rispetto alla ricetta originale uso come luppolo da amaro 40 grammi di magnum che coltivo io. Viene fuori una birra di un bel colore ambrato, quasi rosso con un moderato sentore affumicato e si riconosce bene la castagna sia al naso che in bocca. Buona birra, Paolo
  5. [quote]hits83 ha scritto: Ne approfitto inoltre per chiedervi dei consigli per le prossime birre. Vorrei personalizzare un pò lo stile ed evitare di usare kit già preparati. [/quote] Direi che prima di personalizzare dovresti fare un po' di allenamento. Cerca nei vari siti qualche ricetta (ce ne sono a decine) che può piacerti e comincia a fare cotte a ripetizione, scrivendo tutto ciò che fai passo per passo, perchè se fai una buona birra devi essere in grado di rifarla sempre. E' impossibile ricordarsi di tutto nel tempo, almeno per me. Poi, strada facendo, imparerai tante di quelle cosette che ti torneranno certamente utili. Una volta diventato esperto potrai anche personalizzare senza rischiare di buttare tutto nel lavandino. In bocca al lupo e buone birre. ;););)
  6. L'origine del mio nick credo sia piuttosto banale. La prima volta che mi iscrissi ad un forum (di vino) che oggi non esiste più, mi trovai a scegliere il nick senza averci pensato prima, per cui trassi l'ispirazione da una bottiglia di vinsanto che avevo su un tavolo di fronte al pc. Poi, man mano che mi sono iscritto ad altri forum, l'ho sempre usato per una forma di affezione che mi è rimasta. Però posso anche dire che è risultato particolarmente azzeccato con il mio stile di vita, in quanto sono Sommelier Ais, produttore di vino, di vinsanto, distillatore e birraio.
  7. Qualche anno fa un amico birraio mi suggerì un metodo di conservazione del lievito che in izialmente non mi convinceva tanto. Poi dopo averlo provato devo dire che funziona o almeno non mi ha creato problemi anche dopo un anno. Ormai uso il lievito rigenerato da diverso tempo anche se non ho sposato completamente questa causa. Infatti dopo tre cotte lo butto e lo riacquisto di nuovo ma più per precauzione che per altro. Una birra fatta con un lievito riattivato dopo sei mesi di congelatore è arrivata in finale ad un concorso, per cui credo che non abbia avuto nessun aspetto negativo.
  8. Mille grazie, domani ordinerò il Malzmuehle Barley Crusher perchè se prendo il Crank devo perdere tempo a costruire la struttura e adesso non posso perchè devo fare diverse cotte ravvicinate. Poi i rulli mi sembrano quasi uguali a quelli del Crank o almeno non molto diversi. Hai notato che differenza di prezzo c'è tra la Germania e gli Usa e quello che costa in Italia? Veramente notevole [:0][V][V]
  9. Ieri sera, macinando il malto, mi sono saltati gli ingranaggi del mulino Marga che avevo motorizzato e che usavo da diverso tempo. Ho finito di macinare con un vecchio tritacarne a mano che sfarinava molto (ho avuto un'efficienza mai raggiunta prima). Ora si pone il problema di acquistarne uno nuovo. Qual'è il mulino con il miglior rapporto q/p, ovviamente escludendo il Marga, che non ho intenzione di riacquistare. Voi che mulino usate?
  10. Strano, a me non è mai successo Proprio stamattina ho fatto la cotta di pilsner. Ho usato il 60% di pils, il 30% di vienna, il 6% di carapils e il 4 di fiocchi. Il mosto è di un bel dorato intenso e nel fermentatore sembra marrone. Assolutamente in linea con lo stile.
  11. [quote] se 2 minuti prima di raffreddare , fai una mescolata lenta in senso cicolare fai anche un bell'effetto wirpool che aiuta molto. [/quote] Questo lo davo per scontato!!!!!!!!!!! Effettivamente questo aiuta ad allontanare il residuo dal bazooka. Buon Natale a tutti. Paolo
  12. Alcune cotte fa, per motivi organizzativi, ho dovuto utilizzare per la bollitura la pentola del mash, con il filtro bazoka. Devo dire che il mosto mi uscì molto pulito per cui ho subito preparato un nuovo pentolone per la bollitura con il bazoka che ora utilizzo sempre. Alla fine della bollitura asporto i sacchetti del luppolo e aspetto pochi minuti per far sedimentare i residui poi faccio uscire un po' di mosto che rimetto dentro fino a che non esce limpido e dirotto tutto nel controflusso. Pochi minuti e il mosto va nel fermentatore piuttosto pulito e alla temperatura ottimale. Al travaso elimino tutto quello che è riuscito a passare ma è ben poca cosa.
  13. [quote] personalmente non mi piace l'aroma di luppolo in una stout, in alcune ricette viene messo adirittura in dry hopping che per me è una bestialità , ma tutto si può fare. comunque la regina delle stout viene solo amaricata e non aromatizzata con il luppolo. personalmente ho usato sempre e solo target in amaricatura, il northen brewer è già troppo aromatico per i miei gusti.;) [/quote] Ti ringrazio di questa sottolineatura. Supponevo che le Stout non dovessero evidenziare l'aroma di luppolo ma non ne avevo la certezza.
  14. Pare che mi confermiate i 7 gr/l della ricetta che ho quindi provo. I miei dubbi derivano dal fatto che qualche anno fa ho fatto una Old Ale che avevo carbonato con 6 grammi ( sono andato a rivedere il libro mastro per essene certo). Era risultata eccellente, specie dopo un'anno di invecchiamento, ma era troppo gassata per la tipologia e addirittura qualche bottiglia dopo l'apertura tendeva a svuotarsi piano piano. Non era sicuramente un'infezione, altrimenti sarebbe successo con tutte. La mia ricetta è molto simile a quella di BIRRANTE, solo che ha in più un 2% di Black. Il luppolo invece è il Northern e anch'esso in un'unica immissione di 45 gr. x 90 min. per 20 litri di birra finita. Ma nelle Dry Stout non è previsto il luppolo da aroma? In molte ricette che ho visto qua e la c'è, e spesso è il Kent.
  15. Approfitto della discussione aperta per un chiarimento dato che la faccio per la prima volta [?] Il priming per una dry stout con quanti gr/l si fa, dato che deve essere piuttosto liscia. La ricetta che sto per fare mi da 7 gr/l ma a me sembrano eccessivi. Qualcuno mi sa dira qualcosa in proposito? Grazie, Paolo
×
×
  • Create New...