Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Pietro

Utenti Registrati
  • Content count

    66
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Pietro

  1. Pietro

    scambiatore

    Quando lo volevo comprare io mi avevano consigliato uno a 14 piastre, il prezzo era di 75 euro con spese di spedizione comprese(l'avevo cercato su ebay), direi che questo ti conviene, io alla fine ho optato per costrurimi la serpentina. che lavoraccio però!
  2. Pietro

    Passaggio all'AG

    Signori, ho deciso, passo all'all grain...o almeno ci provo! Allora, mi sono letto e riletto le guide che ci sono su internet, le megafaq e ho spulciato per bene il sito degli HB Sardi che è fantastico per l'autocostruzione, ora si tratta semplicemente di reperire il materiale e di dar sfogo al mio estro artigianale. Il materiale che mi servirà è: -Una macchina della pasta sapientemente modificata in tritagrani - Una pentola di almeno 30 litri su cui installare un rubinetto collegato a un mashlauterboil-tun (si chiama così?) -Un motorino (tipo quello che gira la polenta) per non dover girare delle ore con un mestolo il futuro mosto -Un sistema per raffreddare velocemente il mosto Ragazzi,ho dimenticato qualcosa?? Grazie Pietro
  3. Pietro

    Passaggio all'AG

    Eccomi qui per darvi un aggiornamento sulle costruzioni in cui sono impegnato: -ho comprato la macchina della pasta in un negozio di usato, l'ho smontata, pulita e dato i rulli a un tornitore. -la pentola da 70 litri comprata su ebay dovrebbe arrivare domani, a questo punto andrò da un negozio di idraulica a prendere il rame ricotto ( trovato a 29 € 10 metri da 10mm, mi sembra un buon prezzo), il tubo flessibile e i vari rubinetti e raccordi... Con calma tutti i pezzi stanno venendo insieme!! Entro fine marzo dovrei avere tutto pronto, farò l'ordine dei grani (credo su braumaster) e a metà aprile al ritorno dalle vacanze potrei fare la mia prima AG, iniziando forse con un minibatch giusto da vedere come funzionano le cose per poi dare il via a una produzione in grande stile a maggio una volta finiti i kit di cui mi ero riempito la casa...
  4. Pietro

    Etichette

    Scusate,apro una nuova discussione e lancio a tutti gli utenti una domanda, voi cosa usate per fare le etichette? Io avevo iniziato a stampare delle carte (tipo birrificio montegioco) in cui avvolgere le bottiglie,poi dopo aver realizzatoche veniva fuori qualcosa di molto dispendioso ho preferito affidarmi alle etichette adesive per stampanti, ce ne sono 24 in ogni foglio, il colore reggoe l'umidità e al moment di staccarle basta lasciarle in acqua calda qualche minuto che vengono via perfettamente senza grattare. Come programmi per computer di solito uso paint di windows... Consigli? Ciao ciao
  5. Funzionare funziona benissimo, le etichette si staccano e la colla va via, ma bisognerebbe toglierle una per una perchè lasciarle ammollate nell'acquaragia o in una soluzione di acquaragia non mi fiderei... Potrebbe essere la soluzione per le etichette bastinchie...
  6. Pietro

    Passaggio all'AG

    Facciamo che inizio con la macchina della pasta, spendere 200€ per ora non me la sento ancora, non perchè non abbia voglia di AG ma perchè le mie uniche entrate sono i saltuari lavoretti estivi al terminal crociere... Per ora inizio con l'Imperia poi c'è sempre tempo per migliorarsi.... Cmq alla fine credo di aver scelto il filtro bazooka, mi sembra comodo e di realizzazione non troppo difficile, ieri ho comprato la pentola su ebay da 70 litri in acciaio, aspetto che arrivi e intanto inizio a reperire materiali...
  7. L'odore di birra è normale che resti, la plastica assorbe un po' gli odori, se non hai sentito più odore di birra è perchè sapeva di metabisolfito, occhio che è irritante per le vie respiratorie se per caso sei asmatico non è una goduria fartici i suffumigi...
  8. Io ti consiglio di lavare bene il fermentatore dopo l'imbottigliamento e basta senza passarlo col metabisolfito (non serve dato che la birra da "proteggere non c'è), poi al momento della nuova cotta sciacquerai di nuovo il fermentatore con acqua calda dopodichè sanitificherai col metabisolfito prima di introdurre la birra. Ciao Pietro
  9. Pietro

    Etichette

    Alla fine io ho optato per una stampa a colori su carta normale(ma potrei anche provare con quella fotografica anche se mi farei fuori mezza cartuccia), ritaglio le etichette e poi infine le incoloo con la vecchia cara pritt che però dopo qualche tempo non tiene più molto, potrei provare col vinavyl ma se ben ricordo faceva raggrinzire tutta la carta...
  10. Pietro

    Passaggio all'AG

    [quote]gofro_urukai ha scritto: attenzione alla "macchina della pasta sapientemente modificata in tritagrani"!!! non è sufficiente modificare i rulli, o comprare un mulino per cereali simil-Imperia, perchè purtroppo i rulli vengono regolati nella macinatura da 3 posizioni fisse, quindi non puoi regolare bene bene la macinatura ed in una posizione molti cereali rimangono intatti senza aprirsi, oppure nell'altra vengono macinati troppo... quindi attenzione [/quote] Cioè funziona bene ma non benissimo?o proprio male?
  11. Pietro

    Carbonatazione

    Bravi,resistete ancora un pochino e i vostri sforzi verranno premiati. Ho messo a posto la cantina e ho trovato delle bottigliette piccole tipo succhi di frutta dal vetro abbastanza spesso, pensavo di usarle al prossimo imbottigliamento come campioncini per i futuri assaggi in modo da non dover stappare bottiglie le da 33. Se per esempio adesso che faccio la blanche riempio 5 di queste bottigliette ne avrò una da assaggiare per ogni mese di riposo, non sarò tentato di aprirne altre e potrò seguirne gli sviluppi... Mi direte, bravo hai scoperto l'acqua calda, però dai, ci ho pensato solo adesso...[8D]
  12. Io utilizzo il metodo lavastoviglie,prima dò comunque una sciacquata giusto per togliere il fondo, poi la metto a fare il lavaggio a 60 gradi e sono tranquillo anche perchè lavandole col metabisolfito prima di imbottigliare sono comunque sicuro che l'eventuale sapone residuo se ne va. Se non avete fiducia in questo metodo, perchè pensate che l'acqua non entra dentro la bottiglia, provate a mettere una bottiglia sdraiata nel cestello di sopra, la ritroverete letteralmente PIENA! In più in questo modo si staccanoanche l'etichette ,che posso volere di più?!?!
  13. Pietro

    Passaggio all'AG

    Mmmm, fondo filtrante,dove trovo qualche notizia in più su come costruirloHo fatto una ricerchina nel forum ma non c'è quasi niente... P.S. Non sapevo del diritto staff LOL
  14. Pietro

    Passaggio all'AG

    Ok, andrò un po' in giro a cercare il termometro digitale se non trovo niente che mi soddisfi lo ordinerò su internet. Siamo in due a fare la birra, io e la mia ragazza, quindi niente schiave, sarebbe gelosa:D, mi sa che ci smazzeremo il lavoro a turno... La serpentina già che c'ero volevo farla in controflusso, in fondo non sembra difficile farla!Una domanda, dove potrei rintracciare dei materiali senza andare a svenarmi da castorama o dal ferramenta sotto casa?[xx(] Per quanto riguarda il filtro cosa è più efficiente: bazooka (è la stessa cosa del mashlauter?) o zap-zap?
  15. Pietro

    Passaggio all'AG

    Per il termometro cosa mi consigliate? Digitali o classici? Per quanto riguarda la tintura di iodio è quella che si trova anche in farmacia no? Per quanto riguarda il test pH pensavo di farne a meno, almeno per il momento, cosa dite, si sopravvive?
  16. Pietro

    la Chouffe

    Ne ho stappato una bottiglia proprio l'altro giorno e beh, devo dire che personalmente è una birra che mi soddisfa molto anche se personalmente preferisco le spine rispetto alle bottiglie. Secondo il proprietario del mio pub di fiducia,che di birra se ne intende eccome, la qualità della chouffe è diminuita in questi anni, da GRAN birra che era adesso lui la classifica come una BUONA birra. Credo che la colpa sia imputabile al fatto che uno dei due mastri birrai storici abbia abdicato al suo ruolo e soprattutto al notevole aumento della quantità prodotta...
  17. Pietro

    Acquisti della mamma

    [quote]Ebriamen ha scritto: La Abbaye de bon esperance è quella originale distribuita della zago? [/quote] Recupero la bottiglia sparsa nei meandri della casa e ti so dire!!
  18. Ok ho assaggiato dopo un mesetto un fondino di birra che avevo comunque imbottigliato, schiuma praticamente assente ma questo non mi spaventa,è passato molto poco temp, la frizzantezza invece c'era. All'esame olfattivo si presentava decisamente lievitosa e anche assaggiandola il gusto che prevaleva era quello del lievito dopodichè si potevano apprezzare alcuni aromi e spezie che possono far sperare per una buona birra . Prossimo assaggio previsto a fine febbraio per il compimese numero 2....
  19. Ciao a tutti,ho fatto la brewferm diabolo qualche giorno fa,adesso dopo 6 giorni di "residenza" nella zona di fermentazione la vorrei spostare in cantina,cosa dite basta una settimana per iniziare la carbonazione? Quanto tempo mi conviene lasciarla in cantina,avevo pensato di aprirla il 31 ottobre 2008,rischio forse d rovinarla tenendola così tanto ad affinare?
  20. Pietro

    ELOGIO ALLA GRAND CRU

    Ah ah, bella la composizione con le spighe di grano! Bella la schiuma e il colore, un solo dubbio,è torbida di suo o ha versato anche la parte finale col ievito?Te lo chiedo perchè prossimamente avevo in mente di farla anch'io! Quanto tempo l'hai fatta riposare dopo l'imbottigliamento? Ciao e complimenti per la "creatura"...
  21. Pietro

    Acquisti della mamma

    Ieri ho fatto una doppia spedizione alla metro e all'ipercoop, i risultati sono stati questi: -La Chouffe(bevuta e ribevuta ma anche a casa per una serata tranquilla può avere fascino) -Lutece, mai provata -Blanche de Namur, assaggiata una volta tanti anni fa e mi ha lasciato davero un bel ricordo -Abbaye de bon esperance, presa a caso! -Chimay tappo blu e tappo rosso (ormai un classico anche se la tappo rosso l'ultima volta non mi ha soddisfatto) -Orval(da abbinare col pesto dietro i consigli della chef del mio pub di fiducia) -Pietra(in ricordo dell'estate) E poi ovviamente ci sono le mie autoprodotte che stanno maturando!
  22. Pietro

    Carbonatazione

    Beh,bollicine non ne vedrai mai nella bottiglia,solo quando versarai la birra nel bicchiere. Cmq lascia passare un po' di tempo prima di assaggiarla,almeno 2 settimane, recentemente ho bevuto la mia prima birra dopo che erano passati 3 mesi dall'imbottigliamento ed era davvero migliorata. Il consiglio che ti posso dare è di fare un po' di assaggi a cadenza regolare così sentirai le differenze che si accompagnano all'affinamento.
  23. Ti posso dire che io l'ho trovato da castorama,un consiglio portati dietro le misure del rubinetto o il rubinetto stesso in modo da prenderlo della misura giusta, io ho rischiato di dover tornare indietro a cambiarlo. ciao
  24. L'importante credo è non diventare maniaci della sanitizzazione,parlare di cotone sterile è un po' eccessivo,in fondo i nostri tappi sono semplicemente passati in una soluzione che inibisce la proliferazione microbica. Credo che se lo strofinaccio è pulito possa andar bene, io semplicemente li asciugo sulla parte esterna,su quella interna c'è la plastica che protegge il metallo e comunque credo che i tappi siano adatti a stare a contatto con i liquidi altrimenti berremmo sempre birra alla ruggine! Il problema può nascere se si intacca la parte esterna che protegge il metallo dall'ossidazione.
  25. io i tappi li ammollo nella soluzione sanitizzante(metabisolfito) per chi minuti poi li scuoto in modo da disperdere il liquidi in eccesso e poi tappo,se li asciugo lo faccio solo sopra altrimenti è stato inutile sanitizzarli, o no?
×