Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

livingstone

Utenti Registrati
  • Content count

    482
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About livingstone

  • Rank
    Senior Member
  • Birthday 14/05/1964

Contact Methods

  • Interessi
    homebrewing, leggere (non fiction), cucinare, mangiare, bere, viaggiare.
  1. Quoto 1976, che è significativo. Sono anche andato a rileggere tutto il thread e la mia convinzione è ancora di aver provato ad intervenire alla discussione con argomenti ai quali sono state contrapposte solo offese o inviti a "star calmo". Ora, visto che sono calmissimo e visto che tutti siete d'accordo che la mia presenza sia destabilizzante, visto anche l'affetto che mi lega a questo vecchi forum, devo dedurre di non essere più in sintonia con voi. Visto che vorrei rimanere in amichevoli rapporti con questa interessante community credo che sia opportuno, per me, piantarla qui con questo thread. E per adesso con questo forum. D'altronde ultimamente ero comunque latitante e non mi aspetto che qualcuno si strappi i capelli. Un abbraccio, Franco.
  2. Ti rendi conto che stai insultando gratuitamente un movimento che sta facendo grandi cose per gli appassionati di birra, all'interno del quale ci sono personaggi che hanno reso possibile che tu oggi sia a parlare e pensare di birra di qualità? [:0][:0][:0][:0][:0] Ma dov'è l'insulto......[:0] Ma dove a screditato qualcuno Maltis.....[:0] Livingstone tu stesso hai detto tempo fà che più volte su mobi avevano passato un pò il limite del buongusto in alcune discussioni,devo dire che a mio avviso ora hanno sistemato molte cose,e gli faccio i miei più sinceri complimenti per questo. Io trovo più un'insulto altri atteggiamenti visti in questa discussione. Maltis esprime le sue opinioni a livello personale.(cit) Se non ti piace non può farci nulla.(cit) Se vuoi esprimere opinioni diverse fallo.(cit) Io mi rendo conto che tu sei arrabbiato per una situazioni che non reputi equa,e ne hai tutto il diritto,ma tuttavia non trovo corretto ne elegante(si lo so non lo sei...) prendersela così con chiunque non condivida le tue opinioni. Non vorrei dirlo.[V][V][V] Ma in alcuni casi questa sezione assume toni da "Logica Conchiana". :(
  3. Ti rendi conto che stai insultando gratuitamente un movimento che sta facendo grandi cose per gli appassionati di birra, all'interno del quale ci sono personaggi che hanno reso possibile che tu oggi sia a parlare e pensare di birra di qualità?
  4. Visto che tutto lascia supporre che i minuti di questo thread siano contati, prima che sia bloccato, voglio solo aggiungere un paio di cose. Quando si parla di certi argomenti tendo ad esporre le mie convinzioni in maniera un po' dura. Vi assicuro però che per arrivare a certe convinzioni mi sono informato ed ho incontrato un paio di volte, una delle quali ad ancona, copagri marche e cobi. Le mie convinzioni possono anche cambiare in futuro, ma ad oggi non vedo tra i partecipanti alle varie discussioni argomenti basati su fatti oggettivi. Al di la' di questo rispetto ogni opinione diversa. Quello che non accetto è l'attacco personale come quello subito in questo thread prima che la discussione degenerasse. Niente è tabù e l'agricoltura non è una religione. Se a qualcuno non piace e trova i miei termini giustificativi del modo di esprimersi che è seguito, bene, non si lamenti poi se l'ho seguito su quella strada. In ogni caso NON E' L'AGRICOLTURA l'oggetto dei miei attacchi. Sono contrario ad un certo modo di interpretarla che a mio avviso la limita e la danneggia.. L'agricoltura è essenziale e spero che possa essere valorizzata ancor di più. Nè per tutto questo la mia considerazione di Copagri e COBI sono negative. Anzi, ammiro il lavoro fatto nell'interesse dei propri iscritti e la grande serietà e professionalità, per quello che ho potuto constatare, dei suoi dirigenti e dei loro iscritti. Vorrei sinceramente che i birrifici artigiani avessero lo stesso livello di rappresentanza. Il tutto espresso a livello personale. Non rappresento nessuno. Non conto niente. Saluti, Franco.
  5. L'ironia è che di fatto sta confermando quello che gli ho scritto...
  6. Il birraio e qualunque altro imprenditore non devono temere la concorrenza. Devono anzi considerare la concorrenza come linfa vitale del tessuto economico. Questo non è più vero quando la concorrenza abbandona l'equità delle leggi di mercato. L'assistenzialismo non è equo. Non produce risultati positivi neanche per gli assistiti che si riducono sempre di più a servi in attesa delle briciole di un odiato padrone In quanto tale è da combattere Se poi l'agricoltura va vista attraverso le lenti della propaganda deamicissiana credo che si vada poco lontano. Le scienze agricole sono una cosa bellissima e se alla demagogia si sostituisse un po' di creatività e sana competizione, potrebbe tornare ad essere qualcosa di diverso dalla palla al piede sociale che non riesce ad arrivare a fine mese, strangolata tra consorzi ed industria. Ma forse a qualcuno non fa comodo....
  7. Bene. Se qualcuno mi accusa di aver acceso una discussione sterile PRETENDO che mi si spieghi dove. Ho argomentato tutto finchè non siete partiti ad accusarmi di mancanza di educazione. Ho spiegato cosa intendevo e insistete. Evidentemente avete un motivo per far abortire questa discussione. @ Mase Fai meno la maestrina che ci fai una più bella figura (oops, questo lo direbbe una maestrina...)
  8. Esempi di affermazioni alle quali non si può non rispondere se non accendendo un flame (alcune) e affermazioni che non ritengo frutto di adeguata ricerca (altre). Nonchè esempi di finezza (alcune) o faziose prese di posizione (altre). La lista è stata fatta a titolo esemplificativo a seguito di precisa accusa di mancanza di tatto. Non escludo di avervi inserito parti di discussione che non rientrano in nessuna delle categorie elencate. Non è importante. Era solo un esempio. Ed esattamente quello che volevo evitare. Sapete bene come la penso a riguardo dei birrifici agricoli. Ma che problema c'è? Personalmente faccio parte della categoria dei birrai senza birrificio, infamata da molti. Faccio parte della categoria dei piccoli imprenditori, infamata da molti. Faccio parte della categoria dei commercianti di birra artigianale italiana ovvero affamatori del popolo, infamata da molti. Sono antipatico e mi infamano. Vi dico questo per esortarvi a crescere ed assorbire le critiche senza agitarvi troppo (mi riferisco a quei pochi che lo fanno). Usate il tono che volete e tornate a parlare dei contenuti, non della forma. Non mi interessa parlare della forma e non risponderò più sudomande o critiche riguardanti cose marginali.
  9. Esprimo le mie opinioni a livello personale. Di associazioni di categoria per birrai professionisti non ne esistono. Mi sono (molto ) informato prima di parlare di birrifici agricoli. Non capisco queste reazioni per aver parlato di asfalto. Se qualcuno scrive che spera che la birra sia trasformata in piscio lo considero un semplice esrcizio di libertà di parola o pensiero. Non ho la pretesa di essere elegante. L'unica cosa che faccio è rendere noto il mio pensiero. Se non vi piace non posso farci nulla. Se volete esprimere una opinione diversa fatelo. Non ho risposto direttamente a chi mi ha insultato ed ho detto che non meritavano la mia attenzione "la maggioranza" dei pro agricoli. Non ho parlato di totalità. Spero di aver chiarito abbastanza.
  10. Bene, ditemi voi come devo rispondere a queste argomentazioni: "basta con le cazzate, se è vero quello che dici, aprine uno tu. se no stai solo dicendo cazzate." "cioè ma la discussione simil "facciamo a chi ce l'ha più lungo" a cosa serve? e non mi riferisco a nessuno in particolare sia chiaro........però mi sembra che a volte stiamo parlando tra bambini di 5 anni. (io sono quotato per questo commento)." "io di birrifici agricoli come diceva korak non ne conosco, in compenso conosco molti contadini e vi giuro che non vanno in giro con la ferrari e neanche con l'audi..." "Quando sento denigrare il mondo agricolo italiano mi sale una rabbia... si vede che non avete mai preso in mano una zappa. Ma cosa mangiate dentro le vostre case le crocchette di amadori, i minestroni bonduel e la carne di importazione." " io lavoro con glia agricoltori tutto l'anno........se leggessero certe cose...a zappate vi vengono a prendere" "la terra è bassa." " non so io non ho un birrificio agricolo, ma forse qualcuno piange perchè ha un birrificio normale . diciamo che mi sono rotto le scatole di leggere polemiche pretestuose e demagogiche ma si vede che c'e' gente che anziché discutere in maniera ragionevole e ponderata vuole solo provocare come fai tu ad esempio. " "dillo a mystico che crede ai complotti dei rettiliani !!!" " ....QUOTO QUOTO QUOTO... Aggiungo tra le altre cose un dettaglio a cui uno non pensa mai quando si parla di queste cose,la cura del territorio. A meno che asfaltiamo tutto....così almeno livingston è contento..." "no. deve essere cosi e solo cosi perchè la birra possa essere considerata un prodotto agricolo: 1-l'agricoltore produce l'orzo lo raccoglie e lo conferisce al maltificio della cooperativa della quale è socio. 2-il maltificio malta l'orzo e poi lo rende all'agricoltore socio 3-l'agricoltore socio nel birrificio cooperativo trasforma il malto in birra. tutto quello che viene fatto al di fuori da questa catena rende la birra un prodotto connesso all'attività agricola e non un prodottto agricolo. Su cronache di birra il Sig.Giovanni Bernardini(cop.agri marche) spiega con precisione il processo." Il Sig. Bernardini ha una lettura selettiva perfino degli argomenti postati da lui stesso. Ma chi legge forse cerca solo conferme a proprie romantiche convinzioni... Ripetete quale accusa mi avete mosso per cortesia, che non ho capito bene?
  11. Mi limiterò a rispondere a questo post, visto che per la maggioranza degli altri pro-agricoli si aprirebbe un flame e sinceramente non vedo nessun interlocutore che valga quel tipo di sforzo. Il birraio e qualunque altro imprenditore non devono temere la concorrenza. Devono anzi considerare la concorrenza come linfa vitale del tessuto economico. CHIARO? Questo non è più vero quando la concorrenza abbandona l'equità delle leggi di mercato. L'assistenzialismo non è equo. Non produce risultati positivi neanche per gli assistiti che si riducono sempre di più a servi in attesa delle briciole di un odiato padrone In quanto tale è da combattere Se poi l'agricoltura va vista attraverso le lenti della propaganda deamicissiana credo che si vada poco lontano. Le scienze agricole sono una cosa bellissima e se alla demagogia si sostituisse un po' di creatività e sana competizione, potrebbe tornare ad essere qualcosa di diverso dalla palla al piede sociale che non riesce ad arrivare a fine mese, strangolata tra consorzi ed industria. Ma forse a qualcuno non fa comodo....
  12. Le sovvenzioni di stato, o assistenzialismo, sono da sempre la ricetta per distruggere mercato e economia correlata. Sia che si parli di agricoltura, di industria o di quello che volete. Il risparmio non è da poco. Inutile parlare di start up e altre menate del genere perchè l'agricoltore ha già passato quella fase, spesso utilizzando male i nostri soldi. Si parla di birrifici agricoli. Sia da un punto di vista normativo che fiscale che assistenziale il birrificio agricolo si trroverà enormemente avvantaggiato. Solo per citare l'irpef che non paga fate presto i vostri conti. La pressione fiscale mediamente rasenta il sessanta percento del reddito. Ma non per gli agricoltori. Per loro rasenta lo ZERO. Oltre a tutti gli altri benefici. Se poi considerate che siamo in italia il capire che i soldi a pioggia andranno a gonfiare la pancia dei furbi ci vuole poco.
  13. Io insisto a preferire il nucleare a tutto quello che esiste oggi. Sono parte del 2% dei saggi?
  14. Sono contrario. Concorrenza sleale (legalizzata). Amo l'asfalto sempre di più.