Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Andre76

Utenti Registrati
  • Content Count

    5
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About Andre76

  • Rank
    Junior Member
  1. Grazie davvero a tutti per i preziosi consigli e anche per l'incoraggiamento... Risultato è che mi avete fatto tornare la voglia di riprovarci e oggi mi sono lanciato sulla mia prima e+g. Trattasi di un kit e+g di una Australian Pale Ale. Devo dire che già sin dagli inizi gli odori, colori e sapori sono tutta un'altra storia rispetto all'esperienza con i malti preparati. Unico neo.... La OG doveva essere 1054 ed invece mi è venuta 1043.... non me la spiego, probabile ci sia qualche motivo o errore di cui non sono consapevole.... La quantità di acqua nelle varie fasi è stata rispettata in accordo con le istruzioni... Comunque.... grazie ancora a tutti e prima cosa che farò sicuramente è allungare i tempi di fermentazione e maturazione. Per quanto riguarda la temperatura dell'ambiente non saprei come fare diversamente, la taverna è l'ambiente più fresco che ho.
  2. Ciao conco grazie per la tua risposta. Per fretta intendi tempi di fermentazione e di assaggio? Per assaggiare una birra da kit quanto è consigliato aspettare? Prendiamo ad esempio la Irish Red ale (anche se mi sto chiedendo se il suo sapore liquoroso sia sintomo di una birra non più recuperabile) Per quanto riguarda la sanificazione lavo fermentatore e strumenti annessi prima con acqua e amuchina e poi con acqua calda e sapone per i piatti per poi santificare con il metabisolfito comprato insieme al kit
  3. Beh si, il tuo messaggio mi da comunque speranza in una certa maniera, nel senso che per un consumo casalingo qualcosa di godibile quindi lo si può produrre con gli strumenti da hobbista. Ci riproverò, poi se capirò che non sono tagliato lascerò il campo e continuerò ad essere un fruitore Grazie!
  4. Intanto grazie a tutti per le risposte. Si ho usato un mix di estratti di malto secco e zucchero in tutte(a dir la verità nella Ginger Beer solo zucchero) , ho cercato in effetti di documentarmi un po' prima di comprare il materiale e così non sono andato di solo zucchero.... L'ultima che proverò a fare è una Australian Pale Ale con un kit e+g, sperando che questa tecnica possa garantire risultati migliori dei malati preparati. Non so quanto io sia evoluto(a dir di mia moglie non tanto!) ma sicuramente sono un gran consumatore di birra artigianale (Guinness a parte! È l'unica birra industriale che bevo a palate). Sono un turista da birra da sempre, io e mia moglie andiamo dove ci porta la birra :-) Belgio, Irlanda, Inghilterra, Germania, Australia (birre artigianali top!) , Seattle (che birre a Seattle!!).... mi posso definire un grande appassionato, e dopo questo primo tentativo, sicuramente condito da miei errori, mi rimane il dubbio che i malti preparati siano un po' uno specchietto per allodole.... Proverò con e+g e che dio me la mandi buona, e grazie ancora per le risposte
  5. Ciao a tutti Innanzitutto mi scuso per la noia che questo mio post potrebbe infondere... ma direi che è nato il bisogno di confrontarmi con chi ne sa più di me. Sono un neofita dell'homebrewing, da sempre appassionato di birra, il periodo di lock down ha fatto sì che mi dotassi di un kit e di relativi malti preparati per provare a cimentarmi con la birra fatta in casa. Arrivo al sodo... Ho provato a preparare tre tipi di birra con tre malti preparati ed i risultati sono stati a dir poco deprimenti: Mangrove Jack's Belgian Abbey: fermentazione fermatasi al quarto giorno, atteso ancora 4 giorni prima di imbottigliare, la densità finale non si è schiodata da 1020. Imbottigliato per non buttare via tutto con relativo zucchero in bottiglia, il primo assaggio dopo due settimane in bottiglia.... sapore di sidro e mela, una schifezza.. Mangrove Jack's Irish Red Ale con dry hopping con infusione tramite calzetta...fermentata per 9 giorni con gorgogliatore che non si è mai fermato, sembrava la volta buona.... Densità finale 1011 contro 1015 richiesta su confezione. Risultato... sembra di bere del Porto!! Liquoroso, non sembra neanche birra. Inoltre il colore è marrone, ho usato lo zucchero di canna....non ho ancora capito quanto potere colorante abbia lo zucchero di canna... Per la preparazione di questa birra mi sono dotato di tutta la pazienza possibile, mai aperto il fermentatore, mai assaggiata durante la fermentazione... Mangrove Jack's Ginger Beer (su richiesta di mia moglie), sembrava tutto ok, fermentata per 7 giorni, l'assaggio dalla bottiglia a distanza di una settimana....poligrina, imbevibile. Ho ancora un kit da provare, una Australian Pale Ale, ma mi rendo conto di avere ormai quasi desistito. Ma è possibile avere una birra bevibile utilizzando i malti preparati??? Specifico che per tutti e tre i tipi di birra la fermentazione è avvenuta in un ambiente buio, un'area della taverna di casa, a 19 gradi ambientali praticamente costanti e 18/20 gradi segnalati dal termometro del fermentatore. Grazie a tutti e mi scuso ancora per questo post da novellino disperato.
×
×
  • Create New...