Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

andrea75

Utenti Registrati
  • Content Count

    314
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

Everything posted by andrea75

  1. non mi convince solo la perdita d'cqua per bollitura, perché ho l'impressione che quella non dimezzerà.
  2. Se tieni il comperchio chiuso, durante tutto lo sparge la temperatura può scendere di un grado. Già non si sa nemmeno se serve davvero avere la temperatura a 78 gradi (e io ho dei dubbi), se arriva a 77 non se ne accorge nessuno, tanto meno il mosto.
  3. Ma non hai una pentola in casa? io uso una che ho già, il termometro già ce l'ho, sennò a comprarne uno costa pochi euro. Una volta in temperatura la copri con un coperchio, poi versi usando una brocca. e sei a posto. E non hai speso niente.
  4. Devi solo scaldare dell'acqua, va bene qualsiasi pentola da 25 litri. Penso che se cerchi ne trovi anche a 50 euro.
  5. Se sopra hai il cielo, la vedo dura: una sacca piena potrebbe pesare dieci, quindici chili. aggiungici l'attrito della corda o catena che usi per tirare su, il peso che usi per tirarla su e ti serve una struttura che deve essere in grado di reggere 50 kg in sicurezza. Deve per forza essere in metallo. O sei pratico di saldature e usi materiali di recupero, altrimenti ti verrà a costare molto caro.
  6. Tu hai ragione, ma all'atto pratico non cambia niente, perché se ho il fermentatore a 24 gradi e l'ambiente a 20, io non ho modo di raffreddare l'ambiente, perciò la sonda resterà spenta, fino a che ambiente e fermentatore non avranno la medesima temperatura.
  7. Io ho tassellato al soffitto una carrucola come questa: https://www.amazon.it/gp/product/B01CJ712QM/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o07_s00?ie=UTF8&psc=1 e uso una corda come questa: https://www.amazon.it/gp/product/B00NII55N8/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o07_s00?ie=UTF8&psc=1 per sollevarla. Sul lato del muro ho messo un tassello con un occhiello. Quando è ora di sollevare la sacca, tiro su e lego la corda all'occhiello. Così la sacca rimane sospesa. Facile, pratico, economico.
  8. Ma se il lievito scalda il mosto, questo scalderà l'ambiente. Se potessi anche raffreddare, allora si potrebbe ragionare su, ma potendo solo scaldare...
  9. Sulle differenze non saprei. io ho quello con sonda metallica ed è più lunga, ma a parte questo, non credo ci siano differenze. Io la sonda la lascio penzolare al di sopra. Imposto la temperatura ben prima di mettere dentro il fermentatore, in modo che l'inkbird imposti la temperatura interna del box. Poi metto il fermentatore e da lì si aggiusta da solo. Ho sempre pensato che l'ideale fosse stabilire la temperatura dell'ambiente circostante piuttosto che del mosto. Quest'ultimo si adeguerà un po' alla volta.
  10. I phmetri economici sono molto imprecisi. Quelli che costano un po' di più sono un po' meno imprecisi, quelli costosi sono precisi, ma solo per un po', poi vanno ricalibrati, sennò sono imprecisi. Io ho deciso di usare le cartine apposite per ph tra 5 e 7: con il sistema dei colori si è più precisi che con un phmetro economico. E costano pochissimo. p.s.: il mio non è un parere autorevole, in quanto tutti diranno che sbaglio.
  11. Esatto andando in boil fai fuori tutto. Quando fai sparge invece le trebbie sono a una temperatura più bassa, dove gli enzimi sono ancora attivi e potrebbero continuare a innescare reazioni chimiche indesiderate. Con il mashout blocchi gli enzimi, così puoi fare lo sparge con tranquillità. Senza sparge fai bollire subito e tanti saluti.
  12. Anche a me sembrava una roba del genere, ma siccome non sono sicuro di come si fa, non volevo fuorviare usando termini inappropriati.
  13. Io non ho mai fatto tre tini, quindi perdonatemi se dico una cavolata: se uno volesse evitare lo sparge, ma non lasciare lì tutti quegli zuccheri, non potrebbe fare una via di mezzo tipo sciacquare le trebbie una volta travasato il mosto buttando dentro la pentola altra acqua tutta insieme?
  14. Si può fare sicuramente, perdendo in efficienza, ma se sei disposta a perdere qualche euro per guadagnare in tempo, non è un grosso problema. Lo sparge si fa perché i mastri birrai lo fanno e loro lo fanno perché ci fanno un business e quindi le perdite devono essere minimizzate. Per noi questo passaggio non è automatico, perciò possiamo anche decidere di sprecare qualcosa. Ma piuttosto che non farlo per niente, magari lo si potrebbe ridurre, facendo una via di mezzo: uno sparge veloce prende poco tempo e perdi poca efficienza.
  15. La grain bag deve avere un diametro adeguato alla pentola. io ne ho una della Klarstein ed è resistente.
  16. uhm... mezzo chilo di zucchero in un litro d'acqua secondo me ti ha ALZATO l'OG. Perché è una densità molto alta, superiore a quella raggiungibile nella preparazione del mosto.
  17. in effetti il volume conta. Fino a 30 l bastano i 3Kw standard. oltre, si dovrebbe ampliare la potenza erogata e non conviene, inizia a costare troppo. Ma porca miseria, quanta birra fate? Io faccio batch da meno di venti litri una volta al mese solo d'inverno e non riesco a berla tutta, mi ci devo mettere d'impegno e regalarla ad amici e parenti.
  18. Può darsi che abbia perso qualcosa, ma sicuramente è usabile.
  19. Se non è macinato dovrebbe ancora essere buono. Se invece è macinato butta via tutto, che avrà fatto le farfalle.
  20. ho provato l'S-33 e non mi è dispiaciuto, ma ad altri invece ha fatto schifo. Boh. Il WB-06 anche e per me era ok. Ma forse sono io di bocca troppo buona. Quello che ha di buono l'M20 è la schiuma finissima che mi è uscita: una panna.
  21. Scusa, ma guardando la ricetta che hai postato non mi pare un E+G, bensì un kit luppolato già tutto pronto. Il luppolo aggiuntivo è solo per il dry hop. Come ti è già stato detto, non serve che usi il software per inserire i dati, perché di fatto non hai nessuna ricetta: il kit è già pronto da fermentare.
  22. Non ti so aiutare sull'automazione mash, ma mi fa specie l'affermazione "l'economicità rispetto all'elettrico". Per un paio d'ore di utilizzo, tra gas ed elettrico ballerà qualche decina di centesimi di euro. Per me elettrico tutta la vita: posso birrificare anche in cantina, controllo delle temperature mooolto più preciso, meno rischi.
  23. Va bè, nemmeno io faccio cose comodissime, ma fa parte del fare la birra. Ho preferito risparmiare e arrangiarla. Usare le mani per me è parte del processo, non mi dà fastidio, anzi. Però se vuoi prendere una pentola tipo Beerfest aspetta che cala di prezzo.
  24. Sì, ho capito. Il beerfest ha un fondo filtrante in dotazione, ma che non ho mai usato per filtraggio, l'ho sempre solo usato per non far bruciare la sacca, perciò lo tolgo prima del boil. Si potrebbe provare a lasciarlo fino a fine cotta e vedere quanto filtra, ma potrebbe anche fare da tappo. Senza quello invece faresti passare nel rubinetto tutte le trebbie e secondo me si intasa. Altra soluzione: prendere la pentola e rovesciare tutto dall'alto, ma lo sconsiglio: venti o più chili di mosto bollente non sono uno scherzo da maneggiare.
  25. Non ti credere che un display digitale significhi automaticamente più precisione: è solo un modo più carino di visualizzare una misura, Il problema non è la precisione del termostato, ma l'uniformità delle temperature. Se la tua intenzione è di inserire un mescolatore elettrico nella pentola, allora avrai la garanzia che la temperatura sarà abbastanza uniforme. Poi prendi un paio di misurazioni con un termometro e verifichi se corrispondono. Nel caso non fossero identiche, ti basta segnarti lo scarto e sei a posto. Ma se metti un motorino a mescolare, immagino che non farai fly sparge con la sacca, perché dentro la pentola non puoi avere un mescolatore e anche una sacca filtrante. Lo so che con il BIAB tanti non concepiscono lo sparge, ma se hai tutto dentro la pentola con una pala che mescola, dovrai pur separare le trebbie dal mosto. Come avevi intenzione di fare il filtraggio?
×
×
  • Create New...