Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Dario93

Utenti Registrati
  • Content Count

    9
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About Dario93

  • Rank
    Junior Member

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Buongiorno a tutti, come avrete capito ho un piccolo problema Qualche settimana fa ho avviato la produzione di un idromele alle amarene (in realtà ho usato un succo di amarena al posto dell'acqua), fermentazione partita a bomba, talmente forte che per evitare di inondarmi la casa di schiuma, un po' preso dal panico perchè non mi era mai capitato, ho effettuato un travaso d'emergenza in un contenitore più grande. Tempo pochi giorni si è fermato tutto...zero...anche alle misurazioni al densimetro non risultano variazioni...non ne capisco il motivo. Ho provato a dargli una riossigenata ma nulla, qualche giorno fa ho provato ad aggiungere un piccolo starter ma anche questo non sembra essere servito Avete qualche idea su come risolvere? Vi allego qualche dato in più OG= 1117 (calcolata in modo teorico, purtroppo ha sforato la scala del densimetro) Attuale SG= 1078 Il lievito ha una tolleranza alcolica di 18% ( L'attuale contenuto alcolico dovrebbe essere ben al di sotto dai calcoli, circa 5-6°) pH=4 (l'ho misurato oggi con le cartine tornasole, è un valore indicativo ma anche questo dovrebbe essere a posto) Non so veramente da che parte girarmi, confido nella vostra esperienza e grazie in anticipo per qualsiasi consiglio
  2. @Triskyus ammetto di non aver preso in considerazione la possibilità di filtrarlo...so che esistono anche agenti chiarificanti che dovrebbero facilitare il deposito dei residui ma quelli non li ho presi in considerazione per evitare l'aggiunta di additivi
  3. @T.Rex No niente pastorizzazione, fai conto che quando ho messo la frutta in infusione l'idromele aveva già una gradazione di 10°, ho pensato che il rischio di "infezione" del mosto fosse piuttosto basso e così ho preferito evitare la pastorizzazione per mantenere più aromi. Lo imbottiglierò a febbraio e lo lascerò almeno 3 mesi in bottiglia prima di assaggiarlo, sarà quindi pronto per giugno...per adesso posso dirti che ha un buon profumo e bel colore rosso quasi rubino Se sei interessato posso scriverti la ricetta e la procedura che ho usato, non è assolutamente segreta anzi ho preso spunto da un libro che riportava una ricetta simile
  4. Nono non durante la fermentazione ovviamente dopo In sostanza ho fatto fermentare il mosto per le classiche 2 settimane circa,cioè fino a quando non si è esaurita la fermentazione "potente", successivamente, dopo un primo travaso, ho messo in infusione nell'idromele diversi frutti di bosco per altre 2 settimane quindi le ho rimosse. Ora, prima di imbottigliarlo aspetterò circa 6 mesi. Il problema era dovuto al fatto che dopo l'infusione l'idromele produceva molto fondo constringendomi a frequenti travasi, in ognuno dei quali perdevo una quantità non trascurabile di idromele a causa del travasatore che utilizzavo (aveva un "tubo" troppo grosso e aspirava troppo velocemente, di conseguenza mi tirava su il fondo quando mi avvicinavo per recuperare più liquido possibile). Comunque ho risolto utilizzando un tubo molto più piccolo, impiego molto più tempo a travasare ma riesco a recuperare quasi tutto l'idromele senza tirar su il fondo, lasciando veramente una quantità minima di liquido.
  5. Ciao a tutti, Ho recentemente avviato una dama da 5L di idromele ai frutti di bosco. Ora a causa dell'enorme quantità di fondo che produce sono costretto a frequenti travasi. Il problema è che ad ogni travaso sono costretto a perdere una parte cospicua del prodotto a causa del metodo di travaso (uso un tubo da cui aspiro con la bocca e da cui lascio poi fluire il nettare) volevo quindi chiedervi se aveste da consigliarmi dei metodi più efficienti per travasare? Come avrete capito sono ancora alle prime armi P.s. Ho gia provato con un travasatore ma mi sono trovato estremamente scomodo
  6. Ho un usato un miele che produce per passione un amica in Val D Aosta, non avendo marca ed essendo neutro come sapore ti direi che è un millefiori giovane ancora liquido
  7. Beh con l inglese per fortuna non me la cavo così male. Comunque grazie mille!
  8. L ho assaggiato e devo dire che non ci ho capito molto ahhaha devo dire che era dolce di primo acchito con forse un retrogusto leggermente acido e amarognolo...forse deve semplicemente maturare e stabilizzarsi... Comunque avresti/avreste qualche libro da consigliarmi sull'argomento o sulla fermentazione/produzione in generale ? Ve ne sarei molto grato
  9. Ciao a tutti, sono nuovo del forum ed in generale della produzione di idromele. Oggi ho finalmente fatto il primo travaso (dopo circa 40 gg) e ho notato che l idromele aveva un odore molto acido e pungente...al che mi sono posto una domanda forse stupida..ma è normale che abbia quest'odore? Non vorrei che la mia prima creatura sia gia andata in aceto :'(
×
×
  • Create New...