Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

skipper

Utenti Registrati
  • Content count

    13
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Neutra

About skipper

  • Rank
    Junior Member
  1. Qualcuno ha notizie sulle pompe Topsflow ? Mi sembrano un buon compromesso fra qualità e costi. L'unica cosa è che ultimamente sembrano indisponibili in ogni sito, anche internazionale ...sono introvabili... almeno quelle di basso libello. L'unica che si trova ancora è la TD5 ma francamente per trasferire solo dell'acqua calda per lo sparging e per trasferire il mosto dal bollitore al fermentatore volevo spendere un po' meno.
  2. skipper

    Klarstein

    anche io avevo notato che la descrizione del sito citava ancora caratteristiche del vecchio controller, motivo per cui alla fine, pur spendendo un attimo di più, mi ero orientato sul Brewmonster. In verità potrebbero essere semplicemente dei retaggi nella descrizione.
  3. skipper

    Klarstein

    Ciao, quello era stato il mio pensiero iniziale utilizzando come riscaldatore l'ulteriore caldaia della klaristein da 149 euro ("Füllhorn Caldaia Ammostamento" da 30Lt.) che ha semplicemente una resistenza da 2,5Kw e il termostato temperatura con display digitale (per altro con pareti coibentate). Aldilà della resistenza che se lo avessi dovuto costruire avrei leggermente sovradimensionato (a casa ho un contratto da 6Kw) per il resto pensandoci con quella cifra fra pentola, termostato, resistenza, coibentazione ecc..alla fine si spendi di più e anche esteticamente certo non viene un lavoro migliore. In realtà poi, sia perché la caldaia non era disponibile (arriverà i primi di dicembre) sia perchè in effetti provando il Brewmonster da 50Lt (è sempre della serie del Klaristein) mi sono accorto che tutto sommato anche con la resistenza in diretta non mi sembra lavori male. Chiaro che forse non è come un sistema a 3 tini con Herms ben realizzato (anche dal punto di vista qualitativo)...però devo dire che è molto pratico e il risultato (almeno dalla prima cotta realizzata) non mi sembra male. Comunque a dicembre acquisterò la Fullhorn per scaldare comunque l'acqua dello sparging (non voglio più usare gas) e quando avrò un attimo farò anche un po' di test sul tema Herms aggiungendo una serpentina/scambiatore nell'acqua dello spargine per vedere che succede.
  4. Per lo zucchero aggiunto mi hai convinto...tento con quello che è gia dentro. Per i lieviti invece io pensavo di aggiungerne dentro la bottiglia direttamente (mi hanno consigliato tipo un T58) nella speranza che si mangi gli zuccheri residui e carbonizzi... nella speranza ...
  5. e se poi i lieviti sono "morti" e non mi fermentano neanche lo zucchero aggiunto ?
  6. se qualcuno riesce a darmi qualche suggerimento ve ne sono grato perchè non so proprio cosa fare Ho provato a leggere un po', ma da quello che ho capito è un prenderci...dipende tutto dal fatto che siamo o meno rimasti zuccheri in effetti ancora fermentativi nel mosto o al contrario il tutto si sia fermato perchè gli zuccheri fermentabili sono finiti.
  7. verificata la densità ieri e in sostanza a distanza di 1 settimana da 1028 siamo scesi a circa 1022... credo che ormai sia tutto praticamente fermo. Dal punto di vista organolettico mi sembra sempre senza particolari difetti, per quello che posso sentire io, se non un minimo zuccherino di fondo che si sente rispetto a quello che dovrebbe essere Nel frattempo ieri sera ho tolto il fermentatore dal frigorifero e l'ho messo a 20 gradi e li lo lascerò per 2 giorni... ma questo punto devo decidere cosa fare fra queste 4 opzioni : 1) procedo nel processo standard - così com è - con lagerizzazione e imbottigliamento con apporto di zucchero in quantità standard per la carbonizzazione (e come va va) 2) finita la lagerizzazione provo ad imbottigliare aggiungendo lieviti subito prima e nel contempo riducendo l'apporto di zucchero sperando che nella carbonizzazione i lieviti aggiunti completino correttamente la carbonizzazione e nel contempo riducano parte degli zuccheri rimasti - nel caso di quanto riduco gli zuccheri e come aggiungo lieviti subito prima di mettere in bottiglia (processo mai fatto) ? 3) aggiungo lieviti ora e provo a riprendere la fermentazione 4) butto il tutto perchè tanto sarà uno schifo
  8. Cosi avevo letto in passato e avevo sempre fatto. Normalmente quando la fai tu ?
  9. Si, le altre volte l'ho sempre fatta una volta completata la fermentazione prima di lagerizzare. A questo punto però non se se mi conviene anticipare per ridare un po' di spinta alla fermentazione.
  10. La considerazione che avevo fatto è che White Labs per 40 LT da due fiale a 1048. Pensavo che fra 1048 e 1054 con due fiale ci arrivasse senza problemi. Comprendo comunque il ragionamento che fate voi, e dal punto di vista dei conti (e anche delle istruzioni) è assolutamente corretto. Quello che però avevo notato è che la fermentazione era partita alla grande, poi si è stoppata nel travaso. Probabilmente se non avessi travasato non sarebbe successo nulla (mi viene da dire). Quali sono a questo punto i problemi dell underpitching ? e quanto aspettereste ? Avevo già in programma i due giorni di stop per il diacetile a 20 gradi (attivato ovviamente a 1010)...che faccio, procedo subito nei prossimi giorni ad alzare la temperatura o aspetto ancora un po ' ? Dopo di che per esempio se arrivo a 1020 e non scende più cosa faccio, imbottiglio ugualmente ? (dopo la lagerizzazione) grazie
  11. Grazie per il supporto. Per quello che riguarda il lievito per pigrizia questa volta non sono stato a fare lo starter ma ho preso 2 fiale di White Labs per circa 40 Lt. Le fiale le ho tirate fuori dal frigorifero la mattina e inoculato nel tardo pomeriggio/sera (tutto sempre ben disinfettato, comprese le forbici e le mani prima di maneggiarle). Per il travaso lo facevo per i soliti motivi : autolisi dei lieviti e chiarificazione. In realtà in questi giorni ho letto anche di altri che in effetti non fanno travasi e non hanno problemi a riguardo (avevo letto anche l'articolo che mi hai postato)... sembra che il problema dell'autolisi sia più per le grandi produzioni (diversi ettolitri) che gravando con molto peso sui lieviti lo possono produrre. In realtà in effetti il travaso forse tutto sommato introduce piu problemi che altro. Procedo come mi hai suggerito tu, attendo ancora un po' di tempo e controllo la densità, se continua a calare attento fiducioso. grazie
  12. Ciao, dopo un po' di anni di fermo ...e di ruggine (per fortuna non nella attrezzatura) ho ripreso a far birra... e ne sono contento. Premesso quanto mi sono cimentato in un classico di una vecchia ricetta di una Pils con lievito "ceco" della White Labs a bassa fermentazione. Il mash ha avuto un po' di problemi visto che nell'attrezzatura ho cambiato alcune cose fra cui inserito un filtro a bazooka che si è inesorabilmente intasato con relativi tempi di mash decisamente inesatti. In ogni modo ne sono arrivato infondo e ho inserito il mosto nel fermentatole con densità di 1054 ed è partita la fermentazione dopo circa 48 ore senza grossi problemi. La fermentazione (a 12°C) era bella vispa e tutto procedeva senza problemi. A distanza di 8 giorni ho effettuato un travaso con una densità di circa 1038. Poi tutto fermo...nei giorni successivi il gorgogliatole completamente morto anche se a distanza di un altra settimana, (oggi) la densità è scesa a 1028. Sembra che in effetti la fermentazione stia procedendo lentamente. Ho fatto anche due foto che allego. Oggi ho assaggiato anche il mosto che mi è sembrato buono anche se ancora con un residuo zuccherino, ma non mi è sembrato di sentire sapori cattivi o cose strane. Devo dire che anche l'alcol si inizia a sentire. Solitamente le volte scorse in questa ricetta dopo circa 2 settimane si arrivava a una densità di 1010/1012 ...ma ad oggi, a 15gg., siamo ancora lontani. A questo punto sono indeciso sul da farsi, se lasciare continuare a fermentare così (sperando che in effetti non si fermi tutto) piuttosto che inoculare altro lievi o non so che cosa. Sicuramente per il futuro ho già pensato di ordinare un fermentatole troncoconico per evitare i travasi che sono sempre una incertezza... ma per questa cotta mi devo arrangiare. Che ne pensate ? Grazie
  13. skipper

    Klarstein

    Ciao, volevo confrontarmi con voi su un idea : ad oggi ho un sistema classico a 3 tini che per questioni di spazio, tempo e complessità di montaggio (non lo posso tenere tutto montato) alla fine mi costringe a fare pochissime cotte. Per questo motivo stavo valutando di passare a qualcosa di più compatto senza però ne spendere una follia ne perdere la qualità che credo indubbiamente si ha sui 3 tini. Guardando il Klarstein da 50 Lt e pensando di affiancarci il semplice "bollitore" da 30 lt per lo sparge (a cui non vorrei rinunciare) mi sono detto : e se mettessi una serpentina dentro il bollitore da 30Lt (come se fosse un HLT) collegandolo a quello da 50 LT (tino di Mash) con una logica di HERMS ? Ovviamente andrebbe modificato l'impianto elettrico facendo si che durante la fase di Mash la centralina non pilota più la resistenza ma la pompa di ricircolo fra l'HLT e il Mash. Poi invece in bollitura riprende la resistenza da 3Kw normalmente. Il tutto per avere un controllo piu preciso della temperatura ed evitare eventuali caramellizzazioni vista la resistenza a contatto. Che ne pensate ?... esercizio inutile o potrebbe avere un senso ?
×