Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

sanpierre66

Utenti Registrati
  • Content Count

    28
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutra

About sanpierre66

  • Rank
    Junior Member
  • Birthday 07/08/1966

Profile Information

  • Sesso
    Array
  • Location
    Array
  • Interessi
    Array

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ciao a tutti, avevo bisogno di una informazione. Possiedo un bolitore elettrico della Oneconcept dotato di rubinetto ( 26/27 litri all'orlo). Attualmente birrifico col frigo da campeggio e lo utilizzo per la fase di bollitura. Lavora molto bene fino a 23/24 litri di mosto. Mi è venuto in mente di fare un esperimento utilizzandolo anche per il mash con una sacca da Biab. Posso anche fare ricircolo usando una pompetta a trascinamento magnetico. L'idea era di fare i classico rapporto acqua grani 3lt/kg e poi fare sparge e un eventuale mash out.Sotto la sacca posso mettere un fondo in inox con delle viti , sempre in inox ,a fare da piedini per non bruciare la sacca. Il tutto rimane sopra il rubinetto.Facendo un calcolo, sotto il fondo mi rimarrebbero circa 3 litri di liquido... La mia domanda era: Volendo utilizzare un rapporto di 3 lt/kg devo considerare anche questi 3 litri sotto il fondo? Per intenderci, se utilizzo 5 Kg di grani , per il mash devo usare 15 lt di acqua , o devo calcolare in partenza 15 +3 in ammostamento e regolarmi poi con l'acqua di sparge e mash out? Grazie mille a chi vorrà rispondere..
  2. Grazie per la risposta innanzitutto.Diciamo che io l'ho chiamata Amber alé,ma in realtà avevo in mente sicuramente una birra più strong.Per questo puntavo ai 7% circa anche con l'aggiunta dell'estratto e del Muscovado.Pensavo così che anche i 67 ibu fossero giustificabili.Credi che siano troppi anche con una gradazione così? Per il.mash pensavo al monostep a 66,67 gradi per un'ora e po mash out.con successivo batch sparge. Per la luppolatura ,dopo il Magnum a 60'cosa mi consigli?Andrebbe bene ancora il magnum a 10' e poi un altro luppolo in hopstand?
  3. Salve a tutti. Volevo chiedere un consiglio per una ricetta. Vorrei provare a fare una American Amber con un sentore di affumicato, ma non troppo invasivo.Secondo voi rimanere sul 9/10% di aggiunta di malto smoked. può essere sufficiente o risulterà eccessivo? Provo a postare la ricetta: %17 litri in fermentatore,efficenza 60% circa ( uso un frigo box per il mash). OG 1.070 FG 1.017 ABV circa 7% vol. EBC 37 IBU 67 BU/GU 0,97 malto pale 62%---malto smoked 10%...malto redX 8,5% malto munich dark 145 ebc 5% malto melanoidin 3,4% malto carafa 3 1,2%. Inoltre in fase di bollitura finale andrei ad aggiungere 500gr. di estratto secco light e 100 gr. di zucchero Muscovado. Luppolatura: 20 gr. di Magnum 12,1% a 60 min. e altri 20 gr. a 20 min. 25 gr. di Comet 8,5% a 5 min. e altri 25 gr. in hopstand per 15 min. a 80* C. Lievito 2 buste di Notingham nuove +1 scaduta da 2 mesi. Vi ringrazio se avete suggerimenti da darmi,anche sull'utilizzo di malti e luppoli della ricetta ( a volte vado un pò ad minchiam , a volte ho materie prime da consumare), non sono un birrificatore esperto ....Potrebbe darsi che una ricetta del genere non s'ha da fare.... Gentilissimi come sempre, un saluto a tutti.
  4. Ciao,ho visto il post e volevo portare una mia esperienza...Dopo aver visto svariati filmati di HB perlopiù australiani e spinto dall'idea del risparmio di acqua in fase di raffreddamento, ho deciso di provare Ho acquistato una tanica in plastica da 15 litri in un brico, con il marchio PE-HD 02 che indica la resistenza alla alta temperatura ( di solito il marchio è sul fondo della tanica) e appena prima dell'utilizzo l'ho lavata e sanificata bene col Saniclean. Dopo la bollitura ho trasferito immediatamente il mosto nella tanica con un tubo in silicone( con tanto di scottatura di lingua ) riempiendolo bene tutto fino all'orlo e premendo un pò sulle pareti prima di chiudere col tappo che deve avere una guarnizione per garantire la tenuta ermetica.Il calore fa sì che l'interno rimanga sanitizzato,ma ovviamente la tanica ,per effetto della temperatura si "spancia" visibilmente. Questa cosa ,al momento, mi ha un pò spaventato: Ho pensato, ho buttato via una mattinata di lavoro....Il giorno dopo,a mosto raffreddato, ho splasciato nel fermentatore e inoculato il lievito. La birra è venuta buona, senza sapori strani di plastica o altro.Non so se sotto sotto fosse tossica ,ma l'ho bevuta tutta.... Ho ripetuto l'esperienza dopo alcune cotte "tradizionali" e la tanica ha retto: Non so che durata possa avere,ma comunque questi recipienti sono economici e magari si possono cambiare ogni 2 o 3 cotte... L'ideale, per l'igiene sarebbe forse quello di usare un fusto inox col tappo a vite....Comunque .e lo ribadivano anche nei video, è importante riempire bene tutto il recipiente così da limitare l'ingresso di aria insieme al mosto e smuovere il contenitore in modo che il mosto caldo sanitizzi bene ogni superficie interna...Per il resto la tecnica è molto semplice, bisogna pazientare un giorno affinchè il mosto si raffreddi,ma comunque il risparmio di acqua è davvero importante...
  5. A questo non avevo pensato. Non sono ancora riuscito a birrificare, ma non appena lo faccio, provo ad utilizzare questi suggerimenti e vi farò sapere, così prendo l'occasione per fare alcune foto al macinato. Grazie...
  6. Non ho grossi sbalzi di temperatura, o così almeno credo. L'Inkbird è settato a 20° e fino ad ora è sceso max a 18,5°C. e max a 20,5°max..Lavora in questo range di temperatura.. L'attenuazione ora è circa al 70% ( ho verificato oggi, FG 1.019),ma mi è successa la stessa cosa (come attenuazione, intendo) per una California Common che ho fatto 2 mesi fa con OG 1.054 e FG 1.016,ma là' avevo inoculato solo una busta per 17 litri di mosto. Ho carbonato un pò meno, ma ho visto,nell'aprire un paio di bottiglie,che la schiuma è alquanto abbondante e sembra voglia salire dalla bottiglia...Sicuramente dovevo aspettare ad imbottigliare ma era già da un mese nel fermentatore e ho probabilmente avuto poca pazienza... In questo caso, per 17 litri a og1.066 ho inoculato 3 buste.Ammostamento a 65°/66°C. (se anche il mio termometro non dà i numeri )....,
  7. Buonasera, volevo chiedere un'informazione /consiglio...E'la seconda volta che mi capita ( una birra l'ho già imbottigliata) e questa l'ho in camera di fermentazione. Ho fatto una Bock, usando però il lievito della mangrove California Lager M54. Dopo un inizio scoppiettante,con OG iniziale a 1.066, dopo 4 o 5 giorni si è piantata la fermentazione a 1.020. Dopo un paio di settimane ho travasato in un fermentatore inox e tuttora è in camera di fermentazione a 19/20° C.da una decina di giorni. Ma la cosa strana è che ,ogni tanto nell'aprire e controllare, vedo il liquido nel gorgogliatore che una volta lavora correttamente come in fase di fermentazione (anche se non gorgoglia), il giorno dopo i livelli sono pari,e la volta dopo ,addirittura,il liquido è spostato dal lato opposto come se tirasse aria dall'interno.Appena prima di scrivere ho controllato ed il liquido nel gorgogliatore è tornato a spostarsi normalmente come durante la fermentazione .Ho controllato la densità tre giorni fa ed era ancora a 1.020( FG stimata da brewfather 1.016/1.018),ma da allora, tutte le volte che apro trovo il liquido che va di qua e di là. Ripeto.è la seconda volta che succede, prima non mi era mai capitato...C'è qualcosa che non va?
  8. Contributo proprio mignon, ma mi aggiungo anch'io. Grazie al forum per la disponibilità.
  9. Sul fatto che rimani più liquido, volevo chiederti una cosa... L'acqua calda che aggiungi rimane comunque nei litri previsti dalla ricetta, o ne usi di più? E,in questo caso per rientrate nella OG prevista, cosa fai ? Allunghi il tempo di bollitura ? Ti chiedo questo, perchè io sono piuttosto ligio al volume di acqua che mi richiede la ricetta...parto con un mash a2,6 lt/kg ( faccio sempre monostep +mashout) e le aggiunte di acqua calda per il mashout e lo sparge,( faccio solo una aggiunta per lo sparge) le calcolo per restare nei litri totali di acqua previsti dalla ricetta...
  10. OUso sempre l'acqua S.Anna,che è un'acqua molto leggera.Poi con brewfather faccio le aggiunte che mi indica in base allo stile...Il ph me lo calcola direttamente il programma in base al grist,se è un po' alto faccio anche una piccola aggiunta di malto acido(che so, 100.150 grammi su 5.5,5kg di malto.Lo controllo prelevando da rubinetto e,devo dire,che finora sono sempre abbastanza in linea.Lo stesso fa ciò per il test iodio.Ma proverò a mescolare un po' più volte per vedere se .migliora tenendo a portata di mano un po' di acqua calda,come fai tu.Che efficienze hai con questo sistema?
  11. Grazie mille,ragazzi...Forse questa settimana ci scappa un giorno di ferie/cassa, così ,magari,mi metto al lavoro.(inteso come homebrewing ovviamente)....Oltretutto un conoscente homebrewer ,mi ha prestato il suo mulino a rulli per provare come va,giusto ieri...se riesco a birrificare,vi posto senz'altro le foto del macinato.Nel frattempo,grazie ancora...
  12. lo uso a volte e perchè non amo il malto di frumento.Le percentuali non sono alte...max 9-10%. In una Saison l'ho inserito anche al 15%..ma, non credo sia solo quello il problema perchè non lo metto in tutte le ricette...e il problema ce l'ho anche nelle birre in cui non compare... Non vorrei però rompervi troppo. La mia richiesta era soprattutto legata al fatto di sapere se ci sono manovre particolari o accorgimenti "in corso d'opera " da adottare in situazioni del genere. Ad eesmpio, l'apertura del rubinetto...io filtro aprendolo poco, però ho letto che nel batch sparge non è fondamentale perchè non è importante non sconvolgere il letto di trebbie come nel Fly....oppure, aprire e ravanare il letto di trebbie o soffiare nel tubo di silicone collegato al rubinetto per smuoverlo, è una pratica corretta? Proverò a usare una volta anche il filtro springer, per vedere se migliora. Alla fine vorrei sicuramente anche aumentare l'efficienza perchè,quando leggo i vari post sull'argomento, mi sento proprio un junior member,ma forse,alla fine , questo dipende anche dall'attrezzatura e dall'imparare ad usarla bene....
  13. Scusate,ragazzi ,già che ci sono vi chiedo un'altra informazione perchè ho un dubbio. Uso spesso del malto di segale, non grosse %,e ho letto che non ha le glumelle. Vi faccio la domanda del coglione di turno... E' molto più piccolo del malto d'orzo... va macinato comunque' ( per favore non sghignazzate....).io lo macino ugualmente...
  14. Grazie mille,innanzitutto, per l'interessamento. Il procedimento che uso è il seguente: Ammostamento mono step nel frigobox con rapporto acqua-grani circa 2,6lt/Kg . Mescolo molto bene all'inzio e poi lascio per un'ora . Di solito dopo mezz'ora, apro per dare una mescolata e poi vado a conversione.Non apro più volte per non perdere temperatura.(non è un frigo molto performante, in un mash di un'ora ,perdo circa 2°-3° C.).Poi aggiungo acqua bollente ( la quantità la calcolo con brewfather o brewer's friend) per andare a mash out verso i 75°-78°C. A questo punto il mio rapporto acqua grani è circa 4-4,5 lt/Kg. Mescolo e aspetto 15 minuti. Inizio il primo runoff ( dopo aver ricircolato) e dopo qualche litro, mi si blocca il tutto. Allora apro e ravano un pò il letto di trebbie e il tutto riparte. Inserisco l'acqua per il batch sparge,mescolo e aspetto 10 minuti.Riparto,ma anche qui spesso devo smuovere il tutto per completare l'estrazione. Come ho detto prima, alla fine raccolgo i litri previsti( e questo è senz'altro l'importante) con L'OG prevista impostando l'efficienza al 60%,ma non va mai tutto liscio fino in fondo. Dopo aver iniziato col Biab, ho provato anch'io a fare sparge col fermentatore e il falso fondo e l'efficienza era senz'altro maggiore ( con una pils ho avuto anche il 70%), ma per non monopolizzare la cucina e dover fare rampe su rampe di scale, sono passato al frigo,così mi ritiro in garage e nessuno mi disturba....Scaldo l'acqua con un bollitore della oneconcept da 28 litri e sono più o meno autosufficiente.. Il bazooka l'ho comprato su Amazon, quindi non credo che si schiacci sotto il peso dei grani ,non si è mai deformato...Probabilmente la macinatura è il problema...ripeto, il mulino è un China clone-Corona, sicuramente non vale l'originale,tuttavia non mi pare di sfarinare eccessivamente,solo spesso controllo di non avere grani interi.....
  15. Ciao,è il classico bazooka lungo circa 30 cm.All'occorrenza ho a casa anche uno di quei filtri cilindrici a tubo che si montano con una T internamente al frigo box.L'ho comprato tempo fa ,ma nonl' ho mai usato...Potrebbe funzionare meglio? Grazie...
×
×
  • Create New...