Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

ilrost

Utenti Registrati
  • Content Count

    687
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    26

Everything posted by ilrost

  1. Te pensa che credevo di averla già in tasca come stile, adesso saltano fuori che non ci vogliono dare nemmeno il merito... Americani.... Buona pasquetta! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  2. Benvenuto! In bocca al lupo per la tua prima all grain! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  3. Ciao! Buona birra e buon studio! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  4. Benvenuto, Usa la funzione cerca del forum! Troverai delle sezioni dedicate alla fermentazione e alla metodologia di produzione Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  5. Stessa ricetta dell'altra volta? Quali sono le costanti tra le due ricette? Macini tu? Segui una procedura scritta per il kit? Se si, quale? Se no, cosa fai durante il mash? 4°C per 4 giorni vuole dire tutto e niente, dipende cosa devi far precipitare in sospensione, sembrano pochi quattro gradi, ma in realtà sei un po' alto come temperatura e non precipita tutto, così quando muovi la birra per imbottigliare ti ritrovi una soluzione opalescente di birra e residui di luppoli, lievito e proteine Come imbottigli? Da dove peschi la birra e come la peschi? Crei turbolenze che rimettono in circolo la birra? La "fondazza" si sedimenta e si può separare anche senza il travaso intermedio, purché tu faccia un periodo di wintering consono alla birra che hai prodotto (luppolatura estrema, grist complessi, lieviti poco flocculanti) Per dire: Macini fini, sfarini, salvi fino all'ultima goccia di mosto e infili pure le farine della cotta precedente: 4 dita di trub sul fondo del fermentatore; il wintering breve sedimenta parzialmente le particelle in sospensione e anche con un ipotetico travaso, sposti il trub nel fermentatore successivo fino alla bottiglia. Cosa può essere? Farine che dal mash arrivano in fermentatore , lievito in sospensione che non ha ancora finito di lavorare oppure è un tipo poco flocculante o dry hop senza relativo periodo di wintering? Sono tanti i fattori, dovresti dirci di più Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  6. La devi trombare, mica andarci la domenica all'Ikea, insieme ai figli [emoji23] Io un pensiero lo farei [emoji14] Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  7. Per fare depositare le particelle di lievito/trub/luppolo in sospensione durante la fermentazione è necessario un periodo di freddo ( al massimo 4°C, oltre non è molto efficienze) Durante la cotta per non portarsi tanto residuo nel fermentatore puoi fare un Whirlpool (mulinello) con la paletta per concentrare al centro della pentola lo sporco Se sfarini troppo c'è il rischio di portarsi le farine in fermentatore, puoi diminuire la grandezza di macinazione per migliorare la pulizia a discapito dell'efficienza Non è tutto, ma è qualcosa per iniziare a capire da dove hai portato tutta quella roba in bottiglia Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  8. Benvenuto Cleitan! Buona birra e buono studio! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  9. Sono dei frigo da barca/picnic che vengo modificati per il mash, in genere hanno un filtro bazooka per filtrare il mosto e per fare sparge si predilige il batch sparge per questioni di filtraggio Sono tecnologie abbastanza superate che si possono ovviare con mashtun in plastica dallo stesso costo (bidone e fondo filltrante) Se vuoi coibentare la pentola di mash puoi usare sughero o tappetini isolanti, ottieni gli stessi risultati a costi contenuti Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  10. Recentemente ho bevuto una KAMERADSKI BALSAMICO, che è una RIS dai sentori acetici dati dall'aceto balsamico, simili a una oud Bruin, ma con più carattere tostato. È una bevuta particolare, ma ben studiata; particolarmente intensa che se non sei abituato a bere wild/sour e affini, ti ritrovi al naso una sensazione di solvente senza riconoscere il balsamico che si sprigiona in bocca alla prima bevuta (al naso aimé è sgraziata) L'acetaia San Giacomo è rinomata per i suoi aceti, secondo me potrebbero tirare fuori qualcosa di interessante, ovviamente dipende la base di partenza, ma immagino punteranno a un dolcione sgraziato da ammazzare con l'aceto hahaha... spero di no [emoji30] Sul fatto che non faccia fermentazioni wild in birrificio mi viene da ridere e da versare una lacrimuccia, il suo primo impianto gliel'ha portato Jean luis dits (brasserie à vapeur) e secondo me adesso un po' gli girano gli zebedei a vederlo lavorare così. Scherzi a parte, visti i volumi di produzione e vendita magari non si può permettere di espandere una zona solo per le fermentazioni wild. Ok la cazzata l'ho detta [emoji23] Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  11. Un frigorifero usato preso sui circuiti di vendita dell'usato (marketplace facebook, subito, mano mano ecc) 80-100€ in base alle dimensioni Una fascia riscaldante in silicone per rettilari da 80/100W, 20€ Un termostato, precablato (inkbird ITC e affini) 30-35€ Un po' di ventose con clip per sistemare la resistenza sulle pareti interne del frigorifero E via, sotto a fermentare tutta estate Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  12. ilrost

    Ciao!

    Buona birra e benvenuto! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  13. Ciao Stefano, benvenuto e buona birra! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  14. Per i kveik più che il fermentatore mi preoccuperei del frigorifero, è già la quarta persona che ha rotto il frigorifero a causa delle temperature di fermentazione, probabilmente l'escursione termica per domare i 30/40°C di fermentazione sono un po' deleteri per il compressore del frigorifero. Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  15. ilrost

    Salve

    Ciao Andrea, benvenuto e buona birra! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  16. Quanti anni ha sulle spalle? Non ricordo di aver parlato del significato di gaute di recente [emoji28] Era un barleywine giusto? Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  17. Io usavo una app che si chiama "beers" ed è semplice da usare per annotare sensazioni di bevuta e soddisfazione generale Per le mie produzioni invece uso brewfather per prendere appunti, così quando archivio le cotte finite posso comunque andare a spulciare informazioni senza perdermi in carte e scartoffie Anche se la Moleskine per la cotta la uso ancora Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  18. sei diventato un esempio per tutti quelli che avranno problemi con i malti speciali weyermann in futuro, mica poco!
  19. ma per 1700€ non mi alzo nemmeno dal letto!
  20. Ed è subito seltz [emoji23] T58! Mi sta dando più soddisfazioni lui dei liquidi che ho provato ultimamente (omega - belgian ardennes) Osti, la zona non è proprio quella giusta per sparire in questo momento Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  21. Io è la terza cotta che infilo senza tanti problemi, l'us05 ha finito in 8 giorni di fermentare, la tripel ha raggiunto i miei obbiettivi (attenuazione, grado alcolico, corpo) La quadrupel è pronta per essere affinata in botte Insomma, un 2020 di minchia, ma almeno con la birra ho fatto pace haha Mi manca il mio impiantino da 50L fare due cotte in mash reiterato dentro un AiO è una tortura!! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  22. Ciao Antonio, Benvenuto e buona birra! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  23. La doppia cotta prova qualsiasi fisico, ma non l'azione in sé, tutte le birre di contorno hahaha Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  24. Si, riassorbe a temperatura più alta, ma per pulire alcoli superiori e odori vari di zolfo e affini (che tendono a rimanere nonostante tutta la maturazione a temperature primaverili, provare per credere) si fa una bella pulizia col freddo che in qualche modo contribuisce anche alla rotondità della birra oltre che ai sentori olfattivi Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  25. L's33 non lo userei come secco per una tripel, in fondo il fenolico pepato e il bananoso su un corpo secco, amaricato con luppolo floreale e con una carbonazione consistente che regge l'amaro per via del corpo Ti conviene valutare di togliere il carapils e aggiungere un altro mezzo kg di zucchero Io piuttosto gli butterei un po' di Monaco per un po' di colore e pienezza di gusto, ma proprio come pensiero alternativo, escluderei invece a priori i malti cara, i fiocchi e qualsiasi cosa oltre al pilsner Sul lievito se vuoi stare sui secchi prova un t58 della fermentis, lo tieni basso a 16/17°C in tumultuosa e poi lo alzi fino a farlo arrivare a FG, poi wintering un 14g per pulire bene il naso, che ogni tanto un po' di zolfo e uovo lo da Per il mash Conco immagino ti stesse dicendo che lui lavora sotto i 65, immagino a 62/63°C per dargli più ciccia possibile visto la sua scarsa attenuazione Insomma, un'altra ricetta Hai steso questa ricetta cercando di ricostruire una birra che hai bevuto? Io ho bevuto una tripel di@ichnos a una brewjam. aveva chiuso altissimo ed era bella piena come corpo, un filo stucchevole, ma a me piaceva [emoji23] Uno dei miei primi post su areabirra erano alla ricerca di una tripel bella dolce e bella corposa [emoji23][emoji23][emoji23][emoji23] Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
×
×
  • Create New...