Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

ilrost

Utenti Registrati
  • Content count

    610
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

Posts posted by ilrost


  1. [mention=26379]ilrost[/mention], alla fine è toccato anche a me..
    Windsor piantato..
    Presumo per underpitching.. Mannaggia a me che volevo risparmiare 3 euro!
    È una maledizione quando si pianta questo lievito! E figurati che non ero per niente underpitch io!

    Però gli voglio bene, basta non insultarlo durante la cotta così non se la prende xD

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  2. Quello è per colpa del t58

    Chiedo venia per l'OT! La curiosità mi stava distruggendo xD


    Comunque, per tornare in topic:

    Possibile che il lievito in bottiglia sia arrivato stremato? Che tipo di carbonazione hai ottenuto? Grossolana?

    Possibile sia ripartito in bottiglia e ti abbia attenuato ancora qualche punto?

    La birra gusha leggermente quando la apri?

    Il farro potrebbe aver contribuito alla non ritenzione della schiuma?

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  3. Ho i fermentatori pieni con birre bloccate che non ne vogliono sapere di terminare la fermentazione, ma in ogni modo per me la stagione è finita visto che brasso all'esterno.
    Mi sto quindi dedicando alla produzione di un termometro digitale, multisonda, PRECISO!!! che disseminerò qua e là nell'impianto per scovare stratificazioni ed errori di lettura di termometri analogici e non.
    rasp.thumb.jpg.9ddba3278305e37d149f7874a37aa0a0.jpg
    Dai primi test si vede già che le sonde NON sono così precise, :vava: ma i dallas DS18B20 buttano fuori un segnale digitale che dovrebbe stare dentro ad un margine di errore di 0,5°.... ho in mente di collegarne almeno 4, e spero di poter identificare una temperatura "media" che forse si approssima il più possibile al "vero" (e magari effettuare in seguito una taratura su ogni sonda.
     
    L'importante non è avere la sonda precisa, ma una temperatura di riferimento!

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  4. Ricordati di mettere un po'di nutrienti nel mosto prima di buttarlo in pasto nell'agitatore

    Calcola bene quanto è vecchio il lievito perché se è prossimo alla morte dovrai fare dei piccoli step per farlo riprendere

    250 ml - 1L - 2L e così via.

    Alcuni calcolatori non ti danno la possibilità di fare starter con litraggi inferiori al litro, quindi regolati in questo caso con quello scritto sopra e soprattutto in base a come vedi evolversi il lievito in beuta

    Si può agitare sia in beuta che in Becker, la beuta agevola il rimescolamento del lievito.

    Se prendi le beute borosillicate (informati sul tipo di vetro temprato) le puoi usare direttamente sul fornello o sulla piastra così ti risparmi un po' di passaggi

    Se devi pescare il mosto dopo il decantaggio fallo con un sifone, puoi usare anche un tubo purché tu non aspiri con la bocca. Una minima parte di liquido può finire nel mosto da fermentare, ma dagli sempre un'annusata prima di buttare

    Se il lievito floccula poco, pazienza. Tanta pazienza.

    Compra un agitatore degno di chiamarsi in quel modo che raggiunga almeno i 2 litri in agitazione

    Per le ancorette prediligi quelle con l'anello centrale, fanno meno rumore

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  5. Alla fine non ho bevuto prima..

    Mi han dato tutti e tre i punti della tesi.. E ne sono molto orgoglioso..

    Ma sono tutt'ora convinto che la prof avesse un debole per me..

     

    Ho sbocciato bottiglie di spumante come non ci fosse un domani..

    Poi pranzo in pizzeria.. Una piccola bevuta al volo e una media mentre pasteggiavamo..

    Ora sono a casa(o sotto il tavolo come direbbe chichitu) e me ne apro un'altra.. XD

     

    Sabato grande festaccia!

    Auguri dottore!!!

     

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk

     

     

     

    • Like 1

  6. La buona conservazione è sinonimo di fragranza, non devono prendere eccessivi sbalzi, sia termici che di umidità. Altrimenti ne risenti in termini organolettici

    Non macinarli prima se non li utilizzi immediatamente (va bene anche 24 ore, senza essere così tanto fiscali)

    Il best Malt non l'ho mai provato perché personalmente mi trovo bene con Castle malting, ireks e weyermann

    Proverò il pils anche di paul's per curiosità, se siamo sull'andazzo del Maris otter, vince a mani basse


    Per il resto ci sono troppe variabili in gioco per quanto riguarda l'apporto aromatico dei malti. Una fermentazione sbagliata, una luppolatura eccessiva o semplicemente la negligenza nella conservazione dei malti, fanno la differenza.



    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  7. I Simpson sono molto rinomati, il Golden promise tra tutti.
    I malti della paul's sono interessanti, specialmente il maris otter

    E questo per quanto riguarda i malti base, se apriamo il capitolo cara/crystal c'è da parlare per giorni interi

    Ultimamente ho avuto a che fare con l'ireks mahogany, che è un Crystal davvero molto particolare, lascia un aroma di cracker molto intenso

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  8. Con i kit luppolato hai solo la parte dell'imbottigliamento e della fermentazione

    Per i biap puoi dare un'occhiata a pinta/me Malt e birra mia. Sono tutti sistemi equivalenti, mr malt ha la versione più aggiornata, pinta la più economica

    Vendono dei bundle e nel periodo natalizio fanno sconti

    Per la produzione in all grain dovrai comprare anche i malti, se non hai dimestichezza puoi provare con i kit all grain che forniscono direttamente loro (magari in bundle)

    Ti servirà una pentola aggiuntiva per fare sparge (risciacquo delle trebbie)

    In ogni caso è meglio che tu legga un po' di documentazione sull'all grain (Bertinotti)

    PDF è più datato, il libro ogni tot lo revisionano

    Buona fortuna!

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  9. Sour è un campo un po' vasto, dipende cosa hai bevuto.
    In genere si inoculano lactobacilli da fare lavorare al loro range di temperatura ideale per riprodursi in massa ed abbassare di conseguenza il pH.
    Altrimenti puoi fare inoculo di frutta fresca e generare una fermentazione spontanea che è difficilmente controllabile, in quel caso occhio all'ossigeno che è un attimo che arrivano gli acetobacters a renderti la birra una conserva di aceto.

    Per le sour IPA puoi lavorare con un blend di lactobacilli che vendono i maggiori produttori di lievito, ci sono anche i nuovi lieviti OGM che generano lattato d'edile e acido lattico, ma credo non arriveranno mai in vendita in Europa.

    Per i sentori di pesche e uva che hai sentito può essere che tu abbia bevuto una IGA?

    Perché ci sono anche le IGA con il mosto d'uva che partecipa tra le sour

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk


  10. Il travaso è utile solo per litraggi importanti (100L in su) o per tempi di contatto superiori al mese

     

    Per litraggi inferiori con una fermentazione normale non mi preoccuperei del travaso

     

    Se ti preoccupi dell'ossidazione beh, è inevitabile anche se non travasi, avviene in parte minima e ne risentono tanto le basse fermentazioni e le birre molto luppolate, ma per ridurla al minimo ti tocca sborsare fior fior di soldi per imbottigliare isobaricamente, non credo sia il caso default_wink.gif

     

    Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk

     

     

     

     

    • Thanks 1
×