Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

ilrost

Utenti Registrati
  • Content count

    623
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

ilrost last won the day on November 15 2019

ilrost had the most liked content!

Community Reputation

260 Eccellente

About ilrost

  • Rank
    Senior Member

Profile Information

  • Location
    Casirate d'Adda

Recent Profile Visitors

1.198 profile views
  1. ilrost

    Off Topic dell'off.topic!!

    Immagino che il problema del pinguino sia il consumo di corrente, non che i chiller al glicole consumino molto meno, ma tutto sta nella coibentazione della temperatura e il mantenimento della stessa I kegetator sicuramente è molto più comodo se hai problemi di spazio, dipende quanto fermenti, se la camera di fermentazione è sempre piena ti conviene mettere in frigo dedicato. Sempre che 5u non sia già passato al chiller per i fermentatori Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  2. ilrost

    Off Topic dell'off.topic!!

    Sono arrivato anche io alla conclusione che bere senza fare attività fisica porta soltanto disgrazia hahaha Però che comodità il fusto! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  3. ilrost

    Off Topic dell'off.topic!!

    Va che ti ho visto che hai collegato male un pannello eh! [emoji14] Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  4. ilrost

    Motorino tergicristallo

    Cerca gli alimentatori delle stampanti 3d, partono minimo da 20A e fanno il loro sporco dovere (su AliExpress, ma anche sugli store europei tipo hobbyking) Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  5. ilrost

    cotta all in one

    haha ovviamente è L/Kg, mea culpa che non rileggo mai gli errori di digitazione si, in effetti utilizzo il cestello con una logica molto più simile al 3 tini per una semplice ragione, è prevedibile e replicabile in base alla variazione del grist (con l'assorbimento variabile in base ai cereali speciali) la lolla la uso in quantità per agevolare il ricircolo e appunto trattenere le farine. con conseguente uniformazione delle temperature in un rapporto acqua grani "adatto" per il cestello. ragiono in questo modo perchè il cestello è nato per avere un rapporto del genere, molti produttori lo specificano addirittura di addottare i 2,7 L/Kg per una migliore efficienza, ma questo è da prendere e da rivedere, come dici te, con altri metodi si ottiene un risultato migliore in termini di efficienza (con certi compromessi) l'altro motivo per il quale uno quel rapporto è perchè molto spesso faccio multi step e mash reiterato, così ho la certezza matematica di quel che mi ritrovo in pentola (con un piccolo margine di errore) per la questione sparge il tuo modo di lavorare ricorda il tutto e per tutto il biab, solo che non è bag, ma è pipe sono scuole di pensiero che condivido, ma non con tutti gli stili, con le inglesi vanno a nozze, con le belghe già storco un po' in naso se non riesco a far lavorare il grist come voglio (o come penso) per la questione efficienza che ho menzionato prima ho sottointeso di lavorare in una condizione estrema, pipe saturo di trebbie, cestello all'orlo. un 75% in quelle condizioni è teorico e non sempre veritiero, sai meglio di me quanto sia difficile mantenere una certa costanza per lo sparge purtroppo non condivido a pieno, con uno sparge prolungato (se si può definire sparge l'operazione di scolatura delle trebbie nel biap) si riesce a recupeare qualche punto percentuale in più, anche 3 o 4% sull'efficienza di estrazione, che non trascurerei visti i limiti di questa pentola sono tutte un po' problematiche le pentole braumaister in primis, tanto osannato quanto pieno di "difetti" secondo il mio punto di vista, soprattutto per il sistema ricircolo che con il grist sbagliato ti fa un tappo di cemento al posto del grist grainfather segue a ruota, con le dimensioni contenute e il sistema di filtri progettati un po' alla CDC pentole cinesi (griffate come si trovano in giro) con la qualità di costruzione appunto cinese e quindi non al massimo delle prestazioni, sebbene siano le più aggiornate sotto il punto di vista delle lacune (potenza delle resistenze, controller, aste graduate, tubi di ricircolo ecc)
  6. ilrost

    cotta all in one

    Il rapporto kg/L è inferiore al tre tini, si parla di 2,7 (biap) contro i 3,5 (3tini) di media La macinazione è il punto cruciale per ottenere un'efficienza costante, con il biap devi stare intorno al mm con conseguente sfarinamento da contenere con la lolla di riso, questo condiziona la torbidità del mosto, che una volta in fermentatore anche se torbido, sedimenta. La differenza sta nel calcolare maggiore trub e in certi versi, smadonnare prepotentemente per lo sparge di birre con tanti cereali senza glumelle. Con il tre tini macini meno fine, ma ottieni un mosto limpido come la rugiada (tiè beccato sto romanticismo xD) con il biap se vuoi la limpidezza, devi sacrificare l'efficienza. In termini di efficienza di estrazione c'è un limite fisico per il biap, potendo contenere 9/10kg nel cestello per un raggiungimento massimo di 40L di volume complessivo, macinando a 1mm, con un rapporto acqua grani di 2,7L/kg a patto di avere un grist semplice, con un buon ricircolo ed una dose di lolla per trattenere le farine, si avrà un 75% (bada bene, questo è teorico e si presuppone che il cestello sia alla massima capacità sopportata, potrebbe non essere così alto come valore di efficienza) Questo valore scende all'aumentare dei cereali complessi (fiocchi, frumento, segale, avena e tutto quello senza glumelle) in quanto si dovrà utilizzare maggior lolla con conseguente sparge veloce. La densità massima che si può raggiungere con una pentola del genere (calcolando 23L di birra finita) è di 1,060, se hai dimestichezza arrivi anche a 1,065 ma devi lavorare molto sporco L'efficienza è più vincolata al risciacquo delle trebbie piuttosto che dalla macinazione del grist Lo sparge del biap è condizionato dalla quantità di lolla utilizzata direttamente nel grist, più ce n'è, più sarà veloce e meno efficiente, ma tratterrà maggiori farine durante il processo. Aspettati dei bei tortoni di farine sul fondo! Le pentole cinesi hanno una resistenza da 2500W a 220v, quindi non saranno mai 2500 effettivi visto che la corrente nazionale è tarata su 240V e fatta eccezione del boil, non verranno mai utilizzati tutti durante il mash (alcune pentole hanno un selettore per scegliere di usare la resistenza da 500W) Per le pentole da 50L che hanno una resistenza da 3kw, effettivamente risulta avere una resistenza da 2,7kw quindi al limite, ma in sicurezza anche con gli impianti elettrici Lo sparge se non è elettrico è un vantaggio, in quanto dovrai lavorare in anticipo per scaldare l'acqua a 78°C prima di usare il biap e se hai il contatore da 3,3kw o scaldi l'acqua o fai mash. Il controller non è efficientissimo, non aspettarti un pid. Mantiene la temperatura con l'overshoot calcolato in base all'inerzia della pentola e niente di più. Se tieni il conteggio del tempo con la pentola aspettato anche che dopo un calo di tensione si sprogramma e perda i dati precedenti, quindi affidati al caro e vecchio orologio o ad altri tool (calcoliamo birra, brewfather, boh) Che altro? Con le luppolature importanti rischi di intasare il filtro bazooka sul fondo, conviene lavorare con gli hopspider se non si vuole brandire il bestemmiario durante la cotta. Il ricircolo della pompa è compromesso dalla quantità di farine, occhio a non intasare tutto Eeeeeee boh, per come la vedo io il tre tini vince a mani basse su molti aspetti, ma il biap è innegabilmente più comodo e veloce Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  7. ilrost

    cotta all in one

    Ho calcolato in base ai miei tempi haha con il 50L impiego sempre tra le 8 e le 10 ore (dall'accensione alla pulizia totale) Sicuramente con pentole più piccole ci vuole meno Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  8. ilrost

    cotta all in one

    Con le tue densità medie intorno ai 1,070 ti consiglio una pentola da 50L [emoji23] oppure una documentazione accurata sul mash reiterato. Lavorare in biap significa lavorare con la lolla e i malti macinati molto fini Prendi le pentole cinesi che costano meno, se hai problemi di tempo comprati quelle già pronte altrimenti prendo le karlstein senza pompa di ricircolo e aggiungigli un iwaki se vuoi risparmiare qualcosina Avrai sempre bisogno di una pentola di sparge (se vuoi fare sparge, sia chiaro) Tra i tre tini e il biap c'è un abisso, ma il risultato è pressoché identico, magari hai il mosto molto sporco (biap) in fermentatore. Dimentica le efficienze del tre tini! Se mi viene in mente altro te lo scrivo! Ah, sia chiaro risparmi almeno 6 ore di tempo rispetto al tre tini Se.devi fare birrette veloci che non eccedono troppo in luppolatura riesci a finire tutto in 4 ore Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  9. ilrost

    Auguri 2019

    Sono tre giorni che mangio, bevo e brasso. Voglio morire [emoji23] Auguroni!! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  10. ilrost

    problema CARBONAZIONE

    Il problema è la "soluzione" Acqua e zucchero hanno densità differenti L'acqua ha densità 1 g/cm3 Lo zucchero 1,58 g/cm3 (se qualcuno mi metti i millesimi lo picchio xD) Quindi la soluzione 50 e 50 è solo approssimativa Può essere che il priming che hai fatto non rispecchia quello che avresti voluto avere Inoltre devi tenere conto anche della CO2 prodotta in fermentazione, il pitch rate di inoculo, la temperatura massima di fermentazione, lo sbalzo termico (quante settimane di cold crash, giorni?) Quante costanti hai di quello che ti ho scritto, quante incognite? Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  11. ilrost

    problema CARBONAZIONE

    Quando ci vuole, ci vuole! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  12. ilrost

    problema CARBONAZIONE

    Ma no clau! Io vivo in una dimensione differente, meno male che c'è gente che è ancora in grado di tradurmi xD Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  13. ilrost

    problema CARBONAZIONE

    La soluzione 50 e 50 è sbagliata Se vuoi fare una soluzione di zucchero sciolto per avere 1g ogni ml di acqua, devi mettere es. 100g di zucchero e scioglierlo in 100 ml d'acqua. Non devi mettere 100 ml di acqua complessiva, ma devi aggiungere acqua fino ad arrivare ad un volume complessivo acqua/zucchero di 100ml Possibile tu abbia sbagliato la soluzione di priming? Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  14. ilrost

    Acidificazione mosto gose

    L'acido lattico alimentare non esprime l'acidità lattica come una fermentazione da lactobacilli, risulta banale e sottotono. Questo è quello che scrivono un po' dappertutto, io mi fiderei senza neanche provarci! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
  15. ilrost

    Dubbio densità

    Non prendere la bollitura come riferimento, piuttosto l'inoculo del lievito. Periodi di contatto superiori al mese sono sconsigliati perché "potrebbero" portare qualche aroma indesiderato dato dall'autolisi del lievito. Travasando e rimuovendo il deposito di lievito risolvo il problema Ps. Ho tenuto una bitter per 2 mesi con una fermentazione bloccata e non ho avuto problemi! Inviato dal mio POT-LX1 utilizzando Tapatalk
×