Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

BobGen

Utenti Registrati
  • Content Count

    113
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by BobGen

  1. Beh, non necessariamente... molto dipende dal risultato desiderato e da come lavorerà il lievito. In linea generale, percentuali basse non danno molto fastidio. In qualche caso, con lieviti un po' pigri e tanto zucchero, capita che in determinate condizioni, il saccaromiceto bastardo si pappa solo lo zucchero e si pianta al momento di metabolizzare il maltosio, lasciandoti il fermentatore a una OG alta, troppo alta... BoB via Tapatalk
  2. Eh beh, direi! L'unico zucchero da usare per diminuire l'amaro è il lattosio... Lo zucchero bianco la renderebbe più secca.
  3. Mi hai fatto venir voglia di fare una porter...
  4. Sicuramente.àˆ che il quesito posto inizialmente non parlava né di volumi elevati né di cotte ripetute a breve distanza, o di economie di scala. Ovvio che con una bassa fermentazione ad alta OG e doppio litraggio, avrai bisogno di una quantità di lievito notevole, ma anche molti birrifici artigianali preferiscono usare pacchetti di lievito secco nuovi piuttosto che dover gestire il recupero e la conservazione dello slurry fino alla cotta successiva. Non sempre è possibile concatenare... di certo è una best practice quando possibile BoB via Tapatalk
  5. In caso di lieviti secchi, il gioco non vale molto la candela. Per pochi euri non rischio infezioni e/o off-flavours, senza dire dello sbattimento... Se invece hai colture di lieviti liquidi pregiati che vuoi riutilizzare dopo aver fatto una o più birre con og non troppo elevata, potrebbe essere il caso, ma con tutte le precauzioni del caso e la strumentazione giusta.
  6. Gianry, diciamo che quando avrai una buona mano (e anche di più) con il gestire gli starter e lieviti liquidi, potresti cimentarti col recupero del fondo di fermentazione, che contiene sì moltissime cellule vive di lievito, ma anche residui proteici, cellule morte in autolisi, eventuale polvere di luppolo e farine rimaste in sospensione nel mosto e depositatesi poi sul fondo. Nel peggiore dei casi, anche batteri, lieviti selvaggi, spore di alternaria e schifezze varie... In caso di birre molto alcoliche avrai anche un fondo di lievito stressato e moltissime cellule morte. BoB via Tapatalk
  7. Com'è andata? Assaggiato un campioncino? Io quello del cilindretto per la misurazione FG col densimetro me lo bevo sempre quasi tutto...
  8. Io ho sempre fatto tutto in balcone. Ma forse sarebbe più corretto dire in terrazzone... Ho una terrazzona di 50mq con copertura pergotendata motorizzata! Se volete alcune foto del mio setup (nulla di fisso, sempre messo in opera al momento) le potete trovare sulla pagina Facebook che ho dedicato a cotte e assaggi: @bobgen.hb. Chiaramente chi ha un balcone di 1m x 2m corre rischi non indifferenti rispetto al terrazzone che, di fatto, è come un appartamento come metratura...
  9. Ok, lo so la bibbia la conosco... e immagino che uno sguardo ai Sacri Testi lo abbia dato anche Mr. Strong, visto che lo hanno fatto presidente. Ma io continuo a non capire una cosa. Qualcuno di voi che sta sfanculando lo yankee-non-mi-piace-il-roasted (va a sapere se è vero) ha mai provato a usare i malti tostati in quel modo, prima di parlare? Se io, per partito preso, decidessi che la scura birra non mi piace senza mai aver assaggiato una buona stout, mi perderei sicuramente una bella fetta di godimento nella mia vita. Raga, non mi fraintendete, sono d'accordo con voi che i tostati non vanno usati a casaccio e bisogna saper dosare gli ingredienti, na questo non c'entra niente con il dire "no, così non si fa e basta". Se qualcuno non metteva a bagno dei cereali perché era stufo di mangiare solo pane, oggi non avremo la birra! Perché tutta sta paura di sperimentare? Ah, Modern Homebrew Recipes: Exploring Styles & Contemporary Techniques è del maggio 2015 e l'ho comprato in edizione e-book su GooglePlay a circa 7-8€, non ricordo ora. ciao
  10. [emoji23] [emoji23] [emoji23] Conco sei un grande! Probabilmente ha pure ragione lui, chissà viene meglio così, ma non farà mai sorridere come te... Una delle prossime stout che faccio, provo. Poi vi racconto... ...il gambarone [emoji23] [emoji23] [emoji23] [emoji23] BoB via Tapatalk
  11. A voi i commenti... Tutti i crystal e i dark in fase di ricircolo finale ("vorlauf") !!! BoB via Tapatalk
  12. Io non prendo nulla per oro colato. Ho solo cercato di dare un contributo in base a quanto letto. E penso che una prova la si possa fare, non perché io sia particolarmente "open-minded", ma perché non ci ho mai provato finora. Provo ad allegare una pagina del libro citato, con la tabella degli ingredienti di una sua imperial stout super tamarra. Non so se mi riesce. BoB via Tapatalk
  13. àˆ esattamente la risposta che avrei voluto dare io[emoji2] ! Una regola generale non esiste in termini precisi e perentori. Dipende dallo stile a cui vuoi tendere, dalle tecniche da adottare, dalla strumentazione di cui disponi... Parti da una ricetta semplice, affina la tecnica e conosci il tuo impianto. La creazione di ricette da 0 viene dopo, molto dopo... BoB via Tapatalk
  14. Non devo e non voglio convincere nessuno.Se vuoi estrarre tutto il bruciato e i tannini dal black e dal roasted perché le stout si fanno così, ok. No problem. Però io proponevo un modo per rendere più "aggraziata" al palato una birra che nasce per essere morbida, magari senza esagerare con quantità di avena oltre il 20%. Non me la sono inventata io questa cosa. àˆ stato quel tipo che ora è il presidente del BJCP... Sono d'accordo che uno step di betaglucanase aiuta molto a sciogliere la gommosità del mash, anche coi fiocchi. E non dimenticherei anche una generosa quantità di lolla di riso. Ciao! BoB via Tapatalk
  15. Aspetta... l'ho scritto.Ti prepari il tuo bel "Oatmeal" e lo unisci in fase di saccarificazione, non dopo. Non l'ho scritto? Ovviamente non avendo enzimi di suo, non può auto-convertire. Invece il suggerimento de aggiungere in fase di ricircolo, proprio come se tu stessi facendo e+g, me lo ha dato Gordon Strong nel libro "Modern Homebrew Recipes". Motivo: le glumelle dell'orzo tostato o dei malti scuri, tendono a trasferire al mosto una astringenza e un sentore di bruciato che possono risultare fastidiosi. Non avendo bisogno di convertire alcunché, non necessitano di mash. I malti caramello non hanno al loro interno amidi, ma zuccheri. I roasted, come hai detto tu, devono solo cedere colore e aromi. Stop. Ovviamente per il ph ho detto 4 per dire trooooooppo acido... A proposito, il libro è interessante, se sapete l'inglese leggetelo! Buone stout, ragazzi! BoB via Tapatalk
  16. Con l'acqua di Bologna non c'è problema... Piuttosto, ci sonun paio di rimedi. Alcuni cuociono a parte l'avena e la uniscono in seguito in fase di saccarificazione. I tostati, crystal e caramello, non avendo bisogno di mash, possono essere aggiunti in fase di mash-out/vorlauf, per evitare sia i sentori di bruciato troppo forti, sia per evitare che il ph arrivi a 4 facendo secchi gli enzimi. Prossima oatmeal faccio così...
  17. L'induzione funziona bene e rende bene solo se ha alla distanza giusta (praticamente a contatto col vetro) un bel disco di metallo ferro-magnetico di almeno 1,5mm di spessore. Un lamierino di INOX AISI 30x (che non è ferromagnetico) non si scalda per effetto Joule. Lo stesso vale per rame e alluminio...
  18. Ho data un'occhiata al sito della Wyeast. L'underpitching, unito a temperature abbastanza alte, fa virare gli aromi verso gli esteri bananosi, che invece tendono a diminuire con il decrescere delle temperature (fino a un minimo di 18°) e l'aumentare delle cellule attive di lievito, lasciando così in evidenza anche carattere fenolico (chiodo di garofano).
  19. Sei in underpitching, ma non dovresti avere grossi problemi. Un minimo di lag-time te lo devi aspettare senza starter. A quella temperatura, comunque, la fermentazione dovrebbe mantenersi tranquilla, senza diventare tumultuosa...
  20. OG? Nessuno starter? BoB via Tapatalk
  21. Bottigliette da 33cl.A €6.90? Boh? BoB via Tapatalk
  22. Una fatica... prolungato il mash per un totale di 2h e mezza... volevo piangere!Ma forse il problema era anche dovuto al termometro con la sonda che misurava alcuni gradi in più... (sob) Poi mi sono stufato e ho filtrato comunque. Mi sono detto: al massimo viene una ciofeca e non la faccio vedere a nessuno... In realtà , a conti fatti sono riuscito a convertire un buon 60%, pensavo peggio, vista la quantità di malti tostati e soprattutto di fiocchi. E del risultato non mi posso né lamentare né vergognare. A parte la schiuma... ma me lo aspettavo. [emoji481] BoB via Tapatalk
  23. Ho un impianto idrico condominiale che fa letteralmente schifo... Penso che per la prox cotta dovrò ricorrere nuovamente alla serpentina di pre-raffreddamento. BoB via Tapatalk
  24. ________________________________________ BoB via Tapatalk
  25. Da quello che si legge dal comunicato di Interbrau, si evince che la data di presentazione ufficiale sia stata il 12 settembre 2016, ma non sono noti né la data di commercializzazione né i canali di vendita... BoB via Tapatalk
×
×
  • Create New...