Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

zoidroid

Utenti Registrati
  • Content count

    13
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About zoidroid

  • Rank
    Junior Member
  1. Infatti è un po' quello il dubbio.. C'è però da dire che il mosto esce bello pressurizzato perché c'è una pompa a monte.
  2. D'accordo che non migliorerà del 100% l'efficienza, l'idea di base però è corretta? Se si il pezzo costa circa 7€ per cui tentar non nuoce nemmeno al portafogli non vorrei solo che avesse l'effetto opposto..
  3. Ciao a tutti! Volevo confrontarmi con voi su un'idea che mi è venuta in mente riguardo all'ossigenazione pre-inoculo. Personalmente a fine bollitura effettuo sempre un whirpool mediante una pompa topsflo TD5, al termine tolgo il tubo dal raccordo sulla pentola e sfrutto la pompa al massimo per splashare il mosto nel fermentatore. Sebbene come metodo abbia sempre funzionato (anche se con alti e bassi..) mi chiedevo se non si potesse in qualche modo aumentarne l'efficacia con un frangi-getto: l'idea alla base (magari sbagliata) è che aumentando la "superficie" del liquido esposto all'aria, l'ossigeno venga incorporato con maggior efficienza. Pensate possa essere un ragionamento corretto? Ho visto in vendita dei terminali a sfera forati in inox per la pulizia di vasche e contenitori che forse potrebbero fungere allo scopo. Ciao e grazie!
  4. C'è un articolo che potete consigliarmi dove vengono spiegate le varie differenze? Ho letto "La birra fatta in casa" dove sono riportate le varie tipologie di birra, ma mi pare di capire che per ognuna di esse esistono miriadi di sottotipi. Mi piacerebbe capire le differenze, per esempio tra una APA e una Golden Ale. Grazie!
  5. Riporto per completezza anche la ricetta della (presunta) APA, magari a qualcuno può interessare. Pacific Ale - OG 1.044 FG 1.012-1.010 3kg malto liquido extra light 500g malto in grani Karamell Wasserhell Luppolo Pacifica 25 + 40g (60', 15') Lievito Mangrove Jack's M44
  6. ahahahaha, grandissimo, ottima spiegazione! Grazie per i consigli, li farò preziosi a fine estate con nuove cotte e temperature più miti!
  7. Grazie mille, anche per il link!
  8. Lo starter l'ho fatto in quanto consigliato dalla ricetta. La quantità l'ho decisa leggendo l'articolo di questo sito che ho citato sopra: proprio perchè questa birra non ha OG molto elevata non ho voluto esagerare con i litri di starter. Dici che una quantità del genere è inutile? Inoltre perchè dici che con i lieviti secchi "non si fa"? Da quello che ho capito uno starter serve a "svegliare" e moltiplicare i lieviti prima dell'inoculo, capisco che l'applicazione principe sia la bassa fermentazione ma il concetto non mi sembra sbagliato di per se.. Scusate tutte queste domande..
  9. Ho la ricetta della amber ale, nell'altro kit c'erano purtroppo solo buste anonime Ruby red Ale 23L 4,5 kg estratto liquido light 500 g malto in grani Chateau Cararuby 250 g zucchero candito bruno (da aggiungere secondo ricetta dopo il raffreddamento del mosto) Luppolo EK Golding 30 + 25 + 10g Lievito Safale S-04 (fatto 0.75L di starter per 24h seguendo il vostro articolo http://www.areabirra.it/italian/articolo_tecniche_homebrewing.php?idnews=12) Per l'acqua ho usato la Lurisia naturale, che ho visto avere un Ph di 6.5, una tra i più bassi tra le acque in commercio dalle mie parti (inoltre era in offerta XD) Grazie!
  10. Grazie per i consigli. Entrambe le ho fatte maturare 2 mesi dalla data di imbottigliamento, pensate sia troppo poco? Inoltre, passate le due settimane a circa 20°C, le ho trasferite in cantina dove però non ho delle temperature molto basse (16-17 circa): la maturazione andrebbe fatta a temperature più basse? Confermo che sono luppoli neozelandesi.. ma i giapponesi hanno varietà proprie di luppolo?
  11. Grazie per le risposte! Intanto provo a "definire" meglio le due birre, sperando di non dovermi beccare una ratler giù per la gola.. XD La "rossa" è una "Ruby red ale" mentre la "bionda" è una "pacifica ale"..questi sono i nomi riportati sui kits, ignoro però se siano nomi inventati o se corrispondono effettivamente a degli stili di birra. La seconda dovrebbe essere una ale americana, la prima più in stile inglese ma mi rimetto a voi per la correzione di eventuali strafalcioni Ricapitolando quindi: - devo cercare di versare lentamente la birra nel bicchiere cercando di disperdere meno CO2 possibile - bicchieri puliti - la dimensione delle bolle non è controllabile con imbottigliamento standard (ed immagino in ambito amatoriale in genere) La prossima volta che ne aprirò una (stasera XD) farò più attenzione a questa sensazione di "sgasato" per capirne qualcosa in più! Come temperatura all'assaggio era sicuramente bassa, t frigo 4°C
  12. Ciao a tutti! Mi sono da poco avvicinato al mondo dell'homebrewing. Ho scelto il metodo E+G e giusto ieri ho assaggiato le mie prime due birre (kit), una rossa e una bionda, entrambe ale. Sono soddisfatto del risultato, il gusto e il profumo mi piacciono molto (personalmente avevo il terrore che qualcosa andasse storto) ma ho notato che tendono a sgasarsi molto rapidamente: versate nel bicchiere fanno una bella schiuma ed sono frizzanti (anche se le bolle mi paiono più grandi di quelle delle birre commerciali) ma passati 5 minuti sembra di bere dell'acqua gasata a fine bottiglia.. da cosa può dipendere? Per il priming ho usato zucchero di canna prendendo come target 2.4 volumi finali di CO2 e dopo l'imbottigliamento ho lasciato le birre per due settimane a circa 20° per poi trasferirle per un mese e mezzo in cantina a temperature più fresche. Avendo letto di possibili esplosioni devo dire che sul totale di zucchero calcolato sono stato un po' conservativo, può dipendere da quello? Oppure la sgasatura rapida è legata a determinati ingredienti? Grazie a tutti in anticipo!
×