Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

barattolo

Utenti Registrati
  • Content count

    120
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by barattolo

  1. Stai calmo e birrifica. Siccome hai gà fatto delle fermentazioni, sai che 24.9 misurato nel fermentatore è un pò tantino. Nella AG la fermentazione va avanti come nell'e+g, forse è un pò più torbido il mosto iniziale, ma poi si pulisce al primo travaso. Non penso che tu abbia una sonda di temperatura all'interno del fermentatore, quindi forse il mosto era ancora già caldo di 24.9, ma questo è uguale con i kit, con e+g e con AG. Comunque, birrifica e tieni conto delle cose che capitano, strada fancedo riuscirai a controllare molte più cose implementando piani pianino il tuo impianto. Per il momento porta avanti la birra e poi vedi come ti viene, prova a rifarla uguale uguale con t più basse e vedi cosa cambia. Ciao
  2. barattolo

    uso malto liquido

    a livello di sterilità non ci dovrebbero essere problemi. L'unico dubbio dovrebbe essere per il lievito, che se l'avevi già stressato magari ci mette molto a finire la fermentazione. Io la vedo cosi. Poi se posti informazioni sulla birra chi ha più esperienza ti dice di lasciar perdere che il gioco non vale la candela. A meno che la og non fosse proprio 1030 la birra avrà comunque un senso.
  3. Ciao a tutti. Chiedo lumi sull'utilizzo del wlp 570 come lievito. Ho sempre usato il wlp 500 trovandomi molto bene, spt sulle triple ma con soddisfazione anche sulle dark ale. A dire la verità, stavo solo iniziando a conoscere il wlp 500, comunque ora per la costante difficoltà nel reperirlo volevo passare al wlp 570. di solito la fermentazione va dai 17° ai 26°, tenendolo sotto i 20° i primi 4 gg per poi salire. Certe volte lo faccio salire spontaneamente fino a dove vuole lui, spt nelle birre a bassa og, mente in quello sopra i 1080 lo tengo un pò più a stecchetto. Del wlp 500 apprezzo i sentori di frutta e la poca speziosità, che mantiene la bevuta piacevole. Ho notato che quando lo raffreddi poi riparte solo con mosto nuovo, non ne vuole sapere di carbonare in tempi umani (anche tre mesi) e per la rifermentazione aggiungo un altro lievito. Avete consigli sul 570, spt a quale temperatura iniziare la fermentazione e come condurla per fargli tirare fuori un livello di esteri piacevole. Sono un pò spaventato dal livello di fenoli e conseguentemente di speziato. Quando usavo il t58 la birra mi veniva sempre al pepe secca e proprio non mi piace. Grazie.
  4. Ciao. Non riesco a capire se e dove correggere una ricetta di una dark strong belgian ale per una schiuma evanescente. Il grist è: Pils 62%; Zucchero 16 %; Zucchero Candito Dark 8 %; Fiocchi Frumento 7 %; CaraVienna 3 %; Munich 3 %; Fiocchi di Avena 2 % Mash con protein rest a 57° 5 minuti, poi rampa fino a 67°fino a conversione, quindi mash out. Ph mash 5,3, ph sparge 6 Luppolo magnum solo in amaro per BU/GU 0,35 . Lievito WLP 500 in overpitching fatto lavorare dai 17,5 sino a 21° per 16 gg, poi 3 settimane di lagherizzazione. Ossigenazione in aria ambiente con pompa. OG: 1096, FG 1020. Carbonatazione a 2,8 vol, Alcool app 10,2 La birra è perfetta, o a me sembra, per quanto riguarda l'aspetto ed i sapori. Quando verso viene anche un mezzo cm di schiuma, ma che poi si perde completamente in meno di 30 secondi. La carbonatazione resiste a lungo e quando stappo non ho mai visto un accenno di gushing. Voi avete qualche idea per ottenere una schiuma più compatta o me la tengo cosi? Ciao a tutti
  5. Grazie. Sapevo che la gradazione alcolica elevata ammazza la schiuma, ma non sapevo degli zuccheri. Aumento il pils come fermentatile, scendo di 1,5 gradi di mash per averla secca e abbasso lo zucchero semplice al 10%. Il protein rest è rapido, è più che altro il tempo correzione del ph.
  6. Ciao a tutti. Le mie birre, dopo 5-6 mesi dalla produzione e quando la cantina raggiunge i 25°, mi cambiano sapore ed in peggio. L'odore rimane ottimo, i primi sorsi perfetti, ma alla fine emerge un sapore amarognolo, che tanto assomiglia al cartone bagnato che viene descritto come problema di ossidazione. Secondo voi, aggiungere un po di anidride solforosa al momento dell'imbottigliamento, come in enologia, aiuta a risolvere questo problema? pensavo a un dosaggio basso, tipo 4 gr/hl. Non dovrebbe dare fastidio neanche al lievito per la carbonatazione. Qualcuno l'ha fatto?
  7. barattolo

    Matabisolfito per conservazione birra

    Ciao didinho, scusa il ritardo, non ho visto che avevi scritto Questo problema lo osservo chiaramente in una pils. Lì emerge chiaramente. Brassata con bohemian pilsner. Questo amarognolo è uscito anche su una belgian ale, sempre dopo circa 6 mesi. Quella che però mi rode è la pils, che non riesce a attraversare l'estate e la faccio per questo caldo afoso.
  8. barattolo

    Matabisolfito per conservazione birra

    Grazie per l'informazione. Fa piacere sapere che qualcun altro, tra l'altro validissimo, ci stia pensando. Vi faccio sapere l'anno prossimo, birrifico nell'inverno e a giugno vi dico.
  9. barattolo

    Matabisolfito per conservazione birra

    o è autolisi del lievito che da il sapore amaro in coda?
  10. barattolo

    La mia prima RIS

    Ciao Lucio. Io feci una Ris l’anno scorso con og 1100 e fg 1035. Usai il fondo di una stout fermentata col Nottingham e in bottiglia non rifermento’. Buttata via dopo 9 mesi di attesa. Ho dato la colpa al lievito che pensavo non reggesse l’alcol e volevo riprovarci anche io con l’us 05. Facci sapere come va con la tua che poi ci riprovo con l’us05. Cmq per sicurezza dalle prossime volte mi prendo anche un lievito da rifermentazione. Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  11. barattolo

    wlp500 che non riferimento...

    Ottimo, al prossimo ordine ne prendo un paio di buste. In realtà ho aperto una birra e un minimo inizia a sentirsi, ma con molta immaginazione. Quando pensi di avere centrato tutti gli obiettivi su una birra c’è sempre un particolare che poteva venire meglio... Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  12. Ciao a tutti vi riporto questa esperienza, sperando di capirci un po di più discutendone insieme. Ho fatto 4 birre con il lievito wlp 500. Le birre hanno avuto fermentazione normale, con attenuazioni tra l'82 e l'84% e abv tra il 5% e l' 8% La fermentazione è avvenuta nei primi 15 gg a temperatura controllata tra i 17 ed i 21°, dopo 2 settimane la birra veniva travasata in un secondo fermentatore a t ambiente (5-10°) per altre due settimane, quindi imbottigliamento per ottenere tra i 2,5 e i 3 vol di CO2. Non ho mai rimosso il fondo dei due fermentatori, lasciandolo come inoculo per la birra successiva. Il risultato è che le prime 2 birre non hanno minimamente fermentato a distanza di un mese e tenute a temperatura di 22°. Ho controllato i tappi, ho provato a usare diversi tipi di tappo ottenendo lo stesso risultato. Il risultato è cambiato quando ho inoculato lievito fresco, e la terza birra sta rifermentando bene. Volevo sapere se quello che è successo è una esperienza solo miao è capitato anche a voi con questo lievito. Non so se sto lievito, per altro simpaticissimo, si è addormentato e si sveglierà a primavera o la winterizzazione un pò lunghina l'ha proprio spento. Ho letto che in belgio nella fermentazione secondaria aggiungono lievito fresco, ma pensavo a una necessità industriale... Mi rimane da imbottigliare la quarta birra, che è tra l'altro una stong dark ale a 10° a cui mi sto già affezionando, e mi sa che all'imbottigliamento inoculo zucchero con lievito fresco. Un saluto
  13. barattolo

    wlp500 che non riferimento...

    Se son bombe esploderanno.... la terza ormai l'ho imbottigliata. Per l'ultima e quarta birra ho raccolto lo slurry del secondo fermentatore, e pensavo di riattivare il lievito dormiente con uno starter e di reinocularlo. Un saluto
  14. barattolo

    wlp500 che non riferimento...

    Grazie. , l'avevo già adocchiato ma non l'ho mai comperato. Ho usato un lievito da vino bianco, l'unico reperibile. Un saluto.
  15. barattolo

    wlp500 che non riferimento...

    E' quello che farò, l'unico mio cruccio è non sapere se il secondo lievito si mangerà solo lo zucchero del priming o anche qualcosa altro che non ha mangiato il wlp.
  16. barattolo

    scambiatore e luppolo pellet

    sono passato dalla serpentina in pentola allo scambiatore e ho notato che non riesco a fare un buon whirlpool perché nella pentola di boil continuano per tanto dei moti convettivi importanti... secondo me è il metallo del fornello che è rovente e continua a scaldare. fa niente, il pentolone non lo sposto e mi porto la schifezza nel fermentatore, facendo i normali travasi con un po più di perdita. Non ho notato cambi di caratteristiche dell'amaro tra uso serpentina ( mosto più pulito da luppolo e separazione del cold break) e uso dello scambiatore ( che mi da un mosto molto più sporco) Per il pellet uso la sacchetta in cotone ed il grosso mi rimane dentro.
  17. barattolo

    Biab Con Cestelli Metallici?

    ciao, purtroppo ho comprato in contemporanea la sacca e anche la pentola motorizzata. Ho provato a fare un biab, una bock, ed effettivamente è stato rapido, anche se non avendo il doppio fondo ho tribolato un po quando dovevo accendere il gas. Ho rovesciato un po di mosto fuori dalla pentola ad ogni alzata di sacca, ma è stato rapido. Mi sa che vado verso un AG misto, in cui alla fine metto tutta l'acqua di sparge nel mash e faccio filtrare dalle trebbie. (un batch sparge in unico lotto...)
  18. Ciao a tutti non ho trovato chiare informazioni sul forum, quindi apro una discussione nuova. Fare BIAB con il cesto metallico (tipo quello di polsinelli, che ha fori da 1,5 mm) ha parecchi inconvenienti rispetto alla sacca? Il cesto non lo puoi strizzare, ma se lo lasci sulla pentola a scolare dopo 15 minuti dovrebbe avere rilasciato molto. I fori sono un po grandini e da quel che ho letto in biab si tende a macinare un po' più fine rispetto al metodo sparge.... però lo compri una sola volta perché non si rovina, calza a pennello, lo metti giu e lo tiri su e non si bruciacchia. E lo usi anche per il luppolo. Forse è una bastardata tra la tecnica sparge e quella biab, ma qualcuno li usa? come si trova? che efficienza ha? Mi è venuta la scimmia perché nell'ultima cotta ho unito nella pentola di mash anche l'acqua di sparge, per correggere un ph un po troppo basso, e a parte lo sconcerto iniziale mi sono trovato benissimo nel controllo temperatura, nella saccarificazione e nel fatto che al posto dello sparge ho aperto il rubinetto e ho fatto uscire il tutto (uso filtro halo) in 10 minuti. Ho avuto un mosto un po' tanto sporco (ma tanto si deposita nel fermentatore) , e ho avuto una efficienza impianto del 63%
  19. barattolo

    Pils E Lievito S23

    Se c'è una cosa che mi piace di questo forum è la disponibilità nel condividere opinioni idee e esperienze (ho iniziato a fare la birra leggendo qua e da sempre succhio idee e mi crescono i dubbi....) Se c'è una cosa che non mi piace del forum è la enorme tendenza a fare scivolare la discussione (che parte sempre tecnica) verso derive o che non c'entrano niente o che sono scuse e pacche sulle spalle per una aggressione verbale. il forum non è mio, ringrazio che ci sia, ma che due balle questo mare di niente.
  20. barattolo

    Oak Chips

    Ciao beer. Non mi ricordo dove ma ho letto che puoi fare bollire le chips ed usare l'acqua di bollitura per dare sapore alla birra, aggiungendo il decotto al momento dell'imbottigliamento. Mai fatto personalmente. Io ho usato chips 1 gr/lt in maturazione per 20 gg, ma non ho ancora assaggiato la ris. Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  21. barattolo

    Da Biab A Tradizionale.

    mi hai risposto mentre scrivevo, grazie
  22. barattolo

    Da Biab A Tradizionale.

    se la risposta è si, che vantaggi hai nel fare sparge in un pipe rispetto ad allungare il mosto tipo biab?
  23. barattolo

    Da Biab A Tradizionale.

    Ci stavo pensando anche io di costruire un pipe. Ma pensavo di utilizzarlo per il metodo BIAB. tu cosa fai, lo tiri fuori al mosto e poi lavi le trebbie?
  24. barattolo

    Concatenare Cotta

    ho letto che l'autolisi in un fermentatore classico da homebrewer è più un timore che una realtà . Eviterei di prendere la fonda del secondo travaso e basta per non selezionare i lieviti più flocculanti e lasciare giu gli altri. Comunque farei un lavaggio e una riattivazione del lievito Vediamo come va, se si passa ai lieviti liquidi mi sa che l'unico modo di risparmiare sia concatenare.
  25. barattolo

    Concatenare Cotta

    Ohhh, l'ho trovata la discussione che mi interessava,.... allora, ho letto un paio di libri che mi hanno aperto gli orizzonti e mi hanno fatto perdere la strada. Abbiamo sempre cercato di lavorare in overpitching, almeno nelle nostre speranze, però in realtà anche il tasso di inoculo dovrebbe essere quello giusto, altrimenti non entrano gli esteri, le belghe non si attizzano e il lievito si ammoscia. Se risulta facilotto calcolare il tasso di inoculo usando un busta fresca di lievito, mi risulta meno chiaro come fare i calcoli a casa circa lo slurry e quando prenderlo. io lo prenderei a fine fermentazione, senza eseguire travasi intermedi, per on selezionare lieviti più o meno flocculanti, ma tenermeli tutti e limitare il viraggio di caratteristiche. Ma come calcolo la carica vitale? Tengo buona la formula di 10^9 per ml? In questo volume è compresa anche la fonda oppure si riferisce al solo lievito lavato? Mi sto scervellando per cercare di rendere più interessanti le mie belghe e non dover comprare per ogni cotta 2 buste per l'inoculo e una per la rifermentazione.... Voi come fate? andate in over pitching? non lavate? lavate?, riattivate?
×