Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Fabpazz

Utenti Registrati
  • Content Count

    36
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Neutra

About Fabpazz

  • Rank
    Member

Profile Information

  • Sesso
    Array
  • Location
    Array

Recent Profile Visitors

291 profile views
  1. Lo zucchero lo metto nelle bottiglie un istante prima di imbottigliare.
  2. Grazie. A questo punto, prima di optare per un aumento del quantitativo di zucchero aggiunto durante il prossimo imbottigliamento, c'è un modo per verificare che si sia trattato di perdita di gas anzichè di ridotta rifermentazione? Per la precisione, dopo 24 ore circa dall'imbottigliamento, sulla superficie del liquido si potevano notare delle "chiazze" chiare di massimo un paio di cm di diametro (mediamente molto più piccole o addirittura solo una striscia di bollicine lungo il bordo) dovute alla fermentazione. Avrei dovuto osservare qualcosa di più importante? Grazie ancora. Ciao. Fabio
  3. Grazie per le risposte. Tappatrice: eccola: http://www.beerewine.it/attrezzature/tappatrici-termocapsulatrici/tappatrice-corona-2-testine.html Boccola: ovviamente uso la boccola da 26mm (non quella da 29mm che veniva anch'essa fornita con la tappatrice). Ripasso i tappi perchè sono fondamentalmente paranoico e non perchè ci sia un'evidente necessità : per esempio, i tappi non ruotano o perdono se si capovolge la bottiglia. Continuo a pensare che utilizzare tappi con bidule o bidule da accoppiare ai tappi (difficile trovare in giro materiale del genere per tappi da 26 mm...) possa essere una soluzione. Altro dubbio: travasando una volta il prodotto ed eliminando gran parte del fondo (una volta durante il travaso ed una volta durante l'imbottigliamento) non si rischia di impoverire la birra di lieviti e dunque limitare la rifermentazione in bottiglia?
  4. Ciao a tutti! Sono al secondo kit e in entrambi i casi il risultato finale è una birra poco o molto poco gasata. Decisamente insufficiente, comunque. Ecco un po' di dati: Bottiglie: in vetro marrone (Birra Moretti) da 66cl Tappi: tappi a corona da 26mm (senza bidule) di due produttori diversi Tappatrice: a colonna a mano. Priming: zucchero bianco nelle dosi previste dalle istruzioni del kit Temperatura: nel primo caso (produzione autunnale) ho messo immediatamente le bottiglie in cantina, mentre nel secondo caso (produzione primaverile) ho tenuto le bottiglie un paio di gg in un ambiente caldo (ca 29-30°) prima di riporle in cantina. Secondo voi sono i tappi che perdono? Poichè mi accanisco parecchio con la tappatrice e ripasso tutte lo bottiglie, stringendo i denti dei tappi con una pinza, risolvo qualcosa aggiungendo tappi con bidule? Altri suggerimenti? Grazie! Saluti. FAb
  5. Grazie, Tyrion! Avevo fatto una ricerca e non ho trovato nessun thread dedicato unicamente a questo tema. Pensavo inoltre che crearne uno ad hoc potesse guidare nel futuro i neofiti come me. Comunque, ora mi metto a spulciare sistematicamente quelli che mi risultano dalla ricerca con "travaso".
  6. Grazie per la risposta, Conco! Alcuni chiarimenti: "Più densità e alta più avrà da lavorare, più ci metterà a terminare fermentazione tumultuosa." Lo scrivi perchè il primo travaso, a tuo parere, va effettuato (come mi sembrerebbe intuitivo) al termine della fermentazione tumultuosa? "ossidazione" Qual è il danno che si ha con l'ossidazione?
  7. Ciao! Alle prese con la mia PRIMA BIRRA DA KIT mi sto già appassionando oltremodo alla produzione di birra. Vorrei affrontare con chi è più esperto la questione dei travasi in maniera quanto più "scientifica". Ho schematizzato le mie domande/i miei dubbi da principiante assoluto qui di seguito. - Quali sono genericamente i pro e i contro del travaso? (ho letto di maggior limpidezza e miglior sapore della bevanda ottenuta) - Quanti travasi e quando farli? (Bertinotti consiglia, come "best practice" generica, un travaso dopo 7gg dall'inizio fermentazione ed uno dopo 15gg, prima dell'imbottigliamento: a parte il tempo, ci sono altri parametri più validi per decidere quando effettuare i travasi? Densità del mosto? Stadio raggiunto di fermentazione?) - L'eliminazione del fondo che si accumula nei fermentatori, a valle dei travasi, può ridurre la presenza di lieviti al punto da avere una carbonazione scarsa in bottiglia e quindi una bevanda troppo povera di bollicine? - Di che genere è e da cosa è causato il danno che si arreca al mosto ossigenandolo durante il travaso/imbottigliamento (c.d. splash)? Grazie! FAb PS Io sono propenso a due travasi a 7 e 15 gg e poi imbottigliare.
  8. Ma lasciarle a bagno mezzora, con acqua e candeggina non profumata, per poi sciacquarle? Non è sufficiente e più pratico di una bollitura?
  9. Oddio, io nel gorgogliatore ho messo l'acqua. Peccato veniale?
  10. E il travaso/imbottigliamento da damigiana? Pensavo di usare una damigiana in vetro come secondo fermentatore, per effettuare il primo travaso da fermentatore in plastica. Suppongo che sia semplice adattare il tappo di plastica per alloggiarvi il gorgogliatore ed essendo già nella fase terminale della fermentazione, penso non dovrei avere problemi di esplosione. Ma come svuotare tutto il contenuto della damigiana una volta piena? Con tubo. Ma come innescare? A bocca no per via della possibilità di contaminazione. Probabilmente nemmeno riempiendo il tubo di liquido: se metto acqua, allungo il mosto; mentre se aggiungo il mosto contenuto nella damigiana, dovrei inclinarla a tal punto che, temo smuoverei il fondo, vanificando in parte l'utilità del travaso come mezzo per eliminare i residui di lievito e altro.
  11. Giusto. Immagino ci siano tantissime variabili tra cui il tipo di birra che si va a produrre e quindi le materie prime, il tipo di fermentazione ecc. Grazie
  12. Oggi, cercando una spiegazione, ho addirittura pensato che la scala fosse calcolata in modo da fornire il quantitativo finale di prodotto, considerando lo scarto del fondo e la perdita di volume durante la fermentazione. Troppa fiducia nell'attrezzatura, eh?! Vado un po' OT: che perdita percentuale (volume iniziale in fermentatore - volume finale imbottigliato) è normale attendersi, considerando due travasi, scarto del fondo, perdita di volume durante la fermentazione, 2-3 misure col densimetro?
  13. Ciao! Mi hanno prestato un kit "PINTA" di cui non ho verificato la correttezza della scala stampata sul fermentatore. Tuttavia, oggi ho notato che la tacca dei 5 litri è a circa due cm dal fondo, mentre quella dei 10 litri è a 10 cm da quella dei 5. Inoltre le tacche si distanziano tra loro mano a mano che aumenta il volume, pur avendo il bidone una forma che si allarga leggermente verso l'alto. Qual è la ragione di tutto questo? Ciao. FAb
  14. Immagino che ti riferisci alla densità . Solo che ogni rilevazione mi "costerebbe" mezzo bicchiere di mosto. (ascoltare il gorgogliatore è gratis)
  15. Ok. Ma ricorda che è come il sommelier che chiede al barbone di occuparsi del vino.
×
×
  • Create New...