Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Air92

Utenti Registrati
  • Content Count

    15
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Air92

  1. Ok meglio così... meno paranoie e più birra! Grazie mille per il chiarimento!
  2. In realtà no, ho un filtro a cestello rialzato di 5 cm dal fondo, quindi no.. Non posso mescolare fino in fondo ma mi fermo prima. Di quello me ne sono fatto una ragione, ma avendo poi la possibilità di toglierle prima che vadano in bollitura mi pongo il dubbio di quanto scartare e, soprattutto, se davvero influisce sul risultato finale (odore, colore, sapore, aspetto). Se parliamo solo di un colore un po' più scuro vivo benissimo e mi bevo dei litri in più, se dovesse influire sul sapore o aumentare la sensazione di astringenza, beh.. Le cose cambiano. Non so, le scorse cotte ho tolto solo l'essenziale e non è morto ancora nessuno, questa volta ho cercato di fare un lavoro più pulito e mi trovo con un po' di litri in meno... Per questo mi chiedo se ne vale la pena. Boh forse sono solo paranoie.
  3. Ok perfetto adesso ho capito... Grazie del suggerimento! In ogni caso la cosa da evitare è quindi che le farine bollano durante la luppolatura, giusto? Quindi l'idea è cercare di renderle al minimo prima della bollitura, ma per quelle che rimangono dopo in pentola il problema è minore (pertanto trascurabile) ed è risolvibile con un travaso anticipato durante la fermentazione?
  4. Quindi consigli di salvare solo i fondi dopo la luppolatura e portarli con il resto in fermentazione, mentre quelli dopo l'ammostamento/filtraggio no? Ho capito bene?
  5. Non ho problemi! Semplicemente mi chiedevo come ottimizzare gli scarti!! Comunque si, più o meno come dice Sbraga87, solo che ho un filtro a cestello, quindi quando ho passato tutto nel fermantatore estraggo il filtro, pulisco velocemente la pentola e ripasso tutto dentro per la bollitura.
  6. Avendo una sola pentola mi ritrovo dopo lo sparge a dover passare tutto momentaneamente in un fermentatore, pulire la pentola e ritravasarlo all'interno, quindi mi trovo a scartare sia i residui della pentola, che quelli che si depositano nel fermentatore durante i travasi. Poi questa volta ho avuto più scarti perché per l'ultimo luppolo non ho usato l'hop bag (erano solo 5g), quindi in ogni caso non potevo versarlo nel fermentatore. Però mi è venuta una idea.. Si potrebbe tenere il fondo della pentola a decantare e rimetterlo in pentola dopo un'oretta entro la fine della bollitura senza i residui che si sono depositati nel frattempo, che ne pensate? Poi direi che per quelli che si formano durante la luppolatura per la prossima uso l'hop bag anche per l'ultimo luppolo e le spezie e del fondo tolgo solo il minimo essenziale, che ne pensate?
  7. Ciao a tutti, sono alla mia quarta cotta all grain e finalmente sono riuscito a sistemare le cavolate fatte nelle prime cotte. Mi rimane un gran bel dubbio: voi utilizzate il mosto rimasto sul fondo della pentola? Quanto ne scartate? Mi spiego meglio. Ho iniziato il mash con 28 litri e ne ho aggiunti 12 per lo sparge per un totale di 40 litri. 7 se li sono assorbiti le trebbie, 6 li ho persi in bollitura, ma nel fermentatore me ne sono ritrovati solo 18 (contro i 26 da ricetta). Se la matematica non è un'opinione circa 5 litri li ho persi tra il fondo della pentola a fine sparge e il fondo del fermentatore usato per il travaso e altri 4 tra il fondo della pentola a fine luppolatura e quella assorbita dai luppoli. Lasciando perdere circa un litro assorbito dai luppoli, gli altri 8 voi li filtrate e li recuperate? O posso fregarmene e buttare tutte le farine in bollitura (e poi successivamente nel fermentatore)? Che era quello che ho fatto finora, tanto poi si sedimentano subito quando le passo nel fermentatore. Ringrazio anticipatamente.
  8. Almeno quello che ha scritto denosoc mi rincuora.. Anche io ho avuto problemi di non poco conto con l'inerzia termica, voi come li avete risolti? Per il libro ci avevo pensato, ma concordo a pieno con cacio, per questo ho iniziato lo stesso, per adesso mi sono limitato a materiali trovati su internet, poi sicuro arriverà anche quello!
  9. Ok, altri? Potete dirmi qualcosa su quello che ho scritto? (Trappist grazie per aver spezzato una lancia a mio favore)
  10. E hai ragione anche tu.. Il discorso è che leggendole queste cose sembra tutto così astratto, almeno fin quando non ti immergi in una prima cotta.
  11. Ok innanzitutto vi ringrazio per la partecipazione e la disponibilità , poi cogliendo l'occasione cerco di togliermi altri dubbi. 1. Il ph: da quanto ho capito non è fondamentale il ph dell'acqua, ma il ph del mosto nella prima fase di ammostamento. corretto (che deve essere sui 5.5)? Ho aggiunto un cucchiaino di solfito di calcio in acqua, ma un po a caso a dire il vero, si fa? Non ho ancora un phmetro, ma in ogni caso bisogna stare attenti li e per l'acqua di sparge? Basta? 2. I grani vanno inseriti alla temperatura della prima fase di Ammostamento o la temperatura va fatta salire con i grani? 3. Il rifrattometro: lo usate? Serve? 4. Di solito quanto dura la fase di Ammostamento? Ah non vi ho detto, ho preso una pentola polsinelli da 35 litri con filtro a cestello 5. Lo sparge lo faccio in pentola mentre faccio uscire il mosto o posso estrarre il cestello e farlo separatamente? (Nella prima ipotesi ci tengo a dire che non è stato possibile lasciare un dito d'acqua sopra le trebbie perché appena fatto uscire un po' di mosto il livello è sceso subito al di sotto delle trebbie, il cestello ha un diametro qualche cm più stretto di quello della pentola ed ha un rialzo di 5 cm dal fondo) 6. Quanta acqua metto in pentola? Sempre per il fatto che il cestello è più piccolo avevo paura che non ci fosse abbastanza acqua per i grani e ho messo circa 20 litri, va bene?
  12. x megavherr Controllare la temperatura di un pentolone su tre fornelli della cucina non è cosa da poco, andava sempre dove voleva lei con un'inerzia termica da paura. A mente lucida me ne sarei reso conto benissimo, ma ormai è fatta. Altri errori o accorgimenti? così magari la prossima volta li evito.. mi sta venendo voglia di buttarla.
  13. Ti do ragione sul fatto che non sappia nulla, ho letto un po' in giro ma non ci capisco un bel niente. Comunque si, sono del 92 e faccio giurisprudenza, la chimica la lascio ai chimici! In ogni caso perché parli di birra infetta?
  14. ok quindi cosa avrei dovuto fare? dovevo aspettare a 67° anziché 78°?
  15. Ciao a tutti, sono nuovo del forum e vi scrivo per raccontarvi la mia prima esperienza nel mondo dell'all grain. Ho tre cotte alle spalle da kit, due da estratto non luppolato e una in e+g. Così belli determinati io e i miei amici ci imbattiamo in una fighissima belgan strong pale ale. Purtroppo non è stato proprio come leggere i post del forum o le guide su internet, i dubbi e le perplessità vengono sempre nei momenti sbagliati. Ecco quanto: Belgan Strong Golden Ale Ricetta per 23 litri Malto Monaco 1 kg (io ho usato il malto aromatic) Malto Pale Ale 5 kg Lupplo Saphir (AA3,5) 42 gr (60 min) (ho usato il Saaz) Lupplo Saphir( AA3,5) 28 gr (30 min) Lupplo Saphir (AA3,5) 14 gr (10 min) Buccia d'arancia amara (facoltativa) * 5-10 gr (15 min) Coriandolo (facoltativo) * 5-10 gr (15 min) Lievito White Labs Belgian Ale WLP550 1 Fiala Zucchero Priming 6 gr/litro OG: 1063 FG: 1015 - 1012 Colore 22 EBC - Amaro 25,2 IBU Alc. 6,5 Vol Fasi di ammostamento: 1° step: MASH 63°C per 10 min 2° step: MASH 67°C per 45-60 min 3° step: MASH OUT 78°C per 15 min 18.36 18 litri in pentola (6 di levissima/ 12 da rubinetto) con 1 cucchiaino di solfato di calcio (PH 6, e accendo i fornelli al massimo 18.55 aggiungo 3 litri d’acqua 19.15 a 68° metto i grani macinati (5kg di weyermann Pale Ale e 1 kg di malto in grani Aromatic, al posto di 1 kg di Monaco) da 68° ne ha persi solo 2/3 contro le nostre aspettative e ci troviamo a fare un unico step a 67°, il ph si aggira intorno ai 5,50/6 20.35 mash out dopo un quarto d’ora inizio una catena abbastanza lunga di test di tintura di iodio, ma danno tutte esito negativo 21.45 filtraggio e sparge (con 6 litri di acqua, tre bottiglia e 3 rubinetto, con mezzo cucchiaino di solfato). In pentola ci sono 21 litri metto i luppoli come da ricetta (22.30 prima gittata, 23.00 la seconda, 23.17 la terza con 10 g di coriandolo e 10g di arancia) 23.22 inserisco la serpentina, 23.27 spengo tutto e raffreddo, inoculo una bustina di lievito saftbrew t-58 e tre litri d’acqua per portare il tutto a una densità di 1063 per un finale di circa 20 litri. Bene, non dico di essere completamente insoddisfatto, ma ci vado vicino. la birra ha un colore brodoso, forse per la prolungata fase di mash out, ma se è scritto dappertutto che bisogna prolungare l'ammostamento fin quando il test della tintura di iodio da esito positivo, se continua a fare reazione io che devo fare? andavo avanti un'altra ora? poi si, abbiamo saltato completamente il primo step di ammostamento, ma la temperatura era già troppo alta e non siamo riusciti a tornare indietro. Poi da una parte ho letto che i grani vanno inseriti prima, a 43°, sarà vero? bah. in ogni caso non penso che quei 10 minuti abbiano influito significamene sul risultato finale. L'ho assaggiata prima di mettere il lievito e allappava un po', in ogni caso sta mattina già gorgogliava. Comunque.. lascio la parola a voi esperti.
×
×
  • Create New...