Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Sleipnir

Utenti Registrati
  • Content count

    166
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Sleipnir

  1. Buongiorno a tutti, ieri ho ripreso finalmente la produzione casalinga di birra dopo tanti anni di stop e rinnovamento dell'attrezzatura. Tra le novità, anche un frigorifero nuovo di pacca, connesso con STC1000 per il controllo della temperatura. Di seguito allego lo schema, nulla di stravolgente rispetto agli innumerevoli schemi presenti sulla rete, unica eccezione forse al bypass. Al termine della cotta, con mio sommo rammarico mi accorgo che il frigorifero non funziona come dovrebbe, ossia non viene acceso dal termostato ma funziona solo con il bypass (si accende la luce interna e si sente il rumore del compressore). Ho pensato si trattasse dell'STC1000 non funzionante (accensione testata al termine dell'assemblaggio) e ne ho preso subito uno nuovo su internet, arrivato oggi. Montato il nuovo, non funziona comunque. Cosa può essere? La lucina heat del termostato lampeggia per 6 minuti (impostazione F3) per poi sentire un tac e diventare fissa, senza però azionare il frigo. Suppongo che centri a questo punto il frigo, cosa posso fare per poter finalmente impiegare anche questo strumento? In attesa di vs riscontri, vi ringrazio e auguro una buona giornata Sleipnir
  2. Sleipnir

    Frigorifero non si accende con STC1000

    Grazie a tutti per le risposte. Alle fine ho riaperto il sistema e controllato ogni filo e ogni interruttore. Mi vergogno a dirlo ma si è trattato unicamente di un filo mal agganciato o sganciato che non portava corrente alla presa del frigorifero. Peccato accorgersene solo dopo aver cambiato termostato, presa e fatti diversi altri test. Sono più di due settimane che sto usando il frigorifero come camera di fermentazione e lavora molto bene, una vera rivoluzione. Il bypass l'ho voluto mettere per le emergenze (in questo caso mi è molto servito perché ho sopperito alla mancanza del termostato, seppur per un giorno), oltre alla possibilità di poter così usare il frigo come un comune elettrodomestico, senza dover staccare la spina dal sistema. Gli on-off di rimando servono unicamente per la gestione separata del bypass e del frigorifero, connessi entrambi alla stessa presa. Grazie ancora e buona serata Sleipnir
  3. Buongiorno, sto aggiornando il mio impianto elettrico BIAB, costituito da pentola elettrica, pompa e controller PID. Sono al momento alle prese con il controller PID, costituito da PID Sestos d1s-vr-220, SSR 25, sonda PT100 e interruttori/deviatori per portare corrente alla pentola elettrica (con possibilità di bypassare il PID) e alla pompa. Ho voluto anche aggiungere un allarme di modo che mi avvisasse al raggiungimento della temperatura target. Ho quindi comprato il seguente oggetto su eBay, che vorrei accendere/spegnere con interruttore. Da manuale, i morsetti del PID riservati all'allarme sono 1 (NC), 11 (NO) e 12 (COM). Ho quindi connesso il 12 con la fase di alimentazione e fatto uscire cavo dall'11 fino all'allarme, non mettendo nulla nell'1. L'allarme ha due morsetti x1 e x2 e non so se uno vale l'altro. Ho quindi collegato in x1 il cavo in uscita dall'11 e in x2 il neutro. Ho fatto correttamente o devo cambiare il cablaggio comprendendo anche il morsetto 1? Inoltre, come devo settare il PID affinché possa sentire l'allarme al raggiungimento della temperatura target? Vi faccio queste domande perché ieri ho provato il nuovo sistema e tutto funziona secondo il mio progetto tranne l'allarme. Non so quindi se è un problema di cablaggio o di settaggio. Vi chiedo quindi supporto e ringrazio chi mi aiuterà. A presto e buona domenica Sleipnir
  4. Sleipnir

    Allarme controller PID sestos

    Grazie mille Demetrio, ora partendo da quanto postato, non riesco a capire l'Alarm function table (T1). Nello specifico, non so cosa vogliono dire le singole voci e il modo per poterle combinare. Nemmeno il discorso numero mi è tanto chiaro. Qualcuno ci ha capito qualcosa e può aiutarmi a comprendere quella tabella e settaggi? Grazie mille e a presto...
  5. Sleipnir

    Allarme controller PID sestos

    Ciao Demetrio, grazie per la risposta e sì, ti sarei molto grato se potessi condividere il manuale, mi sarebbe molto utile! Ho collegato a un pin del cicalino il neutro e all'altro la fase che arriva proprio dal pin 11 del PID. Al 12 arriva direttamente la fase, interrotta da un interruttore. Penso sia una questione non tanto di cablaggio quanto di impostazioni del PID o di funzionamento del cicalino. Le istruzioni (tabella setting and function & alarm function table T1 & operation prcedure) sono tutte contenute nel tuo manuale? Se così fosse, non vedo l'ora di poterlo consultare così da impostare il PID. In attesa di tuo riscontro, ti ringrazio e ti auguro una buona giornata Sleipnir
  6. Sleipnir

    Allarme controller PID sestos

    Grazie Thor per la risposta e resto in attesa di altri riscontri...
  7. Sleipnir

    Saldatore elettrico da 20 a 60W

    Rimane comunque uno strumento utilissimo per fare lavoretti di casa o, per chi come me, si è costruito l'impiantino elettrico.
  8. Buonasera, ho recentemente acquistato un saldatore elettrico da 60W. Lo userei per realizzare i cablaggi (collegamenti fili e prolunghe) e saldare cavi a schede elettriche. Nelle istruzioni c'è scritto che per le componenti tipo schede elettriche, è preferibile usare un saldatore da 20-40W. Mi chiedo, ha senso secondo voi variare il voltaggio, con un dimmer per esempio, così da portare il saldatore da 20 a 60W e viceversa, a seconda di quello che devo saldare? Controllerei il tutto con un wattmetro digitale. In caso affermativo, basta bypassare la fonte di corrente con un interruttore-dimmer-wattmetro, o c'è bisogno di inserire qualche altra componente? In attesa di vs risposte, vi ringrazio e auguro una buona serata Sleipnir
  9. Sleipnir

    Saldatore elettrico da 20 a 60W

    Grazie dea90 per la risposta e i preziosi consigli! Mi hai rassicurato e non credo di dover costruire nulla di particolare per il saldatore. Devo solo stare un po' attendo e fare pratica. Grazie anche EnzoR e Tyrion132 per essere intevenuti... Sleipnir
  10. Buongiorno, nell'ottica di implementare e rendere più performante il mio impianto, vorrei chiedervi alcuni ragguagli "tecnici" sul PID Sestos D1S-VR-220. Per il suo cablaggio, mi sono ispirato a quanto trovato e richiesto su internet e il forum, utilizzando anche il seguente schema (direttamente dal sito della Sestos): Il PID lo uso per controllare in BIAB una pentola elettrica da 2000W, collegata a una sonda PT100. Come da schema, ho collegato al punto 3 e 4 i connettori della sonda dello stesso colore (glu) e nel 5 il terzo rosso. Al punto 6 l'uscita negativa che va all'SSR-25 e all'9 qulla positiva. Al punto 9 e 10 indifferentemente la linea e il neutro dalla rete. Nell'ottica di voler essere avvisato al raggiungimento della temperatura desiderata, vorrei sfruttare l'allarme (AL1) del PID. Sfortunatamente non sono molto ferrato per l'elettronica (anche se devo dire con modestia, ho costruito tutto da solo il mio pannello di controllo, grazie sopratutto il supporto del forum), quindi non capisco in che modo cablare i punti 1, 11 e 12 per sfruttare la funzione allarme. Per il poco che ne possa capire, azzarderei a connettere il punto 11 con un cavo di linea in entrata e il 12 con un cavo in uscita, verso una suoneria da incasso (per intenderci, qualcosa tipo questo). Ora, le domande sono spontanee: 1. Il cablaggio è teoricamente corretto o devo invertire come descritto l'11 con il 12? 2. Al punto 1, cosa ci devo mettere? Serve a qualcosa? 3. La suoneria è lo strumento corretto per far partire l'allarme o devo dotarmi di qualche oggetto (o kit) differente? Volendo inserire anche un timer, sempre della sestos ho trovato questi due modelli: B2E-2R-220 e B3S-2R-220. 1. Possono andare bene al caso mio? 2. Quali sono le differenze dai due e quale sarebbe meglio scegliere? 3. Sono utili per avvisarmi dello scadere del tempo settato? Possono essere utilizzati anche per altre feature di interesse domozimurgico? 4. Come cablarli? Cosa si intende con le diverse voci, tipo GATE, RESET, ...? Al momento sto impiegando una sola pentola per il BIAB ma volendo passare all'AG classico, vorrei dotarmi di tre tini (sempre pentole elettriche). Potendo ipoteticamente disporre di una fornitura elettrica di 6kWh, posso secondo voi permettermi tre pentole da 2500W? In tal caso, posso variare l'erogazione di corrente con dei modulatori per la 220 connessi con voltmetri? La pentola e il suo funzionamento ne possono risentire? Ho addocchiato le Buffalo e vorrei avere da chi le utilizza opinioni in merito. Inoltre, è vero che avendo un sistema di protezione interno è necessario fare una piccola modifica per evitare che la pentola in boil possa bloccarsi, andando in "protezione"? In che modo, nel caso, si può fare? In alternativa alle Buffalo, quali pentole elettriche con volumi simili se non superiori alla Buffalo mi consigliate? Infine, per rendere il mio futuro nuovo impianto, avevo pensato a delle soluzioni plug-in. Oltre ai famosi raccordi camlock, che vorrei impiegare nel tubing, avevo pensato a delle soluzioni che mi potessero essere utili per rendere meno restrittivo e pesante il cablaggio elettrico, tipo: sonde e connessioni 12V rimovibili, spine plug&play, qualcosa del genere. Su internet ho trovato alcune soluzioni interessanti, tipo jack e affini, ma non avendo conoscenza pratica di questi strumenti, vorrei chiedervi cosa potete consigliarmi per rendere più "snelllo" e comodo la parte elettrica del mio impianto. In attesa di vs risposte, vi ringrazio per l'attenzione e il supporto. A presto Sleipnir
  11. Cercando su Amazon, sembra sia venduta solo sul portale italiano e britannico. Per risponderti, direi quindi su queste: https://www.amazon.co.uk/Buffalo-Stainless-Manual-Boiler-Heater-x/dp/B00280ONB2/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1496420443&sr=8-1&keywords=buffalo+40l https://www.amazon.co.uk/Buffalo-Manual-Boiler-630x433x440mm-Stainless/dp/B00XD5IBO6/ref=pd_sbs_201_2?_encoding=UTF8&psc=1&refRID=CRGJPZSRET9HZ5Q4HN9S https://www.amazon.it/Buffalo-GL349-Acqua-Caldaia-manuale-Fill/dp/B00XD5IBO6/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1496420661&sr=8-1&keywords=buffalo+40l Grazie Agos, se mi dici come effettuare le modifiche su queste mi fai un grandissimo favore! Sleipnir
  12. Sleipnir

    Relè per STC1000

    Quindi bene o male mettere un relè per il frigorifero non fa male. Mi sapete indicare quale relè possa fare al caso mio? Non so cosa possa servire e con che caratteristiche, mi affido alle vs conoscenze ed esperienze. Grazie. In attesa, vi ringrazio per le risposte e vi auguro una buona giornata. Sleipnir
  13. Sleipnir

    Relè per STC1000

    Buonasera, nell'impiego di un STC1000 per controllare frigorifero e cavo riscaldante, conviene utilizzare due relè per i due carichi? Se sì, quali mi consigliate? Grazie. In attesa di vs riscontri, vi auguro una buona serata Sleipnir
  14. Ciao Agos e grazie per la risposta. Siccome non sono molto pratico con queste tematiche, puoi per favore linkarmi una guida per modificare quella pentola? Se non ricordo male ci siamo già sentiti in privato per capire come far spedire in Italia la pentola, mediante un servizio terzo, sbaglio? Grazie. In attesa di una risposta, ti auguro una buona domenica Sleipnir
  15. Grazie Agos per la risposta. Le posso trovare facilmente su Amazon/eBay o devo andare sul sito del costruttore (nel caso venda direttamente a privati)? Quindi la Buffalo che ho linkato e trovato su Amazon è la nuova versione? Nel caso di nuova versione, devo comunque applicare qualche modifica per evitare blocchi non richiesti o comunque per poterla utilizzare per i ns scopi? Se sì, quale guida impiegare? Grazie. Sleipnir
  16. Ciao Agos, grazie per la risposta. Interessante il discorso delle due resistenze. In questo caso, puoi consigliarmi qualche pentola elettrica che funziona in questa maniera o fai riferimento a una soluzione autocostruita (pentolone al quale inserisco due resistenze)? In linea generale, ho sempre pensato a evitare l'impiego di resistenze esterne, così da non incorrere in problemi dovuti a eccessiva caramellizzazione e garantire una migliore pulizia. Per la modifica della Buffalo (così da non avere problemi con la sonda), prenderei spunto da qui. In attesa di altri pareri, consigli e risposte ai quesiti nel primo posto, auguro un buon pomeriggio Sleipnir
  17. 22L di mosto bolliti in pentola elettrica da 2000W, provato empiricamente... Il coperchio deve esserci, con un foro a mo' di oblò per far uscire il vapore... Sleipnir
  18. Riporto la mia esperienza. Utilizzo per il BIAB un impianto autocostruito da appartamento, costituito da una pentola elettrica da 2000W e pompa Iwaki per il ricircolo. Nella stessa pentola faccio mash (controllato con PID Sestos) e boil. Pratico e divertente, purtroppo non posso fare produzioni superiori ai 15/16L. Se per te 15L sono pochi e non hai problemi di spazio, vai col classico sistema a tre tini controllati con fiamma (utilizzabile, con una sola pentola, anche per il BIAB). Alcuni utenti del forum hanno automatizzato il tutto con un sistema fatto da una fiamma pilota, valvola elettrica e PID. Allo stesso modo, qualcun altro ha resto il tradizionale sistema a tre tini completamente elettrico, utilizzando resistente, RIMS e pentole elettriche (in questo caso, o hai un contatore da 6kW o stai ben attento a gestire le diverse potenze). Le alternative sono tante, sta a te scegliere in funzione delle tue necessità e disponibilità . Basta che non scegli l'induzione, come giustament suggerito da Vale. Sleipnir
  19. Sleipnir

    Calcolo Luppolo

    Grazie a tutti per le risposte. Leggendole, ho avuto modo di rafforzare l'illuminazione avuta ieri notte: dopo vari tentavi, letture e cercando di capire le logiche (matematiche e non) che stanno dietro al calcolo dei luppoli, sono arrivato a comprendere la questione. Un grande grazie a tutti coloro che hanno risposto al mio quesito, senza i quali avrei continuato a non capire nulla! Tornando alla mia ricetta (che ho già realizzato l'anno scorso), ho ricalcolato i valori veritieri (lasciando perdere il rapporto 1 a 2, che non ha senso, come confermato da Vale) e ho ottenuto nuovi valori. Trattandosi di una produzione piccola, non ci si discosta molto rispetto alle quantità calcolate erroneamente l'anno scorso ma sicuramente cambierebbero in funzione di volumi decisamente maggiori. Ho, quindi, calcolato la quantità di luppoli in funzione al volume come descritto da Vale, aggiustando questo valore con le formule di Daniels. Ho quindi trovato: - Challenger (7,6% in pellet, utilizzo 30%, 50,5 IBU): 34,9g a 70min - Golding (5,1% in pellet, utilizzo 15%, 6,8 IBU): 14,1g a 15min - Golding (5,1% in pellet, utilizzo 6%, 2,7 IBU): 14,1g a 0min Dopo aver capito questo aspetto, che sto applicando su un'altra ricetta, vorrei capire come stimare in maniera preliminare la quantità di luppoli in una ricetta che ho creato ex novo. Mi spiego, le formule di Daniels prevedono che inizialmente si definisca la quantità di luppoli da aroma che, come spiegato da Amadeus, facendo la differenza con le IBU target, mi forniranno le IBU che dovrò coprire con i luppoli da amaro. Come decidere arbitrariamente o non quanto luppolo da aroma utilizzare, quale tipo e con che tempi di gettata? Stesso discorsa vale anche per il luppolo da amaro: quale tipo scegliere, in che percentuale utilizzarlo, gettare tutto all'inizio o fare qualche step intermedio? Spero di essere riuscito a spiegarmi bene. Ringraziandovi per la partecipazione, resto in attesa di vs risposte e vi auguro una buona serata. Sleipnir
  20. Buongiorno a tutti, sono ancora agli inizi e limitata è la mia pratica. Non ho ancora ricette mie e mi baso su alcune ricette trovate in rete che richiedono un certo quantitativo di luppoli per 23L di birra finita (27L pre-boil). Volendo adeguare la ricetta a 15L, come posso fare per trovare la quantità adeguata di luppolu da aggiungere? Non trovo valori corrispondenti o adeguati utilizzando le formule estrapolate dall'opera di Daniels. Qualcuno mi può aiutare a capirci meglio? Grazie. In attesa di risposte, vi auguro un buon pomeriggio Sleipnir
  21. Sleipnir

    Calcolo Luppolo

    Ciao Vale e grazie mille per la risposta. C'è qualcosa che continua a non tornarmi e cerco di spiegarmi. La ricetta prevede: - 70g di Challenger 7% a inizio bollitura (70min), che fornisce 50,5 IBU - 35g di Golding 5,5% negli ultimi 15min, che fornisce 9,5 IBU - 35g di Golding 5,5% a fuoco spento, che fornisce 0 IBU A disposizione avevo Challenger 7,6% e Golding 5,1%, avrei dovuto fare i seguenti calcoli: - Challenger = 70 x (15/23) x (7/7,6) = 42g - Golding = 35 x (15/23) x (5,5/5,1) = 24,6g Non si mantiene in questo caso il rapporto 1 a 2 tra Challenger e Golding, è un problema? Proprio per questo motivo, ho calcolato mediante un foglio di calcolo creato leggendo il libro di Daniels le seguenti quantità : - Challenger (7,6% in pellet, utilizzo 30%, 48,7 IBU): 33,6g - Golding (5,1% in pellet, utilizzo 15%, 8,2 IBU): 16,8g - Golding (5,1% in pellet, utilizzo 6%, 3,3 IBU): 16,8g Con diversi tentativi sono riuscito a mantenere il rapporto 1 a 2. Provando a inserire nella tabella di Daniels le quantità calcolate con le formule di Vale, ottengo quanto segue: - Challenger (7,6% in pellet, utilizzo 30%, 43,4 IBU): 30g - Golding (5,1% in pellet, utilizzo 15%, 11,9 IBU): 24,6g - Golding (5,1% in pellet, utilizzo 6%, 4,8 IBU): 24,6g Questo per il semplice motivo che Daniels fa fornire anche ai luppoli da aroma un certo apporto di IBU e prima di calcolare esattamente la quantità di luppolo da amaro, devo arbitrariamente definire la quantità di luppoli da aroma. Ovviamente, adesso sto gestendo una ricetta dove non ci sono questi rapporti semplici e non capisco dove sbattere la testa. Spero mi possiate aiutare a capirci di più. Grazie. In attesa di vs risposta, vi auguro una buona serata. Sleipnir
  22. Sleipnir

    Scatola Elettricista Di Grandi Dimensioni

    Grazie a tutti per le risposte, appena posso do un occhio ai link e cerco di capire cosa fa per me. Ho gia costruito una centralina di controllo per il mio mini impianto BIAB ma l'obiettivo è un giorno costruirmi un tre tini all grain elettrico. Andrea è il mio ispiratore e vorrei anche io un pannello bello grande col quale controllare tutto il processo (dalla macinazione fino alla maturazione). Al momento è solo un'idea, un giorno chissà . Nel frattempo mi informo sull'esistenza del materiale di cui ho bisogno. Grazie ancora per il supporto. Sleipnir
  23. Buona sera a tutti, dove posso trovare una scatola da elettricista di grandi dimensioni, per intenderci qualcosa (se non più grande) che è stata usata per la costruzione dell'impianto nel seguente link? https://movimentobirra.wordpress.com/2013/07/03/un-impianto-per-homebrewing-autocostruito/ Grazie. In attesa di vs risposte, auguro una buona serata Speipnir
  24. Sleipnir

    Scatola Elettricista Di Grandi Dimensioni

    Grazie a tutti per le risposte. Ho cercato al Bricoman ma non ho trovato nulla se non le classiche scatole da eletticista. Proverò al Leroy Merlin ma vorrei provare anche su internet. Andrea, cercherò quel fornitore ma nel caso in cui non lo trovassi, quali tag posso usare per cercare su eBay e affini? Andrea, mi piacerebbe visualizzare il tuo nuovo impianto, l'hai pubblicato da qualche parte? In attesa di vs risposte, vi ringrazio e vi auguro una buona giornata Sleipnir
  25. Sleipnir

    Alimentazione 12V 5A

    Ottimo, grazie mille Vale! Volevo creare 4 utenze per alimentare pompe e motorino per l'agitazione durante il mash. Sleipnir
×