Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

RasAle

Utenti Registrati
  • Content Count

    43
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by RasAle


  1. Buongiorno, qualcuno di voi usa un chiller a glicole (o un freezer con serpentina immersa in una vasca cn acqua  glicolata) per controllo temperatura in fermetazione? Come vi trovate? Potete consigliarmene uno decente? Perché gli unici che ho trovato sono quelli marchiati grainfather (costa uno sproposito e ha prestazioni ridicole) e quello ss brewtech (costa uno sproposito ma sembra una bomba). Esperienze di prima mano o link a discussioni interessanti (ho visto qualcosa su forum americani ma niente che sia adatto alle mie esigenze).

    Vorrei fermentare contemporanramente  in  3 corny keg (13 litri circa in ognuno) con profili temperatura differenti e magari simultaneamente crashare un quarto keg. Serpentina inox a immersione in ognuno. (Devo ancora realizzarla ma pensavo a una cosa semplice a "u" dal coperchio con tubi da 1/4 ollice probabilmente)

    Grazie

    Alessio

     


  2. Dubbio legittimo... la risposta è.. non uso il rubinetto ma sifono (sanificato) dall'alto o uso il rubinetto, magari spruzzandoci prima dell'alcool etilico dal di fuori e accendendelo con un accendino (anche più di una volta)... aprendo e chiudendo la valvola un paio di volte (e gettando i pochi ml che escono... penso che in condizioni "normali" al 99,9% sei sicuro... ma probabilmente anche se vai diretto in condizioni di igiene "normale" non dovresti avere problemi (qui entra in gioco la sfiga però e non è quantificabile). Meglio sanificare rubinetto e valvola prima la prossima volta ma.. ho fatto di peggio, non è morto nessuno.. anche se mi girerebbero abbastanza qualora succedesse ehehe


  3. Scusa ma non capisco come si quota quindi vedo di andare un po' in ordine...

     

    Per quando riguarda lo spingere l'acqua nel fusto con la co2 come soluzione per "scavare" l'ossigeno ci avevo ben pensato.. meglio ancora si potrebbe utilizzare assieme a un sanitizzante no-rinse... e questo si collega al punto due, ho visto sia filtri usa e getta confezionati sterili (costosi e stupidi probabilmente con inferiore superficie filtrante) che candele ad alette incapsulate in un cilindro di plastica (le usiamo anche a lavoro per prelevare campioni).. le seconde possono essere sanitizzate senza problemi. Mi piacerebbe cmq misurare con un ossimetro quanti pbm di O2 rimangono semplicemente pressurizzando e sfiatando (avrei anche dell'azoto disponibile e costa meno della co2)

    Per quanto riguarda la "paranoia delle infezioni" non ho mai avuto la sfortuna, e reputo la tua sullo scambiatore appunto una paranoia :) ..... a patto che lo si pulisca prima e dopo ogni cotta (e questo è uno sbattimento se lo si fa come hobby nel poco tempo libero)... te la butto lì... un chiller a glicole e una serpentina?

    Da pirla al priming in fusto secondario con trasferimento dal primario al chiuso e senza O2 non ci avevo mica pensato... mi hai aperto un mondo... e volendo si potrebbe usare azoto per fare quasi (o?) tutto ed è un bel risparmio... e la carbonazione naturale me piace de più... mumble mumble... questo è un gran bel contributo, grazie.

    per il volume delle cotte gli ammerigani dicono anche 15 se ti porti mosto pulito e lievito non violento. Anche di più se si usano anti-foam come fermcap-s e simili (non fucilatemi ma ho una formazione chimica alle spalle e non sono un purista ma punto al risultato).

    I keg che ho acquistato hanno la valvola di sicurezza, non ci dovrebbero essere problemi di bombe! ehehe

×
×
  • Create New...