Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Monaco

Utenti Registrati
  • Content Count

    65
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Monaco last won the day on November 24 2013

Monaco had the most liked content!

Community Reputation

10 Buona

About Monaco

  • Rank
    Member
  1. Ragazzi rispondo a tutti tranquilli. Sono solo fuori sede per lavoro e mi stanno reperendo alcuni listini per valutare la soluzione migliore. Nel weekend rispondo a tutti ;)
  2. Bella grossa come cella! Sono 2 metri cubi x un totale di due mila litri di volume. Equivalgono più o meno come un mobile di 6 moduli per sottobanco da bar x intenderci e dunque serve un compressore da 1/2 (potenza compressore in HP) che abbia una resa frigorifera del compressore di circa 1000 watt.devi mettere x forza una valvola termostatica al l'evaporatore che andrà costruito con 30/37 metri di tubo di rame del diametro del 10mm altrimenti si cerca uno già fatto che abbia una resa frigorifera di 750/800 watt. Il gruppo userà un refrigerante a R404a e la temperatura al l'evaporatore sarà di -10 per cui considerando un delta T di 8 gradi..... Puoi raggiungere i -3 gradi all'interno della tua cella. La coibentazione deve essere di almeno 5cm di poliuretano ad alta densità
  3. Teoricamente potresti usarlo... Magari sostituendo il termostato o tararlo a -5/-10 e fare miscela acqua e glicole. Non so la potenza del compressore ma magari con più tempo riesci a raggiungere quelle temperature. Bisognerebbe sapere potenza e litri.
  4. Stasera dopo cena rispondo a tutti. Premetto una cosa.. Tutti i gruppi frigo che avete visto sono privi di gas, filtro e valvola. Il manometro e' sempre opzionale ma molto comodo per valutarne il funzionamento. Per quanto riguarda il vuoto e' vero che serve una pompa per farlo o sapere un vecchio trucco. Ora direi di procedere a illustrare i tre casi in esame che sono degli ottimi esempi per imparare e poi si procede a cercare i prezzi migliori. MASTRO.. Che dimensioni pensi debba avere la tua cella? Almeno per spiegare la potenza del gruppo applicata alla cella uso un tuo esempio
  5. Ciao, per quanto riguarda il calcolo preciso sulla potenza e sul tempo stasera scrivo la formula portando il tuo esempio in modo che anche altri possano usarla se dovesse servire. Scrivere dal cell mi è davvero difficile. Per la scelta dell'impianto io trovo difficile e complicato far aderire un'evaporatore al fermentatore. Io opterei per due soluzioni. PRIMA: mettere del tubo di rame da frigorista intorno al fermentatore e fissarlo con "gocce" di silicone e poi rivestirlo con nastro isolante per tubi di rame tipo "armaflex". In questo modo posso sostituire l'evaporatore tradizionale con uno formato dal tubo di rame a contatto con l'evaporatore. Pro: durata eterna del tubo di rame e meno danni dovuti a urti accidentali. Lo spessore del tubo e' di 1,5mm contro i pochi decimi dell'evaporatore. Il raffreddamento e' uniforme perché lacciaio del fermentatore trasmette su tutta la sua superficie il freddo. Facilità a realizzare e installare. ( se sbaglio a fare la cartella al tubo basta che taglio e riprovo) Contro: l'impianto deve esser fisso. Un corpo unico tra gruppo frigo e fermentatore. Se smonto per qualsiasi motivo l'evaporatore devo ricaricare di gas ( vero in parte, ma vi insegno pure come recuperare il gas) SECONDA: utilizzare l'acqua refrigerata x raffreddare. Costruisco il mio gruppo frigo e l'evaporatore( piccola spirale di rame) la metto in un contenitore di plastica (accumulo) pieno di acqua e/o miscela acqua-glicole. Dal l'accumulo poi trasferisco il liquido o all'interno del fermentatore ( utilizzando una piastra in acciaio come evaporatore) come avviene con il mosto del vino o all'esterno facendone una serpentina. Pro: forse metterò più semplice e con costi minori. ( da valutare però ) Quando non serve posso chiudere le valvole e smontare tutto. Il gruppo frigo rimane indipendente. Ho prestazioni migliori perché posso accendere il gruppo molto prima per portare la temperatura dell'acqua anche sotto lo zero e maggiore sarà l'accumulo minore sarà il tempo impiegato. Contro: se uso piastre interne posso avere il glicole a contatto con il mosto. Questo in teoria perché è un sistema già collaudato in vini coltura e lo spessore delle piastre non è mai inferiore a 1mm. Quindi niente seghe mentali :) Stasera allego le formule x le potenze e i tempi
  6. Come avevo già accennato apro questa discussione per realizzare un impianto di refrigerazione che utilizzi un gruppo frigo a gas freon. L'intento di questo post e' quello di insegnare le basi per realizzarlo o comprenderne semplicemente il funzionamento. Non ho la pretesa di trasformarvi in frigoristi, ma con un po' di pazienza e tempo in hobbisti con qualche base su gli impianti di refrigerazione. Per il nostro hobby credo che ci siano diverse soluzioni per raffreddare. Innanzi tutto bisogna capire cosa si vuol realmente raffreddare e in quanto tempo voglio impiegare per farlo. Per esempio si può costruire un sistema per una cella o armadio... Un sistema che permetta solo di raffreddare il mosto dentro il fermentatore ( in questo caso a sua volta si può adottare un sistema simile a quello che si usa con il vino, tipo una piastra di acciaio all'interno del fermentatore dove all'interno passa acqua o miscela acqua-glicole o direttamente freon), un sistema di raffreddamento esterno al fermentatore sempre utilizzando freon o miscele acqua-glicole o volendo posso raffreddare solo la birra e non il fusto completo prima di spillarla. Secondo me per spiegarvi al meglio la realizzazione di un'impianto così bisognerebbe fare degli esempi completi e di vostro interesse. Per questo vi chiedo di specificare il tipo di impianto che vorreste realizzare ed le dimensioni ( esempio una cella di dimensioni 2mt x 2mt alta 1.5mt con una temperatura da raggiungere di zero gradi o per esempio un sistema x fermentatore da 50lt con piastra a miscela acqua-glicole con temperatura di zero gradi in massimo 12 ore). Una volta che abbiamo l'idea sul l'impianto da realizzare inizieremo a discuterne. Grazie per la pazienza e scusate eventuali errori dovuti alla mia ignoranza grammaticale e al fatto di scrivere sul cell. :)
  7. Se è a capillare bisogna regolare bene il gas sia in quantità che sulle pressioni di lavoro. Apro una nuova discussione.
  8. Si sta parlando di raggiungere temperature vicino allo zero. Con un condizionatore puoi raggiungere minimo 16 gradi e con una spessa oraria di corrente elettrica maggiore. Con un gruppo frigo puoi raffredare singoli fermentatori come avviene nel vino e prima di imbottigliare puoi raggiungere una temperatura di zero gradi per evitare il lievito in sospensione. Puoi fare tranquillamente la lagherizzazione oppure impostando a temperatura cantina mantenete 8/12 gradi pure estate. Logico che la coibentazione incide molto sulla resa e sulle potenze impiegate. Scusate se non ho ancora messo alcuni progetti "fai da te" ma nel weekend apro una nuova discussione e iniziamo a parlarne portando esempi e immagini e soprattutto valutare le varie soluzioni con i prezzi. Per la ricarica non è un problema.. In base al tipo di gruppo riesco a dirvi il peso e le varie bombole usa e getta da usare. La vera regolazione poi si fa con la valvola. L'importante che il gruppo deve essere a valvola termostatica e non a capillare.
  9. Ecco la scheda di sicurezza http://www.linde-gas.it/internet.lg.lg.ita/it/images/1066_R404A335_68695.pdf
  10. No non ci sono problemi. Pensa che hanno celle pure i fornai e d'estate tra il caldo e il calore del forno ci sono anche 50 gradi. La fiamma diretta su una bombola può esplode per l'aumento della pressione ma questo vale per tutti i contenitori di liquidi o gas in pressione. Cmq se trovi una scheda di sicurezza del freon ti togli tutti i dubbi
  11. Raga... Ho iniziato a montare la casetta di legno e spero da mercoledì di finire. Poi apriamo una nuova discussione con tutte le info. La macchinetta per far le cartelle e' la più economica ed è quella che uso anch'io. Va benissimo. Vi faccio pure un filmato e lo mettiamo su youtube. Almeno vedete come farle. E' semplicissimo. Per il vuoto non serve nulla... Fate uscire il gas lasciando un raccordo un po' lento e contate fino a quattro... Cinque. L'aria esce tutta e considerato che la linea e' piccola va più che bene. L'unica raccomandazione che poi è pure l'abc del frigorista e' sapere che acqua o umidità non vanno d'accordo con il freon. Dunque fino al momento di far le cartelle sui tubi di rame lasciare del nastro isolante all'estremità o meglio ancora schiacciarli con le pinze. Scusate se sono un po' assente ma pur di domenica ho finito ora di lavorare... Cmq vi leggo e se posso rispondo subito.
  12. La difficoltà più grossa e' fare la svasatura ai tubi per raccordarci al gruppo. Molti le chiamano "cartelle" e sono simili a quelle che si fanno per i condizionatori. Ora cerco su youtube se ci sono video e lunedì torna dalle ferie il mio magazziniere di fiducia e vi do dire prezzi per gruppi frigo, svasatore e allarga tubi per cartelle. Non voglio guadagnarci nulla perché la mia intenzione e di aiutare come molti di voi hanno avuto la pazienza e la gentilezza di farlo con me. Questo e' lo spirito del forum. Io ho uno sconto del 50% sul materiale.. Guardiamo se riusciamo a tirar fuori qualcosa di buono :)
  13. Ragazzi scusate se ci metto qualche giorno in più ma sto cercando di semplificarvi il più possibile il lavoro di assemblaggio. Per intenderci dovreste fare il "vuoto" alla tubazione (aspirare tutta l'aria all'interno dei tubi prima di metterci il gas refrigerante). Di solito si usa la pompa del vuoto per farlo...ma mica posso farvi spendere 300 euro per una cosa che non andrete mai più ad adoperare ;) Dunque si fa (non ditelo a nessun frigorista ihihih) collegando un tubo e lasciando un po' svitato al raccordo l'altro e si conta...milleuno ..mille e due...mille e cinque e così facendo si fa uscire l'aria e l'eventuale umidità . Punto due...come regolare la quantità di gas all'interno del gruppo frigo? Di solito si usa un gruppo di manometri ( costo 150/250 euri) o si usa una bilancia. Noi....voi andremmo a metter nel gruppo frigo un manometro del costo di 15/20 euro e una valvola termostatica. Se avete visto nei siti precedenti ci sono gruppi "a capillare" e gruppi con valvola termostatica. Noi dobbiamo evitare i primi perché con un semplice cacciavite si andrà a dar la giusta quantità di freon leggendo il valore sul manometro. Queste sono solo due di alcune considerazioni da fare x crearci il nostro gruppo. Si potrà utilizzare x la birra...per il cocomero d'estate ecc. :) Vedrete che sarà facile e divertente seguendo le varie indicazioni. Portate pazienza e tra poco vi fornirò una piccola guida in PDF con disegni e/o schemi
  14. Sto valutando le migliori soluzioni prezzo e il modo migliore per un fai da te x chi non ha basi e attrezzi da frigorista. Ancora qualche giorno e pubblico tutto
×
×
  • Create New...