Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Skakka

Utenti Registrati
  • Content count

    151
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

18 Buona

About Skakka

  • Rank
    Senior Member
  1. mandami un mex anche a me, con dove abiti (zona) prezzo e foto dei pezzi migliori. grazie
  2. Eh allora per il solo sparge ho consumo troppo o è impossibile che è già finita! Comunque avendo al fiamma così bassa lavora troppo e mi consuma anche di più.. C'ho da studiarci sopra, cambiare riduttore e cambiare bombola
  3. Il fatto è che il gas lo uso solo per lo sparge e solo per 25 litri! mi sembra strano che la bombola sia già finita!
  4. Buongiorno a tutti. Durante l'ultima cottà mi sono ritrovato con la fiamma per il riscoldo dell'acqua di sparge che mi ha abbandonato, poi si è ripresa per riabbandonarmi di nuovo. La bombola non dovrebbe essere vuota (ma forse mi sbaglio) e devo anche dire che la fiamma non è mai stata alta, anche al massimo mi nè sempre sembrata bassa. 7 cotte circa 25 litri di acqua per cotta circa 1 ora di lavoro a cotta bombola GPL 10kg Peso attuale della bombola: circa 21kg Bruciatore OMAC Mini Drago 3,5kW + riduttore di pressione Se qualcuno riuscisse a darmi una mano: È possibile che la bombola sia effettivamente finito il GPL? Possibile che il riduttore diminuisca eccessivamente la pressione, riducendo la fiamma? Anche il tempo per raggiungere la temperatura mi sembra eccessivo (45' circa), riscontri e vostre tempistiche? Non trovo la tara sulla bombola, come fate voi? Grazie mille
  5. scusate mi ero perso, si quelli di bioagro per la birra! non ricordo l'ultimo che ho usato (qualcosa come 70-30), ma l'acidità era eccezionale!
  6. io uso quelli liofilizzati e mi trovo benissimo!
  7. personalmente non vedo problemi
  8. Guarda, io non l'ho fatta con il controflusso ma solo con la classica serpentina di rame: zero problemi. Per sanificare puoi farci passare acqua bollente. Anche per il lavaggio zero problemi. L'importante è che fermentatore di plastica non lo usi per altro (compreso di coperchio rubinetto guarnizione e gorgogliatore).
  9. Attento però che il tupo su cui vuoi convogliare i vapori non sia troppo stretto, altrimenti con una bollitura importante rischi comunque di mandarlo in pressione.
  10. Per lo zucchero bianco ero convinto fosse di canna super-raffinato, ma leggo effettivamente che di solito in eruropa si ottiene dalla barbabietola. Ma sulla confezione non c'è scritto da cosa lo ricavano. Il fruttosio è caro, ma non più dell'estratto. Il destrosio dove si trova? No, non il cassonade e nemmeno il mascobado, che non ho mai provato.
  11. Eh mi sa che c'hai anche ragione... ma vabbè, alle volte è bello anche farsi delle pippe mentali sul perchè della vità. Comunque fruttosio e barbabietola li proverò (non solo in rifermentazione).
  12. Lo zucchero normale è uno zucchero di canna raffinato. Riducendo il priming è vero, le bolle si riducono, ma ottengo anche meno effervescenza però.
  13. Buongiorno a tutti, apro questo questa discussione per conoscere le vostre esperienze e rubare la vostra esperienza in merito ai vari zuccheri fermentabili, con particolare attenzione alla rifermentazione. Mi piacerebbe ottenere una carbonatrazione abbondante, ma fine. Invece ottengo carbonatazioni grossolane e se abbondanti sembrano eccessive, instabili. Al di là dei vari step di temperatura durante il mash mi sembra che ci siamo grosse differenze dovute ai diversi fermentabili usati per il priming. Fino ad ora ho utilizzato solo: - zucchero standard - non modifica il colore, non modifica il profilo aromatico, le "bolle" sono grossolane - zucchero di canna integrale equosolidale (marca altromercato che si acquista anche all'esselunga) - modifica parecchio il colore, modifica il profilo aromatico portandolo verso il caramello ma non bruciato, le "bolle" sono più fini. Anche se è uno zucchero molto migliore dello standard, per alcune birre la modifica al profilo aromatico e al colore non va per niente bene - estratto di malto extralight secco - sembra la soluzione migliore, nessuna variazione di colore, profilo aromatico quasi neutro, bolle fini. Ma il costo è molto più alto rispetto alle altre soluzioni e ne serve molto di più per il priming. Secondo me un po' cambia la birra. Vorrei provare: - fruttosio - l'ho appena acquistato, mi aspetto alcuna modifica al colore e che vengano esaltati i profili di birre fruttate (per l'aggiunta di frutta, per i luppoli o per la fermetnazione). Ma fermentabilità? "bolle"? - zucchero di barbabietola - è solo mia un'idea "belga", ma non lo trovo. Fermentabilità? Apporti aromatici? Non so nemmeno che colore ha! Quali sono le vostre soluzioni ed i vostri pareri?? Grazie a tutti!
  14. in teoria se non lo si graffia non fa niente, la maggiorparte dei rubinetti delle spine dei bar sono di ottone cromato. Il ns mosto alla fin fine non sia chissa quanto caldo e nemmeno corrosivo.. è tanto appiccicoso quello sì!
  15. sarebbe figo trovare cose come grano saraceno maltato.