Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

MaxN68

Utenti Registrati
  • Content count

    696
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Everything posted by MaxN68

  1. Rieccoci qua. Ė passato un pò di tempo ma siamo ancora vivi, e anche se non più attivi da un punto di vista prettamente brassicolo, siamo ancora decisamente attivi dal punto di vista tecnologico. Cosa è ArdPressure? ArdPressure è un assistente/controller per l'imbottigliamento. Nasce dall'incontro di alcuni homebrewers che vogliono cercare di delineare una via da percorrere per chi vuole avventurarsi nel crescente mondo dell' isobarico e già usano questa tecnica. Le premesse per riuscirci ci sono tutte, quanto abbiamo fatto finora ci fa guardare abbastanza lontano. Spero che questo nuovo progetto possa interessare ed essere calido come lo è stato ArdBir e di potervi aggiornare quanto prima sugli sviluppi dei test in corso. La nostra esperienza sarà condivisa con progetti e materiali e il software verrà reso disponibile seppur in formato compilato. A presto Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk
  2. MaxN68

    ArdPressure - Filling Controller

    Anteprima del prototipo della riempitrice Versione 1 in versione ultra compatta
  3. MaxN68

    ArdPressure - Filling Controller

    Vi aggiorno un po' sullo stato dei lavori. Abbiamo svolto diversi test sia sul nostro sistema di imbottigliamento che sulla ormai nota "pistola cinese" riuscendo a confluire su un'unica configurazione dei sistemi. Nei vari test abbiamo cercato di limare ogni imperfezione e testato le idee per rendere veramente compatibile il controller con quanto oggi presente nel mondo degli homebrewers. Ecco che allora un sistema "completo" riempitrice + pompa del vuoto non tutti ce l'hanno e abbiamo incluso una fase di "condizionamento" preriempimento che abbiamo denominato NoVacuum. Questo NoVacuum è configurabile con uno dei 3 metodi alternativi sviluppati: SEPARATO: si succedono fase di pressurizzazione e desaturazione in maniera appunto separata; DISCONTINUO: alla fase di pressurizzazione segue una fase di insufflazione co2 con apertura della valvola di desaturazione; CONTINUO; si esegue un'insufflazione continua di co2. In tutti e 3 i metodi si finisce sempre con una fase di pressurizzazione. In questo video potete vedere un test di riempimento con i 3 metodi sopra citati, un test di misurazione dello stato di vuoto/pressurizzazione e un normale ciclo di riempimento delle bottiglie con pompa di vuoto Molto presto avrete nuove notizie riguardanti la fase successiva del progetto. Al momento pensiamo di rilasciare la lista completa dei materiali per l'autocostruzione sia della struttura che della scheda di controllo; il firmware sarà disponibile comunque in forma compilata freeware. Vista la situazione attuale mondiale facciamo fatica a poterci far carico dell'eventuale costruzione, anche in numero limitato, di strutture e/o schede potendone assicurare una consegna certa e costi convenienti; similmente valuteremo altre forme d'acquisto se si verificherà la condizione giusta. Per ora è tutto. Stay tuned Max
  4. MaxN68

    ArdPressure - Filling Controller

    Il progetto ArdPressure sarà costituito da due macro gruppi: 1) Gruppo hardware: a. Schemi di assemblaggio per realizzare una riempitrice di bottiglie economica; b. Realizzazione del controller attraverso uno schema a blocchi di facile lettura. 2) Firmware: gestione delle elettrovalvole, fasi, sensori di pressione, livello di riempimento e così via. Abbiamo sviluppato un HW e un FW comunque indipendenti tra loro perché pensiamo che questa soluzione sia appropriata per l’utente homebrewer. Si potrà utilizzare il firmware ArdPressure col controller dedicato (o autocostruito) e sarà predisposto alla gestione di soluzioni già presenti ed utilizzati nel mondo homebrewing. Stiamo per questo eseguendo alcuni test di compatibilità con pistola cinese e iTap. Il firmware ArdPressure è sviluppato per Arduino Nano (file esadecimale gratuito), mentre l’hardware è realizzato con tubi per osmosi inversa (1/4”), profilo in alluminio 20x20, supporti stampati in 3D e tappo in silicone. Le istruzioni per l’installazione dei tubi e il cablaggio seguiranno al più presto. Restate sintonizzati.
  5. MaxN68

    ArdPressure - Filling Controller

    Al momento non posso dare ulteriori ragguagli. Appena avremo concluso la complessa fase dei test, e comunque ogni volta avremo interessanti novità, posteremo sui vari canali social tutte le informazioni. Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk
  6. Col PID credo siano nate un po' di incomprensioni, vuoi un po' perchè è un mistero (per i più) come funzioni e per moltissimi la sua effettiva funzionalità in ambito brassicolo. Un altro problema legato ad ArdBir forse è anche legato al video di Sgabuzen che ha intrapreso una strada "a sè" nel settaggio generando diversa confusione (non me ne volere Giovanni ma sai a cosa mi riferisco ). Abbiamo cercato di dare nel manuale un'indicazione sul metodo di settaggio che credo sia l'unica strada percorribile "a tentativi" in modo da avere un risultato facile e relativamente immediato, di certo per le correzioni di fino serve tempo ma vi assicuro che c'è chi col proprio sistema spacca il capello. Altra strada percorribile sarebbe stata quella dell'autotune ma andrebbe adattato il codice ai valori scalati che si usano in ArdBir (kI vale 1/250 del valore nominale) oltre a ricavare lo spazio necessario per l'implementazione del codice stesso. Per ultimo la chiusura ad ogni tipo di sviluppo e manutenzione del codice per i motivi legati alla chiusura del team anche se versioni successive alla 2.8.3 in realtà esistono da 2 anni (profili di mash di default, ottimizzazione per GrainFather, gestione di sistemi a 2 pentole anche a riscaldamento misto, correzione di bug). Per il resto penso che abbiamo fatto un buon controller che ha un po' rappresentato uno spartiacque nell'uso della tecnologia in ambito brassicolo-casalingo, dando piede ai mille cloni e ai mille successivi controller più o meno fatti bene o con funzionalità atte solo a "fare figo" ma allo stato di fatto piuttosto inutili per questo tipo di processo. Grazie Max
  7. 0,2 è ottimo, ma puoi sempre provare a correggere aumentando kD e diminuendo kP (parliamo di interventi di 1 unità alla volta) altra cosa da fare potrebbe essere quella di aumentare il tempo di campionatura in modo da avere un PID meno reattivo ma più stabile (occhio che poi i settaggi precedenti nn è assolutamente detto che vadano bene)
  8. Il mio consiglio è quello di fare il setting del PID a 65°C in modo da avere maggiore precisone nel range delle amilasi.
  9. Seguo interessato perchè avevo già un progetto sviluppato per gestire la camera di fermentazione
  10. Io sono sempre fermo col firmware ad una versione funzionante x il frigo con un algoritmo di approssimazione asimmetrico (perfezionabile) e un algoritmo iniziale da valutare su banco di prova x la termoregolazione a celle di peltier. Così come sono fermo a metà della riscrittura di ArdBir da più di 1 anno Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  11. Iniziamo un nuovo thread per poter raccogliere impressioni, critiche, consigli, errori e quanto altro per questo software di controllo derivato da Brauduino. Non vorrei iniziare però senza citare quelle che sono le nostre basi di partenza. La nostra ispirazione principale è stata la costruzione di un sistema a singola pentola di derivazione tedesca, il capostipite di questa operazione è stato sicuramente mysobry (questa la discussione http://forum.areabirra.it/topic/8589-impianto-all-in-one-singolo-tino-braumeister-clone/ ) Abbiamo poi ritenuto opportuno dare un seguito a questa operazione cercando un sistema di regolazione automatica. Facendo una ricerca sul web abbiamo scovato un sistema open source denominato Brauduino di origine australiana. Si trattava di un sistema basato sul microcontrollore Arduino che sfruttava un'interfaccia ad hoc ma di difficile realizzazione casalinga. Il primo passo è stato quello della semplificazione di questa interfaccia e l'adattamento di Brauduino alla lingua italiana. Ci siamo però accorti di alcuni problemi ed è stato deciso di sistemare il tutto. Questa operazione è passata attraverso una modifica già esistente (Mike's Brewery) per sfociare in quello che oggi è ArdBir. Tutto il processo che ci ha portati a questo software lo trovate in questa discussione: http://forum.areabirra.it/topic/14804-automazione-con-brauduino/ Non resta altro che indicarvi il link dove trovare ArdBir e aspettare i vostri riscontri. Grazie ArdBir (2.6.62e):   http://goo.gl/lvjEix      (NEW 7 Maggio 2014)   Manuale Italiano: http://goo.gl/f9aTM9  (NEW 7 Maggio 2014) Manuale Inglese: http://goo.gl/LB6BEz  (NEW 7 Maggio 2014)   Aggiornamento 21/03/2015 Manuali, PCB e Firmware su Dropbox: http://goo.gl/qMhPgu (Ultima Versione 2.6.70b10)   Release Candidate (2.8.3RC): http://goo.gl/SXVZxn Repository su GitHub: https://github.com/ArdBir/Open-ArdBir
  12. Dovrei tenermi fuori da tutto, ma sinceramente dopo aver dedicato 3 anni della mia vita a questo progetto (anche svariate notti) non ce la faccio. Non ce la faccio a stare zitto di fronte a chi, entrato come tester per la parte GrainFather, oggi distribuisce senza alcun diritto o proprietà quel firmware (non è mai stato rilasciato e quel codice di fatto non è open ne' suo). Non ce la faccio a stare zitto con chi ha detto di tirarsi fuori dopo la mia uscita ma rimane lì con un piede dentro e uno fuori pur di vendere qualche scheda. Non ce la faccio a stare zitto davanti alla pretesa di chi nel gruppo è entrato per ultimo e non ha mai contribuito a sviluppo, testing o altro dicendo di dare il suo contributo con l'allestimento un sito (dominio registrato a suo nome) ed ora si arroga il diritto di essere ArdBir Team. Non ce la faccio di fronte allo scippo informatico di 2 pagine Facebook (ArdBir Team e ArdBir GF) da parte dei suddetti allo scopo di poter perseguire i propri scopi puramente commerciali. E non ce la faccio nemmeno a sentire le invettive delle persone che mi scrivono incazzate o che cercano supporto non sapendo a chi rivolgersi. Ora inveite, insultatemi, denunciatemi, fate quello che vi pare, ma nella correttezza di dare un'informazione esatta all'utenza ignara, questo è quanto. Buona birra tutti voi, a me sinceramente è anche passata la voglia di farla.
  13. Nessuna novità . Sono stanco e demotivato. Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  14. Il progetto è lì e lì rimane: open. Per le ore spese sopra al codice e ai test ne so direttamente qualcosa. Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  15. sono trascorsi 3 anni da quando tutto è iniziato. diverse persone si sono avvicinate al progetto portando le loro capacità a servizio del gruppo. in questo momento quella coesione di gruppo non c'è più. e così dopo una lunga e sofferta riflessione annunciamo conclusa l'esperienza ardbir. rimane il codice alla sua versione attuale (la versione per GF non sarà pubblicata ne' pubblicabile), rimangono i schemi e tutto quello che ArdBir rappresenta come controller nel panorama della birra casalinga. grazie a tutti voi che ci avete seguito e usate ArdBir. Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  16. La sonda normale Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  17. Uso la sonda con la testa inox e cavo pvc assieme ad un portasonda a stringere e la testa sta a contatto col mosto (usata sia direttamente nella pentola che nel circuito di ricircolo) Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  18. Per la bollitura ti serve più che una regolazione PID che tende a centrare una temperatura, una regolazione PWM in cui regoli la potenza diretta del riscaldamento e quindi del vigore della bollitura
  19. Ti dicevo così perchè diverse resistenze "generiche" in commercio hanno un apparato di protezione che bene o male limitano la potenza massima. Ho optato anche io per una resistenza custom, fatta fare da una ditta di Roma. Nel mio caso specifico uso una resistenza da 2500W per una pentola main da 56lt (thermopot 60LT crucco) e non ho questo tipo di problemi anche dovendola spingere parecchio.
  20. La resistenza ha per caso una protezione? Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  21. Già detto, le uscite sono a 12v Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  22. Uno è x il led e l'altro è l'uscita. Idem x la pompa Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
  23. Per evitare molti dei proble5del primo avvio, va fatta tutta la procedura di setup del controller in ogni sua parte, come anche ben descritto nel manuale d'uso. Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
×