Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Vale

Utenti Registrati
  • Content Count

    4.300
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    41

Everything posted by Vale

  1. Il lievito ha in effetti una densità limite oltre la quale non si riproduce più ed eventualmente torna in parte dormiente, questo è un meccanismo naturale per evitare sovrappopolazioni. Il meccanismo si basa principalmente sulla presenza dei metaboliti del lievito, i più importanti sono ovviamente la CO2 e l'alcool. Più alta è la concentrazione degli stessi e più si inibisce l'attività (anche riproduttiva) del lievito. Uno dei motivi per cui uno starter fatto su uno stir plate è più efficiente è anche il fatto che la CO2 viene rimossa efficacemente dall'agitazione continua e quindi si riduce il suo effetto inibitorio. L'alcool prodotto invece purtroppo non si può rimuovere, e neanche gli altri metaboliti che influenzano comunque il comportamento del lievito. Per questo ogni starter ha un limite di densità che moltiplicato per il volume da la quantità massima di cellule che si può sperare di ottenere da un dato starter. Aggiungere per esempio estratto di malto in più fasi allo stesso volume di starter manterrà si attivo il lievito (nel senso metabolico) ma non darà un aumento significativo del numero di cellule perchè la densità non può aumentare oltre un certo limite. Aggiungere mosto aumentando il volume complessivo invece avrà l'effetto desiderato e viene fatto regolarmente nel cosidetto "stepped starter". Una conseguenza di questo è che inoculare uno starter molto piccolo con un numero elevato di cellule (per esempio con un'intrera bustina di lievito secco) non da una vera propagazione ma semplicemente attiva anticipatamente il lievito, un po' come nelle buste della Wyeast. Il risultato avuto da scustumatu se lo starter era molto piccolo è quindi corretto e coerente con il normale comportamento del lievito. Ciao, Vale
  2. Domenica ho avuto problemi di gushing durante un riempimento in contropressione. La birra è buona e dopo tre mesi di lagerizzazione è limpidissima, riempimento ovviamente fatto con la birra vicina a 0°C e le bottiglie abbastanza fredde (a temperatura di cantina). Alla fine ho capito che stavo riempiendo troppo velocemente e anche se non si formava schiuma la birra veniva comunque disturbata e alla fine, rilasciando la pressione prima di tappare, partiva una bella fontana che si fermava solo tappando. Riempiendo molto più lentamente il fenomeno non si presentava e le bottiglie si lasciavano tappare con tutta calma (si fa per dire). Direi che è la prova provata che anche se la birra è perfetta esprla a sollecitazioni meccanice (in questo caso il travaso, seppure isobarico) può comunque liberare troppa CO2 (alla fine è una soluzione sovrasatura) e far partire il gushing. In futuro mi rassegnerò a metterci molto più tempo a imbottigliare. [B)] Ciao, Vale
  3. Lievito secco: reidratare e inoculare. Lievito liquido: attivare (se previsto) e inoculare. Assolutamente non ossigenare perchè non hai più mosto ma birra finita nel fermentatore e con l'ossidazione la rovineresti irrimediabilmente. Hai provato ad alzare la temperatura per vedere se la fermentazione riparte da sola senza reinoculare? Ciao, Vale
  4. [quote]Messaggio di stozza - il priming: come mi devo regolare? C'è uno standard su cui ci si allinea o c'è un modo di calcolare la quantità di zucchero in base ai volumi desiderati considerando che poi ci va la bomboletta di CO2? [/quote] Dalla mia esperienza con i classici fustini da 5 litri ti consiglio di non mettere più della metà dello zucchero che metteresti in bottiglia nella stessa birra, altrimenti spilli solo schiuma e ci metti una vita ad avere un bicchiere di birra ormai sgasata. La CO2 della cartuccia serve solo a spingere fuori la birra senza far entrare aria e non contribuisce alla carbonazione della birra, anche perchè 16 grammi sarebbero veramente pochi per una carbonazione forzata. Per il resto non ti so dire perchè non ho esperienza con questo specifico sistema. Ciao, Vale
  5. Se non riesci ad avere l'analisi specifica del tuo lotto, i principali produttori pubblicano comunque delle schede tecniche per ogni tipo di malto dove indicano i valori minimi e massimi che loro garantiscono per quella tipologia di malto. Ciao, Vale
  6. [quote]cesa ha scritto: Beh per questo hai ragione! Intendevo dire che mettere più lievito del necessario non ha rilevanza nel senso che al massimo se ne metto di più nn agisce! Si deposita e stop! [/quote] Eh? E perchè, il lievito fa forse sciopero? Prima di arrivare veramente in overpitching ne devi mettere ancora di buste, credimi. Ciao, Vale
  7. L´ho preso allà­nizio della mia carriera prima di informarmi, poi l´ho buttato via e non l´ho piຠpreso. Ammesso che non ti arrivi già¡ deperito (in forma liquida é molto delicato) il problema é che senza filtraggio rischi di portare residui nel prodtto finito e quindi di berteli! [B)] In ambito commerciale si usa ma poi prima dell´imbottigliamento/infustamento ci deve essere un filtro che garantisce l´assenza di residui (obbligatorio per legge). Ciao, Vale
  8. [quote]andrearedy ha scritto: Ciao a tutti volevo sapere, avendo fatto la weizen di Bertinotti ed mettendo da parte il 10 % del mosto che in fase di imbottigliamento inserirò , se in più andrà aggiunto dell'altro zucchero......[:I] Grazie.....:) [/quote] Assolutamente no! Col 10% sarà¡ già¡ bella frizzantosa come si addice ad una Weizen, se metti anche altro zucchero rischi di fare delle bombe. [B)] Ciao, Vale
  9. So che qualcuno usa l´urea che é un composto base di tutti i nutrienti e apporta azoto. Per lo zinco e gli aminoacidi mi sa che é un po´ piຠdifficile arrangiarsi. Ciao, Vale
  10. [quote]Messaggio di gabriele78 Avendo preso una sola su ebay, ho intenzione di prendere un nuovo tester ph. Questa volta vorrei andare sul sicuro e sarei intenzionato ad acquistare questo: [url]http://www.birramia.it/tester-per-la-misurazione-del-ph.html#.UMtvqG_8K0c[/url] Che ne dite? Se qualcuno di voi lo possiede mi piacerebbe conoscere la sua opinione. Mi sembra di capire che non ha la compensazione della temperatura, secondo voi è un fattore che si può facilmente sorvolare? [/quote] Oltre alla mancanza della funzione ATC considera che la precisione [i]reale[/i] dichiarata é di +- 0.2 e non di 0.01 come la risoluzione del display indurrebbe a pensare. In pratica siamo al livello di precisione delle cartine di tornasole col vantaggio di una lettura piຠimmediata. Per la taratura se brassi ogni tanto basta farla prima di ogni brassata e sei a posto. Ciao, Vale
  11. Sempre meglio non smuovere le trebbie e non strizzarle ma aggiungere acqua di sparge a sufficienza per compensare le perdite del sistema fino ad arrivare ai litri pre-bollitura desiderati. Per le differenze di amaro non preoccuparti, ne dovrai bere di birra prima di diventare così sensibile da rilevare piccole differenze. :) Un'altra cosa che noterai subito è che l'amaro del mosto non fermentato può essere anche molto diverso (soprattutto con certi luppoli) da quello che rimane a fine fermentazione, quindi le valutazioni vanno fatte a birra finita. Ciao e buon lavoro, Vale
  12. [quote]skylong ha scritto: [quote]Vale ha scritto: [quote]skylong ha scritto: Mi ha appena risposto la aeb...fusto da 9l NUOVO lo vende a 50€...un pensierino ce lo sto facendo visto che usati sono introvabili!!! [/quote] Ti hanno detto quanti pallet devi comprarne come ordine minimo? Per mia esperienza i produttori non vendono mai singoli pezzi, e bisogna anche avere la partita IVA per la fattura. Ciao, Vale [/quote] Ho chiamato e mi hanno detto che anche a prendere 3/4 non ci sono problemi...faccio un salto lunedì ma prima chiamo e chiedo conferma sul prezzo...chiunque si vuole aggregare mi faccia sapere quindi entro lunedì!!! [/quote] Buono a sapersi! Io passo di fianco alla fabbrica quasi ogni weekend, se mi vendono un 19 litri nuovo a prezzo onesto un pensierino ce lo faccio. Grazie della dritta. :)
  13. In pratica non hai considerato i circa 5-6 litri di acqua che rimangono nelle trebbie alla fine dello sparge e quindi hai iniziato la bollitura già con la quantità di mosto che dovresti invece trovarti alla fine della stessa. Non è una situazione ideale perchè perdi un po' di efficienza (allungando lo sparge di 5-6 litri aumenti il lavaggio delle trebbie) e hai anche fatto le gittate di luppolo in un mosto che aveva una densità maggiore di quella prevista. Questo ha come conseguenza una minor solubilità degli alfa-acidi e quindi un valore finale di IBU più basso rispetto a quello calcolato nella ricetta (che comunque è sempre e solo una stima). La birra sarà comunque sicuramente buonissima, mica è da buttare sia chiaro! :) Ciao, Vale
  14. [quote]skylong ha scritto: Mi ha appena risposto la aeb...fusto da 9l NUOVO lo vende a 50€...un pensierino ce lo sto facendo visto che usati sono introvabili!!! [/quote] Ti hanno detto quanti pallet devi comprarne come ordine minimo? Per mia esperienza i produttori non vendono mai singoli pezzi, e bisogna anche avere la partita IVA per la fattura. Ciao, Vale
  15. [quote]Niccolò ha scritto: vale ma nei fusti maturi in modalità "priming" o "carbonazione forzata"? [/quote] Priming con mosto. "Forced carbonation is for pussies!" :D
  16. [quote]sannio brau ha scritto: caspita fai il krausing (o come si chiama )..ti trovi bene? in pratica a fine cotta conservi un po di mosto e lo reimmetti al posto dello zucchero..e come calcoli la quantità ? [/quote] Il Krà¤usening è un'altra cosa, questo è sempre priming ma con mosto invece che zucchero puro. Per i calcoli ci sono dei calcolatori online oppure puoi usare i vari software per homebrewer (io uso Beersmith). Ciao, Vale
  17. [quote]sannio brau ha scritto: @giaco: la enolmatic a quel prezzo è davvero un'ottima soluzione... non usa pompe vero? e fa anche poca schiuma? sai dirci di piu? @vale: aggiungi lo zucchero per un minimo di priming o carbonizzi direttamente con la bombola? [/quote] Per la carbonazione rifermento (nel fustino) aggiungendo mosto non fermentato tenuto da parte dalla stessa cotta. Potrei fare con la CO2 della bombola ma mi sembra uno spreco da americano pigro. :D
  18. [quote]skylong ha scritto: Avendo a disposizione più fusti da 9l mi piacerebbe fare uno "spillatore domestico" e anche come fai te imbottigliare in contropressione...non ho mai approfonditò l'argomento...riusciresti velocemente a spiegarmi come si fa e il costo dell'attrezzatura??ma poi la birra in bottiglia quanto ti può durare?? [/quote] Birre da lunga maturazione in bottiglia non ne ho mai fatte, quindi tendo a finirle nel giro di un paio di mesi. Se sanitizzi bene tutto durano comunque parecchi mesi, l'assenza di lievito sul fondo sicuramente ne aumenta la stabilità . Come riempitore ho usato quello di [url="http://morebeer.com/view_product/11864/102304/Deluxe_Counter_Pressure_Bottle_Filler"]MoreBeer[/url], economico ma perfettamente funzionante. Per la CO2 ho comprato su Ebay una bombola da 4kg in acciaio (più pesante ma più economica di quelle in alluminio) che probabilmente mi durerà un paio di anni prima di doverla ricaricare (4kg di CO2 non sono pochi). Il riempimento si fa prima a farlo che a spiegarlo, in pratica si pressurizza prima la bottiglia immettendo CO2 dalla bombola (ovviamente col suo regolatore in bassa pressione, di regola 1 bar basta) e poi si spinge la birra (sempre mediante la CO2 della bombola) lentamente dal fusto alla bottiglia, fino a riempirla. A quel punto si sfiata lentamente la pressione nella bottiglia e si sfila il riempitore, tappando la bottiglia il più rapidamente possibile. Se si è abbastanza veloci e si tiene la birra a max 1°C la formazione di schiuma è veramente minima e non si perde nemmeno un goccio di birra. Ciao, Vale
  19. Di regola imbottiglio in contropressione dal fusto di maturazione usando il [url="http://morebeer.com/view_product/11864/102304/Deluxe_Counter_Pressure_Bottle_Filler"]riempitore di MoreBeer[/url]. Per le birre dove invece il fondo di lievito è voluto (in pratica le Weizen) uso ancora l'asta di riempimento calzata direttamente sul rubinetto. Per il problema delle bottiglie molto scure (che sono le più spesse e quindi naturalmente da preferire) puoi aiutarti con una lampada da tavolo con cui illuminare la parete retrostante, aumenta di parecchio la visibilità del livello del liquido. Ciao, Vale
  20. [quote]Messaggio di gbert64 Salve a tutti, ho la necessità di autocostruirmi alcuni particolari per completare il mio impianto. Ho l'occasione di reperire dell'inox e farlo lavorare da un amico. Ma come riconoscere l'inox adatto al contatto con il nostro mosto? (304 0 316 se non erro) C'è la possibilità ? Grazie mille [/quote] Senza far fare una costosa analisi non credo ci siano metodi empirici semplici. Non riesci a risalire al fornitore?
  21. [quote]skylong ha scritto: Ma tu il fusto lo riempi sempre tutto???perchè io vorrei riempirlo a metà con circa 9l e il resto del nettare sacro lo imbottiglio...dici che ci potrebbero essere problemi?? [/quote] Riempirlo solo al 50% mi sembra un po' eccessivo. A parte lo spreco di spazio nel frigo, ti trovi un sacco di ossigeno a contatto col mosto e perdi un bel po' di CO2 per pressurizzare, risultato: sottocarbonazione. Io comunque dal fusto non spillo mai, faccio maturare e poi imbottiglio tutto in contropressione senza fondo. Ciao, Vale
  22. [quote]Enferdore ha scritto: quoto e ti chiedo Vale ma secondo te non dovrebbe più che abbassare l'efficienza e quindi l'og, piuttosto alzare l'FG? In altre parole...conversione non completa quindi amidi in + all'inizio che non verranno mai convertiti? [/quote] La solubilità degli amidi è molto inferiore a quella degli zuccheri, quindi mi aspetto a fronte di una conversione non completa che nel mosto finiscano solo in parte, soprattutto nelle tecniche no-sparge, risultando in un'efficienza minore. Poi sicuramente avrò anche un'attenuazione minore (per via di quella parte degli amidi che nel mosto ci finisce e, purtroppo, ci resta per sempre) e quindi un FG effettivamente più alta del previsto. Ciao, Vale
  23. [quote]svante ha scritto: vi ringraziono per le critiche e i suggerimenti: sono sempre utili. mi sono spiegato male, singolo step per modo dire... dopo la sosta a 62 (che poi in realtà ho fatto a 64), salgo fino a 72°C per finire la conversione. il mio problema è che usando il fornello di casa le mie rampe sono poco ripide, dunque fisso la temperature del primo step, mi fermo 60 minuti, e poi comunque salgo fino a 72° e mi fermo altri dieci minuti. dunque in questo caso ho fatto 60 minuti a 64°C, 10-15 minuti per arrivare a 72°C e poi altri dieci minuti. non ho fatto lo iodio, ma avendo anche regolato il pH, dovrei essere abbastanza certo di aver convertito tutto. [/quote] OK allora è diverso, comunque ti consiglio di attrezzarti per fare sempre il test dello iodio, è tanto banale da fare quanto fondamentale per garantire la qualità della birra. Soprattutto con malti poveri di enzimi (quindi malti scuri) o con quantità significative di cereali non maltati a volte è veramente difficile raggiungere la conversione completa, solo col test dello iodio hai la prova provata che il tuo mash è adeguato. Ciao e buone brassate iodio-normali. [8D]
  24. [quote]skylong ha scritto: Ottimo...questo sito potrebbe tornarmi utile :) non capisco il tedesco...ma non ti fanno pagare le spese di spedizione?? [/quote] Attualmente 20,5 Euro per pacco fino a 30 kg con corriere GLS. Hanno proprio di tutto, quindi ordino sempre almeno 20-25 kg di materiale a botta. Il fustino che ho comprato qualche mese fa da loro è proprio in ottime condizioni, ho dovuto solo cambiare le guarnizioni sugli attacchi (dei banali o-ring) e l'o-ring del coperchio perchè ancora incrostato di melassa marrone (Pepsi-Cola?). Purtroppo non si possono fare ordini direttamente sul sito se hai un indirizzo fuori da Germania o Austria ma accettano tranquillamente ordini per email, mi dicono anche in inglese senza problemi. Ciao, Vale
  25. [quote]skylong ha scritto: sono usati...ma dalle foto che mi sono fatto mandare sembrano (e mi sono fatto assicurare) che sono in ottimo stato [/quote] OK allora come non detto, ricondizionati li prendo [url="http://www.hobbybrauerversand.de/products/Faesser-und-Zubehoer/Faesser/Behaelter-19-Liter-NC-COR-mit-man-Entluefter-gebraucht.html"]qui[/url] a 45 Euro senza bisogno di ordinarne minimo 10. Ciao, Vale
×
×
  • Create New...