Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Vale

Utenti Registrati
  • Content count

    4.250
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    37

Everything posted by Vale

  1. Vale

    Cerco spazio hobby e non

    [quote]thequietvoid ha scritto: Certo che ne ho sentito parlare, ma possono controllare il mio conto quanto vogliono, il mio mutuo ed anche il portafogli magrolino e magari piangere in coro con me :D [/quote] Il bello (o il brutto, se ne sei vittima :() del redditometro è che non devono controllare un bel niente, se il redditometro dice 100 (mila), tu devi pagare per 100 (mila). Loro non devono dimostrare niente perchè i calcoli del redditometro sono "giusti" per definizione (o meglio per legge). E' una schifezza, ma soprattutto è una vergogna che un paese debba ridursi a questo per far pagare le tasse, andando magari a colpire chi colpe non ne ha. Con questo finisco l'off-topic altrimenti diventa tribuna politica. :D Nel caso di una cantina o box probabilmente il pericolo maggiore sono i vicini che non si fanno i c...acchi loro. [}:)] Ciao, Vale
  2. [quote]LedrosesHB ha scritto: perche' la crusca non e' il guscio? [/quote] No, contiene anche elementi diversi dalla fibra e ha un valore nutritivo residuo, tant'è che viene dato spesso agli animali d'allevamento come mangime. Ciao, Vale
  3. Vale

    Cerco spazio hobby e non

    [quote]thequietvoid ha scritto: Perplessità assolutamente plausibili, ma se non girano soldi perchè son tutte attività amatoriali tra amici e conoscenti, gli omini in grigio possono sospettare quello che vogliono ma non è che possano fare molto. ;) [/quote] Mai sentito parlare di redditometro e studi di settore? [8D] Tutti stratagemmi per contestare redditi che lo stato non può provare per via dell'economia sommersa basata, prevalentemente, sul solo contante. Non voglio comunque andare troppo off-topic, il mio voleva solo essere un monito ad essere cauto e guardarsi bene le spalle. Anche nei condomini ci sono pezzi di m... che magari ti denunciano come laboratorio abusivo perchè gli danno fastidio gli odori che produci brassando (per noi profumo di ambrosia!). Ciao e buona fortuna nella ricerca di uno spazio, Vale
  4. [quote]cogito ergo brasso ha scritto: Anche per esempio da te citato, quello del sacchettino da 1kg che deve essere riempito a mano, non è una buona giustificazione aumentarlo di chissà quanto per questo. La verità è che ci marciano e tanto [/quote] Cioè secondo te il lavoro e il tempo di chi prepara le confezioni vale poco o nulla? E il tempo per gestire un ordine di 2-3 sacchettini da 1kg? Chissà come mai quando è il nostro lavoro a dover essere pagato pretendiamo che valga un sacco, quando siamo noi a dover pagare il lavoro altrui il costo lo riteniamo "ingiustificato". :(
  5. Che io sappia in Europa è pressochè introvabile in commercio. Ordinarla dagli USA mi sembra eccessivo e poi rischieresti menate con la dogana, dato che è considerato prodotto alimentare/agricolo. Ciao, Vale
  6. Vale

    il boss delle torte...

    [quote]Messaggio di Lord Zepp ...e la torta a birrificio: [url]http://www.youtube.com/watch?v=iKQqJp6ATYo&feature=youtu.be[/url] [url]http://www.youtube.com/watch?v=OW3eMBeWnZo&feature=relmfu[/url] [/quote] Poi ci si chiede come mai molti americani sono obesi. A me è salita la glicemia solo a guardare... :D Vale
  7. Vale

    L'economia della birra

    [quote]santa ha scritto: [quote]...In Italia, dove mezzo litro di birra costa 2,80 dollari...[/quote] a chi??? [/quote] E' più o meno il prezzo di Heineken in lattina o simili. :( Per la Germania devono avere preso come riferimento la birra del LIDL, quella di qualità non costa certo così poco! Ciao, Vale
  8. Vale

    Conservanti

    [quote] a livello di homebrewing vedo dura la microfiltrazione, non credo però che uccida la birra Bob.. certo è utile avere un lievito che rifermenti in bottiglia per la conservazione e per un fattore di maturazione; tempo fa avevo pensato di farla rifermentare in un fustino ( tipo quelli da 5 litri ) e imbottigliarla da li :D mi sembra però un azzardo! [/quote] Perchè un azzardo? Io lo faccio tranquillamente e ho birra molto limpida ma senza filtrarla. Certo ci vuole un minimo di attrezzatura per riempire in contropressione, non si può semplicemente travasare. Quanto ai conservanti che io sappia se ci sono devono essere indicati in etichetta, se non sono indicati allora la birra è "semplicemente" pastorizzata e/o filtrata, il resto lo fa l'alcool e il luppolo. E il fatto che la birra industriale di aromi e sapori da perdere nell'invecchiamento ne ha già ben pochi in partenza... ;) Ciao, Vale
  9. [quote]cogito ergo brasso ha scritto: Ah si? Quindi fanno tipo baratto? Mmmm mo lo provo và ! Ma è solo per soci? Oppure anch'io, un pinco pallino qualunque, se vado la me lo scambiano col malto? (all'mp t'ho risposto su facebook, comunque mo te lo riscrivo pure qua) [/quote] Se glie ne porti qualche tonnellata probabilmente si (però associandoti), un sacchettino sicuramente no. Non riesco a capire se proprio non vuoi capire il concetto o stai facendo apposta. Qualunque sia l'oggetto della transazione, non puoi avere gli stessi prezzi all'uscita dalla produzione, dove si trattano i quintali se non le tonnellate, al dettaglio. Figuriamoci il sacchettino da 1kg che qualcuno ha dovuto riempire a mano perchè dalla fabbrica escono solo i sacchi da minimo 25kg. Per pagare meno devi saltare i passaggi, per saltare i passaggi devi avere i requisiti che sono almeno una quantità minima. Ciao, Vale
  10. Vale

    tripla decozione

    [quote]DelPina ha scritto: [quote]didinho ha scritto: infatti. nelle ultime cotte (maggio-luglio) ho perso 3l/h, ma stavolta l'evaporazione è stata 2l/h. a sto punto penso sia stata colpa del tempo piovoso [/quote] Può essere,magari hai il bruciatore già a cannone per portare a bollitura e con qualche grado in meno esterno, bolle a temperatura piu bassa. [/quote] Ehhh? La temperatura di ebollizione dell'acqua dipende solo dalla pressione atmosferica (o del recipiente, se sotto pressione) e non dalla temperatura esterna! La pressione varia leggermente a seconda della situazione meteorologica ma non pensate che possa fare una qualche differenza nella cottura, a meno di fare una cotta in pianura e una a 2000 metri s.l.m. :D Ciao, Vale
  11. Il glicerolo (o glicerina che dir si voglia) sicuramente non è un problema perchè è già un sottoprodotto della fermentazione alcolica. L'unico effetto che ha è di dolcificare la birra ma alle concentrazioni che si verrebbero a creare è irrilevante, il lievito da solo ne produce molto di più. L'acido citrico è un antiossidante e non da problemi, è contenuto in tantissimi alimenti confezionati industrialmente. L'idrossido di sodio è la soda caustica e io nella birra non la metterei, anche qui però bisogna vedere la concentrazione che ne risulterebbe. L'acqua depurata ovviamente non è un problema. :D Il fosfato di sodio è un conservante usato anche lui nell'industria alimentare. Il lauriletere non so proprio cosa sia. NOTIZIA DELL'ULTIMA ORA: ho visto che il lauriletere è un tensioattivo usato per incrementare la formazione di schiuma. Non vorrei che la birra si trasformasse in uno shampoo, ma anche qui bisogna vedere quanto ce n'è. Ciao, Vale
  12. Vale

    Cerco spazio hobby e non

    [quote]Messaggio di thequietvoid Sto cercando uno spazio più o meno ampio per avviare le mie attività di HB ed inoltre altre idee che possono comprendere feste/corsi. Il tutto ad uso privato, non c'è attività commerciale, almeno non per ora. [/quote] Non per scoraggiarti ma io non mi sentirei tranquillo a brassare fuori dalle mura domestiche, soprattutto in uno spazio affittato magari in area commerciale. Gli omini in grigio potrebbero non fidarsi delle tue dichiarazioni che l'attività non è commerciale ma puramente hobbystica. Se poi ti metti pure a fare feste e corsi diventa ancora meno credibile. Ciao, Vale
  13. [quote]BCS85 ha scritto: Grazie mille delle info.... Nei vari negozi di birra dicono che quei fustini sono usa e getta... Tu cosa mi dici? [/quote] Io non ne ho ancora gettato nemmeno uno. :) Effettivamente all'esterno si arruginiscono facilmente, soprattutto quando refrigerati per via della condensa che si forma sulle pareti. Fino a un certo limite la ruggine è comunque solo un problema estetico e si può rimuovere facilmente, quando è pesante allora tocca buttare il fustino. Mai avuto problemi invece a pulirli e disinfettarli internamente. Visto il prezzo se riesco a usarli anche solo 10 volte il costo scende a pochi centesimi per litro, risibile rispetto p.e. al costo delle materie prime. Ciao, Vale
  14. [quote]cogito ergo brasso ha scritto: Si, è esattamente il concetto che ho espresso: <<l'unica fregatura è che se lo compri alla sorgente ne devi comprare una vagonata altrimenti nemmeno ti si filano... però magari, sarebbe una svolta!>>. Ma parlavo di costi, non di poter ordinare 25 kg. E' scontato che non te lo danno il mio era un esempio, ma mettiamo caso avessero potuto dartelo il prezzo effettivo al kg sarebbe stato almeno 4 volte meno! [/quote] Non credo che nemmeno i prezzi all'ingrosso possano essere un quarto di quelli al dettaglio, dopotutto l'orzo alle malterie mica glie lo regalano! Personalmente ho avuto modo di acquistare malto direttamente in Germania, a Bruchsal, sede storica della malteria Durst. Dato che alla Durst devi comprare minimo un pallet (se va bene!) mi sono rivolto a un mulino che vende al pubblico e si trova a 500m dallo stabilimento Durst. Il sacco di malto d'orzo mi è costato, ritirato di persona, circa 18 Euro. Considerando che in Italia c'è di mezzo un passaggio in più (l'importatore italiano) e le distanze dal luogo di produzione sono ben diverse, i 28 Euro circa per sacco che arriviamo a pagare noi non è poi così tanto. Il vero problema sono i costi del corriere che te lo consegna a casa e che arriva ad aumentarti il costo effettivo anche del 50%. :( Ciao, Vale
  15. [quote]cogito ergo brasso ha scritto: A peso d'oro! [:0] [/quote] Non è vero, basta comprare il sacco da 25kg! [8D] A parte gli scherzi, per i malti tipo i tostati dove se ne usano pochi etti l'impatto sul costo della birra è comunque trascurabile, per i malti base conviene veramente comprare il sacco da 25kg a un prezzo che mi sembra più che onesto, considerando che se ne compri due sacchi hai già superato i 65 Euro e hai la spedizione gratis. Sugli altri siti la spedizione di un sacco da 25 kg costa quasi il 50% del prezzo del malto, il prezzo reale è quindi ben più alto di quello a listino. Ciao, Vale
  16. [quote]LedrosesHB ha scritto: io pero' vorrei sapere se funziona sia con le birre prodotte ad alta e bassa fermentazione [/quote] "...ed è caratterizzato da un aroma neutro rispettando il carattere base della birra." Direi che è pensato per essere usato con qualsiasi tipo di birra senza alterarne le caratteristiche, quindi alta o bassa è indifferente. Ciao, Vale
  17. [quote]Messaggio di BCS85 Ciao ragazzi. Datemi una mano a capire se vale la pena rifermentare in fusto, avevo intenzione di prendere quei fustin da 5 litri tipo quelli da supermercato oppure fusti da 10 litri tipo cornelius.. Sono qui che mi chiedo, ma un eventuale lievito di fondo può dare problemi in spinatura? [/quote] Ciao, ti consiglio di non prendere i fusti in versione da supermercato, quelli con rubinetto incorporato estraibile per intenderci, ma quelli più semplici con sola apertura superiore. Poi investi qualcosina in più e ti prendi uno spillatore a cartucce di CO2 tipo il Party Star Deluxe. Per il problema del fondo e sufficiente accorciare di un centimetro il tubo dello spillatore che altrimenti arriva a pescare fino al fondo del fusto e quindi anche i sedimenti. Essendo di plastica basta un comune cutter per tagliarlo. In questo modo non peschi i fondi e perdi al massimo mezzo bicchiere di birra, spillando birra limpidissima. Ciao, Vale
  18. Vale

    imbottigliamento altbier

    [quote]Prosit ha scritto: forse ti stai confondendo con la lagerizzazione! [/quote] Scusate il ritardo nella risposta ma spero che le informazioni possano ancora essere utili per una futura cotta. Confermo che la Altbier così come la Kà¶lsch, pur essendo birre ad alta fermentazione vengono lagherizzate al pari delle birre a bassa fermentazione. Qualcuno le definisce addirittura birre "ibride" proprio per questo motivo.Per ottenere vere Altbier o Kà¶lsch è necessario lagherizzare almeno 4 settimane ma sarebbe meglio 8 o più. a temperature fra gli 0 e i 2 °C. Naturalmente la temperatura va abbassata solo a rifermentazione avvenuta perchè i lieviti ad alta usati alle temperature di lagherizzazione non lavorano più e quindi abbassando la temperatura prematuramente non si avrebbe rifermentazione completa, risultando in birra dolce e sgasata. Ciao, Vale
×