Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Leaderboard

  1. conco

    conco

    Utenti Registrati


    • Points

      130

    • Content Count

      12.899


  2. Tyrion132

    Tyrion132

    Utenti Registrati


    • Points

      108

    • Content Count

      11.684


  3. Simone11

    Simone11

    Utenti Registrati


    • Points

      59

    • Content Count

      1.628


  4. didinho

    didinho

    Utenti Registrati


    • Points

      56

    • Content Count

      1.652



Popular Content

Showing content with the highest reputation since 21/10/2019 in all areas

  1. 6 points
    Alla fine mia sorella ha deciso di decorare il fusto, direi che fa la sua porca presenza
  2. 5 points
    io sto pensando a questa etichetta ancora in fase di lavorazione, con un mio amico vogliamo produrne di gusti diversi e creiamo la ciurma di pirati ^^'
  3. 5 points
    Ziu Belu. Triple....per chi non sapesse. Abv 8%. Dicembre 2015. Ancora in perfetta forma...la pensavo ossidata...invece no. Bell'aperitivo....
  4. 4 points
  5. 4 points
    Gentaglia dell'OT... Domani mi laureo!
  6. 3 points
    vabbeh, c'è poco da sfasciare in questo caso. al massimo sbagli e prendi l'uscita posteriore...
  7. 3 points
    Lavoretto di bricolage in tempi di coronavirus. Tutto legno di recupero. Adesso mia moglie vuole che faccia qualcosa anche per lei
  8. 3 points
    Cazzo che sfiga Didi....dovevi fare come lo scrittore di libri e imbottigliare a fermentazione non ultimata...rischi le bombe a mano, ma la muffa mica fa in tempo a formarsi....
  9. 3 points
    Stout in bollitura! E buongiorno a tutti
  10. 3 points
    sembra acqua della fossa biologica <3
  11. 3 points
    Il progetto ArdPressure sarà costituito da due macro gruppi: 1) Gruppo hardware: a. Schemi di assemblaggio per realizzare una riempitrice di bottiglie economica; b. Realizzazione del controller attraverso uno schema a blocchi di facile lettura. 2) Firmware: gestione delle elettrovalvole, fasi, sensori di pressione, livello di riempimento e così via. Abbiamo sviluppato un HW e un FW comunque indipendenti tra loro perché pensiamo che questa soluzione sia appropriata per l’utente homebrewer. Si potrà utilizzare il firmware ArdPressure col controller dedicato (o autocostruito) e sarà predisposto alla gestione di soluzioni già presenti ed utilizzati nel mondo homebrewing. Stiamo per questo eseguendo alcuni test di compatibilità con pistola cinese e iTap. Il firmware ArdPressure è sviluppato per Arduino Nano (file esadecimale gratuito), mentre l’hardware è realizzato con tubi per osmosi inversa (1/4”), profilo in alluminio 20x20, supporti stampati in 3D e tappo in silicone. Le istruzioni per l’installazione dei tubi e il cablaggio seguiranno al più presto. Restate sintonizzati.
  12. 3 points
    Cari amici pur condividendo il fatto che evitando di vendere alcolici non si risolve il problema, secondo me non ha senso tirare in ballo la politica (che mi fa alquanto schifo destra o sinistra che sia) in un forum che parla di birra. Ok mi direte siamo in OT, ma con tutti gli argomenti che ci sono, proprio la politica??????
  13. 3 points
    Le gioie del sabato pomeriggio
  14. 2 points
    average di solito è la più equilibrata @EnzoR
  15. 2 points
    Aggiorno anche la mia esperienza in progress; dopo il liquido preso dall'inghilterra questa volta sto usando il secco della lallemand. Fermentazione (partita a 37 e lasciata scendere fino a 30) ancora più veloce con tanto di blow off fatto ( fortuna che ho sostituito i gorgogliatori col tubo fi blow off da un po' ). Dopo 2 giorni di fermentazione è praticamente a fg Devo dire che il fruttato ( sugli stessi toni indicati da didino arancia, ma anche un mela/albicocca ) che già percepivo nel liquido qui lo sento un peletto di più, ma sinceramente nel complesso della birra non mi dispiace ( è una wit con speziatura molto parca; la porta un po' fuori stile ma al palato è gradevole ). Sui solventi invece devo dire che non li ho trovati, nemmeno ora che, essendo ancora in fermentazione dovrebbero essere più accentuati. Stasera travaso e credo che le farò fare un paio di giorni di fresco prima di mandarla in bottiglia. Per il resto a livello di processo sono comodi da usare… tener su la temperatura è più facile da gestire che abbassarla, a raffreddare il mosto si impiega un terzo del tempo e fermentazione chiuse tranquillamente in una settimana sono un bel vivere…. Posso quindi anche capire che alcuni li stia prendendo in considerazione come lieviti a tutto campo. Per quelle che sono le mie esperienze mi vien da pensare: americana o simil ci sta va bene, soprattutto se i luppoli non sono i classicissimi ma sono dei pacifici o dei fruttati in genere e lato luppolo si usa con un po' di cattiveria in late/step/dh sull'inghilterra ho qualche dubbio.. quel fruttatino non mi dispiace ma mi sembra un po troppo "su" per una bitter… penso che proverò lo stesso a farci una bitter o una stout e vedere come va sulla germania no. serve qualcosa di più pulito. Forse qualche altro ceppo di kveik è meglio del voss in questo per il belgio invece è forse troppo poco caratterizzante (spezie non ne trovo) ma anche qui vale la stessa obiezione di sopra… parliamo di un ceppo di kveik e almeno per ora gli altri "fratellini" negli shop italici non si vedono Domanda che pongo, qualcuno ha già avuto modo di usarli su OG importanti?
  16. 2 points
    Nelle mie schede era onnipresente, ho smesso di iscriverle ed è sparita
  17. 2 points
    21km camminati 1400 di salita Chaberton, la più alta fortezza europea
  18. 2 points
    Dove sei ubicato? ahahah Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk
  19. 2 points
    Maleducatissimo!!! Stile non l'ho detto apposta.. Prima vedo come viene, poi vi dico cosa è! XD
  20. 2 points
    Corpo medio e kolsch però sono due cose diverse. Comunque non sei obbligato a seguire uno stile, puoi prenderne uno e interpretarlo come vuoi: tipo pils + 5-10% carapils per dare note maltate, mash basso (max 65°), per fare un mosto fermentabile, 25 IBU di luppolo, a 60 minuti e a 20 minuti, scelto secondo i sentori che vuoi dare alla birra, e us-05 per fermentare
  21. 2 points
    volevo uscirlo a piozzo, ma visto come gira quest anno ho deciso di anticiparvelo qua
  22. 2 points
  23. 2 points
    Due girate delicate non vigorose non mi hanno mai dato problemi e volendo una volta disciolto e solo una fissa rimescolare (delicatamente). Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
  24. 2 points
    Questo sì che è spirito da home brewer!! XD
  25. 2 points
    Io ti consiglierei di focalizzarti su uno stile che ti piace (magari non troppo difficile) e cercare di informarti su quello stile, poi provi ad abbozzare una ricetta e la posti qui. C'è un sacco di gente in gamba che potrà darti consigli per migliorarla. Io ad esempio (che non sono assolutamente tra i suddetti), comincerei con una ipa, magari senza grani speciali giusto per eliminare una variabile, una bella luppolatura sui 4-5 gr/l negli ultimi minuti e poi aggiusterei l'amaro di conseguenza ad inizio bollitura. Lievito us-05. In questo modo prendi confidenza con i vari software
  26. 2 points
    Dobbiamo organizzare una brewjam per quest'uomo!!!
  27. 2 points
    Che bello, conco è tornato a cuocere davvero!! Io dovrei imbottigliare helles! E poi giù con l'imperial pils!
  28. 2 points
    A parte i gusti sulla weiss ma fanno tante altre birre piuttosto buone.
  29. 2 points
    Da incorniciare anche questo!! Capisco che chi ci vive debba fare forza su qualsiasi caratteristica gli venga in mente del suo prodotto.. Ma a me sta storia del "bevo birra artigianale" ha rotto il cazzo.. Bevo birra, possibilmente buona.. Che poi sia artigianale o meno, frega niente.. Il giorno in cui artigianale non verrà più utilizzato come marketing sarà forse il giorno in cui torneremo a bere al reale prezzo della birra..
  30. 2 points
    Ahahah Didi...sei diabolico...e un po' bastardo anche, diciamolo....
  31. 2 points
    Si sono in 2 ma poi ci sono tutti i commenti di chi segue e stavolta sono intervenuti anche molti vecchi scrittori di questo gruppo [emoji482][emoji482][emoji482][emoji482][emoji482]
  32. 2 points
    Mi piace il profumo del malto la mattina (semicit.) Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk
  33. 2 points
    Comunque buona pasqua bagai. Io ieri ho preparato sia ragù, per lasagne che ha assemblato staattima la sciura, che agnello in umido come lo faccio io. Sono già alla seconda birra. Commerciale. Poi passerò al vino. E poi...si vedrà. Magari metto in fresco qualcosa di mio. Anche se ho roba o totalmente e talmente old che poi non la bevo...o le centenarie...che insomma non sono na bevuta leggerina eh. Ma si vedrà....
  34. 2 points
    Buongiornazzo gente! Oggi ho iniziato a lavorare alle 6, per portarmi avanti su un lavoro che si trascina da settimane, e niente mi sono già rotto le palle... Ho finito la bombola per cucinare, quasi quasi oggi mentre vado a prenderla faccio scorta per brassare, però un auto con 4 bombole del gas con la barba e capelli lunghi da quarantena mi scambiano per un talebano, le bambine mi hanno pure fatto i codini, dovrei andare così Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
  35. 2 points
    Vi aggiorno un po' sullo stato dei lavori. Abbiamo svolto diversi test sia sul nostro sistema di imbottigliamento che sulla ormai nota "pistola cinese" riuscendo a confluire su un'unica configurazione dei sistemi. Nei vari test abbiamo cercato di limare ogni imperfezione e testato le idee per rendere veramente compatibile il controller con quanto oggi presente nel mondo degli homebrewers. Ecco che allora un sistema "completo" riempitrice + pompa del vuoto non tutti ce l'hanno e abbiamo incluso una fase di "condizionamento" preriempimento che abbiamo denominato NoVacuum. Questo NoVacuum è configurabile con uno dei 3 metodi alternativi sviluppati: SEPARATO: si succedono fase di pressurizzazione e desaturazione in maniera appunto separata; DISCONTINUO: alla fase di pressurizzazione segue una fase di insufflazione co2 con apertura della valvola di desaturazione; CONTINUO; si esegue un'insufflazione continua di co2. In tutti e 3 i metodi si finisce sempre con una fase di pressurizzazione. In questo video potete vedere un test di riempimento con i 3 metodi sopra citati, un test di misurazione dello stato di vuoto/pressurizzazione e un normale ciclo di riempimento delle bottiglie con pompa di vuoto Molto presto avrete nuove notizie riguardanti la fase successiva del progetto. Al momento pensiamo di rilasciare la lista completa dei materiali per l'autocostruzione sia della struttura che della scheda di controllo; il firmware sarà disponibile comunque in forma compilata freeware. Vista la situazione attuale mondiale facciamo fatica a poterci far carico dell'eventuale costruzione, anche in numero limitato, di strutture e/o schede potendone assicurare una consegna certa e costi convenienti; similmente valuteremo altre forme d'acquisto se si verificherà la condizione giusta. Per ora è tutto. Stay tuned Max
  36. 2 points
    Porto le bottiglie all'orecchio per sentire il rumore del bar....
  37. 2 points
    Io la notte mi sogno che sto al pub [emoji22] Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk
  38. 2 points
    Inizio io.. Sono le nove e si può iniziare a bere! La pils è già meglio di quanto credessi! La bottiglia ha sfiatato quando l'ho aperta e un minimo di schiuma c'è..
  39. 2 points
    Esperimento riuscito direi.... Ben lievitata in poche ore e come gusto nessuna differenza dal classico panetto. Per me promosso
  40. 2 points
    No. Lo vorrei assaggiare però. Bono?
  41. 2 points
    'Excalibur, imbecille' cit.
  42. 2 points
    Come ogni altro giorno.. Cercando di conquistare il mondo!
  43. 2 points
    ho sperimentato di tutto e posso affermare che nessun ricircolo può uniformare la temperatura come un buon sistema di pale giranti le pale assicurano uno scarto di 0,1°C nei vari punti della pentola, da quando ho motorizzato la mia pentola ho pensionato la pompa durante il mash.
  44. 2 points
  45. 2 points
    Le fontane sono generate il più delle volte da residui solidi all’interno delle bottiglie anziché da infezioni... per intenderci la fontana altro non è che un fenomeno di nucleazione della CO2... quindi anche ad alte concentrazioni di CO2 se la birra è ok non si ha problemi... delle volte anche in alta concentrazione di sali può generarla... La Coca-Cola per esempio è molto più gasata di una birra e non succede nulla quando la apri.. ma se ci metti dentro una mentos o anche una bustina di zucchero la CO2 si libera creando la fontana... Per evitarle bisogna lavorare sulla pulizia delle bottiglie e su una buona chiarificazione della birra ... facendo depositare bene tt i lieviti ed evitando di lasciare residui di luppolo.. Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  46. 2 points
    Parecchi anni fa inoculando lievito secco..ho inoculato pure la bustina....qualche anno dopo, per par condicio, usando lievito liquido ho inoculato anche la beuta. Più di recente, avvitatore con paletta di wirlpool in mano, davanti al tino a fine bollitura salgo sulla scaletta per effettuare, appunto, il whirlpool ma, agile come un'ippopotamo, do una capocciata sullo spigolo del finto trave in cartongesso e mi parte il berrettino che avevo in testa. Indovinate dove finisce? Ho fatto finta di nulla e sono andato avanti: durante il raffreddamento, man mano che il livello del mosto scendeva, lo vedo spuntare posizionato ordinatamente al centro del tino in mezzo al trub. Ah, in tutto ciò è interessante il fatto che nessuna delle 3 cotte ha dato poi segni di infezione..mentre cotte che sulla carta sono andate alla perfezione si sono poi infettate..misteri
  47. 2 points
    Vècc, la barrel aged di Podere la Berta, che ha vinto il concorso di Taormina gourmet quest'anno
  48. 2 points
    ho scoperto di essere un esperto produttore di birre funky!
  49. 2 points
    Ecco il mio impianto: Tre tini a gas, pentola di ammostamento da 75lt motorizzata con coperchio e motore Polsinelli ma con riduttore cambiato per avere il doppio della velocità di rotazione, agitatore e filtro Halo fatti su misura da Polsinelli, coibentata con lana di roccia e legno. Pentola di sparge da 50 litri, pentola di boil da 75 litri, scambiatore in controflusso, camere di fermentazione ottenute da due freezer modificati per ospitare i fermentatori inox da 75 litri della Polsinelli. Controllo automatico del mash mediante sistema Imebrew che comanda due elettorvalvole per gas. Controllo fermentazione con due STC1000. Volume finale di birra prodotta 56-58 litri
  50. 2 points
    Una delle cose che apprezzo della produzione di birra è che viene fatta in modo più "scientifico" del vino. Queste leggende/superstizioni non hanno nessun effetto sul vino tantomeno sulla birra e se c'è qualcuno che ci crede ancora...peggio per lui.
Sponsor:


×
×
  • Create New...