Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 12/09/2019 in all areas

  1. 1 point
    Ho trovato molto interessanti tanti post di questa sezione che mi hanno aiutato a capire meglio come accudire le piante. Peccato che da un po' di anni nessuno posti più nulla in merito alla coltivazione... Spero di stimolare i coltivatori postando una foto del mio raccolto 2019!!! Lo scolapasta ospita un etto un po' abbondante di cascade per pesare e valutare quando raggiungerò il 20% del peso iniziale (siamo al 60%, purtroppo in cantina, con un ventilatore per far girare l'aria, perchè fuori piove e non ho ancora costruito un essiccatore, ma non avevo previsto le quantità, e poi non saprei dove metterlo per carenza di spazio!) I luppoli sono: nell'enorme catino cascade, pianta di 2 anni, ne ha fatto veramente tanto nonostante una aggressione di parassiti (che provando a sterminare con acqua e sapone come dicono sul web, a momenti ammazzo la pianta!). I coni sono mediamente piccoli, l'aroma boh! In basso centennial: pianta di un anno, i coni sembrano veramente poco profumati e sono maturati pecocemente, quindi li ho raccolti forse un po' troppo secchi, ma vabbeh è il primo anno. In alto chinook, pianta di 2 anni. un po' una delusione perchè ha prodotto molto meno del primo anno forse causa clima ostile (ha piovuto e ha fatto freddo tutta la primavera qui), però i coni sono enormi e profumatissimi! Non pervenuto: willamette. l'ho piantato in una zona secca del giardino e forse troppo ombreggiata... è salito si e nò due metri con molta fatica e non ha prodotto nulla... vedo di curarlo di più il prossimo anno e se non fa nulla di nuovo di spostarlo fra 2 anni Non pervenuto: saaz: pianta di due anni. Il primo anno ha prodotto 3 coni, quest'anno una quindicina... non so se è troppo in ombra (ma solo per il primo metro, poi ha le stesse condizioni del cascade) o se proprio proprio non gli piace il mio giardino. Più o meno sono stati concimati tutti in primavera con pellet di stallatico in superficie e più o meno sono stati innaffiati in modo sensato (forse l'unico che ha patito è il willamette, in fondo al giardino) Ciao, Ale
  2. 1 point
    quando aggiungi in un secondo momento vai a capire cosa succede, potrebbe non mangiare proprio trovandosi di colpo in un ambiente ostile oppure mangiare mooolto lentamente con i rischi del caso. il lievito che ti ho consigliato racchiude i pregi dei due lieviti che volevi usare senza i contro
  3. 1 point
    Sono stato nel locale del boss ieri sera molto bello!!! Inviato dal mio ASUS_Z017D utilizzando Tapatalk
  4. 1 point
    No no scusa ho lasciato intendere che non lo utilizzassi più ma in realtà ne faccio ancora uso... Certo non è l’unico prodotto che utilizzo però... ci sono anche altri prodotti validi in base all’utilizzo che ne devi fare... per esempio per fare una batteriostatica è preferibile l’utilizzo del percitrico (detta anche acqua ossigenata acida) che ha funzioni analoghe a quelle per peracetico ma più blande e molto più delicato sulle guarnizioni ed evita così di rovinarle... Un altro prodotto utile per la sanificazione è l’acool isopropilico... ottimo per sanificare piani di lavoro e piccole attrezzature come forbici bustine di lievito tappi ecc... si utilizza in uno spruzzino agisce in pochi minuti e non necessita di risciacquo perché evapora... Tutti prodotti validi ed utili ma non indispensabili... la base della sanificazione, quella profonda viene comunque fatta con l’acido peracetico che fra tutti è sicuramente quello con il più alto potere sanificate... Per utilizzarlo però ti consiglio delle precauzioni come guanti ma soprattutto occhiali... alla concentrazione che lo utilizzi te anche se dovesse finirti sulle mani non ti succederebbe nulla, al massimo avresti le mani un po’ più secche... ma se invece dovesse finirti qualche goccia nell’occhio brucerebbe davvero tanto anche se a quelle concentrazioni una goccia non comprometterebbe la vista... ma siccome si parla di sostanze chimiche molto aggressive, l’uso di occhiali e guanti è davvero d’obbligo sempre direi!! Ad alte concentrazioni anche la maschera bisognerebbe avere perchè il peracetico ha un odore davvero pungente! Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  5. 1 point
    considerando i 3 luppoli scelti non andrai tanto sul fruttato ma quanto sul limonoso con un amaro di pino. L'unico dei 3 che tra le note dovrebbe dare qualcosa di fruttato è il simcoe ma ho sempre riscontrato l'agrume come prevalente sui sentori di uva Per la prossima se vuoi andare sul fruttato, o cambi continente e ti sposti sui pacifici, oppure come americani i più fruttati che ho provato sono athanum e mosaic.
  6. 1 point
  7. 1 point
    Ti diro... ne ho assaggiata una un annetto fa, non ricordo di chi era ma la ricordo molto buona ecco.. era la PeaceMaker del birrificio La casa di cura
  8. 1 point
    beh dai struttura facile MO + Roasted in piccola dose. Se vuoi fare l'alternativo qualche caramello, meglio se scuro. Se invece vuoi essere rigoroso assolutamente no caramelli. Poi hai le due opzioni se andare sul cream oppure no. Nel primo caso vai di fiocchi, meglio orzo, al limite avena. Luppolo poco in amaro e poco in aroma ovviamente britannico ( mi conosci abbastanza per sapere che personalmente consiglierei challenger o ekg ) Lievito non troppo attenuante; nel caso usi un qualcosa di più attenuante masha di conseguenza abbastanza alto
  9. 1 point
    premessa sul gusto personale; non impazzisco per il Columbus in aroma. Personalmente lo metterei in amaro lasciando centennial e simcoe a fare da aroma, ma si tratta di una cosa legata al mio gusto La struttura di luppulatura ci sta; a 0 forse salirei anche un qualcosina in più; amando degli amari più morbidi e progressivi io spesso salto la gittata a inizio boil portandola a 30 oppure la anticipo usando l'FWH ( non metti il luppolo a inizio bollitura ma lo anticipi a quando inizi la rampa per andare i n bollitura ) come due ricette sono comunque due gemelline… idea che ti butto là, spingere un po' più di caramelli e un po' meno di luppoli in amaro nella prima e fare se ti va di cambiare una american red ale?
  10. 1 point
    Per adesso sarà in parallelo al mio lavoro, anche perché per ora qua pagano bene e lasciare sarebbe da pazzi, poi vediamo cosa si riesce a fare Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
  11. 1 point
    prova a mettere giù una ricetta e vediamo
  12. 1 point
    come combo penso che ci stiano, non otterrai un'american ipa super cafona con quei dosaggi ma nulla vieta che venga fuori una birra godibile
  13. 1 point
    Di solito quando faccio qualcosa di luppolato inizio a mettere luppolo a 10 minuti dalla fine della bollitura (aspettando 10-15 minuti prima di iniziare il raffreddamento dopo aver spento il fuoco) Dopo aver costruito la luppolatura in aroma metto le ibu che mancano in amaro (vedo sempre di evitare la luppolatura solo in aroma anche se vuol dire fare una birra un po piu amara) In aroma a seconda di come voglio la birra vado a 4-10 g/l e in casi rari qualcosa di più Tipologie luppoli in amaro io uso sempre rigorosamente il magnum, mentre in aroma puoi sbizzarrirti ma io non uso mai più di 3 luppoli per volta Che ne so classici abbinamenti sono cascade-chinook-centennial-columbus mixati in modi differenti Luppoli più nuovi possono essere tantissimi, ma alcuni sono molto invadenti e necessitano di dosaggi e tempistiche ponderate
Sponsor:


×