Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Leaderboard

  1. Simone11

    Simone11

    Utenti Registrati


    • Points

      4

    • Content count

      1.336


  2. conco

    conco

    Utenti Registrati


    • Points

      3

    • Content count

      12.688


  3. Thor

    Thor

    Utenti Registrati


    • Points

      3

    • Content count

      1.804


  4. Vale

    Vale

    Utenti Registrati


    • Points

      3

    • Content count

      4.266



Popular Content

Showing content with the highest reputation since 12/05/2019 in all areas

  1. 3 points
    Ora vi dico una verità e questa segnatevela perchè è una delle verità della vita (come la differenza densità-viscosità) In assenza di gradienti di pressione/temperatura una soluzione in equilibrio non ha gradienti di concentrazione Una sospensione invece sì
  2. 2 points
    E' tra i motivi per cui si dice che la sola ricetta non basti per clonare una birra. Ogni impianto è diverso dall'altro, con caratteristiche fisiche meccaniche e termiche proprie, oltre al livello di precisione del termometro, cambia anche il tempo di risposta delle sonde, influenzato dalla presenza o meno di un pozzetto, e dall'altezza della sonda nella pentola (per quanto si possa fare con mescolatori e ricircoli, è impossibile uniformare perfettamente la temperatura a tutte le quote con precisione al grado). Per mia esperienza personale, posso dirti che, entro certi limiti, la cosa più importante non è l'errore che introduce lo strumento, quanto invece la ripetibilità delle misurazioni. Non è importante che siano reali 63 o 65 gradi, è importante che lo strumento ti permetta sempre di tornare a quella temperatura per ripetere la cotta, e che sia sempre e solo uno il riferimento per gestire la temperatura ( ingresso del rims, pozzetto a mezza pentola, sonda che scende dal coperchio, se cerchi il mezzo grado, saranno sempre diversi uno dall'altro). Che poi, detto tra noi, la differenza di un grado in ammostamento, con tutte le variabili che entrano in gioco nei passaggi dal chicco al bicchiere, è una cosa veramente difficile da percepire, io cerco di essere preciso e metodico in tutte le operazioni, ma il mezzo grado di differenza lo lascio a chi è fissato con i decimali.
  3. 2 points
    Wela cuore matto...felice di leggerti. Il mio dottore di cose da non fare o di smettere di fare me ne dice sempre tante...per ora io ho smesso di andare dal dottore...poi si vedrà. Tanto ho la sciura che non mi molla...e prima o poi mi toccherà...e poi so cazzi.... Va beh....perché non ti specializzi su birre ultra light...ci stavo pensando anch'io sai, birre con un abv di 1,5-2%, qualche ideuzza io l'avrei già, certo sarebbe cosa ardua...ma tentar... Carne alla griglia ma bianca immagino....che e meglio che un calcio nei coglioni, ma la rossa e la rossa. Poi hai anche pesce alla griglia di sicuro...che se fatto bene e tanta roba pure quello. Ma cerchi il tesoro dunque col metal detector...quello che non ha mai trovato Enzo...beh in bocca al lupo.
  4. 2 points
    Ragazzi(più o meno giovani).. L'importante è che lo zucchero sia sciolto bene.. Se è sciolto NON stratifica! Vero che beviamo birra e non cocacola, ma avete mai visto qualcuno agitare l'estathè prima di berlo perchè altrimenti lo zucchero stratifica???
  5. 1 point
    Rimescola ogni 5 bottiglie
  6. 1 point
    Credo che il Conco volesse dire che non ha senso filtrare sterile la birra per poi fare priming in bottiglia, perché se riusciste veramente a renderla sterile non rifermenterebbe mai e vi trovereste birra sgasata e dolce, a meno di aggiungere di nuovo lievito per la rifermentazione e quindi avere comunque un fondo in bottiglia.
  7. 1 point
    Ecco il mio impianto: Tre tini a gas, pentola di ammostamento da 75lt motorizzata con coperchio e motore Polsinelli ma con riduttore cambiato per avere il doppio della velocità di rotazione, agitatore e filtro Halo fatti su misura da Polsinelli, coibentata con lana di roccia e legno. Pentola di sparge da 50 litri, pentola di boil da 75 litri, scambiatore in controflusso, camere di fermentazione ottenute da due freezer modificati per ospitare i fermentatori inox da 75 litri della Polsinelli. Controllo automatico del mash mediante sistema Imebrew che comanda due elettorvalvole per gas. Controllo fermentazione con due STC1000. Volume finale di birra prodotta 56-58 litri
  8. 1 point
    Saggia decisione abbandonare il dottore anzichè i vizi Birre ultra light? Cazzarola, sono abituato alla Rochefort 10, la vedo mooooooooooooooolto dura Carne alla griglia rossa, mi hanno detto di non abusarne ma non di non mangiarla. Già mi hanno tolto duemila cose per il diabete e altre duemila per il cuore, lasciatemi qualcosa di acquolinoso... Pesce buonissimo ma più raramente alla griglia, sono diventato fanatico delle cotture lunghe a bassa temperatura e il pesce non si adatta molto. Magari trovare il tesoro di barbanera, ma tanto qui in Italia non puoi tenerti niente... In realtà sono soddisfatto quando trovo medagliette devozionali o vecchi oggetti. E adesso non sono nemmeno più l'unico pazzo dalle mie parti : http://www.valcuviarelichunters.it Nel frattempo, intanto che rifletto sulle ultralight, ho ordinato qualche bottiglietta di Orval con relativi bicchieri
  9. 1 point
    La pastorizzazione viene sempre per ultima, meglio se in bottiglia. Per filtrare ci sono le sabbie stomatolitiche che coprono il 99% della produzione, altrimenti ci sono sistemi più moderni come le membrane a flusso tangenziale che funzionano come quelle per l'osmosi inversa ma con un grado di filtrazione molto più basso (sennò esce proprio acqua...). Poi c'è la centrifugazione che tecnicamente non è filtrazione ma ci può arrivare molto vicino. So che qualche micro artigianale la usa perché per poter scrivere "birra artigianale" non puoi pastorizzare ne filtrare, ma centrifugare si.
  10. 1 point
    Il Saccharomyces sta sui 8-12 micron a seconda se è lievito americano (più tendente all'obesità) o europeo... Naturalmente è una battuta ma le dimensioni sono quelle. Il problema della filtrazione sterile è che non basta sapere qual'è la porosità nominale del filtro ma bisogna conoscere anche la "rejection". Se il filtro ha porosità 1 micron ma rejection solo del 95% vuol dire che elimina il 95% dei corpuscoli > 1 micron ma quel 5% che passa basta e avanza perché la birra sia tutt'altro che sterile e per esempio possa rifermentare in bottiglia. Per una filtrazione assoluta il minimo di rejection è il 99,98%, cioè solo due cellule su 10.000.
  11. 1 point
  12. 1 point
    Noi non mescoliamo mai e non abbiamo mai avuto problemi
  13. 1 point
    Figurati. Non conosco il kit in questione, ma probabilmente ti scenderà ancora di un punto o due forse.
  14. 1 point
    Io la bombola da 5 kg la uso solo per fare carbonazione forzata dei fusti, la lascio dove faccio birra perché pesa, è scomoda da spostare ed è delicata sui manometri del regolatore. Per spillare uso bombole usa e getta da 600 grammi, piccole e leggere, spendo forse un poco di più ma non da sbattermi per la ricarica, ed ho sempre una scorta di riserva. La metto direttamente dentro lo spillatore in un alloggiamento che la rende invisibile, e me ne dimentico per credo almeno 200 litri ( a occhio una decina di cornelius da 18, sinceramente non li ho mai contati ).
Sponsor:


×