Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 08/10/2018 in all areas

  1. 2 points
    il modo per sconfiggere una dipendenza è sostituirla con qualcosa di valido... apri un altra di prosecco
  2. 1 point
    Se bevi spontanee di candida ne bevi a galloni
  3. 1 point
    Il punto dell'osservazione di segni d'infezione risultanti all'osservazione diretta sta proprio nell'impossibilità di avere metodi affidabili per risalire con la densità alla traccia di attività fermentanti che vadano oltre il lavoro del Saccharomyces; mettiamo anche il caso che tu abbia nella birra un organismo anaerobio a fermentazione alcolica di glucidi complessi, che non abbia bisogno di un granché di proteine per replicarsi, che sia riuscito ad emergere dalle migliaia di altri microrganismi diversi che consideriamo nel caso di situazioni di infezione (attrezzatura sporca, confezionamento non curato ecc.)...e già a questo punto ti rendi conto che stai escludendo troppe variabili per essere accurato, ma mettiamo il caso: usi il rifrattometro per essere il più preciso possibile, vedi che da FG 1.010 sei arrivato a 1.002. Bene e ora? potrebbe essere un contributo positivo o negativo? a che ti serve saperlo? se stai a Notre dame d'Orval forse è utile per sapere se l'inoculo di Brett che hai fatto a fine fermentazione è servito magari dopo un periodo di grossi sbalzi di temperatura su un determinato lotto (e comunque non penso usino questi metodi), ma se stai a casa tua ti basta sapere che se vedi una patina biancastra filamentosa nel fermentatore è fioretta e nessuno si vorrebbe bere della candida
  4. 1 point
    Non tutte le fermentazioni producono CO2.. Comunque i segni d'infezione in genere sono: Odori e sapori sgradevoli/anomali Patine e filamenti nel prodotto Aumento della carbonazione e relativo abbassamento della densità(che se considerevole è facilmente riscontrabile tramite un controllo della densità)..
  5. 1 point
    Sisì, anche io bevo di tutto.. Non è che se mi offrissero una neipa non la berrei! Però, potendo scegliere.. Io invece avevo inteso che fossero uno dei tuoi stili preferiti e ciò mi spaventava.. Da oggi potrai tornare ad essere l'idolo che si fece espellere per avere la domenica libera e venire al concorso! XD
  6. 1 point
    2 fiale senza starter in 40 lt...sei in underpitching pesante potresti alzare un pò la temperatura a modi pausa diacetile...probabile che qualcosa mangi ancora...anche se non puoi tamponare gli effetti dell'underpitching
  7. 1 point
    Il problema è probabilmente nel tasso di inoculo e nella vitalità del lievito... aspetta e prega
  8. 1 point
    Ciao, secondo me sei hai usato 2 fiale di un lievito a bassa fermentazione in 40 litri di mosto a 1.054 sei in underpitching. Il lievito impiegherà molto più tempo e non è detto che riesca ad arrivare alla FG che volevi. Quando devo calcolare la quantità di lievito da inoculare mi affido a questo calcolatore: https://www.brewersfriend.com/yeast-pitch-rate-and-starter-calculator/.
  9. 1 point
    Grazie per il supporto. Per quello che riguarda il lievito per pigrizia questa volta non sono stato a fare lo starter ma ho preso 2 fiale di White Labs per circa 40 Lt. Le fiale le ho tirate fuori dal frigorifero la mattina e inoculato nel tardo pomeriggio/sera (tutto sempre ben disinfettato, comprese le forbici e le mani prima di maneggiarle). Per il travaso lo facevo per i soliti motivi : autolisi dei lieviti e chiarificazione. In realtà in questi giorni ho letto anche di altri che in effetti non fanno travasi e non hanno problemi a riguardo (avevo letto anche l'articolo che mi hai postato)... sembra che il problema dell'autolisi sia più per le grandi produzioni (diversi ettolitri) che gravando con molto peso sui lieviti lo possono produrre. In realtà in effetti il travaso forse tutto sommato introduce piu problemi che altro. Procedo come mi hai suggerito tu, attendo ancora un po' di tempo e controllo la densità, se continua a calare attento fiducioso. grazie
  10. 1 point
    I curiosoni dopo un giorno in fiera non hanno prezzo
  11. 1 point
    No beh un attimo dai.....e che cazzo...mo aspetta, il ragazzino che a fine anni 70 diceva ai genitori che andava all'oratorio e che invece andava al Sada da solo (ingresso gratuito per minori di 12 o 14 anni mi pare), che si piazzava nella fossetta davanti alla rete, che soffriva per quei colori, che trepidava per quella squadra e che aveva il cuore tanto grosso mezzo bianco e mezzo rosso....che maledisse Silva che sbagliò il rigore a Lecce a 5 minuti da fine partita che praticamente valeva la serie A, poi persa allo spareggio col Pescara ( e lui poi anno dopo andò al Pescara....Silva ).....che poi sperò nei gemelli del gol Massaro e Monelli....e invece da li in poi fu solo declino...per quel ragazzino....prima che tira le cuoia....ma vuoi fargli vedere per una cazzo di volta UNA il Monza in serie A....sono certo che ne sarebbe molto ma molto felice. Dai Berlusca cribbbbbbio......ahahahah
  12. 1 point
    Quello era il Nelson Sauvin... [emoji12] Che poi la pipì del gatto non esiste, ma esistono le pipì dei gatti... Ci sono tante sfumature di pipì: gatta in calore, gatta incinta, gatto castrato, gatto maschio sessualmente attivo, pipì su cartone (ossidazione), pipì su lettiera (polveroso)... ecc ecc Inviato dal mio SM-A500FU utilizzando Tapatalk
Sponsor:


×