Jump to content
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 05/09/2022 in all areas

  1. 1 point
    @Pakobeer io ce l'ho da un annetto, e mi trovo bene... Durante il mash non ho mai (facendo le corna) avuto problemi di pompa bloccata. Durante la pulizia invece mi si è piantata una volta, ma probabilmente perché per ora non ho hop spider o simili e usando luppolo libero si infila nella pompa. Soffiando un paio di volte nel tubo di ricircolo si è sbloccata. Da dire che quell'unica volta che si è piantata ho usato luppolo in coni... Se però si piantasse durante il mash è un casino perché è sotto, quindi bisognerebbe svuotare la pentola, capovolgerla e smontarla.... Spero non mi capiti mai!
  2. 1 point
    ciao a tutti, non avendo una serpentina ho provato a cercare qualcosa per freddare il mosto in maniera veloce. alla fine ho trovato un metodo che funziona benissimo, sono riuscito a passare dalla bollitura a 20 gradi in pochissimo tempo. praticamente metto la pentola nel lavandino, prendo il rubinetto dell'acqua e lo metto nel lavandino (io ho il rubinetto estensibile ma si può fare anche con un tubo ), lo posiziono proprio affianco ad alcune bottiglie di ghiaccio e soprattutto più in basso possibile, in questo modo inserisco acqua ghiacciata nel lavandino che poi esce da sopra con il troppo pieno. vabbè vi mando la foto che è meglio :-)
  3. 1 point
    Adottai una soluzione simile per le prime cotte. Fino a 8-10 litri funziona bene, poi inizia a stratificare pesantemente nella pentola e non funziona più. La serpentina non mi ha mai convinto: oltre 100l di acqua per raffreddarne 15 sono davvero troppi. E poi quando fa caldo e esce a 28°C dal rubinetto? Sono passato prima ad un controflusso autocostruito e poi a quello del gf. Con 25 litri di acqua se ne raffreddano 15 di mosto. Li recupero poi per lavare il tutto.
  4. 1 point
    È un'ottima soluzione se fai pochi litri... Se vai oltre i 15/20 litri la serpentina o il controflusso sono quasi d'obbligo!
  5. 1 point
    Lascia perdre, lo sparge serve in all grain per recuperare gli zuccheri rimasti nelle trebbie. Al massimo strizza la sacca.
  6. 1 point
    In e+g l'infusione dei grani serve soprattutto ad estrarre gusto e colore. Lo sparge serve a poco in questo caso... Serve un AG per estrarre ulteriori zuccheri ed aumentare l'efficienza... Io sono per il no sparge, meno sbatti! piuttosto dai una leggera strizzata alla sacca!
  7. 1 point
    Per la rifermentazione dell'us05 ti basta una stanza tra i 12 e i 30 gradi di temperatura ambiente, meglio se tra i 15 e i 25. La quantità di zucchero da fermentare è pochissima, e non ti cambierà l'aroma della birra. In più fermentando solo saccarosio non ti produrrà quantità enormi di sottoprodotti. La mia cantina varia tra i 15 e i 18 gradi (21 questa estate, ma non mi era mai successo). Ho sempre rifermentato li.
  8. 1 point
    Se l'idea è di andare sull'all grain, meglio prendrersi un aio e non spendere soldi per una pentola da 30l che sul fornello manco bollirà bene. Io ho inziato con l'all grain. Oggi a qualcuno che inizia consiglerei di partire da li, magari la prima con un kit estratto + luppolo + lievto tanto da non attaccare tutto allo stesso tempo. L'e+g non lo capisco troppo. Poi per un tre tini alla tedesca, il volume importante è quello del tino filtro di ammostamento. Per la pentola basta avere in più il volume per compensare le perdite e per la schiuma iniziale. Stare sui 7-8 litri in bottiglia lascia diversi vantaggi rispetto ai classici 21. Niente problemi di pompe di travaso, si può fermentare in una damigiana in vetro a collo largo, non si buttano/bevono 60 bottiglie se non piace. Solo un poche volte ho fatto più di 12 litri in vita mia. Preferisco cambiare birra più spesso e accumulare esperienza.
  9. 1 point
    Aspetta aspetta, non tutti abbiamo a disposizione lo spazio per 3 o + frigoriferi/congelatori! quello essenziale è quello per la camera di fermentazione, e su questo non ci piove. Per la rifermentazione e relativa maturazione si fa quello che si può! 25 gradi sono tanti ma non sono eccessivi, puoi tranquillamente tenere le bottiglie a temperatura ambiente, magari la birra si rovinerà prima, ma non è immediata la cosa... Eventualmente visto che hai detto che hai un congelatore che non va, potresti stoccare le bottiglie li dentro e come dicevi mettere un paio di bottiglie ghiacciate per evitare che la temperatura salga troppo... Senza troppi sforzi dovresti riuscire a stare sotto i 25gradi. Piccolo appunto, (forse l'avevo già scritto sull'altro tread ma non ricordo!) se fai kit o e+g non stare a farti troppi problemi sull'acqua... È importante principalmente in fase di mash, ma con gli estratti (luppolati o meno) il mash è già stato fatto da chi li ha prodotti, quindi non cambia nulla un'acqua o un'altra...
  10. 1 point
    Il tempo è variabile, ma di solito 10/15gg sono sufficienti per ricarbonare.... La temperatura di rifermentazione idealmente dovrebbe essere un paio di gradi + alta di quella di fermentazione. Io la riferimentazione la faccio a temperatura ambiente, così non occupo la camera di fermentazione, ovvio che però in estate non è fattibile, per lo meno da me .. Per la conservazione, 25 gradi sono un po' tantini... Sarebbe meglio 18/20 gradi... O se no frigo, ma dipende sempre da quante birre fai!
  11. 1 point
    Una pentola da 15 litri va benissimo per fare bollire una decina di litri, al massimo 13 aggiungendo acqua bollente durante la bollitura da una pentola a fianco. L'ho pagata 40 euro online. È stata la prima pentola che usavo (e che uso ancora) per il 3 tini. Se pensi di andare in all grain pensa anche a un aio, che è molto più comodo. Al massimo poi la pentola da 15 litri la usi per lo sparge.
  12. 1 point
    Secondo me è piccola da 15 litri, anche perché devi considerare che la misura in genere si intende fino all'orlo, quindi i litri utili diventano 12 al massimo. Io andrei sui 30 litri ma dipende molto anche dal fornello che utilizzerai. Io con la pentola da 25 litri riuscivo a bollire perché avevo il piano cottura a 5 fuochi, con quello centrale più grosso. Se hai i classici 4 fuochi potresti non farcela. Se invece hai il fornellone "da salsa" allora potresti pensare di prendere una pentola più grande (40-50 litri)
  13. 1 point
    Il dry hop puoi farlo o a temperatura di fermentazione o a temperatura di cold crash, se lo fai a temperatura di cold crash è più lento il rilascio degli aromi, ma viene anche estratto meno erbaceo... Devi fare delle prove per vedere quale modo ti piace di più in termini di risultato finale. Per il tempo, 5 giorni o una settimana non cambia nulla, io l'ultimo DH che ho fatto l'ho messo in fermentazione per 7 GG, poi ho fatto cold crash di una settimana senza travaso, quindi in totale è rimasto 14 GG e non ho sentito gusti sgradevoli...
  14. 1 point
    @eamaxb te l'avevo detto che si arrotondava l'amaro!
  15. 1 point
    Non ti preoccupare, pian piano inizierai a padroneggiare il processo... Al momento goditi la cotta e continua sulla buona strada.
  16. 1 point
    È normale che hai avuto all'inizio una densità più alta di quella consigliata. Hai messo più estratto di quanto zucchero c'era. È normale che la densità finale sia più bassa, hai diluito di più. La differenza però mi sembra un pò grande. L'attenuazione però non è facile da prevedere. Spesso mi sono trovato con attenuazioni più alte o basse di quelle indicate: dipende dalla fermentabilità del mosto. Se l'estratto usato è più fermentabile di quello usato per la valutazione della ricetta ti trovi con una attenuazione più alta. Con l'us-05 non avere fretta di imbottigliare, lascia che si ripulisca la birra, anche una volta l'attenuazione finita.
  17. 1 point
    Complimenti per il lavoro, e grazie di condividere.
  18. 1 point
    La Urquell è da sempre la mia birra preferita, da quando ho iniziato a fare birra tutti gli anni cerco di clonarla con una cotta dedicata. Con risultati altalenanti, ma quello ahimè dipende dalla scarsezza del birraio... Come dice Pie11 birra semplicissima sulla carta, ma in realtà difficilissima da produrre, il minimo errore in qualsiasi fase della produzione te lo porti dietro nella birra finita ed a differenza di ales e belghe dove puoi mascherare i difetti con luppolo o lievito, risalterà come un faro nella notte. Se posso portare la mia esperienza confermo che i risultati migliori li ho avuti con protein rest e decozione in 2 step, la differenza con l'infusione si sente tutta Per quanto riguarda il grist il melanoidin non mi ha dato i risultati attesi, il meglio l'ho ottenuto con tutto pils e un 4-5% di acid Due anni fa ho provato ad usare acqua osmotica mixata con sali e acqua di rete per avvicinarmi ai valori di Pilzen ma il risultato non è stato eccezionale, la birra sembrava mancasse di corpo, probabilmente per compensare l'acqua "povera" avrei dovuto aumentare la T° di mash. Un buon compromesso l'ho trovato con valori di: Calcio 30-35 ppm Cloruri 10 ppm Solfati 11 ppm Bicarbonati 80-100 ppm quindi rapporto cloruri/solfati attorno all' 1:1 Per quanto riguarda la luppolatura solo saaz e rigorosamente in coni, il pellet mi ha dato risultati pessimi come aroma e sapore Gittata da amaro in first wort, bollitura 90 min e poi gittate leggere ma frequenti a 40min, 20min, 10min e 5min Consiglio: ora siamo ai primi di settembre. il raccolto 2022 si è concluso da pochi giorni, essendo il saaz coltivato in europa lo si potrà trovare disponibile alla vendita verso metà/fine ottobre, e con un luppolo fresco la vostra pils sarà super Lievito WLP 800 o Wyeast 2001, sono praticamente uguali; hanno indubbiamente una marcia in più rispetto ai secchi
  19. 1 point
    Non so se ti può essere utile questa tabella...
  20. 1 point
    Di secchi ho provato l'm31 e m41 sempre in parallelo al wlp530. nessuno mi ha convinto al 100%. Ma forse li ho usati male, la temperatura era controllata sul wlp530 e sicuramente sono andato in overpitching pesante (misura del numero di cellule fatt a posteriori). Ne ho bevute diverse con il T58 (troppo dolce e poco aromatico) e con il be-256 (non ci arriva, non tira fuori speziato). Quindi, pur non amando per niente i liquidi, sono passato al wlp530 (perfetto ma difficile da usare, ne prelievo durante lo starter per congelarlo) e wyeast 3522 (ottimo, più facile da usare, ma più adatto alle blond). Poi come tripel c'è tutto e il contrario di tutto. difficile mettere nella stessa categoria rigida la Westvleteren, la rochefort, la karmeliet, la chimay... ma i maghi del bjcp ci sono riusciti definendo lo stile sulla westmalle e mettendo fuori stile quasi tutto il resto. Tra aromatic e melano (castle) c'è una certa differenza, il primo ricorda il munich, mieloso e biscottoso. il secondo ha un gusto di pane grigliato forte, al limite del bruciato e dell'aspro. Apprezzo molto il melano, ma su altre birre: trovo che da delle note di frutta secca grigliata che trovo anche nel cafe light, tende a rendere meno stucchevoli i malti cara in dosi generose. Ad ogni modo un 3% non di devasta una birra, con un sentore di plastica bruciata, se vuoi sentirlo mettine oltre il 5%.
  21. 1 point
    allora... ho provato a rileggere tutto... se ho capito bene la tua idea è quella di tenere a freddo un case fammi dire da quasi un metro cubo con una serpentina in glicole che "raffreddi" in un freezerino più piccolo (correggimi se ho capito male) Personalmente mi sono scontrato con una cosa di questo tipo cercando di usare una serpentina con del glicole come raffreddamento di un fermentatore (i 2 tronco conici non ci stavano nei mie precedenti frigoriferi da sottobanco e quindi mi ero avventurato in questa cosa) Della mia fallimentare esperienza cosa posso riportati... problemi con perdite sui cavi (gli attacchi rapidi che mi lasciavano qualche goccia) transitorio lunghissimo (passare da 20 a 10 ci mettevo 3 giorni... non proprio l'ideale per un cold crash) Freezer che era quasi sempre a tutta (e quindi anche l'impatto di consumo energetico non era ideale) Morale della favola... mi son preso due frigor alti... e facendo due conti tra quello che avevo speso tra freezerino, pompe, cavi, tubi, raccordi, silicone (per non contare le bestemmie) mi sono costati solo 20 euro in più nel mio fallimento. Per questo quello che ti consiglio di fare e di andare a caccia tra amici, parenti, siti di vendita usato ecc ecc di un freezer a pozzo. Personalmente ho avuto la botta di fortuna di un collega che aveva la cantina da svuotare e si è trovato un freezer da 130 cm di cui liberarsi e che me la lasciato aggratis, ma stando su misure più piccole qualcosa nei siti di usato dovresti trovarlo (poi fammi dire per esperienza personale che se vuoi farti del male col fai da te anche partendo da un freezer completo hai mille modi per incasinarti la vita :p ) p.s aggiungo se l'idea è quella di tenerci un 2-3 fusti puoi anche passare a gestire la cosa con un frigo (se non trovi uno alto eventualmente puoi estendere un sottobanco con dei pannelli in legno ricoperti con del polistirene... un po' come si fa col collarino di un keezer)
Sponsor:


×
×
  • Create New...